1. Čapek, Karel
La guerra delle salamandre (2009)
Letteratura ceca
Segn.: CAPE/GUER

Un geniale apologo pieno di spirito e amara ironia significativamente scritto nel 1936: in una baia dei mari del Sud viene scoperta una strana e mite "salamandra" antropomorfa. I primi esemplari vengono usati nella pesca delle perle o portati in giro nei circhi. Poi si scopre che le salamandre imparano a parlare facilmente e si comincia a usarle come manodopera (alquanto schiavizzata) per complesse lavorazioni subacquee e iniziano agevoli tentativi di "civilizzarle": esilaranti per forza parodistica i passi nei quali si narra la loro evangelizzazione religiosa e politica... Rapidamente si arriva al loro uso militare da parte delle nazioni "civili". Altrettanto rapidamente nasce la coscienza di essere un popolo e le conoscenze acquisite vengono ritorte contro il genere umano: crolli sottomarini dovuti a esplosioni provocate dalle geniali salamandre artificiere (che ormai si autogovernano e obbediscono a una sorta di Re che trasmette i suoi diktat e le sue condizioni agli uomini con trasmissioni radio) aprono voragini sempre più ampie lungo le coste: New Orleans è tra le prime città a essere devastate dall'avanzata dei flutti. Ma anche tra il popolo delle salamandre nascono divisioni, si generano fazioni e inizia una guerra intestina che porterà alla distruzione globale...

2. Čechov, Anton Pavlovič
Capolavori (2007)
Letteratura russa
Segn.: CECH/CAPO

I capolavori del teatro di Cechov

3. Čechov, Anton Pavlovič
L' isola di Sachalin (2017)
Letteratura russa
Segn.: CECH/ISOL

«Per quanto si riferisce a me, non provo appagamento alcuno per il mio lavoro, perché lo trovo meschino» scriveva Cechov all'amico Suvorin nel 1888. «Se è ancor troppo presto per lamentarmi, non lo è mai abbastanza per domandarmi: mi occupo di una cosa seria o di sciocchezze?». Il viaggio che, armato solo del passaporto e di una tessera di corrispondente di «Novoe vremja», intraprenderà due anni più tardi per studiare la vita dei deportati nella colonia penale di Sachalin è la drastica risposta a questo interrogativo. Sbarcato ai confini del mondo, in un luogo dove Puskin e Gogol' sono incomprensibili e inutili e «l'anima è invasa da quel sentimento che, forse, ha già provato Odisseo mentre navigava per mari sconosciuti», Cechov riuscirà-malgrado il boicottaggio delle autorità e un clima che «predispone ai pensieri più foschi» - a penetrare nell'inferno della katorga e a denunciare, con una precisione e un'obiettività dietro le quali fremono pietà e indignazione, il fallimento di un sistema dominato da ingiustizia e corruzione, e colpevole di infliggere «il grado infimo di umiliazione sotto il quale un uomo non può scendere». Ma riuscirà anche a fissare nitidissime visioni di sconvolgente bellezza: le contadine che nella valle dell'Arkaj, per ripararsi dalla pioggia, si legano intorno al capo gigantesche foglie di bardana e «sembrano scarabei verdi»; le lunghe strisce di sabbia che separano il Golfo di Nyj dal mare tetro e malvagio; i giljaki, dai larghi sorrisi beati che possono lasciare posto a un'aria «dolorosamente pensierosa, un po' come le vedove»; le donne ainu dalle labbra tinte di blu, chine sui pentoloni come streghe a rimestare la zuppa di pesce.

4. Čechov, Anton Pavlovič
I racconti della maturità (2007)
Letteratura russa
Segn.: CECH/RACC

"Li ho riletti, questi sei racconti, tutti d'un fiato. Con un unica preoccupazione: capire se e quanto sono invecchiati, se e quanto i cento e passa anni che ci separano da loro hanno lasciato traccia. Che sollievo. Nessuna traccia. E che rinnovata consonanza, che piacere, che felicità nella lettura. Cent'anni? Andiamo! Sono storie di oggi, aggiustate certe situazioni, che tutti viviamo in prima persona, che ci sentiamo raccontare, che osserviamo intorno a noi. Mogli, mariti, amanti, padri, madri, figli, figlie: siamo noi, niente è cambiato. Mi sono anche chiesto il perché di questa inesauribile modernità di Cechov. Forse una ragione me l'ha data Orhan Pamuk nel suo recente discorso per il Nobel: 'Un autore parla di cose che tutti sanno senza averne consapevolezza. Esplorare questo sapere e vederlo crescere dà al lettore il piacere di visitare un mondo al contempo familiare e miracoloso'. In fondo anche Gor'kij diceva la stessa cosa di Cechov: 'Non dice nulla di nuovo, ma ciò che dice è così convincente, semplice, chiaro, da far paura'." (dall'Introduzione di Fausto Malcovati)

5. Čechov, Anton Pavlovič
Reparto n.6 (2007)
Audiolibro, Letteratura russa
Segn.: CECH/REPA 2

In questo racconto cechoviano Andrej Efimyc è il medico di uno squallido ospedale di provincia, dove i malati sono trattati come bestie. Nel reparto manicomiale sono ricoverati cinque matti, e, tra di loro, vi è anche Ivan Dmitric, una specie di "filosofo" afflitto da mania di persecuzione che crede nell'immortalità. Andrej Efimyc, assalito da una profonda crisi spirituale innescata dall'inutilità della propria professione, prende a frequentare sempre più assiduamente Ivan Dmitric per poter finalmente dialogare con qualcuno sui problemi dell'esistenza. Ossessionato dal pensiero della morte e da un crescente nichilismo, il dottore si prende, invano, una lunga vacanza, e il viaggio non fa che acuire il suo senso di inutilità. L'epilogo tragi-comico è in puro stile cechoviano... Il racconto è intriso di critica sociale e può considerarsi un'allegoria sulla vita e sulla morte.

6. Čechov, Anton Pavlovič
Tre sorelle (2008)
Letteratura russa
Segn.: CECH/TRES 2

7. Čechov, Anton Pavlovič
L' uno e l'altra (2006)
Audiolibro, Letteratura russa
Segn.: CECH/UNOE

La signora con il cagnolino e L'uomo nella fodera. Due storie diverse con protagonisti persone e fatti dell'ordinaria quotidianità. Da una parte Gurov e Anna che cercano in una relazione clandestina la soluzione al loro malessere esistenziale. Dall'altra Belikov che nemmeno Varenka riesce a far uscire dalla sua misantropia. Cantore dell'umanità normale, quella che tutti i giorni si scontra con un imperscrutabile e spesso avverso destino, Cechov racconta l'autentica essenza degli uomini, con partecipazione e senza il velo consolatorio delle illusioni...

8. Čudakova, Marietta
Michail Bulgakov : cronaca di una vita (2013)
(82-89) Letteratura
Segn.: 882 BULG

La presente biografia costituisce a tutt'oggi il primo e unico studio approfondito, autorevole e completo sulla vita di Michail Bulgakov.
Un magistrale affresco in cui Marietta Čudakova ridà “vita” al percorso artistico e personale dello scrittore sullo sfondo del complesso background storico e sociale che caratterizzò la turbolenta epoca sovietica.
Scritto con uno stile vivido e robusto, il suo saggio si basa sullo studio dell'intero archivio dello scrittore (da lei raccolto e ordinato insieme alla vedova), oltre che su esclusive interviste ai contemporanei dell'autore. Ulteriore valore è conferito all'opera dalle numerose citazioni tratte dagli epistolari inediti di Bulgakov e dagli illuminanti riferimenti alle diverse bozze e stesure delle sue opere narrative e teatrali.
Dalla nascita in una numerosa famiglia ucraina alla rigorosa educazione ortodossa; dagli studi di medicina alla rivoluzione del '17 fino al bagno di sangue della guerra civile; dal successo come drammaturgo alla cancellazione delle sue pièces dai teatri a Mosca e in ogni angolo della Russia; dalle perquisizioni e gli interrogatori ai rapporti sfuggenti con Stalin (che gli negò fino alla morte la possibilità di espatriare, concedendogli con una celebre telefonata la grazia di poter lavorare al Teatro d'Arte di Mosca, ma non come drammaturgo); dai tre matrimoni alle costanti difficoltà economiche, fino alla tragica morte nel 1940. A decenni dalla scomparsa, la grandissima popolarità dei suoi capolavori letterari ha suscitato una crescente attenzione nei confronti del “Bulgakov uomo”. Fondamentale per la comprensione della sua opera appare oggi il percorso biografico di un Autore capace di conservare la dignità e il coraggio di una personalità estremamente creativa.

9. Ėjzenštejn, Sergej Michajlovič
Memorie (2006)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 EJZE 7

Scritte negli ultimi due anni di vita, le "Memorie" sono una raccolta di informazioni sull'infanzia e l'adolescenza di Ejzenstejn, sui conflitti familiari, sulla formazione e la sua arte, sui rapporti sociali e politici con Stalin, tra tutti - sulla sua idea di cinema e di Hollywood. Il volume è corredato da un apparato di foto appartenute all'autore.

10. Ėjzenštejn, Sergej Michajlovič
Memorie (2000)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 EJZE 7

11. Ōe, Kenzaburō
L' animale d'allevamento (1999)
Letteratura giapponese
Segn.: BRLNA 12526

12. Ōe, Kenzaburō
Il bambino scambiato (2013)
Letteratura giapponese
Segn.: OE/BAMB

È mattina presto e la luce dell'alba deposita minuti pulviscoli dorati sugli scaffali robusti dello studio dell'anziano Kogito, uno scrittore famoso in tutto il Giappone. L'uomo sta guardando il contenuto di un'enorme e vecchia valigia: centinaia di audiocassette, tutte registrate dal suo più vecchio e caro amico, Goro, famoso regista e fratello di sua moglie. Goro gli ha spedito la valigia pochi giorni prima, accompagnata da un messaggio ermetico. E poco dopo Kogito è venuto a sapere che l'amico si è tolto la vita. Senza lasciare scritto nulla, senza un perché. Kogito cerca una spiegazione proprio nella voce di Goro che ha affidato le sue ultime parole a quei fragili nastri. Parole che portano l'anziano scrittore in Germania, alla ricerca di una donna enigmatica che ha conosciuto Goro e che custodisce un libro misterioso. Un libro che parla di un'antica leggenda, la storia di un bambino scambiato, e che è legato a doppio filo a un avvenimento di molti anni prima e che ha sconvolto la vita di un'intera famiglia. Ma è tra le brumose foreste del sud del Giappone che si nasconde la verità sul segreto che Goro ha custodito per decenni nel suo cuore. Ed è lì che Kogito deve trovare il coraggio di tornare. Kenzaburo Oe, premio Nobel per la letteratura, ha definito questo romanzo il più importante della sua vita.

13. Ōe, Kenzaburō
L' eco del paradiso (2015)
Letteratura giapponese
Segn.: OE/ECOD

Nello studio di K., il famoso scrittore, si sente solo il veloce ticchettare della macchina da scrivere. A un tratto, il silenzio. Le sue dita si sono fermate, adagiate sulle lettere che compongono il nome di una donna. Marie. K. ricorda ancora quando sono diventati amici, tanti anni fa. In particolare un giorno di primavera, durante una manifestazione. Improvvisamente, tra le decine di persone giunte fin lì per aiutare, era apparsa lei, i capelli neri un po' scomposti, lo sguardo spensierato e il sorriso pieno di sole. K. aveva capito di trovarsi davanti a una donna speciale, una donna che calamitava le attenzioni di tutti con la sua semplicità e innocenza. Molti anni sono passati, e gli occhi gioiosi di Marie si sono velati di un dolore impossibile da superare. Per questo è fuggita oltreoceano. Tra le impervie alture messicane ha cercato la pace, aiutando le donne e i bambini del luogo, a cui si è dedicata con totale abnegazione. Adesso coloro che lei ha aiutato vogliono renderle omaggio, dedicandole un film. E nessuno meglio di K. può farlo, solo lui può scrivere la sceneggiatura. Ma accettare questo compito significa anche riaprire il vaso del dolore, ridestare ricordi nascosti tra le pieghe del tempo. Quando un sorriso radioso poteva turbare il cuore di chiunque ne fosse illuminato.

14. Ōe, Kenzaburō
Il salto mortale (2006)
Letteratura giapponese
Segn.: BRLNA 14462

I pericoli del fanatismo e i mali oscuri che minacciano la nostra società, la ricerca della fede e i misteri della spiritualità, il mondo corrotto dall'egoismo e dai deliri delle folle, la libertà come valore fondante e salvifico per il futuro dell'uomo: sono questi i temi di questo romanzo che segna il ritorno dello scrittore giapponese Kenzaburo Oe, premio Nobel per la letteratura nel 1994. In una Tokyo caotica e disumana una setta religiosa predica l'imminente fine del mondo. La governano un medium che nasconde orride stigmate e che si dichiara capace di parlare con la divinità, e il suo assistente spirituale, unico interprete delle sue parole.

15. Ōhashi, Ryōsuke
Kire : il bello in Giappone (2017)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 62373

Kire – vale a dire l'azione del «tagliare via» e del «recidere» – costituisce per Ryōsuke Ōhashi una categoria estetica e insieme una pratica che permea trasversalmente l'arte giapponese, dall'architettura alla scultura, dalla poesia alla pittura, dalla Via dei fiori a quella del tè e della spada.
Kire rappresenta d'altro canto l'abbreviazione della formula kire-tsuzuki, che esprime l'esperienza della «dis/continuità», della «continuità del taglio» tra il fare artistico e l'irriflessa immediatezza della natura.
Attraverso l'intervento dell'arte, la «naturalezza » viene apparentemente «tagliata via», ma in modo tale che la sua essenza originaria, più profonda ed intima, venga alla luce.

Dagli albori della spiritualità shintoista alla contemporaneità, nella lettura di Ōhashi la sfera d'azione dell'estetica travalica i tradizionali confini della teoria dell'arte e del bello per istituire una relazione essenziale con le dimensioni dell'etica, della religione e della storia, mantenendo vivo il confronto tra mondo occidentale e orientale.

16. Ōima, Yoshitoki
A silent voice (2015)
Narrativa per ragazzi (dai 15 anni)
Segn.: BRLF 2627

Shoya is a bully. When Shoko, a girl who can't hear, enters his elementary school class, she becomes their favorite target, and Shoya and his friends goad each other into devising new tortures for her. But the children's cruelty goes too far. Shoko is forced to leave the school, and Shoya ends up shouldering all the blame. Six years later, the two meet again. Can Shoya make up for his past mistakes, or is it too late? Read the manga industry insiders voted their favorite of 2014! "A very powerful story about being different and the consequences of childhood bullying... Read it." -Anime News Network "The word heartwarming was made for manga like this."

17. Ōima, Yoshitoki
A silent voice. Vol. 2 (2015)
Narrativa per ragazzi (dai 15 anni)
Segn.: BRLF 2627/2

Nonostante il passare degli anni, il senso di colpa per gli spiacevoli fatti accaduti a scuola non abbandona il cuore di Shoya, che trascorre le sue giornate in uno stato di disagio crescente. Così il ragazzo decide di incontrare Shoko un'ultima volta...

18. Ōima, Yoshitoki
A silent voice. Vol. 3 (2015)
Narrativa per ragazzi (dai 15 anni)
Segn.: BRLF 2627/3

Restituire a Shoko la felicità che le ha portato via è diventata una ragione di vita per Shoya. Così il ragazzo si ritrova a fronteggiare il passato che pensava di essersi lasciato alle spalle, e l'incontro con gli ex compagni di scuola porta un vento di cambiamento nella sua relazione con Nishimiya...

19. Ōima, Yoshitoki
A silent voice. Vol. 4 (2015)
Narrativa per ragazzi (dai 15 anni)
Segn.: BRLF 2627/4

Shoya comincia a frequentare Shoko, sempre più determinato a diventare suo amico e a restituirle la felicità che le aveva portato via in passato. Sahara, Ueno, Kawai, Nagatsuka… Il cambiamento del ragazzo sta coinvolgendo (e sconvolgendo) l'intero universo di persone, vecchie e nuove, che ruota intorno alla sua vita!

20. Ōima, Yoshitoki
A silent voice. Vol. 5 (2015)
Narrativa per ragazzi (dai 15 anni)
Segn.: BRLF 2627/5

Shoya comincia a frequentare Shoko, sempre più determinato a diventare suo amico e a restituirle la felicità che le aveva portato via in passato. Sahara, Ueno, Kawai, Nagatsuka… Il cambiamento del ragazzo sta coinvolgendo (e sconvolgendo) l'intero universo di persone, vecchie e nuove, che ruota intorno alla sua vita!

21. Ōima, Yoshitoki
A silent voice. Vol. 6 (2015)
Narrativa per ragazzi (dai 15 anni)
Segn.: BRLF 2627/6

A causa del suo trauma, Shoya ha iniziato a distruggere il mondo di affetti che faticosamente aveva creato intorno a sé. Sentendosi responsabile, Shoko viene sopraffatta dal senso di colpa e medita di scomparire... del tutto. È giunto il momento per i loro cari di entrare nel merito della questione... Ci sarà un modo per ricongiungere ciò che si è spezzato?

22. Ōima, Yoshitoki
A silent voice. Vol. 7 (2015)
Narrativa per ragazzi (dai 15 anni)
Segn.: BRLF 2627/7

Rimasto gravemente ferito per aver salvato Shoko dal tentato suicidio, Shoya è ancora ricoverato in ospedale. La ragazza, ormai decisa a guardare avanti, cerca intanto di riparare ciò che ha distrutto, ascoltando la voce degli amici che si erano allontanati. In ballo c'è ancora il progetto del film, che attende solo di essere ripreso... Tutto dipende dai due ragazzi: torneranno uniti come una volta, prima che il sipario si chiuda sull'ultimo capitolo della loro commovente storia?

23. Śaṃkara
Hotel Calcutta (2009)
Letteratura indiana/pakistana
Segn.: SAMK/HOTE

Anni Cinquanta: Calcutta si chiama ancora Calcutta e vive gli ultimi splendori del suo recente passato coloniale. Nella «striscia d'oro», la zona della città che gli inglesi chiamano Esplanade e gli indiani Chowringhee, il centro della vita mondana e dei grandi alberghi, si aggira Shankar, un ex babu, un giovane impiegato di un avvocato inglese dell'alta corte, anzi, per essere precisi, «dell'ultimo avvocato inglese dell'alta corte di Calcutta». L'illustre esponente del foro imperiale britannico è morto e il ragazzo si è ritrovato di colpo nel deserto di povertà e penuria da cui viene, e che credeva di essersi lasciato definitivamente alle spalle. Per allontanare lo spettro della fame, vaga per la città cercando di vendere cestini per la cartastraccia fabbricati da un giovanotto di Madras, che oltre ai cestini non possiede altro che due paia di calzoni e una sudicia cravatta. Per i dannati della terra come Shankar, basta il minimo temporale a distruggere l'oasi. Ma per fortuna non è sempre così. In un giorno in cui sonnecchia al parco di Chowringhee, si imbatte in uomo dalla pelle color mogano, lucida come le scarpe che hanno ricevuto il trattamento dai lustrascarpe di DharmataJa. E il detective Byron, il grande investigatore: per lui qualunque caso, per quanto complicato o misterioso, è immediatamente «chiaro come la luce del giorno, trasparente come l'acqua». Byron gli trova un lavoro nell'albergo più antico e prestigioso dell'Esplanade: lo Shahjahan Hotel.

24. Ǧabrān, Ǧabrān H̲alīl
Come fiori nella polvere (2010)
Letteratura medio-orientale
Segn.: GABR/COME

Storie di donne comprate, vendute, ingannate dalla perfidia dell'uomo, ostentate e sfruttate come meri oggetti di piacere. Donne vittime di una legge che le vuole schiave, che le priva di ogni dignità, che sottrae loro l'inalienabile diritto all'amore. Donne calpestate, vilipese, tradite. Come fiori della polvere. Nei quattro racconti di Gibran, nelle sue poesie, riflessioni e lettere d'amore, alcune mai pubblicate in Italia, Gibran canta il suo amore per le donne, la sua dura condanna di leggi e tradizioni che privano questi fiori delicati della loro anima e della loro luce. In questi testi di Gibran, tutti tradotti direttamente dall'arabo da Hafez Haidar, risuona tutta la poesia, l'emozione e la forza che animano le pagine dell'immortale "Il profeta".

25. Ǧabrān, Ǧabrān H̲alīl
Il vagabondo (2009)
Letteratura medio-orientale
Segn.: GABR/VAGA

"Una volta incontrai un altro di quegli uomini che vivono lungo le strade. Un po' folle anche lui, mi parlò così: "Sono un vagabondo. Spesso mi sembra di camminare tra pigmei. E poiché la mia testa è di settanta cubiti più elevata da terra rispetto alla loro, crea pensieri più alti e più liberi. In verità io non cammino tra gli uomini ma al di sopra degli uomini, e tutto ciò che vedono di me sono le mie orme nei loro campi. E spesso li ho sentiti discutere e dissentire sulla forma e la misura delle mie impronte. Ce ne sono alcuni che dicono: 'Sono le tracce lasciate da un mammut che ha percorso la terra in tempi remoti'. E altri dicono: 'No, sono i punti in cui son cadute meteoriti dalle stelle lontane'. Ma tu, amico mio, tu lo sai perfettamente: non sono nient'altro che le orme di un vagabondo"".

26. ʻĀlim, Rajāʼ
Il collare della colomba (2014)
Letteratura medio-orientale, Premi e riconoscimenti
Segn.: ALIM/COLL

Ad Aburrùs, antico vicolo della Mecca, giace il cadavere nudo di una donna. Il volto è sfigurato, è impossibile identificarla. Gli abitanti della zona sono scossi, temono che la polizia possa scavare nelle loro vite e portare alla luce segreti custoditi gelosamente. Storie di famiglia, amori proibiti, intrighi di una città preda di società immobiliari senza scrupoli. Incaricato delle indagini, mentre cerca di scoprire chi sia la vittima, l'ispettore Nasser si immerge nelle tormentate esistenze di Aisha e Azza, misteriosamente scomparse dal vicolo poco prima del ritrovamento del corpo. Insegnante ripudiata dal marito, Aisha intratteneva una corrispondenza amorosa con un medico tedesco, mentre alla ribelle Azza erano dedicate le pagine del diario del suo vicino Yusuf, giovane storico ossessionato dalla grandezza del patrimonio artistico e religioso della città più santa dell'Islam. Continuando a cercare la verità sulla donna uccisa, Nasser trova preziosi indizi tra gli scritti di Aisha e Yusuf. Scoprirà quanto la sua antica città sia minacciata dalla corruzione, e capirà che è il suo cuore sacro, la Kaaba, a dover essere salvato dallo scontro tra tradizioni ancestrali e una tensione brutale verso la modernità.

27. ʻUthmān, Laylá
Il messaggio segreto delle farfalle (2011)
Letteratura medio-orientale, Romanzo sociologico
Segn.: UTHM/MESS

Le donne sono come farfalle che un giorno, nonostante tutto, spiccheranno il volo. Nadia è la figlia di un kuwaitiano e di una siriana, ha diciassette anni ed è pronta a spiegare le sue giovani ali: vuole frequentare l'università, innamorarsi e diventare protagonista della propria vita e delle proprie scelte. Ma la sua famiglia ha già deciso per lei e, nel rispetto di una tradizione ferrea, le impone di sposare un uomo molto più vecchio, un ricco kuwaitiano con due matrimoni alle spalle e dei figli a carico. Per quattro terribili anni, Nadia rimane prigioniera di quest'uomo dispotico, costretta a subire ogni tipo di umiliazione senza poter reagire. E tuttavia la ragazza rifiuta di soccombere al dolore e non rinuncia a lottare, perché, nonostante il silenzio opprimente in cui hanno cercato di rinchiuderla, il desiderio di libertà che è in lei non può essere messo a tacere. "Il messaggio segreto delle farfalle" è una storia di coraggio, di denuncia e di emancipazione, ma soprattutto il racconto di una donna in fuga dal silenzio dei tabù.

28. Ṣāliḥ, aṭ-Ṭayyib
Le nozze di al-Zain (2013)
Letteratura africana, Romanzo comico/umoristico
Segn.: SALI/NOZZ

Breve romanzo comico dell'autore sudanese di "La stagione della migrazione a Nord", "Le nozze di al-Zain" (pubblicato nel 1969) racconta le stravaganti imprese sentimentali di un personaggio unico nella letteratura di ogni paese. Alto e sgraziato, due soli denti in bocca, al-Zain si è conquistato sul campo una fama sfortunata, quella di un uomo che si invaghisce perdutamente di ragazze che finiscono sempre per sposare qualcun altro. Non gli manca il buon gusto, visto che "si innamorava solo delle ragazze più belle e attraenti del paese, quelle più educate, e quelle con la parlata più dolce", ma tanto efficace è questa sua paradossale qualità, questo suo disperato talento, che le madri affrante di figlie zitelle lo cercano e lo inseguono, confidando nel suo amore senza speranze per cambiare il destino nuziale di quelle giovani donne dall'incerto futuro. Ma un giorno nel villaggio affacciato sul Nilo tutti rimangono sorpresi per una notizia che ha dell'incredibile: al-Zain la "Giraffa", al-Zain che appena nato non aveva pianto ma era esploso in una risata, che sin dai primi mesi faceva divertire fino alle lacrime donne e bambini, al-Zain che ha perso i denti a sei anni e che non ha mai avuto un pelo di barba, né ciglia, né sopracciglia - al-Zain, si sposa. Per lui è più di un miracolo, per il villaggio una sconvolgente rivelazione da cui nascono confronti e tensioni, discussioni e diatribe, tra i devoti e gli empi, tra poveri e benestanti, tra moderni e tradizionalisti...

29. Ábalos, Rafael
Grimpow. Il sentiero invisibile (2006)
Narrativa per ragazzi (dai 10 anni)
Segn.: ABAL/GRIM

Spagna, 1300. Il giovane ladruncolo Grimpow si imbatte in una pietra dagli strani poteri, custodita dal corpo ghiacciato di un cavaliere. La pietra gli dona straordinarie facoltà e lo fa precipitare in un labirinto di misteri: inseguito da templari, inquisitorie società segrete, Grimpow si troverà sulle tracce del sentiero invisibile che nasconde la chiave della saggezza.

30. Álamo, Antonio
L' incendio del paradiso (2006)
Letteratura spagnola
Segn.: ALAM/INCE

Il giovane Santiago, rampante esponente della new-economy e poeta per passione, è ricoverato nell'ospedale psichiatrico di Siviglia e sottoposto a una serie di perizie per stabilire le sue responsabilità nell'omicidio di cui è accusato: la morte dell'ex compagna Sara, di origini gitane, commessa e barista. La colonna portante del libro è costituita dagli appunti che lo psichiatra annota durante i numerosi incontri con Santiago. Appunti intervallati dal racconto del narratore, che completa i particolari della vicenda, e dai dialoghi serrati, molto teatrali, fra i protagonisti. Un libro dalla struttura a più voci che svela come in un puzzle gli sviluppi di una vicenda che il lettore "crede" di conoscere dalla prima pagina.

31. Árbol, Víctor del
Il mio sole è nero (2013)
Letteratura spagnola
Segn.: ARBO/MIOS

Mérida 1941: Isabel Mola tiene saldamente per mano suo figlio sul marciapiede di una stazione immersa nel silenzio. Deve lasciare la Spagna al più presto. Deve soprattutto lasciare suo marito, un crudele e fanatico falangista. Il complotto messo in atto per ucciderlo è fallito, Isabel è stata tradita dall'uomo che diceva di amarla. Non partirà. Barcellona 1977: Maria Bengoechea è una giovane avvocatessa che ha appena vinto una causa importante. E riuscita a far condannare un ispettore colpevole di aver torturato e ridotto in coma un informatore della polizia. Non sa di aver scoperchiato un tragico vaso di Pandora. La condanna di quell'ispettore riapre infatti un'oscura vicenda che affonda le sue radici nella Spagna filonazista degli anni successivi alla Guerra civile: un quarantennio di odi, vendette, furori, di cui Maria è stata sempre ignara, anche se scorrono nelle sue vene e hanno segnato a fondo la storia della sua famiglia. Qualcosa la unisce a quella Isabel scomparsa in una stazione di provincia, un legame tenuto per anni gelosamente segreto, una catena di intrighi, tradimenti, vendette che si sono perpetuate nel corso di tre generazioni, trasformando ogni volta le vittime in carnefici. E che oggi presentano il conto. Perché il passato non si dimentica, le colpe dei padri ricadono sempre sui figli, e il destino segue senza pietà il suo cammino circolare e inesorabile.

32. Énard, Mathias
Bussola (2016)
Letteratura francese, Premi e riconoscimenti
Segn.: ENAR/BUSS

Con questo romanzo-fiume Énard ha vinto il Premio Goncourt nel 2015. Bussola è la storia d'amore tra Franz, uno specialista dell'Oriente, e Sarah, anch'essa studiosa delle civiltà orientali, un amore che dura anni e si snoda attraverso Europa, Iran, Siria e Turchia. Ma è anche la storia di un altro amore tormentato: quello tra l'occidente e l'oriente. Un amore raccontato attraverso le centinaia di storie di coloro, donne e uomini europei, che nel corso dei secoli hanno dedicato le loro vite (e spesso le hanno perse tragicamente) all'inseguimento di questa passione "impossibile". Énard racconta le vite avventurose e appassionate di scrittori, avventurieri, musicisti, viaggiatrici che si sono lasciate ammaliare dall'esotismo e dalla sensualità di luoghi come la Persia, Costantinopoli, Palmira; luoghi di questa passione divisa tra miraggio e illusione da una parte e vite reali e ben concrete dall'altra. Cos'è stato l'orientalismo? Un miraggio del deserto favorito dai fumi dell'oppio, dai profumi delle spezie e dalle mire coloniali dell'Europa, o un vero incontro tra culture diverse ma complementari, l'una bisognosa dell'altra, alla continua ricerca dell'Altro che ci completa?

33. Énard, Mathias
Parlami di battaglie, di re e di elefanti (2013)
Letteratura francese
Segn.: ENAR/PARL

13 maggio 1506: Michelangelo sbarca a Costantinopoli, da cinquant'anni capitale dell'impero turco. Ha lasciato Roma, irritato con papa Giulio II che gli preferisce altri artisti, per accettare l'invito del sultano Bayazid il Giusto, che gli offre un compito e una sfida: disegnare un ponte che unisca le rive del Bosforo. Lo stesso progetto era stato affidato vent'anni prima a Leonardo da Vinci, e Michelangelo trova irresistibile la prospettiva di riuscire là dove il rivale ha fallito. Il fascino della città d'oro e di spezie lo avvolge e lo ammalia fin da subito: e tra paggi, schiavi, soldati, elefanti, scimmie, taverne oscure e freschi cortili si fanno avanti due figure ambigue e incantevoli che avvincono l'artista con il potere della danza, del canto, della poesia. Sempre in bilico tra invenzione e ricostruzione storica, questo romanzo è il racconto di un sogno: quello dell'incontro - possibile e mancato - fra il genio del Rinascimento e la magia dell'Oriente.

34. Énard, Mathias
Via dei ladri (2014)
Letteratura francese
Segn.: ENAR/VIAD

A Tangeri chi si arrampica sugli scogli di fronte allo Stretto può seguire il viavai dei traghetti che fanno la spola con la Spagna. Su quegli scogli Bassam sogna di andarsene. Lakhdar no, l'Europa non lo attira: e invece sarà proprio lui a partire. Il suo viaggio comincia a diciassette anni, quando il padre, musulmano ortodosso, lo sorprende a letto con una cugina e lo caccia di casa. Da lì in poi la sua vita è vagabonda, ormai Lakhdar può fare affidamento solo su se stesso. Sfiora un gruppo di estremisti islamici in cui l'amico Bassam rimarrà impigliato, passa da un lavoro all'altro e, assoldato da una compagnia di traghetti, approda in Spagna. Conosce i bassifondi e legge gialli, cerca il sesso in un bordello e brucia d'amore per una studentessa spagnola. Ovunque la violenza pervade l'aria, pare inevitabile che prima o poi Lakhdar ne sia contagiato. Dalla Primavera Araba alla Spagna degli indignati, ancora una volta Énard fa sentire la sua voce autentica e irriducibile.

35. Énard, Mathias
Zona (2011)
Letteratura francese
Segn.: ENAR/ZONA

Di notte, un uomo viaggia solo su un treno diretto da Milano a Roma. Ha con sé una ventiquattrore piena di documenti scottanti e il progetto di venderli a caro prezzo a un importante personaggio molto vicino al Vaticano. Perché Francis Servain Mirkovic è una spia, e questa, così ha deciso, sarà la sua ultima missione. Ma chiudere con il passato è impossibile per chi come lui si porta addosso il peso della Storia. Perché nell'arco della sua vita avventurosa e crudele, Francis ha visto e fatto di tutto: è stato soldato nei Balcani in fiamme, trafficante d'armi, agente segreto, traditore e vinto, vittima e carnefice. Il Mediterraneo è da sempre la sua Zona d'azione, cuore sanguinante di un'Europa sfigurata dalla barbarie e dalla violenza. E adesso, mentre il treno Milano-Roma fila via nella notte, le macerie della sua vita privata e i disastri della storia collettiva si fondono in un caleidoscopio di fatti, idee, circostanze, persone. Il catalogo degli amici traditi e degli amori perduti si intreccia a quello delle atrocità perpetrate, delle trame ordite o svelate, dei sogni divenuti incubi.

36. Ó Ceallaigh, Philip
Appunti da un bordello turco (2016)
Letteratura irlandese, Premi e riconoscimenti
Segn.: OCEA/APPU

"Appunti da un bordello turco" segna un duplice esordio: quello di Philip Ó Ceallaigh, uno scrittore irlandese giramondo e votato alla missione della short story, e quello di Racconti, una casa per i racconti. Entrambi raminghi sinora, si spera che finalmente possano trovare una sistemazione e mettere su famiglia. Riesce difficile immaginare un altro libro con cui sarebbe potuta partire quest'avventura. Un libro sul mondo e sui suoi margini più estremi: fra Turchia, Romania, Stati Uniti; in diroccate palazzine sovietiche, fra strade sconquassate e inquinate dallo smog, o in mezzo a una natura ostile che sembra volersi riprendere quello spazio che gli esseri umani, violandola, le hanno negato. Un mondo di cinici solitari attrezzati a far fronte alle brutture della società, di sradicati che hanno scordato i rudimenti per stare al mondo e di esploratori alla ricerca di un angolo dove essere finalmente soli, immersi come sono in un perverso gioco dell'oca in cui devono sempre ricominciare da zero i loro percorsi. Filosofi inconsapevoli, ragionano sul male come dei Dostoevskij umiliati e offesi e come Camus dei bassifondi prendono coscienza dell'Assurdo. Diciannove racconti attraversati da un senso dell'umorismo corrosivo e da un'ineguagliabile capacità di rivelare la contraddizione.

37. Ó Gráda, Cormac
Storia delle carestie (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99

Nell'Apocalisse di Giovanni un cavallo nero, insieme alla pestilenza, alla guerra e alla morte, porta la fine del mondo: è la carestia, una sciagura che accompagna da sempre il cammino dell'umanità, in ogni società, in ogni luogo, in ogni tempo. Ripercorrere la storia della carestia è dunque davvero come ripercorrere la storia dell'uomo: la sua lotta per difendersi dalla durezza della natura, che con la siccità, le alluvioni, le eruzioni, con le malattie che distruggono i raccolti getta nella fame le popolazioni; ma anche le responsabilità che l'uomo stesso ha nelle carestie, così di frequente connesse alle guerre, a politiche inadeguate o omicide (come in Unione Sovietica negli anni Trenta, o nella Cambogia dei khmer rossi). Dall'antico Egitto all'Africa contemporanea, dall'Europa medievale alla Cina maoista, il libro racconta come le diverse società ed epoche hanno fatto i conti con la carestia e su quali basi si può ragionevolmente pensare che in futuro essa non costituisca più una minaccia d'apocalisse.

38. Ólafsdóttir, Audur Ava
Hotel Silence (2018)
Letteratura islandese
Segn.: AUDU/HOTE

Jónas ha quarantanove anni e un talento speciale per riparare le cose. La sua vita, però, non è facile da sistemare: ha appena divorziato, la sua ex moglie gli ha rivelato che la loro amatissima figlia in realtà non è sua, e sua madre è smarrita nelle nebbie della demenza. Tutti i suoi punti di riferimento sono svaniti all'improvviso e Jónas non sa piú chi è. Nemmeno il ritrovamento dei suoi diari di gioventú, pieni di appunti su formazioni nuvolose, corpi celesti e corpi di ragazze, lo aiuta: quel giovane che era oggi gli appare come un estraneo, tutta la sua esistenza una menzogna. Comincia a pensare al suicidio, studiando attentamente tutti i possibili sistemi e tutte le variabili, da uomo pratico qual è. Non vuole però che sia sua figlia a trovare il suo corpo, e decide di andare a morire all'estero. La scelta ricade su un paese appena uscito da una terribile guerra civile e ancora disseminato di edifici distrutti e mine antiuomo. Jónas prende una stanza nel remoto Hotel Silence, dove sbarca con un solo cambio di vestiti e la sua irrinunciabile cassetta degli attrezzi. Ma l'incontro con le persone del posto e le loro ferite, in particolare con i due giovanissimi gestori dell'albergo, un fratello e una sorella sopravvissuti alla distruzione, e con il silenzioso bambino di lei, fa slittare il suo progetto giorno dopo giorno...Auður Ólafsdóttir ha scritto il suo romanzo piú bello, il piú essenziale, tenero e ironico. Un libro che è un segno di pace, una stretta di mano laica che ci riavvicina a quanto di umano dentro di noi resiste agli orrori del mondo.

39. Östlundh, Håkan
Gotland : l'isola di Dio (2012)
Letteratura scandinava, Romanzo noir/thriller/giallo/poliziesco/spionaggio
Segn.: OEST/GOTL

Il detective Fredrik Borman, alle prese con una crisi di mezz'età, un matrimonio svigorito e una donna che spariglia le carte della sua esistenza, lavora presso il dipartimento di polizia di Visby, l'incantevole borgo medievale dell'isola di Gotland. Mancano pochi giorni alla festa di inizio estate quando una mattina Borman viene svegliato da una telefonata. Sul portico di una casa sul mare del Nord sono state rinvenute due vittime, un ragazzo e una ragazza, di cui è impossibile stabilire l'identità: i corpi sono stati brutalmente martoriati da numerosi colpi d'una misteriosa arma da fuoco. Quale odio può giustificare un simile bagno di sangue su questa terra di pace? Non appena si viene a sapere che le due vittime sono di origine egiziana, il movente terroristico-razziale s'impone prepotentemente. Ma è davvero pitto tanto semplice? O forse la verità, assieme all'arma del duplice omicidio, va ricercata tra la gente del luogo, celata nelle abitazioni dei miti cittadini dell'isola? Solo scavando nel profondo delle loro coscienze Borman riuscirà a mettere insieme tutti gli indizi per avvicinarsi all'agghiacciante segreto che la piccola comunità custodisce.

40. Özdamar, Emine Sevgi
Das Leben ist eine Karawanserei hat zwei Türen aus einer kam ich rein aus der anderen ging ich raus (2008)
Narrativa in lingua tedesca
Segn.: 830 OEZD/LEBE

Die Geschichte der Kindheit und Jugend eines türkischen Mädchens von seiner Geburt in Malatya, den zahlreichen Umzügen der ständig von Armut bedrohten Familie nach Istanbul, Bursa und Ankara.

41. Özdamar, Emine Sevgi
Il ponte del Corno d'oro (2010)
Narrativa straniera
Segn.: BRLNA 18065

Questo è il viaggio coraggioso di una viandante fra due mondi, una giovane turca che vuol fare l'attrice e non trova altro modo, per pagarsi la scuola di recitazione, che emigrare in Germania. E vergine, sprovveduta, non sa una parola di tedesco, ma è curiosa, caparbia, intelligente e decisa a farcela. La sua storia, intensa, dolcissima, divertente, è l'arguto racconto di una ragazza che rifiuta di mettere la testa a posto, della sua passione per il teatro, il cinema, la poesia, la politica, di un periodo incredibile vissuto tra Berlino e Istanbul alla fine degli anni sessanta. Attingendo a una grammatica tutta interiore, che scardina le regole per dar vita a un idioma speciale, potentemente suggestivo e cadenzato, Emine Sevgi Özdamar compone nella sua nuova lingua madre, il tedesco, un vero e proprio inno alla tolleranza. Costruendo quel ponte ideale che unisce culture tra loro distanti, quella occidentale e quella orientale, l'autrice sottolinea il privilegio di poter contare su due lingue e due paesi, perché "due lingue sono due persone".

42. Özkan, Serdar
Quando la vita si illumina (2010)
Letteratura turca
Segn.: OEZK/QUAN

"Quando la vita si illumina" è un romanzo sulla speranza, sull'amore senza condizioni e sul miracolo della vita qualunque essa sia. È la storia di un bambino unico, un po' speciale, Omero, che trascorre lunghe giornate in mare con la madre e il nonno sul Safa, e che ha un forte desiderio: parlare con il suo Angelo. Il desiderio di Omero sembra però nato a non realizzarsi quando l'incredibile amicizia con un delfino, tenuta debitamente nascosta per evitare la derisione di compagni e maestri, schiuderà al piccolo le porte del Mondo della Luce. Da adulto, in piena crisi, Omero sara poi costretto a riandare ai tempi della sua infanzia, all'innocenza e alle delusioni di quegli anni, alla sua amicizia interrotta col delfino con cui parlava e a un misterioso libro della Speranza lasciato in custodia dagli Immortali. Dopo il successo di "La timidezza delle rose", tradotto in ventotto paesi, Serdan Özkan ritorna con un viaggio nel regno della fantasia, dove la speranza ritrovata è in grado di illuminare all'improvviso ogni vita.

43. Özkan, Serdar
La timidezza delle rose (2008)
Letteratura turca
Segn.: OEZK/TIMI

Diana è una ragazza poco più che ventenne. Tutto nella sua vita sembra scorrere normalmente - amici, amori, studio - fino a quando una lettera sconvolge ogni cosa. La madre, infatti, prima di morire le ha lasciato un messaggio, in cui le rivela l'esistenza di una sorella gemella, Mary, che il padre aveva portato via con sé. Inizialmente Diana non ha voglia di mettersi alla sua ricerca, tutta presa com'è dagli studi e dagli amici. Succedono però alcune cose che le fanno cambiare idea: le parole di un misterioso cartomante che la fanno riflettere sul suo destino (Diana sogna da tempo di diventare scrittrice, ma non ha il coraggio di prendere in mano la penna) e il ritrovamento delle lettere inviate da Mary alla madre, lettere che parlano di un "giardino delle rose" a Istanbul e di una certa Zeyneb, che le avrebbe insegnato a capire il linguaggio di questi meravigliosi fiori...

44. 'Azm, Sadiq Jalal
La tragedia del diavolo : fede, ragione e potere nel mondo arabo (2016)
(320) Scienze politiche
Segn.: 32

Nel dicembre del 1969 Sadik al-Azm, all'epoca giovane studioso siriano, preoccupato dal crescente uso strumentale della religione da parte delle élite politiche nel mondo arabo, pubblicò La tragedia del diavolo.
Il libro, che oltre ogni aspettativa andò subito esaurito, provocò il più grande tumulto intellettuale arabo del ventesimo secolo, portando all'arresto e al processo del suo autore, accusato di prendersi gioco della religione.

Nell'opera, oggi riscoperta e disponibile per la prima volta in lingue diverse dall'arabo, al-Azm mette in guardia i suoi contemporanei e i posteri dai rischi insiti nell'uso strumentale della religione da parte del potere costituito, e rompe uno dei grandi tabù della sua e della nostra epoca, attaccando direttamente il fondamentalismo religioso.

Un libro scritto oltre quarant'anni fa, profetico nel paventare quanto sarebbe successo nei decenni successivi, vibrante nell'incitare i cittadini dei paesi arabi ad abbracciare un pensiero più laico e secolare, terribilmente attuale nel denunciare le azioni disumane dei regimi totalitari.

45. [testo italiano di Roberto Piumini]
Pinocchio (1991)
Narrativa per bambini (dai 3 anni)
Segn.: BRLF 2387

La fiaba di Pinocchio, il burattino di legno, di Geppe, del Grillo parlante e della Fata dai capelli turchini. Una bella fiaba in un simpatico e colorato libretto cartonato per i più piccini, in un formato piccolo ed estremamente pratico.

46. Aṇtūn, Sinān
Rapsodia irachena (2010)
Letteratura medio-orientale
Segn.: ANTU/RAPS

Il 23 agosto 1989, il ministero dell'Interno iracheno viene informato che nel corso di un inventario eseguito nella sede del Comando centrale della Polizia di Baghdad è stato trovato un manoscritto in un archivio. Scarabocchiato a matita, risulta essere il diario di un giovane detenuto di nome Furat. Dal manoscritto scopriamo che era uno studente di Lettere e poeta alle prime armi, dotato di uno spirito sardonico e corrosivo, arrestato un bel giorno di aprile mentre guardava il cielo di Baghdad seduto su una panchina ad aspettare Arij, la sua fidanzata. Furat rievoca l'incubo delle carceri del regime e, in parallelo, la sua vita quotidiana fino all'arresto: l'adolescenza, la famiglia, l'università, la dittatura, la guerra Iraq-Iran, le partite di calci allo stadio, i primi amori. Racconta di un Iraq impossibile, dove il regime è ovunque, nella vita pubblica come in quella privata, dell'isteria del dittatura baathista, così simile al nostro fascismo. Solo nel finale, ambientato in una Baghdad apocalittica e deserta, sembra profilarsi una speranza, ma forse è solo un'illusione, un miraggio. Un ritratto emozionante della vita nell'Iraq di Saddam Hussein, una miniatura delle sofferenze degli iracheni, dai baathisti a Bush.

47. A‛nanda Paramitaʹ, Didi
Mudra: lo yoga nelle mani dei bambini : esprimere le emozioni con i gesti (2015)
(79) Divertimenti e sport
Segn.: 79

Per i bambini è naturale giocare con le mani.
Le mani, nella nostra tradizione, sono spesso presenti nei giochi più semplici e quotidiani, uno per tutti: "Il pollice cade nell'acqua, l'indice lo tira su, il medio lo asciuga, l'anulare gli fa la pappa e il mignolo la mangia tutta!". Le mani dei bambini sono aperte al mondo. Curiose si appoggiano ovunque con delicatezza, anche quando rompono, lanciano, picchiano; lo fanno con la poesia del vento che scherza con i rami degli alberi. Anche quando sono sporche, sono sporche di vita e di gioco.

Benvenuti, allora, nell'universo dei mudra.
I mudra nascondono sempre gesti originari: i gesti dell'uomo e il ritmo fondante della vita. Lo stupore, la meraviglia della scoperta, l'eccitazione culturale che gli educatori creano all'inizio di ogni nuova esperienza guidano l'interesse, l'esplorazione, la curiosità, la minuziosa costruzione della realtà da parte dei bambini.
La filosofia tantrica sostiene che i bambini sono gli esseri più vicini alla Coscienza Suprema, alla Beatitudine e la loro comprensione dei mudra supera le barriere della mente razionale. Questo loro abitare in livelli di coscienza così incontaminati ne rende la compagnia un toccasana; mentre svolgiamo il nostro dovere di educatori abbiamo il privilegio di toccare l'anima dell'infinito così radiosamente espresso nei bambini.

L'invito è ad esplorare, insieme ai vostri bimbi, questo mondo affascinante che vi stupirà per la sua semplicità e al tempo stesso per il mistero che lo protegge.

48. Aïm, Roger
Julien Gracq : l'ultimo dei classici (2014)
(82-89) Letteratura
Segn.: 840 GRAC

Julien Gracq ha dominato la letteratura francese del XX secolo. Più preciso di Chateaubriand, più musicale di Stendhal, più sensuale di Proust, la sua scrittura visiva e carnale incanta.
Fortemente influenzato dal surrealismo, dal romanticismo tedesco e dalla letteratura fantastica, l'universo di questo scrittore fa nascere quel sentimento magico che si prova nel leggerlo.
Geografo di professione e per passione, è lo scrittore che ha portato l'arte di descrivere i luoghi ai vertivi più alti. Uomo restio e riservato, lontano dai media fino all'oblio, non concederà che rare interviste.
Uno dei suoi capolavori, Le rivage des Syrtes, Prix Goncourt 1951 - peraltro rifiutato - è stato a lungo accostato al romanzo Il deserto dei Tartari di Dino Buzzati, romanzo che Gracq non aveva tuttavia conosciuto prima di scrivere il suo.

49. AA,VV.
Zambia, Mozambico e Malawi (2018)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AFRI/ZAMB

"Fauna selvatica e cascate in Zambia, laghi e montagne in Malawi, isole e spiagge in Mozambico. Ogni paese ha la propria personalità. Esploratene uno solo oppure assaporate il meglio di tutti e tre."
Mary Fitzpatrick

50. AA. VV.
Acqua fresca? : tutto quello che bisogna sapere sull'omeopatia (2015)
(610) Medicina
Segn.: 61

Che cos'è l'omeopatia? Come funziona? O meglio: funziona? È vero che è stata provata la sua efficacia clinica? È vero che è più sicura della medicina tradizionale perché non ha effetti collaterali? La memoria dell'acqua esiste?

Sono solo alcune delle domande intorno a cui si svolge da anni l'accanito quanto infinito dibattito sull'omeopatia. Ma il confronto non è sereno: nella discussione pubblica si sono accumulati luoghi comuni, false convinzioni e fallacie logiche che spesso rendono difficile o impossibile una riflessione basata su argomentazioni scientifiche.

L'intento di questo volume è uscire dal pregiudizio e fornire al lettore informazioni, dati, concetti scientifici di merito e di metodo per poter arrivare a un giudizio basato non sulle impressioni ma sulle prove di evidenza, distinguendo la mistificazione dall'ipotesi scientifica, l'efficacia dalla suggestione.
Il più importante esito di questa lettura - che evidenzia la natura non scientifica dell'omeopatia - è mostrare come solo rispettando il diritto delle persone a una corretta informazione si tutela davvero la libertà di scelta in campo terapeutico.

51. AA. VV.
Alberi da giardino (1998)
(580) Botanica
Segn.: 58

Meglio di ogni altro elemento del giardino, gli alberi formano la struttura di una composizione, grazie alle loro silhouettes caratteristiche che costituiscono uno sfondo in piacevole contrasto con le linee più morbide di altre piante. Questa guida fotografica comprende più di 450 alberi da giardino classificati in base al tipo, alla dimensione, alla stagione e al colore.

52. AA. VV.
Bramantino : l'arte nuova del Rinascimento lombardo (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1678

Bartolomeo Suardi detto il Bramantino (doc. 1480-1530) è una figura di spicco della crisi culturale e del rinnovamento figurativo che hanno radicalmente trasformato il linguaggio pittorico in Lombardia al momento del crollo della dinastia sforzesca e dell'occupazione francese tra la fine del Quattrocento e i primi vent'anni del secolo seguente.
Pubblicata in occasione della mostra a Lugano, la monografia traccia il percorso dell'artista a partire dagli esordi, dalla collaborazione con l'architetto e pittore Donato Bramante - da cui ha tratto il soprannome con il quale è noto ancora oggi - fino alle ultime opere conosciute tra le quali la Fuga in Egitto custodita in Ticino, nel Santuario della Madonna del Sasso a Orselina.
Accanto ai capolavori di Bramantino, alcuni dei quali restaurati per l'occasione, provenienti da importanti istituzioni tra cui la National Gallery di Londra, la Galleria degli Uffizi di Firenze, il Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid o ancora la Pinacoteca di Brera, vengono presentate opere degli artisti con i quali Bramantino condivise la scena, dal Bergognone a Bernardo Zenale, e di quelli che raccolsero la sua eredità artistica come Bernardino Luini e Gaudenzio Ferrari.

53. AA. VV.
Cerentino... e le sue frazioni ; Campo... e la frana (2011)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4951

Cerentino è di gran lunga il comune valmaggese con il maggior numero di frazioni abitate tutto l'anno. Si tratta di una testimonianza storica molto interessante, poichè la disposizione sul territorio dei piccoli nuclei risale sicuramente ai primi insediamenti. Persone appartenenti allo stesso nucleo famigliare avevano costruito nello stesso luogo la casa, le stalle, forse anche la gra e il granaio, e dato avvio alla coltivazione di campi e prati. I mulini, invece, per ovvi motivi, erano concentrati nelle uniche due frazioni situate vicino al fiume. Chi visita Campo e le sue frazioni con occhio attento non può non rimanere esterrefatto dal contrasto fra la bellezza paesaggistica della zona e la ricchezza dei monumenti storici da un lato e la desolante povertà demografica dall'altro. I motivi sono diversi: innnanzitutto Campo era uno dei comuni più popolati della Valmaggia (nel XVIII secolo superava i 900 abitanti ; ora sono 52); d'altra parte la distanza da Locarno e la strada disagevole impedirono che si creasse qualsiasi forma di pendolarismo. Inoltre gli abitanti dovettero confrontarsi, tra il 1850 e il 1990, con la grande frana che aveva creato un'enorme insicurezza: alcune case sono crollate, la chiesa in 80 anni si è spostata di 6 m in verticale e di 27 m in orizzontale. Ora il movimento franoso si è arrestato, tuttavia non basta per sperare in una ripesa demografica.

54. AA. VV.
Coro Calicantus : vent'anni di magia (2013)
(78) Musica
Segn.: BRLB 4549

55. AA. VV.
David Bowie : Berlino, a new career in a new town (2012)
(78) Musica
Segn.: 784.76 BOWI

Quando decide di lasciare Los Angeles per tornare in Europa, David Bowie è un musicista di fama mondiale, con alle spalle album che hanno segnato la cultura pop come "Hunky Dory", "Zleey Stardust" e "Aladdin Sane". Ma fisicamente e psicologicamente il musicista è sull'orlo del collasso. Mentre il punk demoliva il rock per come lo si conosceva fino alla metà degli anni '70, a Bowie toccò il compito di ricostruire sulle macerie in tempo reale e lo fece realizzando la cosiddetta "Trilogia di Berlino", gli album "Low", "Heroes" e "Lodger" che rappresentano il testamento di quella straordinaria stagione artistica e hanno suggerito la strada a gran parte del rock negli anni a venire. Questo libro racconta la storia di quella stagione e la riproduce attraverso decine di ritratti fotografici in b/n e a colori, di cui molti pubblicati qui per la prima volta.

56. AA. VV.
Guida alla medicina naturale (1993)
(610) Medicina
Segn.: BRLB 832

Tutto quello che è necessario sapere sulle cure non convenzionali, sulle terapie alternative, sui rimedi naturali, sui fatti accertati e sulle ipotesi scientificamente accettabili.

57. AA. VV.
Gunter Böhmer : tra sogno e incubo = zwischen Traum und Albtraum (2011)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1352

Gunter Böhmer (1911-1986), artista polivalente che visse per più di cinquant'anni a Montagnola (Canton Ticino) e fu legato da amicizia allo scrittore Hermann Hesse e al pittore Hans Purrmann, ha sempre privilegiato il disegno. Il tratto veloce, la linea contornante, il tratteggio accentuativo gli permettevano una più immediata relazione con il suo ambiente e con se stesso. Attraverso il disegno egli poteva esprimere quello che non era ancora o non era affatto possibile esplicitare a parole. I disegni corrispondevano alle manifestazioni, ai commenti, alle critiche, erano momenti e pensieri colti visivamente. Per Gunter Böhmer disegnare non era innanzitutto l'atto preparatorio di un'immagine concreta, ma la ricerca costante di risposte adeguate al suo turbamento, una necessità quotidiana.

58. AA. VV.
Martha Argerich : incontri, scoperte, progetti (2011)
(78) Musica
Segn.: 78.071 ARGE 80

Testimone della musica intesa come condivisione, come esperienza comunitaria, affratellante, alimentata dalla pregnanza di emozioni, sentimenti, idee radicate nel vissuto, nel messaggio di Martha Argerich, artista inquieta attirata da nuovi orizzonti, si rispecchia il senso fondamentale del divenire.

59. AA. VV.
Mauro Valsangiacomo : il paradiso promesso (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5584

60. AA. VV.
Un' Onsernone (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1679

Un'Onsernone presenta, in due sezioni, fotografie di Stefano Spinelli (Topografie affettive) e Alessandro Vicario (Immobilità apparente).
“Guidati” dalla gallerista Flavia Zanetti-Ambrosini i due autori danno una visione molto personale e “creativa” di questa valle montana del Locarnese, soffermandosi rispettivamente sull'energia/magia dei luoghi – tra quotidianità e utopia – e sulla immobilità/trasformazione degli elementi primari che ne hanno “segnato” la storia: l'acqua e la pietra.

61. AA. VV.
La poesia francese 1814-1914 (2012)
(82-89) Letteratura
Segn.: 840

La storia della poesia francese dalla fine dell'Impero napoleonico all'inizio della prima guerra mondiale: l'incanto di Lamartine e la tensione di Baudelaire; la ricerca del sublime e dell'irrazionale con Verlaine, Rimbaud e Mallarmé, fino alle opere di Péguy, di Claudel e di Apollinaire, poeti di confine fra ispirazione spirituale e fascinazione per la nascente modernità. Il filo rosso dei poeti studiati è la ricerca di una nuova lingua capace di dare espressione a tutto ciò che la tradizione poetica occidentale ha relegato nell'ignoto. E nel fondo dell'ignoto, dirà Baudelaire, risplende il nuovo.

62. AA. VV.
The Rolling Stones 50 (2012)
(78) Musica
Segn.: 784.76 ROLL

Giovedì 12 luglio 1962 i Rolling Stones suonarono per la prima volta sul palco del Marquee Club di Londra, in Oxford Street. Come nessun'altra band al mondo, per cinquant'anni si sono esibiti davanti a quella che è diventata una folla sterminata, fra serate in minuscoli blues club e tour colossali negli stadi. Hanno creato singoli e album che sono stati in testa alle classifiche in ogni Paese e hanno contribuito a costruire la cultura musicale rock e pop mondiale. Dopo mezzo secolo, si voltano indietro e ripercorrono la loro stupefacente carriera. Curato, introdotto e raccontato dagli stessi componenti del gruppo, "The Rolling Stones 50" è l'unico volume ufficiale che celebra un anniversario memorabile e raccoglie materiale raro e inedito, provini a contatto, negativi e scatti storici. Fra le foto spiccano i contributi di autori leggendari come Gered Mankowitz, Jean-Marie Périer, Dezo Hoffman, Michael Cooper, Terry O'Neill, Bent Rej e Philip Townsend, mentre fra le illustrazioni emergono autentiche rarità: poster, bozzetti per le copertine dei dischi, figurine, giochi e altri tesori mai pubblicati prima d'ora. Un libro irripetibile e un regalo speciale da Mick, Keith, Ronnie e Charlie per ringraziare i fan di tutto il mondo. Con oltre 1000 illustrazioni a colori e in bianco e nero.

63. AA. VV.
Scuola a tutto campo : indicatori del sistema educativo ticinese (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1693

Questa è la terza edizione di Scuola a tutto campo.
Si tratta di un autentico osservatorio del sistema educativo ticinese che, attraverso grafici e tabelle, in un'ottica rigorosamente scientifica, fornisce delle informazioni sull'andamento della scuola ticinese con lo scopo di favorire il dibattito democratico a chiunque - politici, insegnanti, studiosi o cittadini desiderosi di approfondire il tema - voglia riflettere e discutere sull'evoluzione e sulla situazione attuale della scuola nel nostro cantone.

I temi analizzati sono rimasti pressoché invariati rispetto le edizioni precedenti. Essi trattano i contenuti fondamentali della nostra scuola: dall'equità, al benessere degli allievi, all'innovazione, senza tralasciare aspetti imprescindibili come i percorsi scolastici e i titoli di studio conseguiti, le competenze acquisite, le risorse umane e quelle finanziarie.

Per ogni tematica sono stati scelti degli indicatori con lo scopo di rappresentare al meglio la loro complessità, avvalendosi di dati provenienti da basi statistiche e da ricerche cantonali, nazionali e internazionali.

Questi dati, pur basandosi sul nostro sistema scolastico attuale, potranno servire da base di riflessione per le revisioni dei piani di studio previste con Harmos e La scuola che verrà.

64. AA. VV.
Viaggiare con i bambini : l'arte della vacanza formato famiglia (2015)
(910) Geografia
Segn.: 91(08)

Dalla casa di Babbo Natale in Lapponia ai pinguini della Patagonia: ogni meta è un sogno che può diventare realtà.
Un team di autori-genitori ha raccolto idee, consigli e informazioni per affrontare al meglio ogni aspetto di un viaggio con bambini, così che grandi e piccoli possano assaporarlo fino in fondo in tutta tranquillità e sicurezza.

65. AA. VV.
Voce e specchio : storia della radiotelevisione svizzera di lingua italiana (2009)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1307

La storia della radio e della televisione di servizio pubblico deve essere anche la storia del territorio sul quale sono attive. Come la presenza della radio svizzera, e in seguito della radiotelevisione svizzera, ha influenzato lo sviluppo della Svizzera italiana? Quale Svizzera italiana si rispecchia nella storia dell'istituzione Radiotelevisione svizzera di lingua italiana? Sono queste le domande che hanno guidato le ricerche raccolte nel volume.

66. AA.VV
Che cosa vuol dire morire : sei grandi filosofi di fronte all'ultima domanda (2010)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 43457

Finalmente, in questo libro, a parlare di morte non sono medici, politici, cardinali: ma filosofi. La morte moderna, ospedalizzata e tecnologica, ci è stata sottratta. L'esperienza della morte non appartiene più, come la percepivamo una volta, agli eventi naturali della vita. E abbiamo bisogno allora di fermarci a pensare. Nelle sei interviste di questo libro, la filosofia riprende la parola. Aldo Schiavone descrive un futuro in cui si sceglierà come, quando e se morire, Giovanni Reale invoca la giusta misura dei Greci, Remo Bodei giunge ad ammettere eutanasia ed eugenetica, Roberta De Monticelli intreccia morte e libertà, Vito Mancuso traccia una terza via tra indisponibilità della vita e autodeterminazione dell'individuo, Emanuele Severino giunge alla vertigine di negare la negazione e ad affermare l'eternità dell'uomo. Se non ritorneremo a concepire la morte, finiremo per dimenticarci di essere vivi.

67. AA.VV
Conoscenza e morte secondo la dottrina Indù (1998)
(290) Religioni e culti non cristiani, mitologia
Segn.: BRLA 43161

68. AA.VV
Il dolce morire : la relazione di aiuto al morente nelle cure palliative (1999)
(610) Medicina
Segn.: BRLA 21473

69. AA.VV
La fatal quiete : la rappresentazione della morte nel cinema (2005)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

Il volume è una raccolta di saggi (firmati da molti nomi noti della critica cinematografica, come Viganò, Costa, Gariazzo) che affrontano la rappresentazione della morte nel cinema d'autore (Dreyer, Bresson, Pasolini, Bellocchio ecc.), nel cinema di genere (l'horror) e, infine, secondo la particolare sensibilità di alcune aree geografiche (il cinema americano contemporaneo, il cinema asiatico, quello africano). Il volume raccoglie inoltre una cospicua serie di ricche schede filmografiche relative ai film citati nei diversi contributi.

70. AA.VV
Guinness world records 2018 (2017)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 2772

Chi provoca più morti, gli squali o i selfie? Chi è il cane più seguito su Instagram? Cos'è più gigantesco,l'uovo di Pasqua più grande o il dinosauro più alto? Chi ha costruito il primo parco a tema dedicato al WC? Questa edizione del Guinness World Records contiene tremila nuovi record, oltre ai grandi, intramontabili classici. A ispirare il libro di quest'anno sono i supereroi: non solo i personaggi di film e fumetti, ma tante persone in carne e ossa che ogni giorno si cimentano in imprese da record. Come ogni anno, i testi sono accompagnati da statistiche, tavole infografiche e immagini.

71. AA.VV
Huang Tu Di, terra gialla : materiali per l'intelligenza del cinema delle tre Cine (1999)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 ZHAN 80

Saggi critici e notizie sul cinema delle tre Cine: quella socialista e popolare, l'appendice di Hong Kong e la Cina nazionalsocialista confinata di Taiwan

72. AA.VV
Immagini dell'aldilà (1998)
(290) Religioni e culti non cristiani, mitologia
Segn.: BRLA 42878

I saggi raccolti nel volume, di autori molto noti, disegnano una sorta di mappa dell'immaginario sul tema dell'aldilà, analizzando vari aspetti della cultura europea a partire dall'età medievale sino alle tradizioni popolari di questo secolo. L'analisi dell'iconografia, dei testi delle fiabe, dei miti e leggende, delle figure della letteratura colta e popolare mostrano come la vita e la morte possano specchiarsi l'una nell'altra in una poesia medievale, in un affresco rinascimentale, nell'irrisione carnevalesca della cultura popolare.

73. AA.VV
Il libro della filosofia (2015)
(100) Filosofia
Segn.: BRLB 4813

Come ha avuto origine l'universo? Che cos'è la verità? Cosa regola una società? Fin dalle origini, l'umanità si è posta, e continua a porsi, queste e altre grandi domande sulla natura della vita o sull'esistenza; i grandi pensatori hanno elaborato diverse teorie e trovato soluzioni e risposte che continuano a dare forma e senso al mondo, perché chiunque possa comprenderlo e viverci al meglio.

Scritto in modo semplice, questo libro è ricco di spiegazioni brevi e concise che vanno dritte al nocciolo delle principali questioni, senza tralasciare di contestualizzare azioni o avvenimenti. Numerosi diagrammi e incisive didascalie aiutano a ripercorrere le tappe fondamentali dello sviluppo della filosofia; immagini semplici e immediate ne ricostruiscono la storia, aiutando a fissare con chiarezza le principali idee, e a comprendere senza sforzi il perché di tanti eventi che fanno parte del nostro quotidiano.
Che tu sia un principiante assoluto, un appassionato studente, o un esperto della materia, troverai un sacco di spunti di riflessione!

74. AA.VV
Il libro tibetano dei morti (Bardo Tödöl) (1981)
(290) Religioni e culti non cristiani, mitologia
Segn.: BRLA 14143

Tradotto letteralmente il titolo Bardo Tödöl vuol dire "Il libro della salvazione", oppure "Il grande libro della liberazione naturale attraverso la comprensione dello stadio intermedio" e invece Evans Wents, che per primo lo tradusse in inglese nel 1927 e lo divulgò in Occidente, gli diede il titolo più suggestivo di Libro tibetano dei morti e da allora è conosciuto così.
Redatto in forma di breve trattato iniziatico, Il libro tibetano dei morti è una summa del sapere esoterico, in cui si tratta diffusamente di ogni possibile aspetto della via tantrica alla liberazione dal ciclo infinito di nascita e morte, un'approfondita descrizione del processo di morte ricavata dalla vasta letteratura tibetana sullo yoga supremo.

75. AA.VV
Il lutto infantile : la perdita di un genitore nei primi anni di vita (2007)
(150) Psicologia
Segn.: BRLA 37412

La morte di una persona amata rappresenta l'esperienza emotiva più dolorosa vissuta dagli esseri umani. Nel caso poi in cui sia un bambino a perdere un genitore, per lui principale fonte di sicurezza e benessere, questo tipo di evento può assumere dimensioni catastrofiche, con conseguenze assai destabilizzanti sul piano evolutivo. Per essenza prematura, la morte del genitore di un bambino porta con sé orrore e tragedia al massimo grado. Il volume espone in modo chiaro e diretto un insieme di linee guida che presiedono al trattamento di bambini vittime di un lutto traumatico precoce. Vengono illustrate le reazioni alla perdita, le complicazioni che possono emergere nel processo di elaborazione del lutto, gli approcci di valutazione, gli interventi clinici. Attraverso alcuni casi sono esemplificate le risposte dei piccoli alla morte del genitore e le strategie che psicologi e famigliari possono mettere in atto per assicurare ai bambini uno sviluppo adeguato, pur nel contesto di una situazione così problematica.

76. AA.VV
Numeri (2011)
Narrativa per bambini (dai 6 mesi)
Segn.: BRLF 2260

Grandi immagini a colori per insegnari ai più piccoli i numeri.

77. AA.VV
Perfezione e finitudine : la concezione della morte nell'utopia in età moderna e contemporanea (2004)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 32926

Il volume si propone di indagare i rapporti concettuali tra morte e utopia: la perfezione perseguita dall'utopia, intesa come costruzione di una società migliore, dovendosi infatti confrontare con la mortalità, limite dell'umano per eccellenza, il cui impatto l'utopista tenta con strategie molteplici di attutire, neutralizzare oppure ignorare. Per il pensatore utopico il concetto di mortalità origina dal conflitto fra l'essere nel tempo e la condizione di straniamento che lo proietta al di fuori, all'intersezione fra la realtà storica e l'altrove utopico.

78. AA.VV
Poesia e teologia della morte (1984)
(200) Religione. Teologia
Segn.: BRLA 9692

79. AA.VV
Il sonno, il sogno, la morte : un'esplorazione della consapevolezza con il Dalai Lama (2000)
(290) Religioni e culti non cristiani, mitologia
Segn.: BRLA 43328

Il libro racconta una settimana di eplorazioni in due grandi regni di trasformazione radicale del corpo e della mente umana: quello del sonno e quello della morte. Ne è scaturito un dibattito interessante tra il Dalai Lama e alcuni autorevoli rappresentanti della scienza occidentale: il filosofo Charles Taylor, la psicoanalista Joyce McDougall, la psicologa Jayne Gackenbach, l'antropologa Joan Halifax e il neuroscienziato Jerome Engel.

80. AA.VV
La stagione degli addii : sfide e orizzonti delle cure palliative (1991)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 570

81. AA.VV
Il Teatro : ottant'anni di fiorente esperienza d'educazione teatrale nel pontificio collegio Bartolomeo Papio di Ascona (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4845

Nel febbraio 1928 il Collegio Papio propose il suo primo spettacolo teatrale dando così avvio ad un esperimento che godrà di una stagione particolarmente fiorente tra gli anni '30 e '50, tanto da suscitare attenzione e ammirazione in diverse personalità dell'ambiente teatrale.

82. AA.VV
Turisti in giallo (2015)
Letteratura italiana, Romanzo noir/thriller/giallo/poliziesco/spionaggio
Segn.: TURI/----

Il delitto ama viaggiare. Anzi, da Arthur Conan Doyle e Agatha Christie in poi, il crimine quando si mescola con lo sradicamento del viaggiatore offre pagine gialle di accresciuto mistero, frutta più elaborate costruzioni di intreccio. Le piste sbiadiscono, i moventi diventano più confusi, più ingarbugliati gli enigmi quando vengono da lontano con i turisti. Gli autori di 'Turisti in giallo' sono tra gli scrittori che più hanno rinnovato il poliziesco in questi anni. Un successo letterario che trova le sue basi nella personalità umana che resta impressa dei loro investigatori e nell'ambientazione insolita, quasi eccentrica, in cui si muovono. E nel racconto giallo, genere delicato e prezioso da costruire di cui Sellerio ha con questa antologia completato la nona raccolta a tema, questi caratteri risaltano nella loro pienezza.

83. AA.VV.
Čajkovskij, Lo schiaccianoci (2007)
(78) Musica
Segn.: 78.071 CAJK 8 Sch

Lo Schiaccianoci è uno dei lavori più conosciuti di Cajkovskij, anche grazie alla popolarità dell'omonima Suite. Il suo fascino risiede nell'atmosfera magica e fatata legata al sogno e al ritorno a un sentire ingenuo. Nato dalla riuscita collaborazione tra il compositore Petr Il'ic Cajkovskij e il coreografo Marius Petipa, Lo Schiaccianoci prende spunto dalle pagine del racconto di Ernst Theodor Hoffmann, Lo Schiaccianoci e il Re dei Topi. La storia si svolge in due atti, il primo di ambientazione realistica, nella bottega di Drosselmeyer; il secondo di ambientazione fantastica, nel Regno dei Dolci. Il creatore di bambole Drosselmeyer invita i bambini del quartiere a festeggiare nella sua bottega l'imminente Natale. A tutti regala un vestito da indossare durante le feste, ma la piccola Marie arriva in ritardo e riceve quindi uno schiaccianoci a forma di soldatino. Marie, rimasta sola nella bottega del giocattolaio viene catapultata nel mondo fantastico del Principe Schiaccianoci. La maestria con cui il compositore e il coreografo hanno saputo ricamare sulla storiella per bambini è testimoniata all'interno del volume della collana Monografie d'opera, che dedica ampio spazio ai commenti tecnici e stilistici, ripercorrendo i passaggi che hanno portato alla nascita dell'opera e analizzandone le versioni portate in scena dai grandi coreografi. L'Antologia letteraria ci fa rivivere tutta la magia del Natale e dell'infanzia attraverso il racconto di Hoffmann.

84. AA.VV.
L' écran des frontières (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

Cet ouvrage propose d'explorer la représentation de la frontière au cinéma sous ses formes multiples, à savoir visibles et invisibles, physiques et mentales. Il traite des barrières politiques et sociales et de leur dépassement, de la chute du Rideau de fer et de la fabrication de nouveaux ennemis, des divisions sociales et ethniques dans la période post-coloniale marquée par l'immigration du Sud vers le Nord. De même, il présente des réalisateurs et acteurs qui ont choisi de travailler à l'étranger et aborde une culture cinématographique qui sera le mieux définie par le transterritorial et le transnational.

85. AA.VV.
L' écran poétique (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:82

La relation entre ces deux arts n'a cessé d'évoluer, comme le montrent les films d'Eisenstein Cocteau,Varda, Bunuel ou Godard.
Qu'en est-il aujourd'hui ? Quelles perspectives offrent le numérique ? Que se passe-t-il du côté de l'Asie, et en particulier chez les cinéastes d'animation comme Miyazaki ?
Ce nouveau numéro de CinémAction s'attache à combler une lacune en faisant découvrir la richesse et la complexité de la relation entre cinéma et poésie.

86. AA.VV.
Les écrans de la déraison (2016)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:1

La problématique des rapports entre la maladie mentale et les images cinématographiques reste encore peu explorée. Les quelques études qui lui ont été consacrées ont dans l'ensemble privilégié une approche sociologique, historique, voire résolument psychiatrique de la question. Le volume de publications concernant la folie au cinéma est comparativement infime au regard de celles qui ont, de longue date, tissé des liens entre cinéma et psychanalyse.
Le corpus est pourtant vaste, et le terreau fertile. Le cabinet du Dr Caligari, El, Shock Corridor, Répulsion, Vol au-dessus d'un nid de coucous, et plus récemmentSpider, Take Shelter, Camille Claudel 1915 ou encore A la folie sont autant de titres évocateurs qui illustrent l'étrange alliance entre le désordre mental et le 7e art à laquelle ce numéro de CinémAction est entièrement consacré.
Quel(s) regard(s) le cinéma peut-il porter sur la folie ? Qu'y a-t-il à déchiffrer sur les écrans de la déraison ? Tel est l'enjeu de ce numéro de CinémAction auquel ont contribué conjointement historiens et spécialistes du cinéma, mais aussi psychiatres et psychanalystes, autant de cinéphiles soucieux de tisser des liens entre la question de l'image-mouvement et celle de la santé mentale.

87. AA.VV.
È colpa mia : racconti : concorso di scrittura Tre Valli per giovani autori :edizione 2010 (2010)
Letteratura svizzera, Ticinensia
Segn.: BRLTA 4848

La pubblicazione raccoglie i settanta racconti premiati nella sesta edizione del Concorso di scrittura Tre Valli per giovani autori, manifestazione alla quale hanno partecipato oltre novecento allievi del secondo ciclo delle scuole elementari e delle scuole medie. Su invito degli organizzatori, l'autore Antonio Ferrara ha fornito ai ragazzi un incipit originale incentrato sul tema della colpa. La sfida per i giovani partecipanti è stata quella di confrontarsi con uno scrittore professionista facendo riferimento alla loro esperienza di vita e dando libero corso alla loro vena creativa. I testi raccolti in questa pubblicazione, a volte acerbi a volte maturi, sono decisamente ricchi di emozioni. Testimoniano una passione per la scrittura che non scaturisce solo dalla possibilità di vincere un premio, ma anche dal desiderio, realmente presente nei nostri giovani, di esprimersi con estro attraverso un mezzo di comunicazione, la parola scritta, difficile da padroneggiare ma dalle immense potenzialità.

88. AA.VV.
È nato Gesù (2007)
Fumetti per tutti, Narrativa per ragazzi (generale)
Segn.: BRLF 1558

Un grande libro per scoprire i segreti del Natale con l'aiuto dei più grandi pittori di tutti i tempi e le loro opere d'arte. Ne nasce un nuovo percorso di lettura dell'Avvento e del Natale che offre diversi punti di vista contemporaneamente: la lettura delle opere d'arte in parallelo alla storia dei vangeli, i segreti e le simbologie delle opere spiegate nel dettaglio. La scelta dei pittori e delle loro opere è determinante ed aumenta il valore del libro.

89. AA.VV.
È nato mio figlio : 500 argomenti sulla salute e lo sviluppo del bambino da 0 a 3 anni spiegati con la massima chiarezza (2007)
(610) Medicina
Segn.: 618(03)

L'opera nasce dall'esigenza, oggi sempre più sentita, di conciliare la rapida evoluzione delle conoscenze in campo medico e scientifico con la necessità di fornire informazioni semplici, aggiornate e di rapida comprensione, sia ai genitori sia a tutti coloro che, senza essere professionisti della salute, si occupano di bambini. Il volume comprende oltre 500 voci che toccano tutti gli argomenti relativi all'allattamento del bambino, l'accudimento materno, la cura delle malattie e dei disturbi tipici dell'età infantile, lo sviluppo psicosensoriale e affettivo. Un buon numero di voci è dedicato ai genitori, alla mamma in particolare, con le sue perplessità, le sue incertezze, i suoi timori, spesso ingigantiti dalla delicatezza e dalla novità della situazione.

90. AA.VV.
È tutta una follia (2012)
Letteratura italiana
Segn.: ETUT/----

Nove storie di quotidiana follia raccontano lati oscuri, nevrosi, ossessioni, turbamenti, visioni distorte che in modo più o meno delineato appartengono a ognuno di noi. Nove scrittori italiani (Albinati, Chiodi, De Silva, Del Lama, Morazzoni, Morozzi, Nelli, Nori, Vichi), toccando le diverse corde della narrazione, dall'ironia all'assurdo, dal grottesco alla tragedia, mostrano quanto spesso sia vero e fondato il noto adagio: "Da vicino nessuno è normale". La raccolta è accompagnata da una lettera del grande scrittore e psichiatra Mario Tobino (1910-1991), un uomo che ha dedicato la propria esistenza alla cura e alla comprensione della follia, considerata appunto un altro aspetto della vita normale, come lui stesso ebbe a dire nel suo capolavoro "Le libere donne di Magliano": "La mia vita è qui, nel Manicomio di Lucca. Qui si snodano i miei sentimenti. Qui sincero mi manifesto. Qui vedo albe, tramonti e il tempo scorre nella mia attenzione. Dentro una stanza del Manicomio studio gli uomini e li amo. Qui attendo: gloria e morte. Di qui parto per le vacanze. Qui, fino a questo momento sono ritornato. Ed il mio desiderio è di fare di ogni grano di questo territorio un tranquillo, ordinato, universale parlare".

91. AA.VV.
I "fatti di Stabio" : 22 ottobre 1876 (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5794

92. AA.VV.
"Filmavo da indipendente, solo e contro tutti" : Gianfranco Brebbia e la cultura internazionale a Varese negli anni Sessanta-Settanta : (Varese, 17 Aprile 2015) (2016)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 BREB 80

Gianfranco Brebbia (Varese 1923-1974) è stato un filmaker di avanguardia del cinema sperimentale italiano. Molti anni dopo la sua scomparsa sua figlia Giovanna ha riportato alla luce l'Archivio cinematografico del padre, scoprendo uno straordinario patrimonio artistico di pellicole, lettere, fotografie, quadri, testi ed appunti vari rimasti, per più di quarant'anni, silenti nella pace discreta di una cantina. Da questa straordinaria scoperta è nato un importante studio sulla figura e l'opera di Brebbia dal quale ha preso a sua volta avvio la promozione di un convegno, realizzato dall'Università degli Studi dell'Insubria e dal Centro Internazionale Insubrico (Varese, 17 aprile 2015). I relatori di questo incontro, oltre a delineare, con le loro ricerche, un omaggio alla figura del filmaker varesino e alle sue opere, rimaste nell'oblio per decenni, hanno anche messo in luce la straordinaria vivacità culturale che ha caratterizzato, complessivamente, gli anni Sessanta-Settanta. Durante questo periodo la sperimentazione è stata infatti protagonista nella letteratura, nel cinema, nel teatro, nella musica, nell'arte, nella filosofia e nella stessa società. In questo libro tutti questi vari aspetti sono indagati offrendo al lettore un oggettivo ed articolato quadro di quello che è stato il complesso e vivace contesto storico di questi anni, pur non tralasciando anche talune componenti negative che, soprattutto con il Boom edilizio degli anni Sessanta, hanno danneggiato...

93. AA.VV.
Il "mago del lago" : Piero Chiara a cent'anni dalla nascita : atti del Convegno internazionale, Varese-Luino, 27-28 settembre 2013 (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5536

Piero Chiara (1913-1986) è stato uno dei più validi narratori del secondo Novecento italiano.
A testimoniarlo stanno da un lato i successi ottenuti da romanzi e racconti, a cominciare da Il piatto piange, dall'altro i giudizi della critica, che dimostra una crescente attenzione nei confronti dello scrittore luinese, «mago del lago», come lo battezzò Cesare Zavattini.

L'allestimento in occasione del centenario della nascita di un convegno internazionale ha costituito una tappa cruciale nel processo di ricostruzione della poliedrica personalità culturale di Chiara.
Insieme alla produzione narrativa i contributi ora raccolti in volume ne illuminano – in una prospettiva interdisciplinare – aspetti meno noti, quali l'attività di critico letterario, sceneggiatore, poeta, esperto d'arte, reporter, casanovista, biografo di D'Annunzio.

94. AA.VV.
"Nel Gabinetto di Donna Marianna" : la Biblioteca Morosini Negroni a Lugano tra Europa delle riforme e Unità d'Italia (2011)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1344

Una pubblicazione dedicata alle opere rare e curiose del fondo librario antico della famiglia Morosini Negroni che riflette la cultura e l'immagine dell'Europa di una famiglia lombardo-ticinese.

95. AA.VV.
La "Nuova Via Crucis" di Comologno : emblema del moderno in arte nel Ticino alla metà del '900 (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5563

La Via Crucis di Comologno, un tesoro nascosto nel verde dell'alta Valle Onsernone, non rappresenta solo un prezioso patrimonio artistico, iscritto nell'Elenco cantonale dei monumenti storici ed artistici, bensì anche un importante patrimonio storico della comunità di questo piccolo villaggio.
Dalla singolare formazione triangolare che incornicia più livelli di terrazze, questa spettacolare Via Crucis era originariamente decorata da dipinti settecenteschi, attribuibili a Giuseppe Mattia Borgnis di Craveggia. Testimonianze di questo ciclo pittorico sono rimaste sulle volte e sui piedritti delle tre imponenti cappelle d'angolo. In seguito, le 14 cappelle erette da privati, cioè dalla famiglia Remonda e da Giovan Antonio Gambone, sono state riaffrescate negli anni '50 da quattro noti artisti ticinesi, appartenenti a quello che è stato poi soprannominato il "Gruppo della Barca": Emilio Maria Beretta, Pietro Salati, Alberto Salvioni e Mario Marioni. Il loro stile moderno ed incisivo è inconfondibile, con prospettive e composizioni drammatiche, così come colori accesi.

96. AA.VV.
"Questo matrimonio non s'ha da fare..." : lettura de "I promessi sposi" (2011)
(82-89) Letteratura
Segn.: 850 MANZ

Tutti l'hanno letto, ma pochi se lo ricordano davvero; i più lo associano ai libri di scuola e a noiose ore in classe. Invece I promessi sposi è un'opera straordinaria, tutta da scoprire. Manzoni racconta il mondo così come è, e come vorremmo che fosse; mostra le storture del potere e dei suoi apparati, ma anche il sogno di giustizia e bene che tutti nutriamo; indaga con finezza il «guazzabuglio del cuore umano»; misura la realtà con il metro della fede e della ragione, della morale e dell'ironia. Patrimonio prezioso della nostra cultura, a chi lo riscopre o vi si accosta per la prima volta, I promessi sposi si rivela nella sua natura di classico che parla di noi e del nostro mondo.

97. AA.VV.
Über Krise und Kritik = crise et critique (2015)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 12231/74

Das Wort ‘Krise' ist in den letzten Jahren zum Schlagwort geworden: Im Politischen spricht man von Krisen der Repräsentation, des Nationalstaates, ja der Demokratie überhaupt; im Bereich des Sozialen von Krisen des Bildungssystems oder der Familie; man konstatiert eine Krise der Umwelt oder der Kunst, und im Feld der Wirtschaft schließlich scheint ‘Krise' mittlerweile einen Normalzustand zu benennen.
Etymologisch betrachtet ist jede krísis ein Punkt, an dem die Dinge eine entscheidende Wendung nehmen – zum Guten oder zum Schlechten. Jede Krise ruft darum nach einer Entscheidung, und die – wie man nicht erst seit Reinhart Kosellecks Kritik und Krise (1954/1959) weiß – ist nicht zu haben ohne Kritik als Kunst der Unterscheidung.
In diesem Band werden die Theorien der Krise selbst zum Thema. Es geht um ein Verständnis der Begriffe ‘Krise' und ‘Kritik' sowie um ihnen verwandte Konzepte wie Reform und Revolution, Tradition und Restauration, Dekadenz und Katastrophe. Die systematischen Überlegungen verbinden sich mit philosophischen Fallstudien zu politischen, ökonomischen, sozialen, ökologischen, wissenschaftlichen oder ästhetischen Krisen. Ziel der Autorinnen und Autoren ist es, auf der Folie gegenwärtiger Phänomene und Entwicklungen das Verhältnis von Krise und Kritik neu zu bestimmen.

98. AA.VV.
... Altrimenti ci arrabbiamo! : il cinema di Bud Spencer e Terence Hill (2006)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.2 SPEN

Il libro ripercorre la piccola grande avventura cinematografica della coppia Bud Spencer e Terence Hill alternando interviste, biografie, foto, schede tecniche e gustose raccolte di battute: il tutto grazie a una scrittura che cerca di unire leggerezza e precisione storica, senza mai rinunciare a quello spirito divertito e guascone che rimane il vero marchio di fabbrica della celebre coppia.

99. AA.VV.
1. Bauetappe : Sambuco, Peccia, Cavergno, Verbano (1953)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 2755

100. AA.VV.
1. periodo : Sambuco - Peccia - Cavergno - Verbano (1952)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 2934

101. AA.VV.
10 anni che hanno cambiato il mondo : una cronologia dal 2001 (2012)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99

Il decennio iniziato nel 2001 ha cambiato profondamente il mondo. Questo libro rende visibili, dietro l'incalzare degli eventi, le innovazioni che influenzeranno i prossimi decenni: non solo I'11 settembre e la Guerra al Terrore, la crisi finanziaria e la recessione, ma la rivoluzione tecnologica innescata dalla Apple e il diffuso utilizzo del web, l'avvento dei social media e la ricerca sulle cellule staminali. I fatti si susseguono sotto forma di raffiche simili a brevi messaggi, e il loro accostamento suggerisce connessioni significative e inattese. Questi sono i modi della narrazione moderna, usati da moltissimi giovani, e riflettono la velocità del mondo di oggi. Più che una cronologia, questo è il racconto del decennio straordinario che, grazie alle nuove tecnologie, ha consegnato il potere nelle mani della gente: in futuro, niente sarà più come prima.

102. AA.VV.
10 maestri dell'architettura italiana : lezioni di progettazione (1994)
(72) Architettura
Segn.: BRLB 1178

103. AA.VV.
100 capolavori del cinema secondo Taschen (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(03)

Si dice che nella vita ci siano dei perdenti e dei vincenti. Sebbene i film che Taschen ha scelto siano tutti dei vincenti, le pellicole che non compaiono nella selezione non sono davvero dei perdenti. Semplicemente Taschen ha dovuto adottare un criterio di scelta volendo limitare la selezione a 100 titoli. Una scelta difficile visto che si va dal cinema horror, al cinema romantico, dall'avventura alla tragedia, dal film epico al musical, dal western al new wave; ogni genere cinematografico trova il suo campione: Metropolis, Quarto potere, I sette samurai, La dolce vita, Psico, Arancia meccanica e molti altri. E' una raccolta che deve essere accolta come un omaggio alla settima arte. Le voci presentate in ordine alfabetico includono una sinossi, una lista del cast, le informazioni tecniche, la vita degli attori e del regista, i premi così come fotogrammi e foto di scena e la locandina originale di ogni film. Ogni decade poi inizia con un capitolo introduttivo che colloca i film nel loro contesto storico e sociale.

104. AA.VV.
100 dischi ideali per capire il reggae (2004)
(78) Musica
Segn.: 78(7/8)

Dalle registrazioni anni Sessanta di Toots Hibbert, considerato l'inventore del reggae, al più recente album di Warrior King, nome di punta del movimento neo tradizionalista degli anni Duemila. Dai capolavori del "profeta del reggae" Bob Marley ai successi commerciali di suo figlio Ziggy. Dalla colonna sonora di The Harder They Come, il film con Jimmy Cliff che descriveva lo stile di vita dei "rude boys" giamaicani negli anni Settanta a Present Arms degli UB4O, fotografia delle condizioni di immigrati e sottoproletari nell'Inghilterra degli anni Ottanta. Questo libro si propone di raccontare la grande storia del reggae e del suo messaggio di amore universale che, partito dalla Giamaica, si è diffuso in tutto il mondo

105. AA.VV.
100 dischi ideali per capire il rock (2007)
(78) Musica
Segn.: 784.75(03)

Completamente rinnovato, aggiornato, corretto e ampliato rispetto all'edizione originale del 2000, questo libro (oggi in un ricco formato, tutto a colori, impreziosito da immagini suggestive e da foto d'epoca) raccoglie le analisi approfondite di 100 album che - da "Sgt. Pepper's" a "Nevermind", da "Born To Run" a "The Joshua Tree" - hanno fatto grande la storia del rock. Suddivisa in 5 decenni, l'opera presenta 100 schede accurate e puntuali che contengono dati tecnici, informazioni, aneddoti, curiosità, dichiarazioni originali dei protagonisti: il tutto per raccontare genesi, contenuti, significati, valori artistici e di costume di 100 lavori straordinari che dovrebbero trovare spazio nella discoteca di ogni appassionato. In più, per ogni album prescelto si consigliano (con breve commento) altri tre dischi nella medesima vena artistica mentre una prefazione dettagliata seleziona una quindicina di cofanetti e di antologie delle più grandi leggende del rock'n'roll degli anni Cinquanta, da Chuck Berry a Elvis Presley. Infine, in un'apposita appendice vengono analizzati cinque eventi epocali, da Woodstock a Live Aid, autentiche pietre miliari della "musica che ha cambiato il mondo". In totale, dunque, oltre 400 titoli che rappresentano un'utile guida all'ascolto e un prezioso consiglio per gli acquisti per chiunque voglia farsi una cultura sul rock.

106. AA.VV.
100 dischi ideali per capire la world music (2002)
(78) Musica
Segn.: 78(4/9)(03)

Da Bob Marley a Astor Piazzolla, dalla musica africana ai suoni di Asia, Europa e Sud America, questo nuovo volume della collana Jukebox del Millennio (dopo quelli dedicati a rock, blues, jazz e canzone italiana) prende in esame le Musiche del Mondo. Attraverso 100 album significativi, si compie un vero e proprio viaggio planetario attraverso suoni e ritmi che raccontano tradizioni e culture millenarie che hanno influenzato in modo determinante anche gli ultimi vent'anni di pop-rock. Suddiviso per aree geografiche scelte in base alla loro importanza musicale (Africa, Asia/Oceania, Centro/Sud America, Brasile, Nord America, Europa, Mediterraneo, Italia) il libro ha un capitolo introduttivo dedicato ai Padri della World Music. A quei personaggi cioé (come Miriam Makeba, Jobim, Ravi Shankar o Harry Belafonte) che hanno promosso a livello internazionale le musiche della loro cultura prima che la discografia inventasse le etichette Folk, Etnica o, appunto, World Music.

107. AA.VV.
100 idee per Natale (2014)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: 74

Addobbi per l'albero, biglietti di auguri, deliziose ricette e tanto altro ancora, per un Natale davvero speciale.
Istruzioni semplici e graduali per dare spazio alla creatività. Buon divertimento!

108. AA.VV.
100 isole da vedere nella vita : scelte dai migliori fotografi e viaggiatori (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08)

Per gli amanti del mare, delle spiagge e della natura, un volume illustrato da sfogliare per viaggiare con gli occhi e con la mente nelle 100 isole più belle del mondo, le isole che tutti dovrebbero vedere nella vita selezionate dai più accreditati viaggiatori, giornalisti e fotografi. Una lunga navigazione nei mari e negli oceani del pianeta alla ricerca di paesaggi dove la storia ha lasciato tracce indelebili, di suggestioni create dalla letteratura e dal cinema, di avventure alla scoperta della natura e dell'ambiente sottomarino o di sapori e profumi paradisiaci.

109. AA.VV.
100 itinerari nell'Italia più bella (2010)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Un "giro d'Italia" attraverso le piccole città e i borghi pieni di carattere, i preziosi centri d'arte, le aree archeologiche, i gioielli del paesaggio, i siti protetti dall'Unesco, le prestigiose località balneari e i paradisi montani che compongono l'immensa varietà di attrattive dell'Italia cosiddetta "minore". Un'accurata selezione di luoghi imperdibili in 100 itinerari pensati e verificati dagli esperti Touring, corredati di cartografia dettagliata e ampiamente illustrati. Il tutto, reso ancor più completo da una ricca sezione di informazioni pratiche sui luoghi di visita, gli alberghi e ristoranti consigliati in ciascuna zona.

110. AA.VV.
100 Max Bill (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1239

Max Bill (Winterthur, 1908 - Berlino, 1994) fu pittore, scultore, architetto, designer, una sorta di “creatore universale”. All'attività artistica egli affiancò il pensiero teorico, l'impegno politico e divulgativo e l'insegnamento: fu tra l'altro co-fondatore della Hochschule für Gestaltung a Ulm e membro di diversi gruppi e associazioni di artisti, architetti e designer a livello europeo.

111. AA.VV.
I 100 migliori dischi della NWOBHM : (new wave of British heavy metal) (2010)
(78) Musica
Segn.: 784.76.03(03)

La New Wave Of British Heavy Metal è stata il fenomeno più importante per la musica dura perchè ha creato una vera e propria scena ed ha fatto conoscere questa musica al grande pubblico vendendo milioni di dischi. Rispetto al rock duro degli anni 70 la NWOBHM, prendendo anche spunto dalla lezione del punk, ha alzato la potenza, la velocità e l'intensità sonora a livelli mai raggiunti prima. Nonostante il suo periodo di fulgore sia stato limitato (1979 - 1984) la NWOBHM ha prodotto band che resteranno per sempre nella storia di questo genere musicale come Iron Maiden, Saxon, Def Leppard e Venom. Ma quello che più importa è che negli anni 80 si è consolidata una forte identità dell'heavy metal, fatta di musica senza compromessi, onesta e brutale, ma anche ricca di melodia che è riuscita ad imporsi grazie alla sua energia, alla sua creatività, alla sua forza ed alla sua spettacolarità. Questa guida riassume le gesta degli interpreti migliori di quel periodo, dai più celebrati fino agli eroi di culto.

112. AA.VV.
I 100 migliori dischi glam metal : [the sunset [d]generation] (2012)
(78) Musica
Segn.: 784.76.03(03)

Scegliere i cento migliori dischi di un qualsivoglia genere musicale, equivale ad escluderne almeno duecento.
Questa impietosa, ma stimolante limitazione editoriale costringe un qualsiasi autore ad assumersi la non facile responsabilità di selezionare accuratamente gli album che hanno rappresentato l'eccellenza in una determinata gamma.
In questo caso ci ritroviamo ad analizzare con una certa curiosità il lavoro svolto da Federico Martinelli, Gaetano Fezza e Moreno Lissoni, firme storiche della webzine tricolore Slamrocks, che hanno scelto di conferire il giusto tributo ad uno stuolo degenerato di ragazzi con il chiaro obiettivo di lasciare una traccia indelebile nella storia del rock.
Gli autori hanno deciso di compiere alcune scelte coraggiose, a tratti opinabili, meritevoli comunque di riportare alla luce una serie di chicche da intenditori (Alleycat Scratch, Cats In Boots, Kix, Love/Hate e Salty Dog) sepolte dall'oblio del tempo o dalla polvere di un piccolo negozio di dischi dell'usato. La politica di restringere il campo di ricerca in una specifica decade (1984-1994) porta alla naturale esclusione di un paio di dischi fondamentali come Too Fast For Love dei Motley Crue e Metal Health dei Quiet Riot (il primo sigilla la nascita del glam metal nel 1981, mentre il secondo riscuote un clamoroso successo commerciale, scalando la cima di Billboard nel 1983), lasciando il posto ad alcune prestigiose realtà sin troppo distanti da make up e capelli cotonati come The Black Crowes, Mr. Big, Tesla e The Almighty, rischiando così di confondere le idee di chiunque voglia avvicinarsi per la prima volta a questo movimento.
Le recensioni stilate dall'accoppiata Fezza/Martinelli godono di uno stile descrittivo fresco, inappuntabile nella forma e privo di fronzoli nella sostanza, arguti al tempo stesso nel non trascurare qualche ghiotto e gradito aneddoto sulle band da loro trattate.

113. AA.VV.
100 paesi 5000 idee : [dove andare, quando andare, cosa vedere, cosa fare] (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08)

Ricco di suggerimenti e spunti originali, che stimoleranno il desiderio di viaggiare e conoscere il mondo, questo volume è lo strumento ideale per scegliere in modo oculato nuove destinazioni, trasformando una vacanza in una straordinaria esperienza di vita. tutte le migliori mete dei sette continenti, dall'Argentina allo Zimbabwe. Oltre 250 immagini a colori, mappe e descrizioni accurate, per programmare in ogni dettaglio un viaggio "intelligente" divertendosi. La rassegna completa delle attrazioni culturali dei vari paesi, per mettere in luce le peculiarità e i punti d'interesse di ogni destinazione. I "consigli in breve", per modulare il viaggio in base ai propri gusti e stili di vita. Le "informazioni per il viaggio", con i dati essenziali di ogni Paese: clima, lingua, moneta, documenti e visti necessari, precauzioni sanitarie, fuso orario, contatti utili, prezzi degli alberghi e altro ancora. Siete pronti a esplorare il mondo? Questo libro diventerà il vostro manuale di riferimento, un'utile risorsa per sapere dove e quando andare, che cosa vedere e fare.

114. AA.VV.
1000 caratteri tipografici : dai caratteri calligrafici ai font con grazie, una rassegna di progetti che aspirano alla perfezione (2008)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 655

L'abilità nell'utilizzare i caratteri tipografici è un chiaro indicatore del talento di un grafico. Un uso intelligente e accurato dei font richiede una profonda comprensione della complessità intrinseca alla tipografia e una sensibile attenzione per i minimi particolari. Il libro raccoglie 1000 soluzioni tipografiche ispirate e riuscite, corredate da indicazioni relative al tipo di font utilizzato. Con un formato agile e maneggevole, il libro si caratterizza per le immagini fotografiche che offrono ai lettori una visione privilegiata di ogni singolo dettaglio.

115. AA.VV.
1000 dischi fondamentali (2012)
(78) Musica
Segn.: 784.76(03)

Guida estremamente ampia alla creazione di una discoteca­base dell'universo rock­pop mondiale, con tutte le possibili aperture ai generi­satellite (blues, soul, folk, hip hop e altro ancora), da Elvis e anche prima al 2010. Si va da classici arcinoti a dischi sfiziosamente "di culto". I 1000 titoli sono ordinati in tre fasce di importanza, a indicare tre diversi gradi di approfondimento della materia: i "primi 200" assolutamente indispensabili, gli "altri 300" appena un gradino sotto, gli "ultimi 500" altamente consigliati per la corretta comprensione del fenomeno.

116. AA.VV.
1000 idee per creare (2007)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 689

Vari tipi di découpage, screpolatura, doratura, porporine, decorazione con le malte, gioelli, feltro, un mondo di pupazzi, pittura decorativa, decorazione dei mobili, bomboniere, trasparenze con il vetro, scrabooking e tanto altro. Con spiegazioni delle singole tecniche, consigli pratici, illustrazioni passo passo, elenco dei materiali.

117. AA.VV.
1000 lingue : come parla il pianeta (2009)
(80) Linguistica. Filologia
Segn.: 80(03)

Una sorta di tour linguistico per il pianeta che esplora le fonti, le tipologie e la relazioni che intercorrono fra le diverse lingue. Passa in rassegna le lingue e gli idiomi del pianeta nonché le caratteristiche delle lingue morte. Il volume è organizzato per regioni e ogni voce riporta il numero delle persone che parlano quella lingua, l'area geografica coperta, la crescita e lo sviluppo e altri aspetti chiave. Il testo seppur scritto da studiosi è accessibile e comprensibile ed è corredato da mappe e fotografie.

118. AA.VV.
1000 rimedi per 200 disturbi (2007)
(610) Medicina
Segn.: 61(03)

Di solito, la maggior parte delle persone scelgono a priori di farsi curare o dalla medicina ufficiale o da quelle alternative, a seconda dei principi del medico a cui ci si rivolge. Questo nuovo libro mette a disposizione, per 200 disturbi tra i più comuni, dall'acetone all'artrosi, dall'insonnia al russamento, dalla tosse alle vertigini, le ricette (ma anche le strategie e le filosofie) di cinque diverse strade, ognuna rappresentata da cinque specialisti tra i più autorevoli in Italia: la scienza medica classica, l'omeopatia, la medicina tradizionale cinese, la fitoterapia e la naturopatia. Questa guida quotidiana offre così - in circa 200 schede complete di sintomi, procedure diagnostiche e cure a confronto - una visione integrata della salute, e dei metodi complementari che aiuteranno a mantenerla.

119. AA.VV.
1000 signs (2009)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 6

Questo libro presenta una divertente collezione di segnaletica stradale proveniente da tutto il mondo. Diviso in capitoli per tema (animali, umani, pericolo, armi, trasporti, bambini, lavoro ecc.) la segnaletica ci mostra come le diverse culture si rapportino alle icone che ci sono familiari. Il libro passa in rassegna oltre 90 paesi e le foto sono un modo per capire come funziona il mondo, per scoprire che anche i momenti di vita spicciola possono nascondere un più ampio significato culturale e sociale.

120. AA.VV.
1000 viaggi straordinari : dai più classici ai più stravaganti (2010)
(910) Geografia
Segn.: 91(08)

Volete un viaggio davvero romantico? Siete alla ricerca di un'esperienza spirituale? Desiderate da sempre immergervi nella natura incontaminata? Siete fanatici dello shopping o degli sport ad alto tasso adrenalinico? Siete appassionati di arte e archeologia? 1000 viaggi straordinari elenca. 1000 luoghi, idee, esperienze e attività che entreranno nel vostro personale catalogo. Matita alla mano, spuntate quello che avreste sempre voluto vedere e le cose che avreste sempre voluto fare.

121. AA.VV.
1001 album da non perdere (2006)
(78) Musica
Segn.: 784.76(03)

Una rassegna completa dei dischi e dei CD più importanti degli ultimi cinquant'anni. I capisaldi della musica pop dalla nascita del rock and roll alle più recenti evoluzioni dell'elettronica selezionati da novanta critici di fama internazionale. Ricco di informazioni tecniche e di suggerimenti, impreziosito da un'ampia galleria di immagini, il volume presenta i grandi capolavori della musica e ripercorre la carriera degli artisti che li hanno realizzati.

122. AA.VV.
1001 dipinti : una guida ai capolavori della pittura (2011)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: 75

Il volume - dedicato ai capolavori della pittura di ogni tempo e di tutto il mondo - presenta una straordinaria galleria di immagini che spazia dagli affreschi dell'antica Roma alle provocazioni dell'arte contemporanea, in una successione cronologica di opere i cui accostamenti destano più di una sorpresa. Da sempre la pittura testimonia l'urgenza creativa dell'umanità. Se i canoni di bellezza e i linguaggi cambiano nel corso dei secoli, la pittura rimane un mezzo di espressione universale e un registro fedele della nostra storia.

123. AA.VV.
1001 dischi : i capolavori della musica pop-rock internazionale (2010)
(78) Musica
Segn.: 784.76(03)

A partire dagli anni Cinquanta, la migliore qualità dei dischi e lo straordinario successo della radio e della televisione hanno reso l'ascolto della musica registrata un fenomeno di massa. La cosiddetta "musica leggera" è divenuta la colonna sonora della nostra vita, lasciando una traccia accanto agli avvenimenti storici più importanti, e i musicisti sono stati i modelli da imitare per le giovani generazioni. Delineando un'ampia discografia di riferimento, 1001 dischi ripercorre il cammino della musica pop internazionale e i mutamenti di costume che essa ha accompagnato. Dalle prime, emozionanti prove di Elvis Presley a concept album come What's Going On di Marvin Gaye o The Rise And Fall Of Ziggy Stardust di David Bowie, da pietre miliari come Sgt Pepper's Lonely Hearts Club Band dei Beatles all'esplosione del grunge con i Nirvana di Nevermind, il libro rende omaggio alla miriade di generi e movimenti - jazz, pop, rock, soul, punk, reggae, hip hop - che si sono succeduti sulla scena musicale negli ultimi decenni.

124. AA.VV.
1001 dischi di musica classica : i capolavori della grande musica nelle migliori interpretazioni (2009)
(78) Musica
Segn.: 78.071(03)

Scritto da un team internazionale di critici, storici e giornalisti, questo libro presenta il meglio della musica classica e delinea la discografia di riferimento in 1001 schede dettagliate e dense di informazioni. Un percorso organizzato cronologicamente che attraversa la storia della musica dal medioevo fino a oggi. Una guida rivolta sia agli appassionati sia a coloro che si affacciano per la prima volta sul mondo della musica classica. Lo strumento ideale per migliorare la propria discoteca e per la ricerca dei brani musicali in rete.

125. AA.VV.
1001 film : i capolavori del cinema mondiale (2008)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(03)

1001 Film da non perdere è una guida dedicata a coloro che vogliono orientarsi tra i grandi capolavori del cinema mondiale. Aggiornato al 2008, il libro testimonia l'evoluzione del linguaggio cinematografico dagli albori del bianco e nero alle meraviglie del digitale, operando una selezione basata sull'importanza storica delle opere oltre che sul successo di pubblico e dì critica che hanno registrato. I film sono presentati in ordine cronologico attraverso schede dettagliate che ne illustrano le trame e informano su registi, sceneggiatori, interpreti e premi ricevuti.

126. AA.VV.
1001 film da non perdere (2007)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(03)

Il libro è una guida dedicata a coloro che vogliono orientarsi tra i capolavori del grande schermo. Arricchito da uno straordinario numero di immagini, il libro testimonia l'evoluzione del linguaggio cinematografico dagli albori del bianco e nero alle meraviglie del digitale, operando una selezione basata sull'importanza storica delle opere oltre che sul successo di pubblico e di critica che hanno registrato. I film sono disposti in ordine cronologico e presentati con schede puntuali che ne illustrano le trame e informano su autori, protagonisti e premi ricevuti. Il risultato è un catalogo unico per estensione, aggiornamento e varietà dei generi cinematografici rappresentati.

127. AA.VV.
1001 giorni che hanno cambiato la storia (2010)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99

Chi è stato il primo presidente americano? Qual è stato il primo paese a concedere il voto alle donne? Perché il ritrovamento della stele di Rosetta è così importante? Quanto fu pagata ai nativi l'isola di Manhattan? Una rassegna dettagliata degli eventi che hanno dato forma al mondo così come lo conosciamo oggi. La storia si svolge ogni giorno, ma alcuni passaggi marcano più di altri il cammino dell'umanità (tutti siamo testimoni di un certo numero di eventi cruciali nel corso della nostra vita: l'assassinio del presidente Kennedy, il primo passo dell'uomo sulla luna, il massacro di Piazza Tienanmen, l'attentato alle Torri gemelle). Scritto da un team di storici, ricercatori e giornalisti, ripercorre l'intero corso degli avvenimenti storici, avvicinando e mettendo a confronto epoche assai diverse. Dalla fondazione di Roma nelI'VIII secolo a.C. all'esecuzione di Saddam Hussein alla fine del 2006, dalla battaglia di Maratona del 490 a.C. alla crisi finanziaria del 2008, la storia viene raccontata attraverso i fatti più straordinari, gli incontri decisivi, gli incidenti memorabili e i disastri naturali.

128. AA.VV.
1001 invenzioni che hanno cambiato il mondo (2009)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 6(03)

Chi ha inventato il rossetto? Che cos'è una fibra ottica? Quale fu il primo popolo a usare la scrittura? Perché i blue jeans si chiamano così? Sono solo alcuni degli interrogativi che trovano risposta in 1001 invenzioni che hanno cambiato il mondo, un viaggio nel tempo attraverso i progressi della scienza e della tecnologia. Motori di ogni genere, attrezzature per la riproduzione acustica e visiva, microscopi e telescopi, farmaci e organi artificiali, computer e reti informatiche - ma anche armi sempre più letali contrassegnano l'avventuroso cammino dell'umanità e ne testimoniano l'inestinguibile curiosità e sete di conoscenza. A partire dalla scoperta del fuoco e dei primi utensili in pietra fino alle più recenti novità tecnologiche, 1001 invenzioni che hanno cambiato il mondo disegna uno straordinario spaccato di storia, accendendo una luce sul futuro della Terra e dei suoi abitanti.

129. AA.VV.
1001 libri da leggere prima di diventare grandi (2010)
(82-89) Letteratura
Segn.: 82/89(03)

Una brillante rassegna dedicata ai migliori libri per l'infanzia e l'adolescenza: le pagine indispensabili per la formazione di ogni futuro lettore. Un mondo meravigliosamente ricco che va dai libri di sole immagini fino alle storie che riflettono le tensioni e le ansie dei teenager: libri per qualunque età e abilità di lettura. Dalle fiabe tradizionali alle tematiche fantasy contemporanee, da classici come “Pinocchio”,”I viaggi di Gulliver” e “20.000 leghe sotto i mari” fino a personaggi come la Pimpa, Willy Wonka o Harry Potter, questo libro va alla ricerca dei pilastri della letteratura giovanile di tutto il mondo e di tutti i tempi, lascito di autori sconosciuti così come di scrittori di grande popolarità e successo. Riccamente illustrato, scritto da un team di studiosi di libri per ragazzi, autori e insegnanti (alcune pagine sono curate da noti scrittori contemporanei come Margaret Atwood, Isabel Allende, Michael Morpurgo e Philip Pullman), il libro risulta straordinariamente aggiornato in ogni settore o età di riferimento. Narnia, la Terra di Mezzo, il Paese delle meraviglie, la Scuola di Hogwart... “1001 libri per ragazzi” è un'originale guida di viaggio per i territori della fantasia, del mistero, dell'avventura e dell'emozione. Attraverso le loro parole e le loro illustrazioni, i libri selezionati sono il trampolino di lancio per riscoprire l'immaginario dell'infanzia, e per alimentarlo con nuove e appassionanti storie.

130. AA.VV.
1001 libri da leggere prima di morire (2007)
(82-89) Letteratura
Segn.: 82/89(03)

Ripercorrendo secoli di scrittura e di storia, i libri selezionati formano una biblioteca di base imprescindibile, una rassegna dei romanzi e degli scrittori che hanno lasciato un'impronta sull'immaginazione di tutti noi. Un elenco di opere in cui trovano posto i capolavori e i bestseller, i romanzi popolari e la narrativa pulp, ovvero tutto ciò che definisce il mondo dell'invenzione letteraria in prosa. L'umanità da sempre avverte il bisogno di raccontare storie per dare conto degli avvenimenti, per divertire o per impartire lezioni morali. L'apparizione del romanzo così come lo conosciamo oggi ha contribuito a varcare i limiti dei generi letterari classici, imponendo un nuovo linguaggio e indirizzandosi a un nuovo pubblico di lettori.

131. AA.VV.
1001 vini da provare nella vita : una selezione dei migliori vini da tutto il mondo (2014)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 663(03)

Se da migliaia d'anni il vino è considerato un piacere irrinunciabile, mai nella storia si è avuta una possibilità di scelta così ampia per varietà, qualità e luogo d'origine.
Dagli straordinari vini italiani ai Cabernet della California, dai Grand Cru di Borgogna alle più recenti produzioni del Sudamerica e dell'Oceania, le opportunità sono innumerevoli. Rossi dal carattere deciso, bianchi fragranti, vini spumanti, dolci, fortificati...

Alla sua terza edizione italiana, 1001 vini da provare nella vita è una mappa dedicata a tutti coloro che vogliono avvicinarsi con maggiore consapevolezza a un mondo che coniuga tradizioni secolari e metodi innovativi, gusto raffinato e passione per il lavoro. Una solida base per esplorare il sempre più vasto e diversificato territorio del vino.

132. AA.VV.
101 film di fantascienza (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.43-252

Dai classici come Flash Gordon alle immagini generate al computer di Matrix, la fantascienza ha spesso ampliato i confini dell'universo cinematografico. Presente fin dai suoi esordi, la fantascienza sembra incarnare alla perfezione le potenzialità espressive, la magia visiva e l'impatto comunicativo del cinema, elaborando con disinvoltura fantastico letterario e immaginazione popolare. Basandosi sull'idea di evoluzione scientifica radicale e di mutazione irreversibile del mondo finora conosciuto, il cinema di fantascienza permette a qualsiasi vicenda narrata di raggiungere un'altra dimensione, di mettere sottosopra la realtà e di giocare con le leggi della fisica lasciando lo spettatore senza parole di fronte a strabilianti scenari futuri. Con il contributo di illustri critici e storici del cinema, racconta un secolo di viaggi nel tempo, incontri ravvicinati, navi spaziali, società sotterranee, pianeti remoti, tecnologie avveniristiche, buchi neri, forze inesplicabili e sostanze fluorescenti. Un futuro determinato dalla scienza, in cui abitano tuttavia anche le nostre paure e i nostri desideri più segreti.

133. AA.VV.
101 film horror (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.43-21

Dai classici di Méliès e Murnau fino ai bagni di sangue di Argento e Cronenberg, 101 film horror ci guida alla scoperta di una rassegna di capolavori. Affascinante e sgradevole, il cinema dell'orrore mette in luce le nostre paure primordiali legate al dolore e alla morte, a ciò che è sconosciuto o contaminato, al sesso, al mistero dell'identità... La minaccia di un mostro o di un fantasma in una casa diroccata o lungo una strada deserta esercita su molti di noi un'attrazione irresistibile. Le icone della paura sul grande schermo hanno assunto varie forme, dal Frankenstein di Boris Karloff al Dracula di Bela Lugosi, fino ai più recenti Leatherface, Carrie, Candyman e Hannibal Lecter. Con una caratteristica in comune: la meraviglia e l'orrore che suscitano in egual misura. Con il contributo di più di trenta studiosi e critici cinematografici, ripercorre oltre un secolo di cinema popolato da mostri, vampiri, zombie, cannibali e serial killer. Una galleria di personaggi creati per incutere paura, ma in grado anche di esplorare i recessi e svelare gli incubi della mente umana.

134. AA.VV.
120 anni di fotografia (2010)
(77) Fotografia
Segn.: 77

Uno dei soci fondatori, Alexander Graham Bell, sosteneva che la missione del National Geographic era sempre stata quella di esplorare "il mondo e tutto ciò che contiene". Con questo obiettivo, oltre un secolo fa, la National Geographic Society ha iniziato a costituire una sistematica raccolta di immagini. Oggi questo archivio è un prezioso tesoro di scatti emblematici, che spaziano dalla fine dell'Ottocento agli anni più recenti. Le immagini contenute nel volume, molte delle quali mai pubblicate prima, sono state attentamente selezionate fra più di 11 milioni di scatti, e sono dedicate a quattro importanti temi: Esplorazioni, Vita naturale, Popoli e Culture e Scienze e cambiamenti climatici. I testi di accompagnamento analizzano la collezione dal punto di vista storico, artistico, tecnico e giornalistico. Il risultato è uno spaccato delle meraviglie del mondo e una storia visiva dell'evoluzione della fotografia, dalle antiche e ingombranti macchine fotografiche in bianco e nero ai modernissimi strumenti digitali. Il libro presenta, inoltre, tecnologie pionieristiche, dalle prime fotografie subacquee fino alle più recenti immagini trasmesse dal telescopio Hubble; la selezione include anche fragilissime autocromie (le prime lastre a colori) e stupefacenti ingrandimenti di insetti impressi su pellicola un secolo fa. Completa questa selezione un'appendice che fornisce una dettagliata descrizione del "dietro le quinte" dell'intero archivio fotografico.

135. AA.VV.
I 150 anni dell'Unità d'Italia (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 945.0

136. AA.VV.
16 anni più o meno (2000)
(150) Psicologia
Segn.: BRLA 23251

Come si innamorano i ragazzi d'oggi? Come si sentono a scuola? Che differenza c'è fra un gruppo e una banda? Quale profilo assumono, a sedici anni, l'identità femminile e quella maschile? Qual è il ruolo dei genitori e quali problemi devono affrontare? E le droghe, il piercing, il tatuaggio, la musica, i sogni, il rischio dell'AIDS: come si rappresentano i ragazzi e le ragazze tutto questo? Questo libro nasce dall'incontro fra l'universo dell'adolescenza e gli psicologi di formazione psicoanalitica dell'Istituto Minotauro. Ne emerge un testo che tratta in modo inconsueto e innovativo temi, classici e non, della ricerca sugli adolescenti. La loro vita affettiva è descritta e analizzata alla luce delle esperienze cliniche, formative e di ricerca realizzate, negli ultimi quindici anni, dagli psicologi dell'Istituto. La tendenza a spiegare comportamenti e stati d'animo che possono apparire insondabili o privi di senso, a moltiplicare le domande e a non eludere le più difficili, ad azzardare nuove ipotesi interpretative con la consapevolezza della loro costitutiva caducità, colloca il saggio nell'alveo della migliore tradizione psicoanalitica.

137. AA.VV.
1969 : storia di un favoloso anno rock da Abbey road a Woodstock (2009)
(78) Musica
Segn.: 784.76

Nella seconda metà degli anni '60 il rock prese forme originali e inaudite, uscendo dallo stretto ambito di musica leggera per farsi calamita dei tempi, sintesi potente di novità e modernità. Il 1969 fu l'anno culmine di questa mutazione sociale e culturale, con storie, dischi, concerti, festival che ancora restano a distanza di tanto tempo nell'immaginario collettivo. Vita e morte, inizio e fine, gioia e orrore, in un vertiginoso flusso di energia: l'estate di Woodstock e l'autunno cupo di Altamont, l'ultimo anno dei Beatles e la rinascita di Dylan, l'esplosione di Santana, lo scioglimento della Jimi Hendrix Experience, l'avvento di Crosby, Stills, Nash & Young, la morte di Brian Jones, la crisi dei Doors, l'anno in cui Miles Davis registra Bitches Brew e nei negozi escono Abbey Road, Let It Bleed, Ummagumma, In the Court of the Crimson King, Nashville Skyline, il primo Led Zeppelin. In quasi 300 illustratissime pagine la cronologia dettagliata dell'anno, le storie più importanti, i festival memorabili, i dischi che hanno cambiato il rock.

138. AA.VV.
1986-2010: 25 anni di Romaeuropa Festival : una generazione avanti (2010)
(7) Arte
Segn.: 7

Suddiviso in varie sezioni e corredato da un ricco apparato fotografico di Piero Tauro, il volume ripercorre le origini del Festival, attraverso le memorie dei suoi fondatori e ne ricostruisce la storia attraverso alcuni temi chiave, tra gli altri, mettendo in luce le caratteristiche costanti della sua vocazione ed evidenziando i cambiamenti avvenuti nel corso degli anni nella programmazione, nella scelta degli spazi, nel pubblico, nella comunicazione. Studiosi, critici ed esperti italiani e stranieri, appartenenti a diverse generazioni, sono chiamati a raccontare Romaeuropa attraverso il cinema, il teatro, la danza, le arti visive, la musica che il Festival ha proposto al pubblico nei suoi venticinque anni di vita. La pubblicazione inquadra anche lo sviluppo di Romaeuropa nel più ampio contesto della scena culturale europea, con scritti che mirano a costruire una riflessione sul contemporaneo, sulla funzione delle istituzioni culturali nel panorama odierno e, in generale, sul valore dell'arte nella società contemporanea. Lo sguardo è quindi fisso sul presente e si proietta verso il futuro raccontando, accanto al Festival, anche i progetti più recenti di Romaeuropa, legati alle nuove tecnologie e al web, in una condizione di costante curiosità nei confronti dei linguaggi contemporanei. In appendice al volume si trova l'elenco dei programmi delle 25 edizioni del Festival: un utile archivio da consultare e conservare.

139. AA.VV.
200 anni Milizie storiche bleniesi : 1812-2012 : atti delle commemorazioni (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1076

Il volume sulle milizie storiche bleniesi traccia le vicende che, dall'inizio dell'Ottocento, hanno permesso a questa tradizione di arrivare fino a noi.

140. AA.VV.
2000 anni di pietra ollare : [origine, estrazione, lavorazione, prodotti, utilizzazione] (1985)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4976

La ricerca sulla pietra ollare - promossa e realizzata dalla società del Museo di Valmaggia sull'arco di più di tre anni - trae lo spunto dal fatto che proprio in valle, grazie a buoni affioramenti di pietra ollare, si svilupparono e prosperarono per numerosi secoli attività legate alla lavorazione di questa particolare roccia.

141. AA.VV.
2050, un'Insubria di anziani, una sfida per i nostri valori : [Conferenza pubblica finale]: L'anziano è protagonista, politici a confronto (2011)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5248

Coscienza svizzera ha dedicato al tema dell'invecchiamento quattro Convegni, spaziati sull'arco di tre anni dal 2008 al 2010 ed i cui atti sono stati raccolti in tre Quaderni (no 28, 29 e 30). Alfine di portare il discorso nel campo della progettualità politica, alcune delle riflessioni e degli interrogativi più significativi emersi durante i Convegni sono stati presentati all'attenzione dei vertici istituzionali della Lombardia, della Confederazione svizzera e del Cantone Ticino sotto forma di interviste raccolte nella prima parte della pubblicazione. Per concludere questo ciclo di riflessione Coscienza svizzera ha organizzato a Milano una conferenza conclusiva invitando a discutere il tema i rispettivi rappresentanti istituzionali della politica degli anziani da parte della regione Lombardia e del Cantone Ticino. Queste testimonianze sono raccolte nella seconda parte del documento..

142. AA.VV.
2050, un'Insubria di anziani, una sfida per i nostri valori : Convegno 1: I dati demografici, adeguamento o sovvertimento nella politica economica e sociale? (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4474

Considerata l'evoluzione demografica in atto, che avrà innumerevoli conseguenze dal profilo della politica sociale ed economica, territoriale e socioculturale, Coscienza svizzera nel gennaio 2007 ha deciso di organizzare un trittico di incontri durante gli anni 2008, 2009 e 2010. Di fronte all'ampiezza anche geografica della problematica, tale da modificare gli equilibri dal profilo geopolitico, ci è apparso opportuno concentrare lo studio sull'area della Lombardia e della Svizzera italiana, con riferimento a dati statistici concernenti la Confederazione elvetica e la Repubblica italiana.

143. AA.VV.
2050, un'Insubria di anziani, una sfida per i nostri valori : Convegno 2: Conseguenze dell'invecchiamento nella società civile, possibili provvedimenti da adottare, conseguenze sulla vita politica (2009)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4549

Un convegno che approfondisce soprattutto le conseguenze dell'invecchiamento nella società civile e i possibili provvedimenti da adottare

144. AA.VV.
2050, un'Insubria di anziani, una sfida per i nostri valori : Convegno 3: L'invecchiamento, un valore per la società (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5247

Il terzo ed ultimo Convegno (4 febbraio 2010 a Lugano) si pone al livello di riflessione generale conclusiva • sia per quanto attiene alle principali cause del fenomeno dell'invecchiamento ella popolazione, cioè da una parte il costante aumento della speranza di vita e dall'altra il tema della natalità, trattato dal punto di vista dell'Autorità politica durante il Convegno II e che merita un approfondimento dal profilo sociologico. • sia per considerazioni socio-filosofiche sul tema della vecchiaia (una sorta di spunto per un “de senectute” attualizzato).

145. AA.VV.
The 21st Century Film, TV & Media School : Challenges, Clashes, Changes (2016)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

The CILECT network of film and media schools was founded in 1954. This collection of essays is the first publication of its kind that attempts to capture the contemporary passions, anxieties and celebrations of its members. Chapters from lecturers and industry specialists teaching in Africa, the Americas, Europe, Asia and the Pacific region provide detailed insights into the rigors and complexities of film and media education in, for example, cinematography, production design, screenwriting, digital convergence, screen studies, editing, sound design, documentary filmmaking, film archive, and working with actors. These are contextualized by perspectives that question certain givens of the traditional conservatory curricular in an era of market inverventions, radical technological change and consequent fluctuations in student needs and expectations. The publication, therefore, serves to advance an on-going commitment by CILECT to encourage and share best practice in film and media education, a goal that is just as vital today as it was in 1954.

146. AA.VV.
24.000 dischi : guida a tutti i dischi degli artisti e gruppi più importanti (2006)
(78) Musica
Segn.: 784.76(03)

Gli ultimi cinquant'anni di musica raccontati attraverso i dischi, le canzoni, le storie semplici e straordinarie che rendono unici migliaia di album. Il volume, a cura di Riccardo Bertoncelli e Cris Thellung, presenta un elenco di artisti e band, inseriti in ordine alfabetico, e per ognuno di essi la discografia completa ordinata secondo l'uscita cronologica dei dischi. Edizione aggiornata al 2007.

147. AA.VV.
3 tempi di pagine d'arte & industria : iconografie industriali, il presente sospeso, dove vogliamo lavorare? : cinquant'anni dell'Associazione industrie ticinesi (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1503

Il volume - che l'Associazione industrie ticinesi (AITI) ha stampato in occasione dei suoi 50 anni di fondazione - oltre ad offrire al lettore uno sguardo sulla storia e sull'evoluzione del settore industriale del Cantone Ticino, permetterà di guardare, grazie a un approccio stilistico originale e suggestivo, con occhi diversi all'industria di ieri, di oggi e di domani in relazione al contesto attuale e alle prospettive di sviluppo degli spazi industriali sul territorio.

148. AA.VV.
30.000 anni di arte: la storia della creatività umana attraverso il tempo e lo spazio (2009)
(7) Arte
Segn.: 7(09)

Un compendio dell'arte mondiale accessibile, divertente e ricco di informazioni, un nuovo modo di intendere la storia dell'arte dal 28.000 a.C. fino ai giorni nostri Rinunciando alle consuete classificazioni si mostrano ai lettori oltre 1000 capolavori ordinati cronologicamente. Ogni opera è affiancata da altre opere realizzate nello stesso periodo ai quattro angoli del mondo Un libro, unico nel suo genere, che accosta la Venere di Milo ai murales dei Maya, che mostra Las Meninas di Velázquez accanto a un dipinto risalente alla dinastia Ming in Cina, una coppa da vino indiana in giada e una placca rituale del Nepal, un ritratto coreano e la Lattaia di Vermeer Ciascuna delle opere prese in esame è stata scelta sia per la sua importanza storica che per la capacità di rappresentare l'arte della cultura di appartenenza. Confrontando cronologicamente i capolavori di culture diverse emergono non solo le grandi diversità, ma anche i punti di contatto tra le varie esperienze artistiche dell'umanità intera. Ogni voce comprende, oltre a un'immagine a colori a pagina intera, un breve testo descrittivo che la contestualizza e ne illustra l'importanza per lo sviluppo dell'arte e della disciplina artistica di cui fa parte. Un indice completo, le cronologie illustrate e un glossario di termini e movimenti artistici rendono questo volume un'opera di riferimento indispensabile e una grande risorsa per studiosi e insegnanti.

149. AA.VV.
36 hours Europa (2017)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/EURO

Storia, arte, cultura e bellezze naturali: l'Europa è talmente densa di ricchezze che per scoprirle tutte potrebbe non bastare una vita intera. Tuttavia, affrontandola un weekend per volta e con la guida giusta, questo obiettivo non sembra più così irraggiungibile.

Raccogliendo - in una versione aggiornata e ampliata - 125 itinerari proposti dalla popolare rubrica “36 Hours” del New York Times, questo libro vi aiuterà a organizzare ogni weekend in base al tempo libero e alle occasioni che vi si presenteranno, e alla fine avrete il vostro Grand Tour.

Secondo i criteri che hanno ispirato la rubrica sin dagli esordi, gli itinerari proposti sono pratici e alla portata di tutti, pensati per andare diritti al cuore di una destinazione in un tempo limitato.
Il volume si discosta da gran parte dalla letteratura di viaggio per la sua sostanziale accessibilità e, piuttosto che raccontare le esperienze degli autori, offre ai lettori un viaggio da vivere in prima persona.
36 hours è frutto del lavoro pluriennale di centinaia di scrittori, fotografi, grafici, designer e curatori che hanno messo il loro talento al servizio di un progetto comune.

Gli itinerari esposti vi condurranno nelle grandi capitali del mondo come Londra, Berlino, e Mosca, in piccoli paesi dalla grande personalità, come la Georgia e la Slovenia, e attraverso paesaggi strabilianti, dalle Alpi all'Isola di Skye.
Seguirete le orme di Bach e dei Beatles, esplorerete la magnificenza del Partenone e i misteri di un covo di spie del KGB.
Sorseggiate un caffè a Vienna, girate per Amsterdam in bicicletta, ballate tutta la notte a Ibiza, alzatevi all'alba per aggiudicarvi i prodotti migliori in un mercato della Provenza. Che ne dite di una caccia al tesoro nel fango a Londra? Una corsa in slitta per le strade di Madeira? Kayak a Danzica? E perché non cercare il punto esatto in cui, sulle rive del Lago di Ginevra, Mary Shelley inventò Frankenstein?
Le vostre guide sono giornalisti navigati del New York Times e scrittori di viaggio di comprovata esperienza. Affidandovi a loro, potrete scegliere se partire subito oppure viaggiare con la mente stando comodamente seduti sul divano di casa.

150. AA.VV.
36 hours Los Angeles e dintorni (2016)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/STAT

Los Angeles, la megalopoli affacciata sul Pacifico, brilla sotto il sole e ferve di creatività. I mondi dell'arte, del cibo e della moda non sono mai stati così vivaci, e si possono incontrare le stelle di Hollywood al farmers' market. Tutta questa energia può lasciare storditi, soprattutto se avete a disposizione un solo fine settimana.

Questo volume - curato in collaborazione con il New York Times - raccoglie i migliori luoghi in cui mangiare, bere e vivere la città nell'arco di 36 ore, permettendovi di trasformare ogni weekend in un'avventura per le strade di Los Angeles e oltre.
Che vogliate fare quattro salti in una sala da ballo vecchia scuola, fare una scorpacciata di tacos a Santa Barbara o inseguire il tramonto a Malibu, partite con questo volume ricco di fantastiche e stravaganti ispirazioni.

Destinazioni incluse: Los Angeles, Los Angeles - Downtown, Hollywood, Pasadena, Santa Monica, Malibu, Long Beach, San Diego, Palm Springs, Death Valley, Las Vegas, Santa Barbara, Carmel, Sonoma County, San Francisco.

151. AA.VV.
36 hours New York e dintorni (2016)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) NEWY

New York è uno degli stati più affascinanti del Nord America. Tuttavia, può essere difficile orientarsi in mezzo a tanta vivacità, diversità e storia, soprattutto nel giro di un solo weekend.
Questo volume, curato in collaborazione con il New York Times, vi permetterà di trarre il massimo dal poco tempo a vostra disposizione, portandovi a esplorare una nuova zona di New York ogni fine settimana. Dagli eventi più imperdibili a Manhattan a gioielli meno conosciuti nei quartieri periferici di Brooklyn, Queens e Harlem, gli esperti giornalisti di viaggio svelano una stupefacente gamma di attrazioni, anche per i fini conoscitori di New York.
Spingetevi poi a scoprire le bellezze degli Hamptons e della valle dell'Hudson, porgete l'orecchio al ruggito delle cascate del Niagara e scendete fino a Washington per assorbirne la peculiare cultura incentrata sulla politica.

Destinazioni incluse: New York, Lower Manhattan, Broadway, Central Park, Harlem, Brooklyn, Queens, East Hampton, valle dell'Hudson, cascate del Niagara, Princeton, Philadelphia, valle del Brandywine, Washington.

152. AA.VV.
365 racconti di Natale (2013)
Letteratura italiana
Segn.: TREC/----

Dopo l'erotismo, l'horror, le storie sulla fine del mondo e quelle dedicate all'amore, ecco una nuova incursione narrativa in un momento della nostra vita pieno di colore, passione, fascino e sentimento. Il Natale, con le sue suggestioni e i ricordi che si porta dietro, fin da quando si è fanciulli, è uno dei momenti più rappresentativi dell'anno, e dunque quale modo migliore per celebrarlo, se non attraverso 365 sfumature diverse per condividerlo con gli altri, festeggiarlo, amarlo oppure odiarlo? Perché non tutti trascorrono alla stesso modo questo periodo di festa, come dimostrano i racconti contenuti in questa antologia. Una raccolta da leggere sotto l'albero, ma anche durante il resto dell'anno, per ricordare le magie del Natale e prepararsi a quello successivo... nel bene e nel male!

153. AA.VV.
365 storie e filastrocche per bambini (2007)
Narrativa per ragazzi (generale)
Segn.: TREC/----

154. AA.VV.
40 Wakkerpreise 1972-2011 = 40 prix Wakker 1972-2011 (2011)
(7) Arte
Segn.: BRLA 51330

Il Premio Wakker dell'Heimatschutz Svizzera, istituito nel 1972, è diventato un ambìto riconoscimento a livello nazionale degli sforzi compiuti dai comuni per salvaguardare l'aspetto e promuovere la cultura architettonica. Con questa pubblicazione, l'Heimatschutz Svizzera getta uno sguardo sui laureati delle prime quaranta edizioni del premio. Il Premio Wakker ha forgiato nei suoi quarant'anni di esistenza una riflessione sul patrimonio costruito e sulla qualità di vita negli abitati. I comuni premiati comprendono villaggi alpini, come Gais (AR) e Avegno (TI), grandi città, come Ginevra e Berna, e località della cintura urbana, come Uster e i nove comuni della cintura losannese premiati quest'anno. Il ventaglio delle caratteristiche premiate mostra quanto variato sia lo spazio abitato della Svizzera e, di conseguenza, quanto diversi siano stati i problemi che i vari comuni sono stati chiamati ad affrontare. Nei primi anni, il premio è stato assegnato ai villaggi e alle cittadine capaci di conservare i nuclei storici, negli anni Ottanta l'attenzione si è spostata sugli aspetti pianificatori, mentre negli ultimi anni la distinzione è stata attribuita ai comuni che si sono adoperati per scrollarsi di dosso l'immagine di siti anonimi e proporre un'identità propria.

155. AA.VV.
400 viaggi da sogno (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08)

Avvalendosi dell'esperienza dei migliori scrittori di viaggio e fotografi di National Geographic, questo libro offre al lettore un'occasione unica per compiere un tour attraverso le destinazioni turistiche più belle del mondo. Pagina dopo pagina sono presentati 400 viaggi indimenticabili: esperienze memorabili, una ricchezza paesaggistica impareggiabile - oceani e montagne, colline e valli, villaggi e città - e una notevole varietà di mezzi di locomozione - treno, automobile, piedi e imbarcazioni. Una gita in feluca sul fiume Nilo, una crociera sul Mississippi a bordo di un battello a vapore o ancora la navigazione tra i fiordi della Nuova Zelanda rappresentano esperienze indimenticabili per gli amanti dei viaggi in barca. Per chi cerca l'avventura, praticare il kayak nelle acque del Golfo di California, fare rafting nel Grand Canyon o seguire un safari sulle tracce dell'orso polare sono solo alcune delle elettrizzanti attività tra cui scegliere. E per un viaggio immerso nel lusso? Niente di meglio di una carrozza dell'Orient Express. Per non parlare degli itinerari enogastronimici d'eccezione e delle migliori mete culturali del pianeta. Questo volume non vuole essere solo una fonte di ispirazione per chi si accinge a programmare un viaggio da sogno, ma è anche una miniera di utili consigli e suggerimenti per la sua organizzazione, fornendo cartine, informazioni utili e consigli pratici.

156. AA.VV.
50 itinerari da non perdere (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Il volume raccoglie cinquanta itinerari in Italia che rappresentano il meglio di tutto il nostro patrimonio: luoghi imperdibili tra cui centri d'arte, gioielli del paesaggio, siti protetti dall'Unesco, mete di ambite vacanze balneari o montane. Quest'opera è frutto di un'attenta e accurata selezione fra i migliori itinerari pensati e verificati dagli esperti del TCI per far conoscere le bellezze del nostro Paese. Un'immersione in piccole città e borghi dal grande fascino per gli inediti valori artistici e urbani. Visite piacevoli, soprattutto a piedi, per entrare nel vivo tessuto di queste cittadine. Un centinaio di pagine sono dedicate a preziose informazioni pratiche su alberghi, ristoranti e musei.

157. AA.VV.
501 grandi artisti : [una guida completa ai maestri dell'arte mondiale] (2008)
(7) Arte
Segn.: 7(03)

"501 grandi artisti" presenta nove secoli d'arte attraverso le straordinarie figure dei suoi protagonisti. Pittura e scultura, ma anche grafica e nuovi media, sono raccontati in una rassegna che comprende tutti i principali esponenti, le scuole e le tendenze della storia dell'arte. Che cosa rende speciale un grande artista? C'è un tratto comune nelle vicende umane di pittori, scultori, incisori, fino ai più recenti esponenti della video arte e dell'installazione? Oltre quattro secoli fa Giorgio Vasari raccoglieva nel suo libro "Vite de' più eccellenti architetti, pittori et scultori italiani" le notizie intorno ai grandi dell'arte da Cimabue al Rinascimento. Da allora è passato molto tempo e l'arte è profondamente cambiata. Curato da Stephen Farthing e scritto da un team internazionale di critici, storici e giornalisti, il libro è una valida introduzione ai giganti del mondo dell'arte. Grazie al suo ampio apparato iconografico - con riproduzioni delle opere d'arte e fotografie degli artisti al lavoro - è un punto di partenza per scoprire chi si cela dietro ai grandi capolavori, comprenderne meglio lo stile e valutarne l'influenza complessiva.

158. AA.VV.
501 grandi registi (2008)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(03)

Woody Allen, Pedro Almodovar, Robert Altman, Dario Argento, Ingmar Bergman, Bernardo Bertolucci, Joel ed Ethan Coen, Clint Eastwood, Federico Fellini, John Ford, Alfred Hitchcock, Stanley Kubrick, Jean Renoir, Roberto Rossellini, Martin Scorsese. . . sono solo alcuni degli straordinari personaggi ritratti in questo libro. I registi sono le figure principali del processo di creazione cinematografica, i veri artefici della narrazione per immagini. Ordinato cronologicamente, 501 grandi registi delinea una vera e propria storia del cinema a partire da coloro che, da dietro le quinte, ne dirigono il percorso. Provenienti dalle esperienze più diverse e dai più lontani paesi, i registi mostrano in realtà influenze reciproche e non nascondono le rivalità. Questa rassegna aiuta a seguire il filo che unisce le diverse carriere all'interno dell'industria del cinema.

159. AA.VV.
501 star del cinema (2008)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(03)

Da Marilyn Monroe a Meryl Streep, da Charlie Chaplin a Clint Eastwood, il libro celebra le star del cinema che hanno maggiormente catturato la fantasia del pubblico, ispirando milioni di fan di tutto il mondo e raggiungendo una sorta di immortalità con le loro interpretazioni. Ordinato cronologicamente a partire dalla data di nascita di ogni artista, "501 Star del cinema" segue lo sviluppo progressivo dell'arte cinematografica. I volti più amati del cinema hanno incarnato le passioni e le mode della società, imprimendosi a fondo nella memoria di tutti. Dalle leggende del cinema muto fino alle celebrità di oggi, le grandi star restano le vere icone del nostro tempo.

160. AA.VV.
66. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, la Biennale di Venezia (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1

La più prestigiosa rassegna cinematografica rappresenta per gli appassionati e per i professionisti del settore un evento unico, che nel corso degli anni ha avuto come protagonisti gli attori e i registi più famosi. Il catalogo, curato da un team di critici e corredato da un ampio corredo iconografico, rappresenta uno strumento di studio per gli appassionati di cinema.

161. AA.VV.
<30 X. : Giovane arte svizzera, Premio Kiefer Hablitzel 2014 = Junge Schweizer Kunst, Kiefer Hablitzel Preis 2014 (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5578

La Fondazione Kiefer Hablitzel - una delle più importanti fondazioni culturali in Svizzera - assegna ogni anno un premio a una decina di artisti svizzeri con meno di trent'anni, affidandosi al giudizio di un'apposita giuria.
Oltre a una borsa in denaro e alla possibilità di esporre il proprio lavoro in occasione degli Swiss Art Awards che vengono presentati a Basilea in concomitanza con la fiera d'arte, agli artisti premiati viene offerta l'opportunità di partecipare a un'esposizione collettiva che si tiene nell'autunno/inverno dello stesso anno. L'organizzazione di questa mostra è affidata a turno a un'istituzione museale di una delle tre principali regioni linguistiche della Svizzera.
Nel 2014 è stato il Museo d'Arte di Lugano ad ospitare, per la prima volta, questa rassegna che promuove le giovani leve dell'arte svizzera, offrendo al pubblico un'occasione unica per conoscere alcune delle esperienze più significative e interessanti che si stanno affermando all'interno della scena artistica del nostro paese.

162. AA.VV.
A come Alice : mutamenti generazionali e fenomeno droga : esiste un nuovo tossicomane ? (1986)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 316

163. AA.VV.
A labbra nude : racconti dall'ultima Cuba (1995)
Narrativa straniera
Segn.: BRLNA 6455

Cuba anni Novanta: crisi economica, malcontento, disoccupazione, delinquenza. Una motivata schiera di narratori racconta con coraggio e talento la nuova realtà di un'isola ricca di incanti e di contraddizioni. Troviamo così crampi di fame e fiotti di rum; il sesso onnipresente come mania e come speranza; fantasmi del passato e brume del futuro; il baseball di strada dei ragazzini; donne che si vendono, seducono, ballano, fanno patti con il diavolo; uomini disposti a perdere un grande amore per amicizia e a buttare una grande amicizia per un attimo di ebbrezza; omosessuali e contrabbandieri nei loro incerti territori di caccia; il ritmo del "son" e il languore del bolero; la miracolosa Avana; la pioggia tiepida sulle palme e il vento caraibico.

164. AA.VV.
A mio padre : l'amore filiale nelle più belle poesie della letteratura italiana da Pascoli a oggi (2007)
Letteratura italiana
Segn.: AMIO/----

"Chi legge un poeta vero legge se stesso", ha scritto Giorgio Caproni. Questa raccolta vuole essere un invito a rileggere nei versi dei poeti il proprio rapporto padre-figlio, nella certezza che tra le parole di questi autori ciascuno troverà quelle che più si adattano alla propria situazione. Il rapporto con il padre non è sempre facile o improntato a tenerezza e riconoscenza come quello con la madre. Spesso la figura paterna traspare come nobile esempio, ispirazione e modello per la vita adulta. A volte invece il padre è un estraneo, un assente, e allora nascono poesie cariche di rabbia e rancore. Si tratta, in ogni caso, di sentimenti forti, in cui ciascuno può rispecchiare la propria personale esperienza. Ai padri che sono stati anche figli, ai figli che saranno padri, è dedicata questa preziosa antologia.

165. AA.VV.
A occhi aperti : le nuove voci della narrativa italiana raccontano la realtà (2008)
Letteratura italiana
Segn.: AOCC/----

Dal primo pezzo di Roberto Saviano, che anticipa lo stile e lo sguardo di "Gomorra", con un'inchiesta su ciò che accadde nei giorni subito dopo la scomparsa di Giovanni Paolo II, a un reportage di Alessandro Piperno, attraversato dalla consueta irriverente ironia dell'autore; dai paradossi del lavoro precario raccontati da una madre e una figlia (Sara Ventroni) alla moderna schiavitù delle rate, in cui ogni illusione sembra a portata di mano con un semplice anticipo, anche un seno nuovo (Chiara Valerio): in questa raccolta sono riuniti i racconti più significativi apparsi negli ultimi anni su "Nuovi argomenti", una rivista che è stata il trampolino di lancio di alcuni dei casi letterari divenuti punti di riferimento della narrativa italiana dell'ultimo decennio. Ad accomunarli un'attenzione partecipe e impegnata per ciò che accade nel mondo, la capacità di indagare le pieghe più nascoste della società fotografandole con occhio preciso e appassionato.

166. AA.VV.
A proposito di libertà (2009)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 41639

"L'esperienza della libertà è un patrimonio comune di tutti gli esseri umani. Ognuno di noi sperimenta nella propria vita sia la dimensione della presenza sia quella dell'assenza della librtà: esita prima di una scelta, si duole nel non poter decidere autonomamente. Difende e ricerca la propria libertà nei campi del pensiero, della politica, dell'etica, e si interroga sui limiti del proprio essere libero nei confronti delle volontà altrui, dei propri impegni, delle proprie responsabilità. Il mondo fisico, quello biologico e quello sociale sono il campo da gioco e il presupposto della nostra libera azione, e nello stesso tempo vincoli inevitabili e talvolta grevi al libero corso delle nostre decisioni." (Dall'introduzione di Michele Di Francesco)

167. AA.VV.
A tavola senza sprechi : [120 ricette del recupero] (2016)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Una cucina senza sprechi per ridurre al minimo il cibo che, purtroppo ancora in gran quantità, viene buttato.
Piatti gustosissimi cucinati con gli avanzi del pranzo o della cena ma anche con bucce, foglie, noccioli e parti di verdure, legumi, carne e pesce che di norma si scartano. Pasta fritta, gnocchi di polenta, mondeghili, particolarmente soffici e leggeri per merito della carne già cotta e battuta al coltello, e altre polpette, panzanella e un vasto repertorio di zuppe, torte salate e dolci nati dalla necessità di utilizzare gli avanzi di pane.
Più di cento ricette per preparare un menù buono, pulito e giusto per noi e per la nostra Terra.

168. AA.VV.
A-cerchiata : storia veridica ed esiti imprevisti di un simbolo (2008)
(320) Scienze politiche
Segn.: 32

Graffiata sui muri della protesta, ma impressa anche su zainetti, magliette, ciondoli e cappellini, fino al più improbabile intimo maschile, la a cerchiata è un segno talmente conosciuto e riconosciuto che ha finito con l'essere considerato un simbolo tradizionale dell'iconografia libertaria. In realtà, come ci raccontano i suoi ideatori, ha poco più di quarant'anni: nasce come progetto nel 1964 a Parigi, all'interno di una piccola rete di giovani anarchici, ma comincia la sua vita pubblica nel 1966 a Milano sui volantini e manifesti della Gioventù Libertaria. Di lì a poco, l'esplosione del 1968 - e la provvidenziale invenzione delle bombolette spray - farà rotolare il "simbolo" nelle strade di tutto il mondo. Questa inedita storia per immagini, insieme ai racconti che le accompagna, ne ripercorre la sorprendente, e spesso bizzarra, diffusione planetaria sulla spinta della passione libertaria prima e della cultura punk poi, fino al recente sfruttamento commerciale. Un viaggio nell'immaginario contemporaneo che dà conto delle molteplici interpretazioni spesso inaspettate, talvolta contraddittorie di un simbolo nato con una forte connotazione specifica e diventato nel tempo uno dei segni più usati per significare non solo anarchia, ma anche rivolta, rifiuto, anticonformismo, trasgressione nelle più svariate declinazioni.

169. AA.VV.
A. Calderara : Museo d'arte della Svizzera italiana, Lugano [2.10.2016 - 22.1.2017] (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1769

Attraverso la mostra Antonio Calderara. Una luce senza ombre il Museo d'arte della Svizzera italiana prosegue la sua riflessione su alcuni momenti e figure che hanno segnato la storia della pittura moderna e contemporanea presentando una grande retrospettiva dedicata alla figura e all'opera del pittore italiano.

L'esposizione intende presentare al grande pubblico la ricerca artistica di questa singolare figura del panorama artistico italiano del Novecento, che partendo dalle riflessioni sugli elementi costitutivi del linguaggio pittorico è approdato a un'astrazione che nella sua radicalità appare perfettamente in sintonia con le coeve esperienze del minimalismo internazionale.
Le quasi 200 opere provenienti da musei e collezioni private europee permettono di documentare nella sua interezza la singolare traiettoria che questo artista ha disegnato all'interno del panorama artistico italiano del Novecento.

170. AA.VV.
ABC del consigliere comunale (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1381

L' ABC DEL CONSIGLIERE COMUNALE è un manuale con le nozioni di base sul funzionamento del Consiglio comunale, sui diritti e sugli obblighi del consigliere comunale e sugli strumenti di partecipazione a disposizione di quest'ultimo. Esso contiene anche informazioni utili su regolamenti comunali, ordinanze municipali, convenzioni, referendum e iniziative a livello comunale, ecc. Nell' ABC sono infine esposte le indicazioni indispensabili per avvicinarsi alla gestione finanziaria del Comune e alla perequazione finanziaria intercomunale. Il manuale è per i consiglieri comunali, ma pure per altri addetti ai lavori e per i cittadini che ne vogliono sapere di più.

171. AA.VV.
L' ABC del terrore : le armi di distruzione di massa nel terzo millennio (2012)
(350) Arte e scienze della guerra
Segn.: 35

Le armi ABC - atomiche, biologiche e chimiche -, ovvero le cosiddette armi di distruzione di massa, sono quelle che, anche oggi, "nessuno vuole usare". Eppure numerosi paesi sono in grado di realizzarle in tempi relativamente brevi e non pochi eserciti le hanno ancora a disposizione nei propri arsenali, non dimenticando il rischio di impieghi terroristici. Queste armi non solo producono enormi distruzioni e danni fisici e fisiologici alle vittime umane, ma la loro stessa minaccia ha gravi conseguenze psico-sociali sia sui militari che sui civili. Gli sviluppi del confronto strategico globale, con il supporto delle tecnologie più avanzate, hanno portato alla militarizzazione di nuovi ambienti, lo spazio cosmico e il cyberspazio, aprendo nuove dimensioni al problema del disarmo e della pace. Dal 1945 in poi, le iniziative e i tentativi di mettere sotto uno stretto controllo questo terrificante 'vaso di Pandora' - perlopiù sotto forma di trattati di diritto internazionale - sono stati numerosi, ma il problema è tutt'altro che in via di risoluzione e richiede anche una pressione informata da parte della comunità civile.

172. AA.VV.
L' abcdaire du cinéma français (1995)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(44)

173. AA.VV.
L' abitare collettivo (2011)
(7) Arte
Segn.: 71

Per lungo tempo l'abitare ha costruito la «questione urbana» come questione di diritti e rivendicazioni. Poi, negli anni Novanta, ha segnato l'affermazione di una sfera intima, privata, intrecciata con la ricerca di libertà e felicità individuali. Dopo vent'anni l'abitare torna di nuovo al centro, entro una declinazione differente: riposizionando pratiche, attenzioni e retoriche sulla condivisione. Il problema che il ritorno dell'abitare collettivo solleva non è se esso sia un contrappasso alla celebrazione dell'individualismo degli anni Novanta, una buona soluzione in grado di sbarazzare il campo da egoismi privati, diseconomie, alti costi, sprechi energetici e di suolo, errori, fobie, paure, ma perché abbia acquisito tanta forza entro un discorso che fino a pochi anni fa lo ignorava. L'ipotesi che questo libro sostiene è che l'abitare collettivo trovi le sue ragioni non unicamente nel fatto di costituire un'apprezzabile soluzione tecnica, di mercato o di progetto, ma entro un orizzonte più ampio di valori, pratiche, atteggiamenti, che sembra attraversare la società contemporanea.

174. AA.VV.
Abolire il carcere (2015)
(340) Diritto, giurisprudenza, legislazione
Segn.: 34

Non è una provocazione. Nel 1978 il parlamento italiano votò la legge per l'abolizione dei manicomi dopo anni di denunce della loro disumanità. Ora dobbiamo abolire le carceri, che, come dimostra questo libro, servono solo a riprodurre crimini e criminali e tradiscono i principi fondamentali della nostra Costituzione.

Tutti i paesi europei più avanzati stanno drasticamente riducendo l'area del carcere (solo il 24 per cento dei condannati va in carcere in Francia e in Inghilterra, in Italia l'82 per cento). Nel nostro paese chi ruba in un supermercato si trova detenuto accanto a chi ha commesso crimini efferati. Il carcere è per tutti, in teoria. Ma non serve a nessuno, in pratica. I numeri parlano chiaro: la percentuale di recidiva è altissima.

E dunque? La verità è che la stragrande maggioranza dei cittadini italiani non ha idea di che cosa sia una prigione. Per questo la invoca, ma per gli altri.
La detenzione in strutture in genere fatiscenti e sovraffollate deve essere quindi abolita e sostituita da misure alternative più adeguate, efficaci ed economiche, capaci di soddisfare tanto la domanda di giustizia dei cittadini nei confronti degli autori di reati più gravi (solo una piccola quota dei detenuti) quanto il diritto del condannato al pieno reinserimento sociale al termine della pena, oggi sistematicamente disatteso.

Il libro indica dieci proposte, già oggi attuabili, per provare a diventare un paese civile e lasciarci alle spalle decenni di illegalità, violenze e morti.

175. AA.VV.
Abruzzo : L'Aquila e il Gran Sasso, Chieti, Pescara, Teramo, i parchi e la costa adriatica (2004)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Nell'introduzione, storia, arte, natura e cultura di una regione antica tra Appennini e Adriatico. 2 itinerari a L'Aquila, con le sue piazze, fontane e chiese medievali. 26 direttrici nel territorio verso città e borghi, rocche e abbazie, siti italici e romani, parchi e riserve. Enogastronomia, spiagge e arte benedettina negli itinerari tematici 100 foto a colori. La carta stradale della regione e 25 carte tematiche, degli itinerari, di città e di monumenti. I migliori riferimenti commentati per il soggiorno, gli acquisti e le escursioni.

176. AA.VV.
Accès à la lecture et à l'écriture pour tous! : vers un concept global de lutte contre l'illettrisme en Suisse (2005)
(370) Educazione, insegnamento
Segn.: BRLA 34875

177. AA.VV.
Accattone : l'esordio di Pier Paolo Pasolini raccontato dai documenti (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 PASO 80

Intorno al "corpo" di un film, esiste sempre un altro corpo di testi preparatori, appunti, interviste e di documenti che ne illuminano la genesi e i diversi processi dall'ideazione alla realizzazione al montaggio definitivo. Questo volume, dedicato al "laboratorio" di "Accattone" (1961), il primo film di Pier Paolo Pasolini, comprende fra l'altro il trattamento e appunti inediti dell'autore, una selezione delle interviste che rilasciò durante e dopo la lavorazione, le riproduzioni di alcuni disegni preparatori, la ricostruzione delle complesse vicende censorie e delle reazioni, anche accese, che suscitarono le prime proiezioni, i testi sul film di scrittori quali Alberto Moravia e Carlo Levi, le testimonianze dei collaboratori e alcune immagini dei sopralluoghi e del set del film.

178. AA.VV.
Accese nel Ticino la luce del Carmelo (2003)
Ticinensia
Segn.: TA 4286

179. AA.VV.
L' acqua che mangiamo : cos'è l'acqua virtuale e come la consumiamo (2013)
(330) Scienze economiche
Segn.: 33

Il concetto di “acqua virtuale” sembra fatto apposta per farci esclamare “ma come ho fatto a non accorgermene prima?”.
In effetti, pochi di noi, quando comprano una bistecca al supermercato o ordinano un piatto di pasta al ristorante, riflettono sui quantitativi di acqua che è stato necessario utilizzare per produrli.

L'acqua che mangiamo spiega, con un approccio multidisciplinare, la problematica idrica e le sue implicazioni economiche, sociali e politiche.
Vuole agire idealmente da ponte tra chi svolge ricerca accademica e scientifica e chi si interessa alle grandi questioni della sostenibilità ambientale. Offre molteplici chiavi di lettura attraverso il lavoro dei più grandi esperti italiani e mondiali. Tra questi segnaliamo, per la prima volta pubblicati in Italia, i contributi di Tony Allan, ideatore del concetto di “acqua virtuale” e vincitore dello Stockholm Water Prize 2008, e di Arjen Hoekstra, che ha elaborato il concetto di “impronta idrica” e fondato il Water Footprint Network.

180. AA.VV.
Actes du colloque "Amis et ennemis de J.-J. Rousseau" (2016)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 507/2016

181. AA.VV.
Acustica musicale e architettonica (2005)
(78) Musica
Segn.: 78:7

Si moltiplicano le pubblicazioni, le associazioni scientifiche e culturali e anche i corsi universitari che riguardano l'acustica musicale e architettonica. L'opera curata da Sergio Cingolani e Renato Spagnolo si muove da questo contesto, ed è legata al riconoscimento della variegata formulazione di discipline antiche e delle esigenze di chi affronta quotidianamente i problemi legati al suono musicale, alle sue caratteristiche e al suo ascolto, siano esse di carattere più spiccatamente professionale o dominate dal desiderio di conoscenza. Acustica musicale e architettonica offre al lettore uno strumento che accosta alla musica la molteplicità delle discipline acustiche, recuperando il repertorio scientifico attraverso una trattazione esauriente, e restituendo la complessità della materia mediante un'opera divulgativa di ampio respiro.

182. AA.VV.
Ad occhi aperti : leggere l'albo illustrato (2015)
(020) Biblioteconomia e scienza dell'informazione
Segn.: 02

Esplorare l'universo dell'albo illustrato: questo il proposito del volume firmato dal gruppo di esperti e studiosi di Hamelin.
Lo scopo è fornire uno strumento critico, inesistente in Italia, capace di guidare la lettura dell'albo da parte di genitori, insegnanti, bibliotecari, e semplici amanti del racconto per immagini.

L'albo illustrato è un vero e proprio linguaggio, con le sue specifiche modalità di narrazione, non ancora analizzate a dovere, malgrado nel nostro tempo sia diventato cruciale saper leggere le immagini. Le importanti innovazioni del mercato editoriale italiano nell'ultimo decennio, e il dialogo sempre più stretto col panorama internazionale, hanno fatto emergere tutte le potenzialità espressive di questa forma di narrazione, che trova nella prima infanzia un destinatario privilegiato, ma che non si pone limiti in fatto di tematiche, sperimentazioni e pubblico di riferimento.

Attraverso un percorso che esplora le esperienze più significative dell'editoria per l'infanzia, in particolare dalla seconda metà del Novecento a oggi, il libro analizza dall'interno la fisionomia dell'albo illustrato: il formato, con le sue specifiche valenze narrative, il rapporto tra parole e immagini, il ritmo e il tempo della narrazione, e la formula dei libri senza parole.
Un cammino disseminato di figure: le tavole dei più grandi maestri dell'illustrazione accompagnano le puntuali incursioni degli autori nel mondo poco esplorato di un'arte che spesso resta in ombra sugli scaffali delle librerie. Una sorta di vademecum, dunque, che conduce il lettore nel cuore stesso del lavoro editoriale.

183. AA.VV.
Adami (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1572

Catalogo della prima antologica in Svizzera dedicata all'artista italiano Valerio Adami, presentata a Casa Rusca nel 2010-2011.

184. AA.VV.
Addio Lugano bella : anarchia tra storia e arte : da Bakunin al Monte Verità da Courbet ai dada (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1703

Catalogo della mostra presentata al Museo d'arte di Mendrisio dal 22 marzo al 5 luglio 2015.

185. AA.VV.
Adobe Photoshop® CS4 : lavorare con creatività su fotografie e immagini digitali (2009)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 681.3

L'informatica è sempre più presente, nelle attività lavorative come nella vita quotidiana, mentre il tempo che si può dedicare allo studio e alla formazione è sempre più ridotto. I libri della serie Pocket Apogeo rispondono alla sfida: volumi da portare con sé, brevi corsi per imparare tutto quello che serve di un linguaggio, di un sistema operativo, di un programma applicativo o di un particolare campo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Volumi compatti, dunque, ma non a scapito della qualità: la brevità è ottenuta eliminando il superfluo ed escludendo l'inessenziale, puntando invece a quanto serve veramente per avere le idee chiare e sapersi orientare. Argomenti: l'interfaccia e gli strumenti di Photoshop, le caratteristiche delle immagini, la gestione del colore, pennelli, riempimenti e ritocchi, selezioni e maschere, filtri ed effetti speciali, la gestione dei livelli, aggiungere testo alle immagini, preparare le immagini per la stampa e per il Web.

186. AA.VV.
Adobe Photoshop® CS6 : lavorare con creatività su fotografie e immagini digitali (2012)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 681.3

La versione CS6 di Photoshop, il software leader per l'elaborazione delle immagini digitali, introduce importanti innovazioni per la produttività di grafici, creativi e fotografi professionisti. Nell'evoluzione dalla quinta alla sesta release il software è stato rivoluzionato come mai prima d'ora: molte funzionalità sono state innovate e altre aggiunte, ma soprattutto è stato implementato un nuovo motore grafico. Questo libro è dedicato a chi si avvicina a Photoshop per la prima volta, ma anche a chi già lo usa e vuole aggiornarsi velocemente per sfruttare al massimo le ultime importanti novità.

187. AA.VV.
L' adolescente et le cinéma : de Lolita à Twilight (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

Entre ange et démon, femme-enfant et tentatrice, l'adolescente est une figure omniprésente du cinéma depuis les années 1950. La fascination qu'elle exerce sur les cinéastes reflète celle qu'elle suscite dans notre culture moderne. Sa beauté, son attractivité, son mystère, sa jeunesse, son innocence, le pouvoir qu'on lui prête... l'élèvent au rang d'idole de notre imaginaire collectif, une idole au statut ambigu, interdite sexuellement et pourtant exposée aux regards. Parallèlement, les adolescentes sont des spectatrices passionnées, voire des consommatrices effrénées de films qu'elles aiment revoir encore et encore. Que viennent-elles chercher sur l'écran : projection, miroir, modèle ? En quoi les films dont elles se nourrissent participent-ils de leur construction subjective ? Le cinéma constitue une porte d'entrée dans le monde complexe et introverti de l'adolescence féminine, dont il révèle, en les illustrant, des continents méconnus. Psychologues, psychanalystes, sociologues et spécialistes du septième art interrogent l'écran noir de la féminité naissante et explorent « tout ce que vous avez toujours voulu savoir sur les adolescentes sans oser le demander au cinéma ! »

188. AA.VV.
Adolescenti in cerca d'autore : dialoghi fra giovani attorno a parole e gesti (2011)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4927

Il tema "giovani" rappresenta un argomento di costante interesse. Se ne parla in tutti i modi possibili e immaginabili: dai fatti legati alla cronaca, alle più raffinate analisi che ne indagano gli aspetti più profondi. I contributi su questo tema ormai non si contano più. Un aspetto che di frequente contraddistingue questo dibattito è l'accento posto su una prospettiva che vede il giovane come fonte di problemi che l'adulto è chiamato a risolvere. In alcuni casi, ad esempio, l'adolescenza viene vista prevalentemente come disagio. Riteniamo però importante parlare anche di adolescenti che ce la fanno; di ragazzi il cui percorso, anche se costellato da difficoltà ha portato a un successo, a un esito soddisfacente, ragazzi il cui essere costituisce anche una risorsa e non solo un problema. Al di là di quanto sia strettamente legato agli esiti concreti che contraddistinguono una vita riuscita - risultanze non sempre facilmente verificabili e confrontabili l'una con le altre - ci sembra significativo porci la questione del percorso di vita che alcuni giovani nella loro crescita maturano. Questa pubblicazione ha la particolarità di offrire al lettore sei storie di adolescenti raccontate da sei giovani adulti. Storie che valorizzano la quotidianità, le fantasie, i momenti di incertezza e le aspettative per il futuro e che costituiscono un'opportunità di cogliere alcuni aspetti del ciclo di vita giovanile e adolescenziale, non però attraverso il filtro degli adulti quanto piuttosto attraverso il linguaggio veicolato da loro stessi.

189. AA.VV.
Adolescenti violenti : contro gli altri, contro se stessi (2009)
(150) Psicologia
Segn.: 159.9

Il "mestiere" dei giovani consiste nel rifiutare il mondo e la cultura degli adulti. La moderna terapia familiare ci insegna che la violenza non va vista come qualcosa di assurdo e di per sé "cattivo": rabbia e aggressività sono modi con cui gli adolescenti cercano di comunicare, di dirci qualcosa. D'altra parte, nelle cronache degli ultimi anni termini come bullismo, baby gang, "branco", emo, autolesionismo e suicidio ricorrono sempre più spesso in riferimento ai ragazzi. Qual è il disagio che si nasconde dietro questi comportamenti, e quando sconfina nella patologia? Esiste un modo per affrontare con successo le esplosioni di violenza di un adolescente, in famiglia come a scuola, verso gli altri o verso se stessi? Qual è il peso del disagio multiculturale nei ragazzi delle famiglie di immigrati? Questo libro racconta in che modo la terapia breve strategica si proponga come trattamento efficace nella soluzione di tali problemi. In linea con il loro approccio, gli autori non si limitano a una trattazione aridamente teorica, ma offrono al lettore un "osservatorio privilegiato", un modo per calarsi nella concreta pratica clinica, tramite la discussione di casi e la trascrizione delle sedute terapeutiche.

190. AA.VV.
Gli adoratori della croce : Elio Ciol : fotografie : Armenia 2005 (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1707

Da sessant'anni, Elio Ciol indaga paesaggi e architetture con le sue raffinate fotografie in bianco e nero.
Questo catalogo racconta l'affascinante cultura degli armeni attraverso le croci che essi hanno scolpito nella pietra per secoli, in un'ossessione del dettaglio e della ripetizione che mira all'eternità.

191. AA.VV.
Adriano Pitschen - Nel vivo : dipinti, disegni, incisioni 1995-2010 (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1321

In un momento di forte trasformazione del mondo dell'arte, nei suoi mezzi e nei suoi linguaggi, l'esperienza artistica di Adriano Pitschen ha preso avvio negli anni Settanta con una netta scelta di campo in favore della continuità della pittura. Dopo più di un trentennio di lavoro, la sua pittura mostra con forza le particolarità che la distinguono dalla pur folta ripresa dell'uso del medium pittorico verificatosi proprio negli anni Ottanta, e cioè la sobrietà, il rigore e la limpidezza.

192. AA.VV.
Affido forte e adozione mite: culture in trasformazione (2007)
(370) Educazione, insegnamento
Segn.: 37

Questo volume intende mettere in evidenza le qualità che caratterizzano molte famiglie affidatarie: prendersi cura dell'affidato, sapersi assumere responsabilità, dimostrare disponibilità, esprimere solidarietà, possedere equilibrio nel rapporto di coppia, saper coinvolgere senza imporre e investire in educazione del bambino. Ma intende anche fare luce sugli aspetti critici dell'affido, come le difficoltà che emergono dalla presa in carico di situazioni che non si conoscono, la competizione che può nascere con la famiglia d'origine, i problemi che possono sorgere da un investimento affettivo a termine, i possibili litigi con i figli naturali della famiglia affidataria, ed altri ancora.

193. AA.VV.
L' Africa in Italia : per una controstoria postcoloniale del cinema italiano (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(450)

Attori, registi, tecnici, organizzatori: è un piccolo esercito invisibile di oltre cinquecento donne ed uomini il protagonista di questo libro. Nati in un paese africano, in Italia da genitori africani oppure espressione di diaspore storiche, questi cineasti hanno contribuito a far navigare la barca del cinema italiano, portandosi dietro talenti, storie, saperi, che ci ricordano il carattere irriducibilmente plurale, complesso ed eterogeneo, della società in cui viviamo. Dieci sguardi su altrettanti snodi della storia recente o passata del cinema italiano, dieci incontri con cineasti protagonisti della scena attuale, una banca dati ricca di nomi e informazioni: con "L'Africa in Italia" si apre un cantiere di ricerca, indirizzato a chi il cinema lo fa, lo studia o più semplicemente lo segue, che mira a produrre una visione del nostro cinema più inclusiva e aperta alle differenze.

194. AA.VV.
L' Africa mediterranea : storia e futuro (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 960

È bastata una manciata di settimane per trasformare la sponda nord del continente africano in una polveriera, capace di ribaltamenti politici impensati appena solo qualche mese fa. Esperti, commentatori e inviati speciali di lungo corso: nessuno aveva presagito gli ultimi avvenimenti, che a catena rischiano di trascinare anche il Medio Oriente in una spirale che potrebbe modificare il quadro geopolitico uscito dal secondo conflitto mondiale e dagli anni della guerra fredda. Ma l'irruenza degli eventi attuali ha catalizzato l'attenzione, non solo degli esperti: dopo decenni in cui l'Occidente, e in particolare quei paesi che si affacciano sul Mediterraneo, ha guardato con distrazione alla regione nordafricana, improvvisamente si è sentita forte l'esigenza di comprendere il significato e i possibili sviluppi di rivolte che non sono semplici manifestazioni di malessere originate da un momentaneo stato di insoddisfazione, ma profonde spinte al cambiamento che affondano le loro radici nel passato, anche recente. Infatti, nonostante la prossimità geografica, i rapporti politici ed economici, e il costante contatto tra le popolazioni delle due sponde attraverso l'immigrazione e i mezzi di comunicazione, l'Italia non ha prodotto analisi rigorose, e al contempo accessibili al grande pubblico, delle trasformazioni in atto nella regione e delle loro origini storiche.

195. AA.VV.
Africa occidentale (2014)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AFRI/AFRI

Dotata di grande fascino e di un'intensa spiritualità, l'Africa occidentale presenta i classici paesaggi che fanno parte dell'immaginario collettivo ed è abitata da una straordinaria varietà di popoli che seguono ancora le proprie tradizioni.
In questa regione, elefanti e nomadi tuareg vestiti di blu convivono tra le dune del deserto, mentre le pratiche animiste dei dogon vengono ancora osservate in mezzo alle falesie.
In altre aree, tradizioni musicali di straordinaria ricchezza danno corpo a un mosaico quasi epico, dalle musiche dei popoli che vivono lungo le sponde del Fiume Niger, che si snoda attraverso il Sahel evocando un'atmosfera fiabesca, alle melodie malinconiche di Capo Verde, che risuonano all'ombra di magnifici e austeri vulcani.Potrete cogliere il fascino dell'Africa occidentale anche tra le lussureggianti foreste pluviali del Camerun, ammirando il tramonto sull'Atlantico tra palme che ondeggiano nella brezza, oppure in mezzo alla polvere rossa del Sahel.
L'Africa occidentale è la sfacciata e chiassosa Lagos, o l'avanzare silenzioso di una carovana di cammelli il cui profilo si staglia sullo sfondo di un tramonto fiammeggiante nel Sahara. È il sorriso sincero di popoli che sono tra i più poveri della terra. È un tempo, un ritmo, un'idea di Africa che in qualche modo ha superato le devastazioni del tempo.
È difficile riuscire a trovare notizie confortanti sull'Africa, ma l'Africa occidentale ha molto di cui andare orgogliosa. Costa d'Avorio, Liberia e Sierra Leone vivono di nuovo in pace dopo anni terribili e, in una regione in cui i governi militari erano una volta la regola, oggi Guinea e Mauritania sembrano piuttosto l'eccezione. In Mali, la rivolta dei tuareg iniziata nel 2006 sembra essersi esaurita, mentre il Benin riscuote convinti apprezzamenti per la libertà di stampa e il suo generale progresso economico. Il Senegal e Capo Verde raramente compaiono nei notiziari, e c'è di che rallegrarsene visto che stabilità e buon governo sono la norma in questi due paesi. Il Ghana spicca per la transizione alla democrazia segnata dalle elezioni del 2008 e per l'ondata di ottimismo che lo pervade da quando sono stati scoperti giacimenti di petrolio sottomarini.
Com'è naturale, però, non ci sono solo buone notizie. La Nigeria, vasto paese di speranze disattese e agitazioni apparentemente insopprimibili, continua ad avanzare per poi regredire. In Niger e in Mauritania ampi tratti della zona settentrionale occupata dal Sahara rimangono territorio off-limits infestato da banditi e ribelli, mentre l'assassinio del presidente della Guinea-Bissau nel marzo 2009 è stato l'ultimo evento funesto nella storia recente di questa ex colonia portoghese. Il malcontento serpeggia in Camerun, Burkina Faso e Gambia, dove il governo di un unico leader ha limitato le libertà politiche. Il Togo sta uscendo proprio ora da uno scenario di questo genere.

196. AA.VV.
Africa orientale : parchi e riserve naturali (2004)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AFRI/AFRI

Una guida realizzata sulla base delle "Insight Guide". Il testo è suddiviso in tre grandi sezioni: "Cultura e territorio" che fornisce informazioni sulla storia dei parchi, la flora e la fauna, la geologia e le numerose opportunità sportive e ricreative che offrono; "Itinerari" che presenta tutti i parchi dell'Africa Orientale e altri siti di interesse nei dintorni; "Informazioni utili" che fornisce informazioni su come raggiungere i parchi, gli orari d'apertura, le condizioni climatiche, gli alloggi e le attività consigliate.

197. AA.VV.
Aggregazioni in cammino : convegno sul tema delle aggregazioni comunali, Bellinzona, 30 giugno 2005 , Aula del Gran Consiglio, Palazzo delle Orsoline (2005)
Ticinensia
Segn.: TA 4185

198. AA.VV.
Agire altrimenti : anarchismo e movimenti radicali nel XXI secolo (2014)
(320) Scienze politiche
Segn.: 32

Le riflessioni e le testimonianze qui raccolte disegnano la mappa immaginaria di un vasto arcipelago resistente - dagli Indignados spagnoli agli hacker globali di Anonymous, dai movimenti Occupy alle rivolte sulle sponde del Mediterraneo - che sfugge alle consuete categorie politiche. Nonostante le diversità di contesto, di motivi scatenanti, di aree interessate e di modalità espressive, risultano evidenti tratti comuni che idealmente concatenano le varie rivolte: niente leader e partiti, ma azione dal basso e democrazia diretta. È in atto una carica ultra-democratica basata sulla partecipazione e la condivisione deliberativa che sfugge alla regola aurea dei regimi democratici, ossia al principio di maggioranza, mettendo in crisi il principio stesso di rappresentanza. Un insieme di pratiche che rimanda alla tradizione anarchica, ma che si sta reinventando nel calore delle piazze, 'meticciandosi' con pratiche e culture diverse.

199. AA.VV.
Agricoltura, la natura e l'uomo : dizionario enciclopedico (4 volumi) (1987)
(5/6) Scienze naturali/Scienze applicate
Segn.: 63(03)

Strumento conoscitivo di base e mezzo di aggiornamento per tutti coloro che operano nei diversi settori dell'orto-floro-frutticoltura, nella coltivazione dei cereali e nella zootecnica.

200. AA.VV.
Agriturismo 2007 (2007)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Le caratteristiche, i servizi, le risorse naturali e culturali di oltre 1500 aziende agrituristiche selezionate in tutta Italia per poter scegliere con serenità una vacanza diversa, a contatto con la natura.

201. AA.VV.
Agriturismo e vacanze in campagna (2007)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

202. AA.VV.
Ai bordi dell'infinito : saggi e testimonianze intorno al pensiero di Fabrizio De André (2012)
(78) Musica
Segn.: 784.76 DEAN

L'opera e il pensiero di Fabrizio De André sono ininterrottamente e spontaneamente richiamati in incontri, convegni e dibattiti tesi non solo ad analizzare la sua poetica ma anche ad approfondire le tematiche trattate nelle sue canzoni. "Ai bordi dell'infinito", titolo che si riferisce a un verso del brano cantico dei drogati, riprende il percorso antologico cominciato da Fondazione Fabrizio De André Onlus con il volume "Volammo davvero" proponendo a cinque anni di distanza una nuova raccolta di scritti nati da interventi di artisti letterati, appassionati della sua opera, ma non solo, che in varie occasioni si sono confrontati con il pensiero di De André, spesso servendosene come lente attraverso la quale leggere problematiche ancora attuali e che riguardano gli ultimi, i più deboli, gli emarginati. Un coro di più toni e linguaggi, siano essi letterari o della testimonianza, che guarda a quell'"ansia di giustizia sociale" , per usare le sue parole, principale binario su cui ha camminato il lavoro di De André. Una raccolta di scritti inediti, anche di autori inaspettati, che aiuta ad approfondire la molteplicità dello sguardo di uno degli artisti italiani più spesso richiamato per l'intelligente ironia, la profondità delle idee e l'autentica coerenza.

203. AA.VV.
Ai margini del vuoto : Ludwig Hohl e l'evocazione delle cose (2007)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4418

Questo libro è un omaggio necessario a Ludwig Hohl che insieme a Frisch, Durrenmatt e Walser è tra i più grandi scrittori svizzeri del Novecento. Ne rendono testimonianza l'antologia di testi che viene pubblicata in questo volume e il percorso iconografico, con le fotografie e i disegni degli artisti che lo hanno incontrato. Infine le testimonianze degli scrittori che lo hanno conosciuto o letto e l'estratto della bella intervista - a tutt'oggi inedita anche in lingua tedesca - realizzata da Alexander J. Seiler in preparazione al film che gli ha dedicato: messinscena tragica di un'esistenza a tratti addirittura prigioniera di quel pensiero conteso tra l'etica protestante della mente e il surrealismo dell'anima. Ai margini di un centro statico e inanimato, l'opera di Hohl è una glossa alla morte, un tradurre costante "da un qualcosa che si spegne in qualcosa che va avanti". È la rilevazione puntuale dei movimenti che avvengono alla periferia e che determinano le rivoluzioni del centro. Sono i margini che irrompono: "Largo giace il nostro mezzogiorno intorno a noi, la città a mezzogiorno si espande pesantemente; sul margine più lontano del ciclo, dettaglio quasi impronunciabile, se ne sta una nuvoletta che si può dire irreale; solo i "sognatori" riescono a scorgerla, ma è di lì che irrompe ciò che viene dopo quest'ora larga, è di lì che irrompe il temporale che sta per abbattersi sulla città. Arriva, si avvicina, annichilisce il centro".

204. AA.VV.
Ai poeti non si spara : Vittorio Cottafavi tra cinema e televisione (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 COTT 80

Vittorio Cottafavi è stato uno dei cineasti italiani più prolifici e inventivi, e resta tuttavia uno dei meno conosciuti. Una lunga carriera fra cinema di genere e televisione (più di ottanta regie in quarant'anni) lo ha visto osannato dalla critica francese e spesso calpestato da quella italiana, poco disposta a riconoscere le qualità del cinema popolare anche quando affrontato con straordinaria energia narrativa e rigore stilistico. Melodrammi già tutti in chiave esistenzialista, come il capolavoro Traviata 53, si alternano a film storico-mitologici di grande respiro spettacolare, da Ercole alla conquista di Atlantide a I cento cavalieri. Per la televisione italiana Cottafavi è stato un pioniere, un innovatore di linguaggio e di forme, e l'autore di serie di largo successo (A come Andromeda, I racconti di Padre Brown, Con gli occhi dell'Occidente), film di fantascienza (Operazione Vega) e memorabili messe in scena dei tragici greci (Le Troiane, Antigone, I Persiani). Questo libro raccoglie saggi originali, una selezione dei principali contributi della critica francese e italiana, interviste inedite, i più significativi scritti critico-teorici del regista, una bibliografia e una filmografia critica per la quale sono state selezionate centinaia di articoli d'epoca.

205. AA.VV.
Ainu, antenati spiriti e orsi : fotografie di Fosco Maraini, Hokkaido (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1579

Fosco Maraini, da insaziabile viaggiatore e conoscitore del mondo, etnologo e orientalista, tra le sue molte esperienze professionali e umane, dagli anni Trenta del Novecento fino a dopo la metà degli anni Settanta ebbe l'opportunità di svolgere un'approfondita e dettagliata ricerca scientifica sulla cultura ainu, antica popolazione dell'isola di Hokkaido, nel nord del Giappone, le cui origini, incerte e dibattute, sono state studiate per anni da antropologi ed etnologi.

206. AA.VV.
Al cinema con la valigia : i film di viaggio e il cineturismo (2007)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

Lo spettatore cinematografico è un cinenauta che viaggia in modo vicario verso luoghi e mondi sconosciuti, talvolta mitici e mitizzati, come le grandi metropoli; tal altra esotici e inaccessibili. Viaggi vissuti surrettiziamente per tramite dell' identificazione in personaggi di finzione è vero, ma sempre e comunque prepotenti pungoli alla propria fantasia e alla soddisfazione del proprio immaginario inespresso. Partendo da questa funzione/capacità euristica del cinema di rendere "turistico" lo sguardo dello spettatore, il testo, da un lato, definisce e puntualizza le modalità con cui il cinema trasforma i paesaggi rappresentati, urbani e/o extraurbani, dall'altro analizza le complesse motivazioni psicologiche che hanno dato vita al fenomeno socio-culturale del Cineturismo, ovvero a quel particolare tipo di turismo stimolato e indotto dalla visione dei luoghi che il cinema "mette in scena".

207. AA.VV.
Aladdin and the enchanted lamp (2008)
Narrativa in lingua inglese (facilitato)
Segn.: 820 ALAD/----

In a city in Arabia there lives a boy called Aladdin. He is poor and often hungry, but one day he finds an old lamp. When he rubs the lamp, smoke comes out of it, and then out of the smoke comes a magical jinnee. With the jinnee's help, Aladdin is soon rich, with gold and jewels and many fine things. But can he win the love of the Sultan's daughter, the beautiful Princess Badr-al-Budur?

208. AA.VV.
Alain Tanner (2002)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 TANN 80

209. AA.VV.
Alba d'Aprile : aspetti della produzione giovanile di Riccardo Zandonai : atti del Convegno "La produzione musicale di Riccardo Zandonai fra tradizione e modernità", Rovereto, 8-10 settembre 2011 (2013)
(78) Musica
Segn.: 78.071 ZAND 80

Un secolo separa i nostri anni da quelli della giovinezza di Zandonai, e se quel periodo ci sembra a volte più remoto di quanto non sia è perché i documenti che ne parlano non sono molti né poco frammentari, e la musicologia postuma non si è dimostrata molto diligente nel recuperare le memorie ancora presenti nel vissuto di tanti testimoni d'epoca ormai scomparsi.

A riaprire il discorso sul giovane Zandonai si sta da tempo impegnando il Centro Internazionale di Studi a lui intitolato, che fin dalla sua nascita si è prefisso il compito di gettare nuova luce su quegli anni lontani riportando in vita titoli negletti, sviluppando il dibattito critico attraverso convegni e incontri, pubblicando contributi e adoperandosi nella promozione di esecuzioni musicali.

210. AA.VV.
L' alba delle droghe : contesti, culture, rituali (1997)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 301

211. AA.VV.
Albergo Arizona, 1955-1957, Lugano, Cantone Ticino, Svizzera : architetto Tita Carloni con Luigi Camenisch (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1780

Questo quarto numero dei Quaderni del corso di Bachelor “Sistemi e processi della costruzione” è dedicato a un progetto di Tita Carloni e Luigi Camenisch, l'Albergo Arizona di Lugano (1955-1957). Edificio sul quale gli allievi di secondo anno dell'Accademia di architettura, guidati dal professore Franz Graf, hanno svolto un esercizio che si è articolato nella raccolta e nell'analisi della documentazione originale, nel ridisegno dei piani costruttivi e nella produzione di assonometrie e modelli costruttivi in scala.
Una selezione del materiale raccolto per il corso – disegni originali e foto d'epoca – accanto a una lettura storica, a un'analisi strutturale e a una scelta degli elaborati degli studenti, compone questo opuscolo, che non solo vuole testimoniare la presenza sul territorio ticinese di un'architettura di valore, ma fornire anche agli operatori preposti alla sua salvaguardia spunti per eseguire in modo adeguato ogni intervento di manutenzione o restauro.

212. AA.VV.
Alberi : cinquantadue opere realizzate dai bambini delle Scuole dell'infanzia di Gemmo e Viganello-Albonago e dagli allievi delle Scuole elementari di Barbengo, Gerra e Bozzoreda (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4846

Anno dopo anno, il progetto «Dèibambini» accompagna il pubblico nella scoperta delle ragioni profonde della creatività infantile e sin dall'inizio si realizza in collaborazione con l'Istituto scolastico comunale di Lugano. Nella settima edizione, i bambini di due sezioni della scuola dell'infanzia (Viganello-Albonago e Gemmo) e di tre classi delle scuole elementari (Barbengo, Gerra, Bozzoreda) di Lugano, affiancati dai docenti e dal personale educativo del Museo delle Culture (MCL), si sono confrontati con gli alberi: alberi come concreta espressione della natura; come proiezione dei valori degli universi simbolici; come compagni silenti e fedeli della nostra vita. Il Museo cantonale di storia naturale ha aderito al progetto contribuendo allo svolgimento delle attività proposte alle classi. Nel corso di visite al Museo e di attività in classe, lungo un arco di tempo di sei mesi, i bambini hanno osservato gli alberi nel contesto che li alimenta, hanno esplorato e, spesso, «scoperto» le loro numerose funzioni, hanno studiato appassionatamente la miriade di forme che essi assumono, non solo nella natura, ma anche nel nostro linguaggio, nelle rappresentazioni visive e nei simboli delle culture. Giocando intimamente con la figura dell'«Albero Amico», i bambini hanno progressivamente familiarizzato con un universo vegetale sentito sempre più prossimo, facendo emergere desideri, bisogni, paure e sentimenti, che hanno trasferito nella realizzazione del dipinto di un albero (scuola elementare) e di due grandi sculture-albero cariche di doni (scuola dell'infanzia). Un universo vegetale, popolato di esseri che affondano le loro radici nella terra, nutrendosi senza sforzo nell'ambiente minerale ricco d'acqua, e che crescono col calore del sole, innalzandosi anno dopo anno verso il cielo. Per comparazione, i bambini hanno capito che l'uomo, invece, non ha radici, e si muove incessantemente nel disordine del mondo alla ricerca di una dimensione sempre nuova.

213. AA.VV.
Alberi di Natale (1996)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: BRLB 1694

Dedicato a chi ama cimentarsi nel fai da te - divertendosi a creare oggetti originali per abbellire la casa o da regalare - questo manuale contiene numerose proposte per realizzare addobbi e decorazioni natalizie di ogni genere.
I progetti presentati sono facilmente realizzabili utilizzando diverse tecniche: cartapesta, pittura, pasta al sale, découpage, fiori secchi, passamaneria, patchwork.

214. AA.VV.
Albert Anker : schöne Welt : zum 100. Todestag (2010)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: BRLB 4559

Wahrheit und Schönheit sind für Anker kein Widerspruch.
Der Maler nimmt das, was ihn berührt, ernst und verleiht ihm in seinem intimen und lichterfüllten Realismus einen harmonisch gestimmten Ausdruck. Er versteht es, sich in andere einzufühlen. Diese Empathie mit dem Individuum verleiht seinen Menschendarstellungen jene Glaubwürdigkeit, die über das Zeitbedingte hinaus auch heute unmittelbar anspricht und überzeugt.
Schöne Welt würdigt das vielfältige Werk Albert Ankers (1831- 1910), vergegenwärtigt die diversen Schaffensphasen und beleuchtet die charakteristischen Themen, für die der zentrale Schweizer Künstler so grosse Beliebtheit erlangt hat. Kaum ein anderer Maler vor und nach ihm hat sich so intensiv mit dem Motiv des spielenden und lernenden Kindes befasst wie er. Innerhalb der europäischen Kunst des 19. Jahrhunderts stehen Ankers Kinderdarstellungen einzigartig da.

215. AA.VV.
Alberto Camenzind : Architekt, Chefarchitekt Expo 64, Lehrer (1998)
(72) Architettura, Ticinensia
Segn.: BRLTB 817

Alberto Camenzind wurde 1959 als Chefarchitekt der Expo 64 nach Lausanne berufen. Unter seiner Leitung entstand in Abkehr von der üblichen Pavillon-Ausstellung eine «exposition multicellulaire». 1965 erfolgte die Berufung als Professor an die ETH Zürich. Mit seinem Œuvre hat Camenzind einen wichtigen Beitrag zu der als Tendenza weltweit beachteten Neuausrichtung der Tessiner Architektur in den 1950er Jahren geleistet.

216. AA.VV.
Alberto Giacometti : Begegnungen : Bucerius Kunst Forum, Hamburg, 26. Januar bis 20. Mai 2013 (2013)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: BRLB 4898

Die Ausstellung im Bucerius Kunst Forum widmet sich erstmals umfassend Giacomettis Portraitkunst. Sie durchzieht sein gesamtes Werk und zeigt seine Persönlichkeit und künstlerische Weltauffassung wie kein anderer Bereich seines Schaffens. Die über lange Jahre entstandenen Bildnisse seiner Familie und die Portraits von Künstlern und Philosophen seines Pariser Freundeskreises um Jean-Paul Sartre und Simone de Beauvoir führen den kreativen Prozess vor Augen. Das Gewebe menschlicher Verbindungen regte ihn zu immer neuer Auseinandersetzung mit Antlitz und Gestalt des Gegenübers an. So kam Giacometti nach surrealistischen Anfängen der Philosophie des Existentialismus nahe und übertrug diese auch in seine anonymen Portraits, darunter die überlängten schlanken Skulpturen – die Essenz seines Schaffens.

217. AA.VV.
Alberto Giacometti : non capisco né la vita né la morte : commemorazione del 50° anniversario della morte dell'artista (2016)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: 73/75 GIAC

218. AA.VV.
Alberto Martini : surréaliste : Bergamo, Palazzo della Ragione, Città Alta, 6.11.2004 - 6.1.2005 (2004)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: BRLB 3309

In Palazzo della Ragione 70 opere (dipinti a olio, acquerelli, tempere, pastelli, litografie, disegni a penna di china) documentano l'arte di un protagonista del surrealismo europeo a cinquant'anni dalla morte.

219. AA.VV.
Alberto Salvioni (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5759

Di Alberto Salvioni (Bellinzona 1915 – Rojales 1987) si conoscono invece bene le varie tappe di un percorso ricco di cambiamenti, ma dei contenuti di ogni fase rimane un'idea approssimativa.
Prendendo spunto da una serie di piccole, coloratissime tempere e pastelli dedicati al paesaggio vulcanico dell'isola di Lanzarote, dove il pittore soggiorna per due mesi nei primi anni ‘80, la terza tappa della mostra si concentra sul suo ultimo periodo spagnolo, forse il momento più felice della sua opera, di cui la serie di Lanzarote appare uno dei vertici. Viene quindi dato spazio ad alcuni temi prediletti dall'artista e ricorrenti negli ultimi anni: i già citati paesaggi di Lanzarote, la serie astratta delle “lenzuola”, le bagnanti, le composizioni a figura per decorazioni parietali, le piazze e i ben noti “orti”.
La mostra indaga l'estrema, fruttuosa stagione spagnola, in cui l'autore ritorna al suo innato senso della decorazione, unendo ironia a eleganza formale. La divisione per nuclei dà inoltre modo di apprezzare il modo di creare dell'artista: una continua variazione sul medesimo soggetto.

220. AA.VV.
Aldo Daccò : Gaggiano 1896 - Milano 1975 : un industriale tra professione, sfide sportive e mecenatismo (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5765

Industriale metallurgico e campione motonautico inizia da giovanissimo a lavorare. A soli 24 anni diventa Direttore Generale di una società del ramo e a circa 40 fonda LIASA, fonderia specializzata in leghe leggere altamente sofisticate. L'impresa ha così un grande successo, tale da dare lavoro fino a 200 dipendenti e anche da garantirgli notorietàinternazionale. Daccò si distingue anche per le doti sportive come motonautico, aggiudicandosi il primato mondiale assoluto nel 1930 e 1931.
Durante tutta la sua vita e carriera ha saputo unire alle singolari capacità di studio e di ricerca considerevoli doti umane di leadership, capacità manageriali, grande apertura di cuore e amore per la cultura, tutte doti che lo resero un imprenditore illuminato.

221. AA.VV.
Aleksandr Rodčenko (2011)
(77) Fotografia
Segn.: 77 RODC

L'avanguardia russa del Novecento è stata un fenomeno unico non solo nella cultura russa ma nel mondo intero. La sorprendente energia creativa espressa dagli artisti di questa età dell'oro alimenta ancora oggi i movimenti artistici contemporanei.
Aleksandr Rodčenko è stato indubbiamente uno dei principali generatori di idee creative di quella stagione straordinaria e ne ha rispecchiato alla perfezione la temperie spirituale. Nel 1924 la fotografia venne "invasa" da Aleksandr Rodčenko. Il risultato di questa invasione fu un fondamentale ripensamento della natura della fotografia e del ruolo del fotografo. Con l'introduzione del pensiero concettuale, da mero riflesso del reale la fotografia divenne così un mezzo per rappresentare visivamente costruzioni intellettuali dinamiche.
In ognuna delle serie fotografiche realizzate negli anni venti, Rodčenko si pose nuovi obiettivi creando veri e propri manifesti che illustravano la realtà e la vita trasformate dai principi artistici del costruttivismo. Sul finire degli anni trenta, spossato da critiche e persecuzioni, Rodčenko tentò un'analisi dell'esistenza e della pratica artistica, inclusa la propria, la cui evoluzione era in larga parte determinata dalla nascente estetica del Realismo socialista.
Nell'intera storia della fotografia russa della prima metà del Novecento, Aleksandr Rodčenko è il solo ad averci lasciato, attraverso la pubblicazione dei suoi articoli e diari, delle tracce uniche: le riflessioni artistiche di un fotografo-pensatore, testimone di un cataclisma storico che generò in lui un tragico conflitto tra presupposto cosciente e pulsione inconscia alla creazione.

222. AA.VV.
Alex Dorici : geometrie verticali (2018)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1838

La mostra dedicata ad Alex Dorici s'inserisce nel progetto Locarno Arte, giunto al sesto appuntamento, volto a valorizzare il talento di artisti del territorio e ad offrire loro l'opportunità di ottenere una definitiva consacrazione a livello museale.

Per la prima volta nell'ambito del programma, le sale sotterranee di Casa Rusca ospiteranno degli interventi site-specific.
Il protagonista è Alex Dorici (*1979), artista luganese impegnato da 10 anni nella realizzazione di installazioni che ridefiniscono e interpretano gli spazi.
L'esposizione, dal titolo Geometrie verticali, propone, oltre alle installazioni realizzate con nastro adesivo e corda, una serie di grafiche e di tele pittoriche, a dimostrazione della pluralità insita nell'arte di Dorici.
Il visitatore sarà posto al centro dell'opera d'arte stessa e avrà modo di comprendere e apprezzare un progetto di ricerca espressiva ben definito e in continua evoluzione.

223. AA.VV.
Alex Dorici. #9 Rooms [Museo Villa Pia, Porza, 07.05. - 08.10.2017] (2017)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1797

La Fondazione d'Arte Erich Lindenberg presenta, dal 7 maggio al 8 ottobre 2017 al Museo Villa Pia di Porza, la prima esposizione personale di Alex Dorici allestita in uno spazio istituzionale. La mostra, dal titolo #9 Rooms, si caratterizza per una serie di installazioni realizzate ad hoc per gli spazi espositivi del Museo.

Pittore, incisore e artista concettuale, Dorici è noto per le sue installazioni realizzate con materiali poveri tra cui carta, cartone da imballaggio, vetro, piastrelle in ceramica, cordame, tubi in PVC, nastro adesivo e altri materiali di scarto usati nell'industria, che interagiscono con l'architettura e lo spazio.
L'esposizione intende portare alla luce la coerenza del suo percorso, presentando l'artista nelle sue molteplici sfaccettature: dalle incisioni alle opere pittoriche fino alle installazioni che reinterpretano lo spazio del Museo. A complemento degli interventi proposti da Dorici, la mostra si apre con una serie dei Quadri spaziali di Erich Lindenberg, ponendo l'accento sulle ricerche condotte intorno ai temi dello spazio e della prospettiva; elementi che caratterizzano le opere dell'artista tedesco negli anni Novanta del secolo scorso.

In occasione dell'esposizione è stato redatto questo primo catalogo monografico con testo istituzionale e biografia a cura della Fondazione, arricchito da un testo critico di Guido Comis, curatore del Museo d'arte della Svizzera italiana (MASI) con sede al LAC e del critico d'arte Vito Calabretta.

224. AA.VV.
Alexandre le Grand : histoire et dictionnaire (2004)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: BRLA 35774

Au-delà des fables et des légendes, quel est cet homme à la destinée unique qui, de 334 à 323 av. J.-C., en à peine dix ans, change la face du monde et conquiert tout le territoire qui s'étend de sa Macédoine natale jusqu'aux rives de l'Indus ? Est-ce le conquérant qui, la nuit, tient près de lui une édition de l'Iliade corrigée de la main d'Aristote et se pense d'emblée en héros mythique? Ou celui qui affirme sa divinité pour mieux exercer sa domination? Ce philosophe en armes qui veut helléniser le monde et instaurer un espace géographique et politique nouveau où tous, Grecs et Barbares, vivraient sous la même loi de raison? Le stratège qui possède un sens inné de la guerre, l'idée de l'infini et de la démesure ?

225. AA.VV.
Alexandre Sokourov (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 SOKU 80

Reposant sur des sources d'informations inédites, ce volume se propose d'embrasser, dans une perspective de réflexion critique menée par des spécialistes confirmés, tous les aspects d'une oeuvre abondante - plus de 40 films en trente ans (1978-2008) - mais peu connue en France. Il s'ordonne en deux grandes parties : la première inscrivant l'itinéraire de Sokourov dans un contexte historique et politique et dans ses registres thématiques et esthétiques, confronté à l'histoire littéraire et à la culture russe. La deuxième, composée d'études approfondies des neuf films les plus significatifs, d'Une vie humble à Le soleil.

226. AA.VV.
Alias I : tutte le canzoni di Dirk Hamilton 1966-2009 (2009)
(78) Musica
Segn.: 784.76 HAMI

Il volume contiene tutte le traduzioni in italiano delle canzoni composte dal musicista statunitense Dirk Hamilton. Molto amato in Italia, dove ha ripreso la sua carriera alla fine degli anni '80, Dirk Hamilton ha pubblicato il suo primo disco nel 1976. La lettura dei suoi testi (con versione originale a fronte) permette di comprendere pienamente il mondo artistico di un autore assolutamente unico per coerenza e impegno individuale. Il libro è corredato da una introduzione del critico musicale Marco Denti, da una lunga intervista a cura di Mauro Eufrosini, da una discografia completa di Paride Guidetti e da un Cd audio inedito dove Hamilton reinterpreta alcune delle sue canzoni preferite.

227. AA.VV.
Alice : i giorni della droga (1974)
Narrativa straniera
Segn.: BRLNA 3840

228. AA.VV.
Alla luce del presente : relazioni, pratiche e mediazioni di donne (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4767

Ogni realizzazione traspone un effetto di desiderio. La cura di un libro non si sottrae a questa necessità: desiderio e impegno ne rendono possibile la pubblicazione. Le curatrici – Monica Cerutti-Giorgi, Franca Cleis e Karin Stefanski – hanno contribuito a diverso titolo, con indispensabile quanto singolare intento di propria passione, affinchè la cosa prendesse corpo in scrittura. Per la maggior parte dei testi, tutti rivisti e approvati dalle relatrici, si è voluto conservare il tono orale con cui sono stati espressi e farne testimonianza politica di pensiero e opera femminile. Sono co-autrici del quaderno tutte le persone che hanno partecipato agli incontri e coloro che hanno, avranno la volontà di leggerlo.

229. AA.VV.
Alpe Spluga : uno sguardo al futuro (2007)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4980

L'alpe Spluga si trova in cima alla valle di Giumaglio. Le undici cascine sono ubicate al centro di un grandioso paesaggio, un anfiteatro di vette che creano un favoloso mondo selvaggio e incontaminato, dove la pietra è presente nelle sue forme e strutture naturali più svariate, ma anche trasformata in tante scalinate e in cascine.

230. AA.VV.
Le Alpi : [il grande dizionario enciclopedico] (2007)
(910) Geografia
Segn.: 91(03)

Ogni pagina una scoperta, anche per i più smaliziati camminatori d'altura. Il Grande dizionario enciclopedico delle Alpi è una splendida occasione per conoscere da vicino, dalla A alla Z, un territorio straordinario: mille chilometri di valli e di vette - cerniera e non certo barriera della nuova Europa – fondamentali per l'equilibrio ecologico ed economico della civiltà urbana, per il nostro benessere, fisico e spirituale. Con un colpo d'occhio così, la montagna non l'avevamo mai vista: i dodici volumi (sette del dizionario e cinque dell'enciclopedia) contengono 3.400 voci e oltre duemila illustrazioni a colori e rappresentano un censimento colossale eseguito in cinque anni di lavoro da oltre 280 autori. Un'opera vibrante di storie, di genti e persone, di villaggi, città e cime, di paesaggi e cultura. Parla di territorio e ambiente, di geografia e storia, del patrimonio artistico e culturale, dello sport della montagna e, nell'ultimo volume, getterà anche uno sguardo verso il futuro di una regione che - come scrive il geografo Claude Raffestin - occorre guardare con occhi nuovi, abbandonando miopie e stereotipi.

231. AA.VV.
Alpi di Valmaggia : 1871-1971 (1971)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 3157

232. AA.VV.
Alpinismo su ghiaccio e misto (2011)
(79) Divertimenti e sport
Segn.: 79

Il manuale, oltre a trattare l'evoluzione delle tecniche di arrampicata su ghiaccio e dei materiali, descrive anche l'attività su terreno misto.
Si rivolge sia agli allievi che partecipano ai corsi base e avanzati organizzati dalle scuole di alpinismo e scialpiinismo del CAI, sia agli istruttori - come riferimento essenziale ai fini dell'uniformità didattica - così come a tutti coloro che già svolgendo questa attività vogliono approfondire la loro preparazione sulle tematiche inerenti le tecniche di progressione, l'attrezzzatura alpinistica, i sistemi di assicurazione, la preparazione e la condotta della salita.
Il testo è accompagnato da numerosi disegni e immagini che rendono estremamente dettagliata la descrizione delle conoscenze tecniche.

233. AA.VV.
Alsazia (2013)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/FRAN

6 itinerari per scoprire il meglio dell'Alsazia e 3 itinerari poco oltre frontiera, in Svizzera e Germania. 120 indirizzi selezionati. 18 carte di città e comprensori oltre alla carta stradale 1:1.000.000 per orientarsi con sicurezza tutte le informazioni pratiche essenziali per preparare un soggiorno ricco di scoperte e attività.

234. AA.VV.
Alta Capriasca : dimore, insediamenti, paesaggi : con gli esempi dei villaggi di Roveredo, Miera, Treggia, Bidogno e Albumo (2005)
Ticinensia
Segn.: TB 1148

235. AA.VV.
Alta Capriasca : dimore, insediamenti, paesaggi : con gli esempi dei villaggi di Roveredo, Miera, Treggia, Bidogno e Albumo (2005)
(72) Architettura, Ticinensia
Segn.: BRLTB 1148

Quali sono le relazioni funzionali e formali tra le dimore, gli insediamenti e il paesaggio? Come si possono rappresentare i diversi tipi di dimore, le regole che sottendono lo sviluppo delle strutture insediative e gli elementi caratterizzanti l'insieme dei paesaggi culturali? Il rpgetto di ricerca "Dimore-insediamenti-paesaggi" è stato concepito per rispondere a queste domande. Questa ricerca fa capo ai rilievi eseguiti dagli studenti di architettura della Scuola universitaria professionale di Basilea.

236. AA.VV.
Alta Leventina : Dalpe, Ritom, Airolo, Valle Bedretto (2007)
(910) Geografia
Segn.: 912(494.5)

Carta topografica è tratta da quelle dell'Ufficio Federale di Topografia in scala 1:25'000 ma con un'altra colorazione. Sulla carta sono indicati i sentieri principali, le capanne, gli alpeggi, ecc. Le carte sono stampate sui 2 lati così con un unico foglio si copre una zona particolarmente ampia. La linea "topografiche" da maggiori informazioni sulla topografia del luogo e permette di pianificare in modo più dettagliato le escursioni. Presenta le curve di livello e si appoggia alle cartine topografiche tradizionali in scala 1:25'000.

237. AA.VV.
Alta Vallemaggia : Lavizzara, Bavona, Robièi : Regione alto Ticino : topographic map (2008)
(910) Geografia
Segn.: 912(494.5)

Carta topografica tratta da quelle dell'Ufficio Federale di Topografia in scala 1:25'000 ma con un'altra colorazione e stampata sui 2 lati così da coprire con un unico foglio una zona particolarmente ampia. Indica i sentieri principali, le capanne, gli alpeggi fornendo maggiori informazioni sulla topografia del luogo e permettendo di pianificare in modo più dettagliato le escursioni.

238. AA.VV.
Altman racconta Altman (2007)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 ALTM 7

Premio Oscar alla carriera - ricevuto nel 2006 all'età di 81 anni - autore di capolavori come "M*A*S*H*", "Nashville", "I protagonisti", "America oggi", "Gosford Park", vincitore di una Palma d'oro, di un Orso d'oro, di un Leone d'oro e di un Golden Globe, Robert Bernard Altman è una pietra miliare della storia del cinema. Nella sua biografia, che sarà in libreria in occasione del primo anniversario della scomparsa avvenuta a Los Angeles il 20 novembre 2006, Altman ripercorre, dagli esordi come sceneggiatore fino a "Radio America", una carriera fortunata e ricca di riconoscimenti ma anche tormentata e faticosa.

239. AA.VV.
Alto Adige - Südtirol : tutti i colori del viaggio (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Una guida tascabile e ricca di illustrazioni per vivere al meglio un soggiorno in Alto Adige: i luoghi da non perdere, le bellezze naturali e le tradizioni più autentiche della regione.

240. AA.VV.
Alto Adige : Bolzano, Merano e le valli (2018)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Masi e castelli, laghi e guglie dolomitiche, piste da sci senza fine, funivie panoramiche, strade del vino e sapori mitteleuropei.
Nella corona dei Monti Pallidi si può camminare o pedalare intere giornate nel silenzio dei boschi, fare un bagno di fieno in alpeggio e poi finire la giornata sotto i portici di Bolzano, mischiandosi alla folla dei mercatini.

241. AA.VV.
Altre idee per la casa (1989)
(640) Economia domestica
Segn.: BRLB 822

Come ricoprire i cuscini, cucire una mantovana o decorare un'intera stanza : guide, diagrammi, misure e istruzioni per il taglio, indicazioni passo dopo passo per realizzare ciascun progetto.

242. AA.VV.
Amami : 17 storie d'amore dalla Svizzera (2012)
Letteratura svizzera, Ticinensia
Segn.: BRLTA 5181

"Le storie d'amore non sono storie sull'amore. Le storie d'amore sono storie su ciò che l'amore riesce a fare". (dalla prefazione di Peter Rüedi) L'antologia racchiude i racconti scritti da 17 autori svizzeri contemporanei: Peter Stamm, Alex Capus, Klaus Merz, Pedro Lenz, Anne Cuneo, Martin R. Dean, Charles Lewinsky, Franz Hohler, Sylviane Chatelain, Theres Roth Hunkeler, Jacques-Etienne Bovard, Thomas Hürlimann, Eveline Hasler, Oscar Peer, Giovanni Orelli, Daniel De Roulet, Andreas Münzner.

243. AA.VV.
Ambiente e società (2014)
(030) Enciclopedie generali
Segn.: 03

Il volume, diretto dal filosofo della scienza Telmo Pievani, offre un panorama di approfondimenti che presenta lo stato dell'arte sul presente e sul futuro dell'ambiente e della sua influenza sugli aspetti del vivere sociale e quotidiano.
Oltre venti saggi monografici, tutti firmati da specialisti del settore: le problematiche dell'inquinamento e dei rifiuti, il riscaldamento globale, gli eventi climatici estremi, la siccità. Ma anche le possibili soluzioni: l'agroecologia, lo sviluppo sostenibile, le economie alternative.

244. AA.VV.
Ambiente Svizzera 2015 : rapporto del Consiglio federale (2015)
(500) Scienze naturali
Segn.: BRLB 4772

Il rapporto Ambiente Svizzera 2015 fornisce una panoramica sullo stato e sull'evoluzione dell'ambiente nel nostro paese: traccia un bilancio delle misure adottate dalla Confederazione per migliorare la qualità dell'ambiente, mostra quali interventi sono ancora necessari, paragona i progressi della Svizzera con quelli fatti dai Paesi limitrofi e getta uno sguardo al futuro, riassumendo le prospettive ambientali per il 2030.

245. AA.VV.
Ambiguità : atti del Convegno internazionale organizzato dal Laboratorio interdisciplinare superiore di studi avanzati, Trieste 3-6 novembre 1992 (1996)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 34251/1-2

246. AA.VV.
Amburgo (2014)
(910) Geografia
Segn.: 91(089 AMBU

Amburgo è una delle città tedesche più ricche di storia e, insieme di progettualità.
Il suo importante porto sin dal Medioevo ha dato ai suoi abitanti agiatezza economica e uno sguardo sul mondo aperto e cosmopolita. L'Amburgo di oggi è una città ricca, dinamica, intraprendente, come testimonia l'ambizioso progetto di Hafen City, l'avveniristico quartiere nei pressi del vecchio porto, un must per gli amanti dell'architettura.
Amburgo è eleganza e piacevolezza, dalle boutique del centro, allo storico quartiere di Altona; dai giri in battello sull'Alster, fino al caratteristico quartiere collinare di Blankenese.
Amburgo è vita notturna e trasgressione, dalla pulsante Reperbahn all'alternativa Schanze. Con un ricco calendario di eventi, dai mercatini di Natale ai beach bar estivi, e tanta, tanta aria aperta, dal lungofiume ai parchi, ai laghi.

247. AA.VV.
Amca y su gente : trent'anni di solidarietà con il Centro America (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5790

“Dalle prime brigadistas internazionali inviate con urgenza in un Nicaragua allora devastato dalla guerra, fino ai ragazzi del servizio civile che oggi lavorano in un contesto politico relativamente stabile, passando per i cooperanti che, negli anni 1990, si confrontavano con un paese fortemente compromesso dalle politiche neoliberali di una coalizione corrotta e conservatrice: durante questi trent'anni abbiamo conosciuto, preparato e accompagnato quasi duecento volontari e volontarie. La storia del nostro impegno solidale con il Centro America non poteva che tenere in alta considerazione l'interscambio di volontari Nord-Sud, di idee e informazioni, di emozioni e ricordi. Qui raccolti per la prima volta, essi costituiscono forse il bacino essenziale delle esperienze – personali, collettive – che possiamo e vogliamo annoverare tra i traguardi della nostra attività associativa. Questo libro vuole non solo darne testimonianza attraverso i racconti delle persone che le hanno vissute in prima persona, ma si propone anche disporre le basi per una riflessione di più ampio respiro sulla questione del volontariato nell'ambito della cooperazione solidale.”

248. AA.VV.
America oggi : Cinema, media, narrazioni del nuovo secolo (2014)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(73)

I diciotto saggi qui raccolti, dedicati all'analisi di film e serie TV, intendono tracciare i contorni di una mappa sintomatica dell'America degli anni Zero e oltre. Un insieme di forme narrative e stilistiche, di autori e generi, di strategie produttive e convergenze mediali in grado di raccontare e mostrare alcuni aspetti dell'identità americana all'alba del nuovo secolo. La global Hollywood e la global America, che fanno implicitamente da sfondo ai testi e contesti convocati in queste pagine, non solo non rimuovono la necessità di fare i conti con l'essere americani, con la Storia della Nazione, con la sua ideologia, ma anzi la rilanciano all'ennesima potenza, dopo il trauma dell'11 settembre che viene quasi subito a segnare indelebilmente gli anni Zero; un trauma che si è immediatamente posto come major event, sia in senso fattuale che simbolico, costituendo una soglia rispetto alla quale ogni riflessione e ricognizione sull'americanness, per tutto il decennio successivo, sino a oggi, si è, almeno implicitamente, misurata.

Con saggi di: Giaime Alonge, Pier Maria Bocchi, Paola Brembilla, Giulia Carluccio, Andrea Chimento, Lorenzo Donghi, Riccardo Fassone, Leonardo Gandini, Luca Malavasi, Giacomo Manzoli, Andrea Mattacheo, Attilio Palmieri, Guglielmo Pescatore, Mariapaola Pierini, Matteo Pollone, Roy Menarini, Hamilton Santià.

249. AA.VV.
American stranger : il cinema di Monte Hellman (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 HELL 80

Dove conduce il cinema di Monte Hellman? E da quali premesse va fatto partire? La sua carriera dura da cinquantanni, e con pochi film realizzati (alcuni però entrati di diritto nella storia del cinema e della cultura americana 'moderna': Le colline blu, La sparatoria, Strada a doppia corsia), si è svolta sotto il segno di un'originalità impermeabile a ogni definizione. Da un lato l'apprendistato con Roger Corman e una contiguità con la New Hollywood dei Coppola e Bogdanovich, dall'altro lo sviluppo di un'esperienza che segna un netto scarto rispetto agli esiti del 'nuovo cinema americano'. Irregolare all'interno di un cinema che già stava sovvertendo le regole, Monte Hellman è Vamerican stranger, l'americano esiliato dal suo contesto originario: legato al cinema di genere e spesso di serie B, ma anche troppo intellettuale per essere inquadrato nel cinema commerciale. Non a caso un americano in fuga verso l'estero, come Welles costretto a un continuo vagabondaggio tra i cinema di mezzo mondo (America, Europa, Asia). Attraverso una serie di saggi originali, la riproposta di alcune delle più importanti interviste realizzate negli ultimi trent'anni, un omaggio di Quentin Tarantino e una filmografia critica, questo libro propone un'ampia riflessione su un cineasta che ha saputo rivisitare i luoghi classici dell'immaginario americano (il western, la frontiera, la violenza, il road-movie) nella luce inedita offerta dalla letteratura dell'assurdo e dalla filosofia esistenzialista.

250. AA.VV.
Americana : storie e culture degli Stati Uniti dalla A alla Z (2012)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 973

Ci sono motel, grattacieli, diner, drive-in, fast food, ponti, parchi, battelli a vapore. Ci sono metropoli, ghetti, piccole città e città fantasma. Ci sono treni, taxi gialli e aquile solitarie. Ci sono orsi, orsetti, trote e alligatori. Ci sono toffolette, apple pie, hamburger e hot dog, ziti e zeppole. Ci sono cowboy, telepredicatori, wobblies e flappers, quaccheri e mormoni. Ci sono Peanuts, Simpson, Barbie, nerd, supereroi e ufo. Ci sono i re Elvis e Michael, Charlie Parker, Dolly Parton e Billie Holiday. Ci sono Hollywood e Broadway, Dallas e E.R., Walker Evans e Edward Hopper, Dean Moriarty, Huck Finn, Gatsby, Achab e Rossella. E poi femministe tenaci, capi tribù, intellettuali radical, esploratori coraggiosi, scienziati visionari. Ma anche ammutinamenti di schiavi, massacri di indiani, battaglie coloniali, guerre sanguinose, lotte operaie, movimenti di protesta, scandali politici, armi, stragi, catastrofi ambientali. È l'America delle grandi città, certo, ma anche delle isole, dei luoghi isolati e sperduti, delle "cinture" della Bibbia e del cotone, delle aree postindustriali e postminerarie. È l'America dei deserti e del Mississippi, delle praterie e della Silicon Valley, della Route 66 e di Roswell, delle frontiere di ieri e di oggi. Ma poi, che cos'è l'"America"? Da che parte sta? A queste domande cerca di rispondere "Americana", dizionario atipico di più di trecento voci a stelle e strisce.

251. AA.VV.
Amicizia con la terra : la Via degli Indiani d'America (1995)
Letteratura nordamericana
Segn.: AMIC/----

Una raccolta sulla saggezza e sulla spiritualità degli Indiani d'America. Orso in Piedi, Alce Nero, Ta-tanga Mani, Momaday e Ohiyesa sono solo alcuni degli autori qui chiamati a testimoniare il profondo amore per la natura e il grande rispetto per la vita che il popolo pellerossa sa esprimere. Accompagnati dalle suggestive fotografie d'epoca di Edward S. Curtis, i pensieri e la saggezza degli Indiani d'America ci rivelano un mondo spirituale assai ricco e profondo.

252. AA.VV.
Amsterdam (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMST

La maggior parte delle attrattive si trova nel centro di Amsterdam. L'Oude Zijde e la Nieuwe Zijde constituiscono i due nuclei dell'antica città medievale, mentre la zona dei musei, che racchiude i tre principali musei nazionali, si sviluppò nel XIX secolo. Nel mezzo si trova la cerchia dei canali, con i numerosi edifici del "secolo d'oro" di Amsterdam, mentre il Plantage, un tempo area verde della periferia, ospita oggi i giardini zoologico e botanico.

253. AA.VV.
Amy Winehouse (2011)
(78) Musica
Segn.: 784.76 WINE

Un omaggio all'interprete recentemente scomparsa, un piccolo libro fotografico commentato con pochi testi e una breve biografia che rappresenta il nostro modo di salutare una voce autentica del panorama musicale contemporaneo.

254. AA.VV.
L' anatomia per il cantante : guida anatomica per conoscere il proprio strumento (2012)
(610) Medicina, (78) Musica
Segn.: 784

"L'idea alla base di questa pubblicazione è stata ed è, quella di fornire uno strumento in più a chi si avvicina allo studio del canto, per tanto mi auguro che chi lo leggerà potrà trarne beneficio. L'obiettivo era di concentrare in un solo scritto tutte le nozioni anatomo/fisiologiche che possono essere utili per comprendere meglio la tecnica vocale e gli esercizi ad essa associati."
Angela Castellani

255. AA.VV.
L' Ancienne Brasserie Müller à Neuchâtel (2016)
(7) Arte
Segn.: BRLA 7474/984

Pavillon de plaisance, maison de campagne, brasserie et centre culturel, le site de l'Evole a connu d'innombrables transformations et vocations durant ses 450 ans d'histoire. Comment comprendre cette imbrication de volumes, dont les façades, les ouvertures et les matériaux sont parfois difficiles à déchiffrer ? Quelle complicité la tourelle du XVIe siècle entretient-elle avec la grande cheminée industrielle ? Quelles activités ce site abritet- il aujourd'hui ? Comment expliquer la coexistence de morceaux d'anciennes cuves à bière et d'un art de rue très contemporain ? « Blondes et brunes », que signifie le cycle de peintures de Charles L'Eplattenier ? Un passionnant volet d'histoire neuchâteloise à découvrir au fil de ce petit guide.

256. AA.VV.
Ancona e provincia : il Conero, Senigallia, Jesi, Loreto, le grotte di Frasassi (2004)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Ancona ponte tra Occidente e Oriente; Jesi e il vino dei castelli; i capolavori di Lorenzo Lotto; le spiagge sabbiose di Senigallia e quelle rocciose del Conero, il santuario di Loreto, luogo di fede e "summa" di arte rinascimentale; la natura straordinaria delle grotte di Frasassi: questo e molto di più nei sette itinerari che percorrono ogni angolo del territorio provinciale.

257. AA.VV.
And now the good news : opere dalla collezione Annette e Peter Nobel = works from the Annette and Peter Nobel collection : MASI, Museo d'Arte della Svizzera Italiana, Lugano, 29 maggio-15 agosto 2016 (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1757

Il giornale è probabilmente uno degli oggetti nei quali più di ogni altro si incarna lo spirito della vita moderna. Dalla seconda metà dell'Ottocento, gli articoli e le immagini pubblicate sulla stampa scandiscono il ritmo della nostra quotidianità e definiscono il nostro rapporto con lo scorrere del tempo e con le vicende del mondo. Vicende che con il passare del tempo possono diventare sempre più minuscole e insignificanti fino a dissolversi nell'oblio o che al contrario si trasformano nei grandi eventi epocali che segnano i passaggi della storia

Non è dunque un caso, se nell'intreccio sempre più inestricabile tra arte e vita che i movimenti artistici del primo Novecento hanno inaugurato, il giornale sia diventato uno dei soggetti privilegiati delle sperimentazioni linguistiche a partire dalle quali gli artisti hanno interrogato la realtà.
L'uso che da allora gli artisti hanno fatto della carta stampata, quale soggetto, supporto, elemento compositivo o referente concettuale, è alla base della collezione riunita dai coniugi Peter e Annette Nobel nell'ultimo quarto di secolo. Una raccolta, che partendo dalle opere di esponenti del cubismo, del dadaismo e del surrealismo, e proseguendo con alcuni dei principali rappresentanti delle neoavanguardie degli anni Sessanta, giunge fino ai nostri giorni, includendo alcune delle figure di primo piano del panorama artistico contemporaneo.

Questa pubblicazione è corredata dalle immagini a colori di tutte le opere in mostra, unitamente ai contributi critici dei curatori Elio Schenini e Christoph Doswald, oltre ai testi del filosofo francese Jean Baudrillard, dell'artista svizzero Thomas Hirschhorn e alla prefazione del direttore del museo Marco Franciolli.

258. AA.VV.
Andalusia (2010)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/SPAG

Segnata da una storia di indigenza e povertà e dalle profonde radici islamiche, l'Andalusia è forse una delle regioni più culturalmente lontane dall'Europa occidentale. Terra di flamenco, fieste e tauromachia, questa regione offre all'Europa un patrimonio, d'origine tanto spagnola quanto moresca, in cui sono annoverati artisti tra i più illustri della nostra cultura, quali Vélazquez, Picasso e Federico García Lorca. La bellezza dell'Andalusia si coglie nell'esotismo dei palazzi islamici, nei minuscoli villaggi senza tempo, negli aspri paesaggi montuosi e sulle lunghe spiagge. A Siviglia e Málaga l'aperitivo si serve a mezzanotte e dà l'avvio alla palpitante notte andalusa. Feste, escursioni, tintarella e cultura: l'Andalusia è il luogo ideale per le vacanze.

259. AA.VV.
Andrej Tarkovskij e la musica (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 TARK 80

Aprire un discorso sulla musica e Andrej Tarkovskij non è facile. Troppe le difficoltà e le insidie che tale ricerca comporta, con le continue ramificazioni che ripetutamente si aprono ogniqualvolta si tenta di circoscrivere i diversi problemi che via via affiorano. Nei propri film, infatti, Tarkovskij ha operato delle scelte musicali destinate inevitabilmente a porsi come magistrali, a divenire dei veri e propri exempla a cui guardare con stupore e ammirazione. Basti pensare al suo singolare utilizzo dei repertori classici, quelli bachiani in primis, che ripetutatmente attraversano i suoi capolavori; oppure all'altrettanto significativo, e pionieristico, uso della musica elettronica, grazie al felice sodalizio creato con uno dei compositori maggiormente rappresentativi dello Studio Sperimentale di Musica Elettronica di Mosca, Edvard Artem'ev.

260. AA.VV.
Andrzej Wajda : il cinema, il teatro, l'arte (2004)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 WAJD 80

Andrzej Wajda (1926) è fra le figure più interessanti del secondo '900 polacco. Regista di teatro e di cinema, disegnatore, professore onorario ASP (Accademia delle Belle Arti di Cracovia), è stato presidente dell'Associazione dei cineasti polacchi e docente alla Scuola di Cinema di Lodz. Nel clima di rinnovamento che pervade l'Est europeo a metà degli anni '50, in Polonia sono autori quali Andrzej Wajda, Andrzej Munk, Wojciech Has e Jerzy Kawalerowicz a rapportarsi, attraverso il cinema (e, nel caso di Wajda, anche il teatro) in maniera problematica e originale con la realtà contemporanea. L'inquietudine esistenziale si trasforma in strumento per la comprensione della realtà sociale e l'analisi della storia.

261. AA.VV.
Angelo Monotti : fotografo ticinese dell'Ottocento (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1526

Nata dalla collaborazione tra il Museo Cantonale d'Arte e l'Archivio di Stato del Cantone Ticino, l'esposizione propone una rivisitazione dell'opera di Angelo Monotti (Cavigliano, 1835-1915), pioniere della fotografia nel Ticino, attraverso sessantacinque stampe originali e ventiquattro ristampe eseguite a partire dalle lastre originali. Nella mostra sono stati integrati anche sei scatti di Valentino Monotti, figlio di Angelo e pure fotografo a cavallo tra il XIX ed il XX secolo. L'esposizione prende le mosse dall'archivio di Angelo e Valentino Monotti, pervenuto sino a noi - fatto eccezionale per un archivio fotografico ottocentesco - grazie alla sensibilità dei discendenti dei Monotti. Depositato dal 2008 presso l'Archivio di Stato, dove è stato risanato e catalogato con il sostegno di Memoriav. Esso è composto di quasi 2500 documenti fotografici, di cui oltre 600 attribuiti ad Angelo (222 negativi su vetro e 387 stampe) e circa 1800 al figlio Valentino. La mostra permette di ripercorrere l'intera attività fotografica di Angelo Monotti. Egli si avvicina alla fotografia a Livorno, città nella quale emigra come ebanista nel 1853. Dopo aver lavorato nello studio di Giuseppe Marzocchini, nel 1860 apre il proprio atelier, dedicandosi prevalentemente alla ritrattistica commerciale, di cui la mostra rende conto nella sua parte introduttiva, e facendo suoi i canoni estetici della fotografia dell'epoca. Accompagnato da questo bagaglio tecnico e artistico, sul finire degli anni Sessanta del XIX secolo ritorna a Cavigliano, dove nel 1874 apre uno studio, conosciuto come la "Galleria" e dove opera sino alla sua scomparsa. La produzione "ticinese" di Angelo Monotti si struttura attorno a tre assi principali, che si riflettono anche nella struttura espositiva: i ritratti, le vedute di paesaggio e gli scatti dedicati alle opere pubbliche realizzate nel Ticino sul finire dell'Ottocento, in particolare alla costruzione della strada delle Centovalli. Proprio queste tre linee direttrici ci consentono di apprezzare sia le specificità della produzione di Monotti sia gli elementi che al contrario lo accomunano ai suoi colleghi contemporanei, inducendo diverse considerazioni sulla vita e sul ruolo del fotografo nella fase "pionieristica" della fotografia.

262. AA.VV.
L' angelo, l'orso e la luna : 28 storie della buona notte (2008)
Fumetti per tutti, Narrativa per bambini (dai 3 anni)
Segn.: BRLF 1579

I bambini vogliono sèmpre "un'altra storia" prima di addormentarsi ed ecco un libro pieno di storie della buona notte che li accontenterà di sicuro. Sono tanti racconti di autori diversi illustrati da ÈveTharlet.

263. AA.VV.
L' angioletto e Babbo Lepre (2007)
Narrativa per bambini (dai 5 anni), Narrativa straniera
Segn.: BRLF 1402

Ventiquattro racconti di Natale, uno per ogni giorno dall'inizio di dicembre. Alcuni tra i più celebri autori e illustratori, in un'opera a cura di un'autrice per l'infanzia, Brigitte Weninger: una storia nuova ogni giorno, perché, come dice Babbo Lepre, "Una bella storia non stanca mai!".

264. AA.VV.
L' anima appassionata (2005)
(150) Psicologia
Segn.: BRLA 34247/2005

L'anima appassionata di cui qui si parla è quella che si manifesta oltrepassando i limiti e la misura che il costume e i valori condivisi impongono. L'opera ospita saggi di vari autori, che hanno trattato questo argomento, tra cui: Capriles, Garcia Lorca, Corbin, Finiello Zervas e Donfrancesco. Il volume contiene anche alcune poesie estreme di Margherita Guidacci.

265. AA.VV.
L' anima dei poeti : quando la canzone incontra la letteratura (2004)
(78) Musica
Segn.: 78:8

I testi delle canzoni, le parole degli autori più noti, in un omaggio musicale alla letteratura. Al Premio Tenco, la manifestazione dedicata alla canzone d'autore, si fondono musica e poesia, s'incontrano personaggi che hanno fatto la storia della canzone e della letteratura. Questo libro raccoglie, tra gli altri, gli interventi di: Vincenzo Cerami, Sergio Endrigo, Francesco Guccini, Morgan, Gianni Mura, Marco Paolini, Fernanda Pivano, Roberto Vecchioni. Il volume contiene un testo inedito di Patti Smith "Le nuvole di Sanremo"

266. AA.VV.
L' anima del segno = L'âme du signe : Hartung, Cavalli, Strazza : Museo Civico Villa dei Cedri, Bellinzona, [8.X.2016 - 29.I.2017] (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1770

Il volume propone il dialogo fra l'opera di tre importanti pittori e incisori di area informale legati all'astrazione.
L'anima del segno considera l'importanza della struttura dell'immagine e del dialogo fra le diverse tecniche del disegno e dell'incisione e della pittura. Il confronto stimolante fra i tre artisti suscita affinità e corrispondenze, ma soprattutto delinea il loro carattere individuale.

267. AA.VV.
Gli animali domestici delle Alpi (2017)
(590) Zoologia
Segn.: 59

Da sempre le Alpi sono territorio di allevamento e di pastorizia: oltre metà delle 150 razze di animali domestici presenti in Italia ha origine sull'arco alpino, e nel corso dei secoli uomini e animali hanno modellato l'ambiente dando origine a paesaggi e culture che restano unici al mondo.

Le 58 schede di questa guida accompagnano gli escursionisti alla scoperta delle razze bovine, ovine e caprine presenti sulle Alpi italiane, ma anche del loro ambiente di allevamento, dei prodotti ottenuti da latte, carne e lana e del folklore e delle tradizioni legati a questi animali.

La guida, che dedica spazio anche a cavalli, asini e suini, è inoltre un grido di allarme contro il rischio di estinzione di tante razze ormai ridotte allo stato di reliquia e allevate con tenacia solo da alcuni pastori, preziosi custodi di tradizioni secolari che rischiano di scomparire assieme agli animali. Un invito, quindi, alla scoperta di un aspetto poco conosciuto della cultura e della natura delle Alpi, e un monito per la salvaguardia di un patrimonio unico.

268. AA.VV.
Animali in giallo (2015)
Letteratura inglese, Romanzo noir/thriller/giallo/poliziesco/spionaggio
Segn.: ANIM/----

Segugi con un fiuto per il crimine da fare invidia ai migliori detective, gatti e furetti coinvolti in casi di omicidio, pappagalli che risolvono intricati misteri. Uno zoo di racconti per conoscere il volto bestiale del giallo. Patricia Highsmith preferisce le capre, Ellery Queen ha una passione per i gatti, Arthur Conan Doyle adora i cavalli e Raymond Chandler i pesci rossi. Edgar Allan Poe si concentra su un insospettabile orango, mentre Agatha Christie ci fa capire quanto i delitti bestiali possano portare alla follia. Undici grandi scrittori. Undici insoliti personaggi. Undici storie che ci mostrano il lato più oscuro, e arguto, dei nostri amici animali.

269. AA.VV.
Animali terapeuti : manuale introduttivo al mondo della pet therapy (2013)
(610) Medicina
Segn.: 61

L'animale, con la sua capacità di comunicare e stabilire un legame con l'uomo, ha le potenzialità per essere un vero e proprio supporto emozionale. L'interazione con i pets (animali da compagnia) è sempre più utilizzata in interventi svolti in contesti sia terapeutici sia educativi sia ludici. Nonostante il crescente interesse per questi approcci innovativi a valenza terapeutica, il campo degli Interventi assistiti con gli animali, comunemente noti come pet therapy, manca di una teoria unitaria, ampiamente accettata ed empiricamente supportata, per spiegare come e perché la relazione con un animale possa agire positivamente sulla salute.
Partendo dalle esperienze più significative in questo campo, il manuale esamina le potenzialità di impiego degli animali domestici come opportunità di arricchimento psicofisico nella vita di individui caratterizzati da fragilità emozionale (quali i bambini affetti da deficit dello sviluppo o l'anziano istituzionalizzato). Considerati l'interesse per l'argomento e la mancanza di un quadro normativo di riferimento, questo libro diviene di primaria importanza per la promozione di standard metodologici, al fine di tutelare la salute umana e il benessere animale.

270. AA.VV.
Animation Now! (2007)
(791) Cinema
Segn.: 791.43-253

271. AA.VV.
Animation now! (2004)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1

272. AA.VV.
Anime nere (2007)
Letteratura italiana, Romanzo noir/thriller/giallo/poliziesco/spionaggio
Segn.: ANIM/----

"Abbiamo incontrato il Nemico" fu costretto ad ammettere un grande saggio "e il Nemico siamo noi." Nulla potrebbe essere più sinteticamente, dannatamente valido per descrivere le storie concentrate in "Anime Nere". Dal paradiso della crudeltà al collasso della giustizia, dalla vendetta servita sotto ghiaccio secco alla malasanità-spettacolo, dai disastri del terrorismo al terrorismo dei media, dalla morte in diretta al vampirismo dei telefoni cellulari, alcuni tra i più famosi autori italiani del thriller, del noir e dell'horror presentano - a ruota libera e all'estremo della crudeltà altrettante micidiali esplorazioni del lato oscuro dell'uomo. Guidata da Valerio Evangelisti, Loriano Macchiavelli, Sandrone Dazieri, Raul Montanari, Stefano Di Marino, Claudia Salvatori, "Anime Nere" schiera una vera e propria squadra di demolizione specializzata in colpi bassi. Storie della tenebra da divorarsi senza esitazione. Prima che siano loro a divorare noi.

273. AA.VV.
Anime perdute : il cinema di Miike Takashi (2006)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 TAKA 80

Il volume contiene, oltre a una ricca sezione di strumenti bibliografici e filmografici, un'intervista inedita e saggi di specialisti come Tom Mes, Mark Schilling, Olaf Moller, Shiota Tokitoshi, Yomota Inuhiko, Roberta Novielli, Pier Maria Bocchi, Giona A. Nazzaro, Aaron Geerow.

274. AA.VV.
Anita Spinelli : [Villa Ciani, Lugano, 18 ottobre 2008 - 1 marzo 2009] : [catalogo] (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5494

La mostra antologica dedicata ad Anita Spinelli ripercorre il lavoro dell'artista ticinese attraverso un centinaio di opere realizzate nell'arco di tempo che dal periodo della formazione braidense giunge fino ai nostri giorni. Anita Spinelli,emblematica per la tenuta e la qualità della sua lunga azione estetica, è infatti tra le rare artiste ticinesi già attive nella primametà del XX secolo.

275. AA.VV.
Anna Comba pittura cinema pittura (2003)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:7

276. AA.VV.
Anni 70, gli anni d'oro della musica [Musica a stampa] : 70 successi indimenticabili (2007)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

277. AA.VV.
Anni 80, gli anni d'oro della musica [Musica a stampa] : 60 successi indimenticabili (2006)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

278. AA.VV.
L' anno in cui non siamo stati da nessuna parte : il diario inedito di Ernesto "Che" Guevara in Africa (1994)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: BRLA 11487

Paco Ignazio Taibo II e i due giornalisti cubani Froilan Escobar e Félix Guerra ricostruiscono il resoconto giornaliero stilato da Ernesto Che Guevara durante la sua avventura africana, arricchendolo delle testimonianze di altri diciotto protagonisti. E' la storia della spedizione e della guerriglia in Congo della colonia cubana guidata dal Comandante, nel tentativo di liberare il paese oppresso dal colonialismo belga e dalla dittatura sanguinaria, prima di Ciomé e poi di Mobutu. Nel diario, accanto alla storia della difficile operazione militare, destinata al fallimento, affiora l'aspetto profondamente umano di quell'esperienza.

279. AA.VV.
L' anno in Svizzera : CH 2009 (2009)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 949.4

Il 2009 in Svizzera e nel mondo raccontato con parole e immagini : i momenti salienti, i grandi mutamenti epocali ma anche i fatti minuti del vivere quotidiano.

280. AA.VV.
L' anno in Svizzera : CH 2010 : il 2010 in Svizzera e nel mondo (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 949.4

La rassegna degli avvenimenti salienti dell'attualità regionale, nazionale e internazionale: i grandi eventi mondiali ma anche i fatti minuti del vivere quotidiano.

281. AA.VV.
L' anno in Svizzera : CH 2011 (2012)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 949.4

Un' opera che consente di ripercorrere i momenti salienti del 2011 per quel che concerne l'attualità regionale, nazionale e internazionale: i grandi eventi mondiali ma anche i fatti minuti del vivere quotidiano.

282. AA.VV.
Anoressia mentale dell'adolescenza : rilevamento e trattamento medico-psicologico integrato (1994)
(150) Psicologia
Segn.: BRLA 12141

Tra i disturbi del comportamento alimentare (DCA), l'anoressia mentale è la forma più grave e impegnativa da cui possono originarsi anche le altre, soprattutto la bulimia. Fenomeno sociale e culturale del nostro tempo con radici antiche, ha subito in questi ultimi anni un notevole incremento. L'interazione di processi psichici e somatici, che complicano i quadri clinici, richiede il riconoscimento del senso psichico della malattia, perché possa essere effettuato un trattamento del disturbo alimentare. In pratica il volume intende: offrire una visione culturale dell'anoressia, indicare modelli teorici, diagnostici e terapeutici, fornire degli indicatori predittivi di rischio, utilizzabili per il precoce rilevamento della malattia.

283. AA.VV.
Anthology [Musica a stampa] (2008)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

284. AA.VV.
Anthology violin & piano : classical duets (2014)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

Titoli: Adagio (Albinoni), Caro mio Ben (Giordani), Die Forelle (Schubert), Jubilemus Salvatori (Albrechtsberger), Heiligste Nacht (Haydn), Habanera (Bizet), Lauda Sion (Haydn), Largo (Dvorak), Marcia Trionfale (Verdi), Ombra mai fu (Handel)

285. AA.VV.
L' antico al cinema (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:930

Tra le fonti più importanti di argomenti e spunti narrativi fin dagli esordi del muto, la storia antica tiene a battesimo un genere, "il cinema storico", che ha attraversato tutto l'arco del Novecento. E proprio il filone della storia classica, il più potente motore dell'affermazione della cinematografia italiana nel periodo che precedette la prima guerra mondiale, attecchì soprattutto in America, riuscendo a conseguire un successo indiscusso presso il pubblico dell'intero pianeta. Oltre a documentare la circolazione del mito dell'antica Roma, i contributi raccolti nel volume, che vede assieme antichisti e storici del cinema, testimoniano del valore culturale del cinema storico sia sul piano della divulgazione scientifica sia come deposito insostituibile di memorie individuali e collettive.

286. AA.VV.
Antologia di cinema e storia : riflessioni, testimonianze, interpretazioni (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:930

L' opera vuole dar conto del complesso rapporto che da sempre lega il cinema alla storia. Attraverso le riflessioni di studiosi, il modo di costruire il racconto per immagini, le testimonianze di protagonisti (Rosi, Monicelli, Pirro, Guerra, Sordi, P. Taviani, Martone, ecc.) si esamina come la storia ha preso forma sullo schermo.

287. AA.VV.
Antologia di cronaca del Monte Verità (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4738

Un'antologia di scritti che racconta, con linguaggio giornalistico, l'affascinante storia della collina divenuta famosa in tutto il mondo all'inizio del secolo scorso.

288. AA.VV.
Antologia personale di Vittorio Gassman : poesia italiana dell'Ottocento e del Novecento (2005)
Audiolibro, Letteratura italiana
Segn.: ANTO/----

Il cofanetto contiene un'antologia di poesie di autori italiani - da Foscolo a Leopardi, da Gozzano a Pascoli e D'Annuzio - e quattro Cd dove le stesse poesie vengono recitate da Vittorio Gassman, Franca Nuti, Roberto Herlitzka, Lina Sastri, Franco Giacobini, Ludovica Modugno, Paila Pavese e Paolo Giuranna.

289. AA.VV.
Antonio Brioschi e il nuovo stile musicale del Settecento lombardo : atti del convegno internazionale, Alessandria, 20-21 settembre 2008 (2010)
(78) Musica
Segn.: 78.071 BRIO 84

L'importanza di Milano e della Lombardia nella geografia e nella cultura musicale del Settecento europeo si lega significativamente alla musica strumentale e, in particolare, allo sviluppo della sinfonia.
La sfida proposta dagli atti di questo convegno parte dal ruolo di Antonio Brioschi per coinvolgere, in una complessiva riconsiderazione del Settecento strumentale lombardo, gli altri autori fautori di un 'nuovo' stile di rilevanza europea.

290. AA.VV.
Antonio Pietrangeli : il regista che amava le donne = Antonio Pietrangeli : the director who loved women (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 PIET 80

Un volume dedicato al regista Antonio Pietrangeli curato da tre dei maggiori studiosi e giornalisti cinematografici italiani. Nella storia del cinema sono certamente tre i film che rendono Pietrangeli un regista da non dimenticare: "Io la conoscevo bene", "La visita" e "La parmigiana". Questo libro permette di conoscere meglio la sua filmografia e il suo talento paragonabile ai grandi autori del cinema italiano anni Sessanta.

291. AA.VV.
Antropologi in città (2011)
(390) Etnografia, consuetudini e costumi
Segn.: 39

Negli ultimi decenni non sono pochi gli antropologi che hanno indagato contesti urbani. Alla luce del sempre più rapido processo di urbanizzazione che avviene su scala mondiale, l'antropologia è sicuramente una delle discipline più attrezzate in termini metodologici e teorici per dar conto dell'altrove urbano attraverso uno sguardo etnografico e comparativo capace di cogliere le somiglianze e le differenze fra le forme di vita. Il volume raccoglie contributi scritti da antropologi italiani concernenti le proprie ricerche condotte in città molto diverse e distanti fra loro (Timbuctu, Kinshasa, Bombay/Mumbai, Hargeisa, Nouméa, Paris, Libreville, Sarajevo, Tokyo, Rio de Janeiro). Lo studio di "altre" città permette di aprire finestre importanti sul mondo e indagare temi e problematiche della vita urbana che uno sguardo esclusivamente rivolto alle "nostre" città non permetterebbe di dipanare con pari incisività.

292. AA.VV.
Antropologia culturale : i temi fondamentali (2018)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 301

Il testo fornisce una panoramica introduttiva all'antropologia culturale e ai dibattiti contemporanei che caratterizzano questa disciplina attraverso una serie di parole-chiave: cultura/culture, comparazione/etnografia, percezione/conoscenza, cosmologie/sociologie, identità/appartenenze, mobilità/migrazioni, globalizzazione, diversità e relativismo.
Questi temi sono presentati nella forma di una selezione antologica di brani di importanti autori italiani e stranieri, tra i quali Lila Abu-Lughod, Jean-Loup Amselle, Arjun Appadurai, Philippe Descola, Ugo Fabietti, Maurice Godelier, Tim Ingold, Aihwa Ong, Leonardo Piasere, Francesco Remotti.

Il testo è rivolto a un vasto pubblico di lettori interessati a comprendere il mondo contemporaneo sempre più interconnesso e interculturale. L'indice è strutturato in modo da poter essere funzionale ai corsi universitari e ai percorsi di formazione e aggiornamento degli insegnanti delle scuole superiori.

293. AA.VV.
Antropologia dell'Oceania (2009)
(390) Etnografia, consuetudini e costumi
Segn.: 39

Papua Nuova Guinea, Manus, area Massim, Nuova Caledonia, Nuova Zelanda, Futuna: "Antropologia dell'Oceania" è il frutto di prolungate esperienze di antropologhe e antropologi che hanno svolto ricerche in quest'area remota. I temi classici dell'antropologia del Pacifico sono considerati in chiave contemporanea, insieme a nuovi campi d'indagine che oggi rientrano a pieno titolo nella letteratura antropologica sulla regione. Il testo è organizzato in due parti. La prima presenta due saggi a carattere introduttivo. La seconda si snoda attraverso dieci contributi etnografici che affrontano il dono, la leadership, i conflitti, i culti del cargo, le nuove forme di religiosità, i rituali maschili e le relazioni uomini-donne, il vestiario e l'imprenditorialità femminile, le espressioni della letteratura orale, la produzione artistica e le sue rappresentazioni museografiche. I temi dei differenti saggi aprono prospettive originali per avvicinarsi a questo continente rimasto a lungo invisibile.

294. AA.VV.
Anziani e qualità di vita : la casa per anziani : l'accoglienza, il quotidiano, il ruolo dei familiari, le risorse (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4798

Con questo lavoro il Consiglio degli Anziani del Cantone Ticino ha voluto dare il proprio contributo al miglioramento della qualità dell'assistenza e delle cure alla persona anziana in un contesto - quello della lungodegenza - che resta, malgrado la sua ampiezza ed importanza, poco conosciuto.

295. AA.VV.
Gli anziani nelle nostre case e nelle nostre città : il maltrattamento (2011)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 30

È un dato acquisito e consolidato che l'età media delle persone si è sensibilmente elevata e che l'invecchiamento e l'anzianità della popolazione sono fenomeni generalizzati. Il volume evidenzia proprio la difficile definizione del processo di invecchiamento, fortemente influenzato da variabili storiche e socioculturali, caratteristico ormai anche dei paesi in via di sviluppo. A partire dall'interrogativo cruciale, se la città oggi sia una città anche per gli anziani, il testo analizza lo stato di fragilità in cui spesso l'anziano si trova per ragioni cliniche e psicosociali che lo collocano in un contesto di precarietà tale da non poter essere in grado di difendersi e di lottare per se stesso, stato che lo espone a possibili situazioni di trattamenti inadeguati, che possono configurarsi come reati di maltrattamento privi di ogni tutela giudiziaria, diversamente dalla realtà internazionale. Il volume è frutto di un lavoro interdisciplinare che ha analizzato le tematiche secondo piani interpretativi appartenenti alla medicina, all'antropologia, all'etica, alla giurisprudenza, alla sociologia, alla geriatria, al fine di comporre uno "sguardo" il più ampio possibile. L'obiettivo è promuovere l'universal design, ossia uno stile di progettazione che renda lo spazio costruito vivibile e accessibile per ogni persona. Una organizzazione efficace dello spazio abitativo e dello spazio urbano può favorire la ricostruzione e il mantenimento dei legami.

296. AA.VV.
APAV: i restauri (2007)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4982

Il pieghevole illustra i più importanti restauri promossi e/o coordinati dall'APAV nel corso della sua trentennale attività, e si pone come scopo quello di far conoscere alla popolazione locale e ai turisti il lavoro svolto finora, e di ringraziare i finanziatori per il loro importantissimo contributo.

297. AA.VV.
Aperitivi e stuzzichini (2007)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Dalle cucine dei migliori cuochi, consigli e segreti per realizzare i più gustosi aperitivi e stuzzichini: spiegazioni passo passo e immagini dettagliate ed esplicative. Grazie a questi consigli potrete stupire i vostri ospiti con prelibate pietanze acompagnate dai vini più adatti per l'occasione.

298. AA.VV.
Apocalisse di Giovanni (2012)
(200) Religione. Teologia
Segn.: 22/25

Da sempre, per il grande pubblico, l'Apocalisse attribuita a Giovanni è sinonimo di profezia sulla fine del mondo e quindi di predizione dei cataclismi futuri che ne segneranno il collasso. Questo nuovo commento intende proporre una chiave interpretativa radicalmente diversa, in linea con le acquisizioni più recenti della ricerca storica. Dall'analisi emergono così un'opera e un autore, che, nella cornice della cultura e della società imperiale del I sec. d.C., si sforzano di promuovere fra i seguaci di Gesù un ideale incentrato sulla purezza sacerdotale dei membri del gruppo e sul carisma e l'autorità profetici.

299. AA.VV.
Apocalisse e post-umano : il crepuscolo della modernità (2007)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 39469

Gli interrogativi sulla trasformazione tecnologica dell'umano e sulle sue implicazioni politiche costituiscono il filo conduttore di un serrato confronto tra studiosi di filosofia, letteratura, storia delle religioni e scienze umane. L'ottica apocalittica, con la sua pretesa di svelare il senso nascosto e necessario delle faccende umane, rischia di diventare un alibi per operazioni e progetti che si ammantano di una giustificazione o razionalizzazione superiore, presentandosi come espressione di una logica sistemica inderogabile. Discuterne criticamente significa in fin dei conti denunciare la tutela apocalittica dell'agire individuale e collettivo, che riconfigura in termini post-democratici il problema del potere.

300. AA.VV.
Apocalisse ebraica : libro della rivelazione di Baruc (2012)
(200) Religione. Teologia
Segn.: 22/25

"Ed ecco, fece piovere acque nere, ed erano tenebrose più di tutte le acque precedenti ed era mescolato a loro fuoco e dove quelle acque scendevano facevano distruzione e perdizione..."
Il Libro della rivelazione di Baruc, figlio di Neria, tradotto dal greco in siriaco, scritto a ridosso della caduta di Gerusalemme (70 d.C), si interroga sul senso di questo evento e, come sempre, il passato diviene la chiave per comprendere il presente e gli eventi futuri che incombono. Il racconto della distruzione della città è interpretato e teologicamente ripensato: si tratta di una visione complessa, affascinante e inquietante che Baruc, testimone eletto da Dio, narra dischiudendo, col linguaggio potente delle immagini, il significato della sofferenza, del male e della sua espiazione.

301. AA.VV.
Appassionata Sapienza (2011)
(82-89) Letteratura
Segn.: 850 SAPI

Autobiografica, politica, speculativa, struggente, spietata, la scrittura di Goliarda Sapienza (Catania 1924 - Gaeta 1996) racconta e insieme pensa profondamente la vita, radicandosi nei crocevia più dolorosi e sprigionando nel contempo quel sentimento che dà il titolo al suo capolavoro: Latte della gioia. Quest'opera si inserisce tuttavia in un percorso da valorizzare e onorare. Tutti i romanzi autobiografici di Goliarda Sapienza, ciascuno affondato in una stagione diversa della sua esistenza - da "Il filo di mezzogiorno" a "Lettera aperta", da "L'università di Rebibbia" a "Le certezze del dubbio" fino al postumo "Io, ]ean Gabin" - illuminano, anticipandolo, il grande slancio immaginativo che ha portato all'invenzione di Modesta, la straordinaria protagonista del suo libro più importante; e ciascuno tocca un suo traguardo assoluto di autenticità, mostrando cosa sia e cosa possa fare il dono della parola, della scrittura, della memoria, quando è messo al servizio della propria vita e di quella altrui. In questo volume viene ripercorsa tutta la produzione romanzesca di Goliarda Sapienza, nel tentativo di rendere conto della sua travagliata, e a tratti disperante, storia editoriale: sospesa fra la repulsione, il rigetto, la furia (di tanti editori, critici, amici, autori) e, dall'altra parte, l'ardore, l'entusiasmo, l'amore. Accanto all'analisi dell'opera emerge il ritratto della scrittrice realizzato da chi l'ha conosciuta da vicino e da chi, più da lontano, l'ha ri-conosciuta...

302. AA.VV.
Appunti di vita ebraica : collezione Gianfranco Moscati : documenti su temi ebraici in Italia dal 1544 al 1938 (2010)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: BRLB 3875

In questo volume sono raccolte riproduzioni di numerosissimi documenti, spesso rarissimi, che consentono di rivivere oltre quattrocento anni di vita ebraica italiana, partendo dalle prime comunità israelite e da reperti epistolari, per giungere a documentare la presenza ebraica nei vari movimenti politici e nelle guerre italiane e a diverse pubblicazioni a stampa, dalla fine del '500 alla metà del'900.

303. AA.VV.
Aquiloni (2007)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 689

Un manuale pratico per avvicinarsi al mondo degli aquiloni in modo semplice ma esauriente. Dall'origine dei primi aquiloni alle più recenti tecniche di gara, tutto sulla storia, le modalità di volo, le tecniche di costruzione e manutenzione, le caratteristiche dei diversi modelli e le loro differenti potenzialità. Pagine ricche di illustrazioni, di schede tecniche, di informazioni sulle tante occasioni di incontro tra i club appassionati di questo gioco antico che è divertimento e occasione di incontro, ma anche passione sportiva e occasione per misurarsi con le proprie abilità.

304. AA.VV.
Araki : love and death (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTC 215

Il volume è stato pubblicato in occasione di una monumentale retrospettiva (2010-2011) che il Museo d'Arte di Lugano ha dedicato a Nobuyoshi Araki (Tokyo, 1940), uno dei fotografi più noti e celebrati in tutto il mondo, nell'ambito di un più vasto progetto incentrato sulla cultura e sull'arte giapponese.
La poliedrica e incessante produzione dell'artista è documentata attraverso un'accurata selezione dei suoi più importanti cicli fotografici, a cominciare da Satchin, la sua prima celebre serie del 1965, passando per Sentimental Journey, Winter Journey, Cityscapes, Polart, Sensual Flowers, Bondage, ecc., fino alla sua più recente produzione. Nelle immagini di Araki - dove non solo i nudi femminili che lo hanno reso celebre, ma anche i fiori, le pietanze, gli oggetti carichi di colore, sembrano assumere qualità carnali - si aggiorna e rivive con forza conturbante l'essenza dell'erotismo giapponese tradizionalmente tramandato dalle immagini Shunga (stampe e dipinti a soggetto erotico, che raggiunsero la massima fioritura nel periodo Edo). L'aspetto più realistico dell'opera di Araki è affidato ad alcune fotografie realizzate dall'artista nei bassifondi di Tokyo dove la sessualità si esprime nelle forme più disinibite e crude, e che offrono interessante documentazione della società giapponese nelle sue manifestazioni più private.
Il catalogo, introdotto dai testi dei curatori, è completato da apparati biobibliografici.

305. AA.VV.
Arcangelo Corelli 300 anni dopo : (Fusignano di Romagna 1653 - Roma 1713) (2013)
(78) Musica
Segn.: 78.071 CORE 84

Un volume redatto in occasione delle celebrazioni del terzo centenario di Arcangelo Corelli (Fusignano di Romagna 1653 - Roma 1713), uno dei più grandi compositori italiani del periodo barocco.

306. AA.VV.
Architettura : la storia completa (2014)
(72) Architettura
Segn.: 72(09)

Dalle costruzioni neolitiche alla bioarchitettura, dalle piramidi egizie alla città perduta di Machu Picchu, dalle pagode cinesi alle moschee islamiche, dal classicismo rinascimentale al razionalismo novecentesco, Architettura abbraccia ogni epoca, stile, genere e tecnica costruttiva, prendendo in esame centinaia di edifici e progetti tra i più diversi.

Gli stili di matrice europea sono ampiamente trattati, così come le figure chiave dell'architettura occidentale, senza tuttavia dimenticare i linguaggi che si sono diffusi nel resto del mondo né trascurare gli stili vernacolari, le rispettive influenze e i risultati meno ovvi. Gli edifici più rappresentativi sono esaminati attraverso immagini ravvicinate che sottolineano gli obiettivi degli architetti, le particolarità stilistiche e le modalità di costruzione.

Frutto della collaborazione di numerosi esperti internazionali, il volume ripercorre il cammino di una disciplina tra le più rilevanti e dalle ripercussioni più profonde sul vivere quotidiano, tracciando un resoconto visivo della grande varietà di stili, usi e trasformazioni che hanno caratterizzato l'architettura dalle origini ai giorni nostri.
Ordinato storicamente, ampiamente illustrato e coadiuvato da una cronologia, il libro è una guida ai criteri tecnici, estetici, scientifici ed etici che definiscono l'architettura nel XXI secolo.

307. AA.VV.
Architettura in 30 secondi : 50 concetti fondamentali in mezzo minuto (2013)
(72) Architettura
Segn.: 72

Romanico, stile internazionale, brutalismo, biomimetica... Di certo conoscerete tutti questi termini. O meglio, sicuramente ne avrete sentito parlare. Ma sareste in grado di entrare in una cattedrale e descrivere gli elementi che l'hanno resa un'icona del gotico? O di visitare una città distinguendo i vari stili che hanno ispirato ogni edificio? Questo libro espone i 50 concetti alla base della cultura architettonica, dedicando a ciascuno non più di due pagine, circa 300 parole e un'immagine, da apprezzare in appena mezzo minuto. Un'esauriente panoramica di innovazioni, teorie, movimenti e sviluppi vi darà tutte le risposte, oltre a farvi conoscere gli elementi essenziali dell'ambiente costruito, dalle tombe antiche alle nuove icone urbane.

308. AA.VV.
L' architettura militare nell'età di Leonardo : "Guerre milanesi" e diffusione del bastione in Italia e in Europa : atti del convegno internazionale di studi, Locarno, Scuola Magistrale, 2-3 giugno 2007 (2008)
(72) Architettura, Ticinensia
Segn.: BRLTA 4608

Il convegno internazionale "L'architettura militare nell'età di Leonardo : "Guerre milanesi" e diffusione del bastione in Italia e in Europa" si è tenuto a Locamo, nel giugno 2007, con più obiettivi. Anzitutto per commemorare il 500° della costruzione del "rivellino" del Castello visconteo (1507), baluardo fabbricato sulla soglia settentrionale della Lombardia per ordine di Charles li d'Amboise, luogotenente di Luigi XII di Valois-Orléans, re di Francia, duca di Milano e signore di Genova dal 1499 rispettivamente al 15126 1514. In secondo luogo per fare il punto sulle interpretazioni più documentate delle vicende politico-militari milanesi durante la prima occupazione francese, epoca meno battuta dalla storiografia sino ad anni recenti, forse perché considerata un "intermezzo" avanti la lunga sudditanza alla Spagna. In terzo luogo per tentare uno studio comparativo di respiro europeo della fortificazione in un momento di svolta nella teoria e nella pratica dell'architettura militare con l'apparizione, non solo in Italia, di tipologie protobastionate. Infine per ragionare di circolazione di modelli fra i precursori delle moderne scienze dell'assedio e della difesa. Per quanto riguarda il "rivellino" del castello di Locarno, se in effetti nel 1894 lo storico dell'arte zurighese Johann Rudolf Rahn osservava che «questa costruzione ricorda un disegno fatto da Leonardo da Vinci in un manoscritto della Bibliothèque de l'Institut»; l'ipotesi s'è rivelata, dopo lunghe ricerche, non solo percorribile, ma l'unica con buone probabilità di spiegare i molti indizi restituiti dagli archivi, per quanto non suffragata ancora da prove.

309. AA.VV.
L' archivio : XVIII Convegno Internazionale di Studi sul Cinema = The archive : XVIII International Film Studies Conference (2012)
(791) Cinema
Segn.: 791.43.01

Il volume indaga il concetto di archivio e delle pratiche archivistiche dei materiali audiovisivi (filmici, video e digitali). Partendo dalla definizione di Jacques Derida, l'archivio è visto non solo come il luogo dove vengono depositate le fonti, ma anche come il luogo dove da queste scaturisce la legge e dove essa prende dimora. I saggi affrontano l'analisi dell'archiviazione dell'audiovisivo attraverso diversi assi di ricerca: il peso e l'azione degli attori, dei soggetti, delle norme preposte all'organizzazione e alla conservazione del materiale audiovisivo; il confronto tra modalità di strutturazione e di accesso ai documenti; la verifica di come queste influenzino l'interrogazione e, di conseguenza, la definizione delle possibilità dell'immagine. Alcuni testi indagano, inoltre, il ruolo svolto della tecnologia digitale nella ridefinizione delle pratiche d'archivio e di organizzazione dei saperi. Il quadro che ne deriva dimostra come l'archivio costituisca un luogo, discorsivo ancorché fisico, di contestazioni dialettiche e conflittuali di pratiche genealogiche e dispositivi di potere, che determina la forma e la modalità di accesso al presente del regime del visibile.

310. AA.VV.
Arezzo (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AREZ

La guida contiene: piantine e spaccati che permettono di visitare in modo autonomo le principali attrattive della città, uno stradario dettagliato e informazioni sui trasporti per spostarsi in città. Le mete da non perdere sono illustrate da 100 fotografie, disegni tridimensionali e corredate da 100 indirizzi selezionati.

311. AA.VV.
Argentina (2014)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/ARGE

Ballare il tango a Buenos Aires, scalare i ghiacciai della Patagonia, galoppare con i gauchos nella pampa, degustare il Malbec a Mendoza o assaggiare le migliori bistecche del mondo: la guida Lonely Planet vi indica come realizzare tutto questo, e molto di più, rendendo indimenticabile il vostro viaggio in Argentina!

312. AA.VV.
Argentina (2010)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/ARGE

La guida contiene: un'introduzione a colori sulle maggiori attrattive dell'Argentina, accurate sezioni dedicate alle città con indirizzi di ristoranti, negozi e locali, un inserto a colori sulle attività all'aperto con consigli per escursionismo, ciclismo, sci e altro ancora. Ballare il tango a Buenos Aires, affrontare i ghiacciai della Patagonia, galoppare con i gauchos nella pampa, degustare il Malbec a Mendoza, assaggiare le migliori bistecche del mondo... a voi la scelta!

313. AA.VV.
Argentina (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/ARGE

Una guida con un ricco apparato di immagini che catturano le diverse realtà dei luoghi e delle persone, per viaggiare con gli occhi e con la mente. Un vivace ritratto dell'Argentina delineato da autori esperti: la storia, la cultura, le tradizioni, la politica e soprattutto lo spirito dei luoghi raccontati da chi li ha conosciuti. Il testo segnala le tappe imperdibili, con i percorsi migliori per visitare i luoghi più belli: dalle pampas assolate alla Terra del Fuoco battuta dai venti, dalle Ande alle strade eleganti di Buenos Aires. Non manca un apparato cartografico a colori, dettagliato e facilmente consultabile. Le aree sono individuate con precisione e i simboli di riferimento le collegano in modo semplice e intuitivo al testo. Per finire, tante informazioni utili, sintetiche e indicizzate, sempre precedute da un'introduzione che le cala nella realtà del paese. Tutti i dettagli indispensabili sui trasporti, gli alberghi, i ristoranti con indirizzi, numeri di telefono e siti internet.

314. AA.VV.
Argentina (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/ARGE

Lo sapevate che il film "Sette anni in Tibet" con Brad Pitt è stato girato quasi interamente in Patagonia? La guida, giunta alla sua quarta edizione, accompagnerà alla scoperta di una terra dalla grande varietà paesaggistica, ricca di storia e di cultura. Suggestivi canyon desertici del nord-ovest andino con numerose popolazioni indie, siti archeologici e chiese coloniali, altissimi vulcani, laghi scintillanti. Che i vostri piani prevedano la scalata della montagna più alta del Sudamerica, una visita alle spettacolari Cascate di Iguazù, un incontro ravvicinato con i pinguini del Circolo Polare o una notte di tango sfrenato, questa guida sarà un compagno di viaggio completo e affidabile. In più, un capitolo interamente dedicato all'Uruguay.

315. AA.VV.
Argento vivo : il cinema di Dario Argento tra genere e autorialità (2008)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 ARGE 80

L'"autorialità" di Dario Argento non ha bisogno di essere legittimata. Lo dimostrano la sua fama internazionale, i tanti modi in cui è stato omaggiato o imitato, le schiere di fan che gli hanno dedicato l'attenzione dovuta a un cult director. Semmai c'è da dire che il suo ancoraggio al genere (horror e "giallo") lo ha relegato per anni al ruolo di regista di talento e di "mestiere", senza mai davvero sdoganarlo in quanto auteur, aprendolo così alla possibilità di una seria analisi filmica. Snobbato dalla critica ufficiale italiana ai tempi dei suoi folgoranti esordi, è stato riconosciuto come autore geniale, come spesso accade, solo dopo i giudizi della critica straniera, soprattutto francese e oggi anche americana. Questo libro vuole offrire una re-visione complessiva del cinema del regista, sospeso tra autore e genere, dando spazio sia agli interventi dei cinefili, sia a indagini testuali che applicano varie metodologie di analisi filmica. Indagini che offrono letture, forse prima impensabili, di un cinema che ha influenzato cineasti di varie generazioni e formazioni, da De Palma a Tarantino, da Kubrick a Carpenter. Il volume è stato pubblicato in occasione della 44a Mostra internaziomale del nuovo cinema (Pesaro, 21-29 giugno 2008).

316. AA.VV.
Ariberto da Intimiano : fede, potere e cultura a Milano nel secolo XI (2007)
(200) Religione. Teologia
Segn.: BRLC 953

Chiamato dai cronisti medievali ‘onore della patria' e ‘lume del regno', Ariberto ha guidato la diocesi di Milano per quasi 27 anni, dal 1018 al 1045, consacrando tutto se stesso all'intrepida difesa dell'orgogliosa comunità ambrosiana, a cominciare dalla celeberrima, ancorché enigmatica, “invenzione” del Carroccio. Famosissime sono ancora oggi la grande croce, che sormonta il monumentale sepolcro che ne conserva le spoglie, e lo splendido evangeliario, ricco di storia e di dottrina, tutti conservati duomo di Milano, e, naturalmente, il grandioso complesso di Galliano, accuratamente analizzato nelle pagine del volume. Il libro, promosso dall'Associazione Ariberto d'Intimiano, intende dunque tratteggiare il quadro completo della vita dell'arcivescovo e della sua epoca, avvalendosi del contributo di numerosi studiosi specialisti e approfondendo tutti gli ambiti in cui si esplicò la sua complessa azione di pastore, committente e uomo politico. L'ottica interdisciplinare, che vede la partecipazione di storici, critici d'arte, paleografi e iconografi, rende il volume un sicuro riferimento storiografico e culturale, arricchito dalla presenza di un ampio apparato iconografico.

317. AA.VV.
Ariberto da Intimiano : i documenti segni del potere (2009)
(200) Religione. Teologia
Segn.: BRLC 954

‘Segni del potere' sono i documenti emessi dall'arcivescovo di Milano Ariberto da Intimiano (1018-1045), il presule che sfidò l'Impero e rese grande la città e la Chiesa ambrosiana nel secolo del Mille. Presentati qui per la prima volta in edizione critica e con la traduzione italiana, gli atti di Ariberto consentono di svelare attraverso la viva voce del passato le ambizioni e le strategie del potente arcivescovo nell'esercizio quotidiano del suo lungo governo. Dalle complesse disposizioni per regolare la convivenza tra i monaci e i preti officiali del monastero di San Dionigi, da lui fondato, al commosso ricordo dell'avventurosa fuga dalle prigioni imperiali, fino ai puntuali e affascinanti atti di ultima volontà per disporre dei propri beni e provvedere al destino ultimo della sua anima immortale, gli undici documenti qui raccolti – e corredati da accurate riproduzioni fotografiche delle singole pergamene – consentono uno straordinario viaggio nella realtà medievale all'alba del secondo millennio e restituiscono l'immagine del mondo concreto e ideale di un arcivescovo del Medioevo, signore della sua città e servitore della sua Chiesa, in quella che i cronisti successivi non hanno esitato a definire “età dell'oro di Milano”, la venerata e orgogliosa sede di sant'Ambrogio.

318. AA.VV.
Armando Trovajoli : le stagioni di un artista (2008)
(78) Musica
Segn.: 784.76 TROV

319. AA.VV.
L' armata eterna : l'esercito di terracotta del primo imperatore cinese (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 951

Schierata da ventidue secoli in ranghi silenziosi e immutabili, fedele oltre la morte come l'Imperatore l'avrebbe voluta, l'armata eterna di Qin Shi Huang Di seguita a custodire il mistero di una delle personalità più controverse della storia. A dispetto del numero in continua crescita e dell'eccezionale qualità dei reperti restituiti dall'enorme sito funebre dell'Imperatore, ancora oggi gli studiosi si chiedono chi veramente fosse l'unificatore della Cina - un crudele tiranno come suggeriscono le fonti, un megalomane folle oppure un governante fra i più abili, innovativi ed energici della storia? - e quale funzione avesse il suo impressionante esercito sepolto.
In questo volume, riconosciuti esperti nel campo tentano di offrire risposte a molti appassionanti interrogativi, inquadrando quest'eccezionale patrimonio nel suo contesto storico, archeologico e artistico, rintracciando le radici del grande disegno politico di Qin Shi Huang Di e analizzando il panorama culturale e filosofico dei tempi che precedettero l'unificazione della Cina. Oltre gli imperscrutabili volti di argilla dei grandi ufficiali, dei fanti, degli arcieri e dei cavalieri, L'armata eterna delinea il ritratto di un uomo fuori del comune e della nazione che egli seppe costruire, a coronamento di un sogno già antico eppure destinato a giungere intatto fino ai giorni nostri.

320. AA.VV.
Arredo di serie : i mondi possibili della serialità televisiva americana (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.02

Ogni racconto costruisce un mondo. L'hanno fatto la grande letteratura, il teatro, il cinema. A questi mondi possibili si sono aggiunti oggi quelli creati dal telefilm, un particolare genere di narrazione televisiva che, in oltre cinquant'anni di storia, ha toccato gradi di maturità e raffinatezza che ne fanno un oggetto estetico e culturale di primo piano. Se un tempo l'immaginario si alimentava di romanzi e di film, oggi la scrittura telefilmica è capace di disegnare ambienti, di evocare oggetti, di far vivere personaggi che escono dai confini del piccolo schermo per farsi reali nei nostri discorsi, nei nostri gusti, nel nostro quotidiano. La New York glamour di Sex and the City o quella vintage di Mad Men, l'America adagiata sui segreti e le bugie della suburbia di Desperate Housewives, l'isola misteriosa di Lost e le sale d'ospedale di Dr. House... Questo volume è un viaggio avvincente negli universi, materiali e immaginari, del telefilm contemporaneo: nel percorso, il lettore potrà addentrarsi nei meccanismi di "costruzione di mondo" della serialità americana, giungendo, alla fine, a capire di più del fascino indiscutibile di questa forma d'arte specificamente televisiva.

321. AA.VV.
Arrivano i Beatles : storie di una generazione (2007)
(78) Musica
Segn.: 784.76 BEAT

Attraverso la ricostruzione dell'avventura del più famoso gruppo musicale di tutti i tempi, il volume indaga i mutamenti avvenuti negli anni sessanta in cui la vivace pulsione del mondo giovanile ha assunto un rilievo mai conosciuto prima. Il celeberrimo quartetto di Liverpool, attivo dal 1961 al 1970, diventa il protagonista assoluto di questo accattivante viaggio attraverso un decennio particolarmente significativo per i cambiamenti di costume che a esso sono seguiti e attraverso cui la civiltà occidentale ha mosso i primi passi sulla via della globalizzazione e dell'inizio di una identità culturale comune che i giovani non avevano mai avuto prima. Il volume ci conduce a scoprire non soltanto la produzione musicale e cinematografica dei Beatles, ma anche il volto di un'intera epoca attraverso reperti, memorabilia, fotografie, immagini esclusive e pezzi mai visti che attestano lo straordinario impatto che il fenomeno Beatles ha avuto su quegli anni e sui decenni successivi, per giungere, intatto nel mito, fino a noi.

322. AA.VV.
Ars moriendi : l'arte del morire (1997)
(200) Religione. Teologia
Segn.: 22/25

La morte è sicuramente tra le cose meno conosciute e peggio vissute nel mondo moderno. Il processo del morire è invece considerato importantissimo nella visione tradizionale, come dimostra il testo "Ars moriendi". Il titolo riporta alla tradizione tardo medioevale, quando l'Ars moriendi costituì quasi un genere letterario, documentato con almeno trecento manoscritti e cento incunaboli. Il trapasso è un momento fondamentale sia per chi persegue gli alti scopi della liberazione spirituale, che per chiunque ambisca ad una forma di salvezza. Per tal motivo quest'opera va vista come un manuale di "arte del vivere": la morte, infatti, ci accompagna dalla nascita e le argomentazioni di angeli e demoni riflettono la vicenda interiore di ogni anima.

323. AA.VV.
Arte : la storia completa (2010)
(7) Arte
Segn.: 7(09)

Qual è il messaggio nascosto dei geoglifi di Nazca? Perché il dipinto Les Demoiselles d'Avignon fece tanto scandalo? Come intendere il significato delle pitture giapponesi del XIX secolo? Sedici fra storici dell'arte, critici, artisti e insegnanti hanno contribuito alla realizzazione di Arte: la storia completa, uno straordinario affresco che descrive i maggiori capolavori di tutti i tempi e delinea con precisione il contesto artistico e culturale delle opere, degli autori e dei movimenti presi in esame. Sei capitoli, accompagnati da una cronologia unica nel suo genere, presentano i fatti più rilevanti e le opere di riferimento di ciascuna epoca. Le oltre mille opere d'arte considerate, che vanno dai classici della pittura e della scultura fino alle sperimentazioni contemporanee, offrono una panoramica eccezionalmente ampia sulle tecniche e sui generi artistici del passato e del presente. L'arte nasce con l'uomo. Da sempre essa contribuisce a dare forma e significato ai sogni, ai desideri e alle paure che attraversano la vita di tutti. Oggi il bisogno di realizzare immagini o scolpire forme è più sentito che mai, e continua a definire ciò che siamo e il modo in cui viviamo. Arte: la storia completa è una guida chiara e dettagliata che ci invita a comprendere meglio la grande avventura delle arti visive attraverso i secoli e i continenti.

324. AA.VV.
Arte concettuale (2006)
(7) Arte
Segn.: 7

Nei primi anni '70 si andava concludendo una rivoluzione che aveva la percezione e la pratica artistica come veicolo di idee. Ricorrendo a nuovi usi del linguaggio, dell'azione, dei processi creativi e delle forme culturali prese in prestito principalmente dai mass media, l'Arte Concettuale mise in discussione le nozioni tradizionali dell'arte come oggetto, percorrendo vie ancora inesplorate che condussero a campi artistici del tutto nuovi. Il termine stesso "Arte Concettuale" comparve a metà degli anni '60 in riferimento a un gruppo di artisti di fama internazionale le cui pratiche, pur rimanendo eterogenee, erano unite da un filo rosso: la convinzione che l'arte dovesse riflettere su questioni fondamentali quali la propria definizione e l'importanza del contesto su cui interveniva. Proprio nella critica dell'estetica e dei mezzi artistici tradizionali va individuata l'attualità dell'Arte Concettuale quale premessa imprescindibile, nonché indispensabile chiave di lettura di tutta l'arte contemporanea. La nascita dell'Arte Concettuale segnò una svolta epocale nella storia non solo dell'arte, ma anche del pensiero. Nella panoramica introduttiva che ripercorre la storia delle varie contestazioni della definizione estetica dell'opera d'arte, Peter Osborne, critico d'arte e filosofo specializzato in estetica, sottolinea l'importanza delle idee nella produzione di significato a partire da forme visive.

325. AA.VV.
L' arte del ritratto nelle immagini e nei racconti dei più grandi fotografi (2005)
(77) Fotografia
Segn.: 77

Dedicato al ritratto fotografico, il libro raccoglie immagini firmate da trentacinque personalità tra le maggiori che operano in questo settore e getta uno sguardo su ciò che si nasconde dietro agli scatti più famosi: le scelte professionali, i criteri estetici, le aspirazioni artistiche, l'impegno e la passione dei fotografi. Divi del cinema, personaggi pubblici, artisti e gente comune sono ritratti secondo modalità e con intenzioni molto diverse. Il confronto che ne risulta, a volte aspro, testimonia la duttilità del linguaggio fotografico e la sua apertura a nuove sperimentazioni. Molte delle celebrità ritratte nel libro fanno ormai parte dell'immaginario collettivo e i loro volti influenzano i ricordi e le idee di tutti noi. Nella civiltà dell'immagine è il fotografo a interpretare per primo la realtà visibile e a lasciare un'impronta indelebile sulla sua rappresentazione. Fergus Greer ha intrapreso la carriera di fotografo a Londra nei primi anni 90. Dal 1996 si è trasferito a negli Stati Uniti. Ha realizzato fotografie per libri e riviste, oltre che per importanti campagne pubblicitarie. Le sue opere sono esposte in tutto il mondo.

326. AA.VV.
L' arte del XX secolo : protagonisti, movimenti e tematiche dell'arte dal 1900 ad oggi. Vol. 2: 1920-1945, la cultura artistica tra le due guerre (2006)
(7) Arte
Segn.: 7(09)

Il volume analizza i diversi aspetti della creatività artistica europea e statunitense nel periodo compreso tra le due guerre mondiali: un percorso che vede da un lato un ritorno alla figurazione dalla nuova oggettività tedesca di Dix, Grosz e Schad al realismo americano di Hopper al Novecento italiano di Sironi e Funi, dall'altro la continuità di alcune avanguardie storiche, quali l'astrazione, il dadaismo e il futurismo. In parallelo si affermano nuove realtà culturali come il surrealismo, a fronte del permanere delle grandi figure di riferimento quali Picasso, Matisse, Kandinskij.

327. AA.VV.
L' arte del XX secolo : protagonisti, movimenti e tematiche dell'arte dal 1900 ad oggi. Vol. 3: 1946-1968, la nascita dell'arte contemporanea (2007)
(7) Arte
Segn.: 7(09)

Prosegue con questo volume la collana editoriale dedicata alla sintesi, completa e aggiornata, dei fenomeni dell'arte del XX secolo e a un'originale analisi trasversale delle culture artistiche del Novecento.
La nascita dell'arte contemporanea parte dalla seconda metà del secolo scorso e narra come gli artisti abbiano reagito alla più grande tragedia del XX secolo e come abbiano risposto all'avvento della società dei consumi e della comunicazione di massa, al formarsi di quella società nella quale ancora oggi siamo immersi.
Partendo dall'espressionismo astratto e dalla Scuola di New York si passa all'arte europea (informale, astrazione e realismo), alla cultura artistica italiana tra astrazione e realismo, per arrivare a spazialismo, new dada, nouveau réalisme, pop art, op art, arte cinetica e programmata, prolegomeni alla body art e al minimalismo.

328. AA.VV.
L' arte del XX secolo : protagonisti, movimenti e tematiche dell'arte dal 1900 ad oggi. Vol. 4: 1969-1999, neoavanguardie, postmoderno e arte globale (2008)
(7) Arte
Segn.: 7(09)

Neoavanguardie, postmoderno e arte globale, quarto volume della collana Arte del XX secolo, affronta la complessità della produzione artistica degli ultimi trent'anni del Novecento, ne analizza le novità dei linguaggi e dei temi affrontati, ne spiega le contraddizioni e ne evidenzia la ricchezza delle proposte creative.
Prendendo le mosse dalle esperienze di Fluxus e dell'happening, il percorso si addentra nel complesso fenomeno della body Aat e della land art per giungere ai diversi aspetti dell'arte concettuale.
Contemporaneamente vengono affrontati i modi e i temi di mezzi espressivi nuovi, quali la fotografia, il video, i media digitali e il web, contestualmente a una ripresa, nell'ultimo ventennio del secolo, dell'immagine e dei mezzi tradizionali dell'arte come la pittura e la scultura.
Infine, il volume si chiude con importante capitolo dedicato al passaggio, negli anni ottanta e novanta, dal postmoderno al postumano che caratterizza molti dei fenomeni artistici degli ultimi anni.

329. AA.VV.
L' arte della cinematografia = The art of cinematography (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.02

Il volume sottolinea la fondamentale importanza dell'autore della fotografia cinematografica nella storia del cinema a livello mondiale. Una grande opera figurativa che propone una rilettura della Settima Arte attraverso gli occhi dei più importanti autori della fotografia cinematografica e una visione originale dei grandi capolavori del cinema di tutti i tempi. Una vera e propria carrellata, quasi un catalogo ragionato, che partendo dal 1910 arriva ai giorni nostri disegnando oltre centocinquanta profili di Cinematographers in un secolo di cinema. Il volume è accompagnato da un complesso DVD con immagini in movimento tratte dai lavori degli artisti in catalogo.

330. AA.VV.
L' arte di fare e decorare le bomboniere (1998)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 689

Progetti e tecniche per costruire bomboniere in pasta di pane, decoupage, sabbia, fiori secchi, stencil, per confezionare scatoline e sacchetti di confetti.

331. AA.VV.
Arte e artigianato degli indiani del nord America (1995)
(390) Etnografia, consuetudini e costumi
Segn.: 39

Centinaia di manufatti di squisita fattura illustrano la sofisticata e creativa cultura degli indiani del nord America, cogliendone le diversità in relazione all'ambiente di vita e alle tecnologie disponibili per sfruttarne e valorizzarne le risorse.

332. AA.VV.
L' arte e la danza balinesi nella Collezione Wistari : diario di una cosmopolita (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5642

Questo libro, che prosegue la pubblicazione della collana Antropunti promossa dal Museo delle Culture di Lugano per divulgare le attività di ricerca condotte dallo stesso, è dedicato alla tradizione della danza balinese.
Nello specifico, il volume presenta ai lettori oltre sessanta opere - tra cui maschere, costumi e copricapi - che ne ripercorrono l'affascinante storia e presentano le sue sorprendenti caratteristiche e peculiarità. Tutte le opere sono appartenute a Cristina Wistari (Milano, 1945-2008) una fra le più celebri danzatrici balinesi.

333. AA.VV.
Arte moderna : dal postimpressionismo all'informale (2007)
(7) Arte
Segn.: 7

Il volume si rivolge innanzitutto a curiosi e studenti che necessitano - su un argomento certamente già noto e non privo di bibliografia - di una sintesi curata da autori che propongono una lettura personale, come emerge anche dalle scelte iconografiche. Il libro è organizzato cronologicamente e abbraccia tutti i movimenti della prima metà del Novecento, dal Postimpressionismo all'Informale, per porsi così come ideale seguito di "Arte contemporanea". Un capitolo finale è dedicato agli sviluppi della fotografia e al suo rapporto con le ricerche artistiche sperimentali nell'ambito delle avanguardie.

334. AA.VV.
Arte natura : una relazione infinita (2009)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1252

La relazione infinita di arte & natura ha suscitato nel tempo una varietà d'immagini d'intensa forza poetica. La rassegna arte & natura, a cura di Matteo Bianchi, considera il rapporto singolare con la natura costruita dagli artisti chiamati a partecipare a questo nuovo viaggio che si configura fra la terra e il cielo, nello spazio del quadro, sui fogli di carta. L'approdo ideale della mostra si compie nel libro a più voci, critiche e poetiche: prose nel vento le avrebbe chiamate François Cheng. Un libro nel quale ri-suonano voci lontane: Shitao, Rembrand, Turner, Wolf e altri ancora. Accanto alle opere degli artisti in mostra, scorrono gli scritti di Matteo Bianchi, Yves Bonnefoy, Olivier Delavallade, Rosa Pierno e Jean Louis Schefer. Un florilegio della poesia di Philippe Jaccottet e Gabriela Llansol – a cura di Fabio Pusterla e Carolina Leite – e la documentazione sugli artisti completano il sommario del catalogo edito da Pagine d'Arte.

335. AA.VV.
Arte nuova e cultura di massa (2018)
(100) Filosofia
Segn.: 1"19" HORK 84

Alcuni dei maggiori specialisti internazionali mettono a fuoco la posizione di Max Horkheimer, il fondatore della Kritische Theorie, sul significato della radicale esperienza estetica nel tempo del dominio dell'industria culturale. In un permanente confronto con la riflessione di Theodor W. Adorno, Siegfried Kracauer e Walter Benjamin.

336. AA.VV.
Un' arte per tutti? : interventi artistici nell'architettura pubblica in Ticino, 1930-2000 (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4778

337. AA.VV.
Artemisia Gentileschi (2016)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: 73/75 GENT

"I contemporanei l'avevano definita "miracolo in pittura". Ma Artemisia Gentileschi non era soltanto un'eccezionale "pittora". Era una donna moderna, una professionista e un'imprenditrice ante litteram, convinta e di carattere. Aveva lottato tutta la vita per affermarsi come un "pittore" uomo, contro i pregiudizi di sesso, allora dilaganti: "farò vedere a V.S. Ill.ma quello che sa fare una donna", scriveva il 7 agosto 1649 al suo committente siciliano don Antonio Ruffo a proposito di una grande tela che questi voleva pagare meno.
Aveva la pittura nel sangue. Nata a Roma l'8 luglio 1593, battezzata due giorni dopo nella chiesa di San Lorenzo in Lucina, era l'unica figlia femmina di Orazio Lomi Gentileschi e di Prudenzia Montone. Orazio era pittore. Come quasi tutti gli artisti dell'epoca era solito cambiare spesso casa. ... In quelle case-atelier, nel cuore di Roma, passavano lavandaie, sarte, scalpellini, dentisti, modelli e committenti, un mondo promiscuo e vitale. La casa di Orazio era vivace, ma povera. In quell'ambiente avviene l'educazione artistica di Artemisia, la sola, tra i figli, portata per la pittura. A quindici anni aiutava il padre, macinava i colori e preparava le tele..."
(dal saggio di Maurizia Tazartes)

338. AA.VV.
Artisti russi in Svizzera : Marianne Werefkin (Tula 1860 - Ascona 1938) (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTC 162

In occasione del 150° anniversario della nascita della pittrice russa ma asconese di adozione, Marianne Werefkin (Tula 1860) si è tenuta a Mosca, presso la Galleria Tret'jakov, un'esposizione su questa artista, figura decisiva nelle vicende storico-artistiche a cavallo tra Otto e Novecento. Legata ad Alexej Jawlensky per trent'anni, influì sul percorso di Kandinsky, partecipò e promosse la fondazione del Neue Künstlervereinigung München e del Blaue Reiter (tanto da essere definita «amazzone del Cavaliere azzurro»), visse i fermenti del rinnovamento delle avanguardie, compreso il gruppo Dada, e intorno a lei si mossero personaggi fondamentali per quel periodo, esponenti di tutte le arti (da Klee ai Sacharoff, da Else Lasker-Schüler a Diaghjlev...). La Werefkin, che visse tra Russia, Lituania, Francia e Germania, a seguito della prima guerra mondiale dovette riparare in Svizzera. Dal 1918 Ascona accolse lei e tanti altri, diventando cuore di cultura e sperimentazione. L'esposizione si inaugurerà il 5 marzo 2011 ad Ascona, a sottolineare quanto Russia e Svizzera abbiano influito sullo sviluppo artistico e della personalità della Werefkin. Il catalogo ripropone numerosi dipinti di artisti russi che operarono tra il XIX e il XX secolo legati alla Werefkin, non solo da valori estetici condivisi, ma anche da rapporti di amicizia.

339. AA.VV.
Arvo Pärt allo specchio (2004)
(78) Musica
Segn.: 78.071 PAER 80

Negli anni Settanta, Arvo Pärt si impone un lungo silenzio. Sente di dover avviare una ricerca più radicale, puntare alla nuda essenzialità del suono, liberandolo dal tecnicismo e dalle artificiosità dei linguaggi contemporanei. Da quel lungo e coraggioso apprendistato nascerà lo stile tintinnabuli, una musica semplice, minimale, venata di misticismo e quasi incantatoria. Attorno al "tempo dell'attesa", preludio alla svolta tintinnabuli, ruota l'evocazione degli anni formativi in Estonia, le prime esperienze artistiche, il difficile rapporto con l'establishment sovietico fino al sofferto trasferimento a Vienna. Una seconda parte raccoglie testimonianze di musicisti che hanno collaborato con Pärt e una serie di saggi sulla sua poetica musicale

340. AA.VV.
Ascoltami : frammenti di ordinaria violenza (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1244

341. AA.VV.
Asia centrale (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/ASIA

Esplorare le medressa dell'Uzbekistan, dormire nelle yurte di feltro sulle montagne del Kirghizistan o scegliere un frutto nei mercati del Kazakistan: vivete anche voi queste e altre esperienze ripercorrendo il sogno della Via della Seta.

342. AA.VV.
Asia centrale : Kazakistan, Tagikistan, Uzbekistan, Kirghizistan, Turkmenistan (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/ASIA

Come Marco Polo, esplorate i forti della Via della Seta all'ombra dell'innevato Hindukush nella Valle di Wakhan, in Tagikistan. Ammirate le cupole azzurre e i mosaici del Registan di Samarcanda, in Uzbekistan Osservate in azione un cacciatore con l'aquila e gustate il latte di giumenta fermentato, in Kirghizistan. Seguite le tracce di Alessandro Magno nella mitica conquista dell'Asia centrale. Cinque autori, cinque paesi in "stan", 27 visti (78 controlli del visto), 182 tazze di tè verde, un (breve) fermo da parte del KGB. Informazioni utili per visti, permessi di viaggio e valico dei confini più remoti dell'Asia.

343. AA.VV.
Asimmetrici arcipelaghi : scrittori caraibici contemporanei = Asimétricos archipelagoes : contemporary escritores des Caraïbes (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5545

Questo libro è uno yanvalou>/i>.
Una danza, rubata in una notte di carnevale, nella quale siamo trasportati dalle parole di nove autori caraibici, con le loro diverse lingue che ancora si avvertono tra le righe delle traduzioni in italiano. Lingue frammentate, asimmetriche, come l'arcipelago da cui nascono e come il mare che le separa, allontanandole solo apparentemente e lasciando in realtà che le isole e i racconti possano unirsi al ritmo del calypso, dello zouk, della parang o del reggae. In una nuova simmetria , dinamica e creatrice, che si apre al mondo e porta in viaggio con sé persone e parole allo stesso tempo; verso altre città, altri luoghi e altre lingue.
...
Giuseppe Sofo

344. AA.VV.
Aspettando il Natale : 25 racconti per la Vigilia (2009)
Letteratura italiana
Segn.: ASPE/----

Una raccolta di racconti in attesa del giorno più speciale dell'anno, Natale, argomento per una storia, ma anche semplicemente sfondo, ispirazione o morale. De Marchi, la Deledda, la sorprendente Haydée, Bianciardi, l'anderseniana Contessa Lara, Verga, Buzzati, Bedeschi, Pirandello, D'Annunzio, Guareschi, Zavattini, ma anche Mozzi e Lodoli, sono solo alcuni tra i venticinque scrittori italiani dell'Otto e Novecento presenti in questo volume. Ci narrano la solitudine nel giorno che più accomuna, la povertà tra l'abbondanza più sfacciata. Rammentano, a chi l'avesse scordata, l'origine della festa, ammoniscono chi dà per scontati la gioia, il calore, la famiglia. Per una volta, infatti, lo scopo dello scrittore non è intrattenere la compagnia, ma ricordarle perché si è riunita; il suo compito, solenne e sentito, è spiegarci che cos'è veramente il Natale.

345. AA.VV.
Assisi : e la Valle Umbra (2018)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Assisi. Icona mondiale di arte e spiritualità, la basilica di San Francesco allunga le sue arcate come una sentinella sul declivio del monte Subasio, spandendo la sua aura nella campagna circostante, punteggiata di eremi e santuari.
E tutto intorno la valle Umbra, un'armonia di dolci colline, ulivi, campi coltivati e borghi medievali.

346. AA.VV.
Associazioni imprevedibili : il cinema di Walerian Borowczyk (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 BORO 80

Walerian Borowczyk (1923­2006), polacco, è stato uno degli autori di film d'animazione più originali degli anni '50 e '60. Di formazione pittore, grafico e fotografo, esordisce a fianco di Jan Lenica nel 1957, e realizza cortometraggi che rivoluzionano il mondo del disegno animato al pari di quelli di Norman McLaren. Dal 1959 lavora in Francia, realizzando capolavori in stop motion (Renaissance, 1963) e lungometraggi (Théâtre de Monsieur & Madame Kabal, 1967) che suscitano l'entusiasmo di "Positif" e dei "Cahiers du cinéma". Nel 1968, con Goto, l'île d'amour, passa definitivamente al cinema con attori. Nel decennio successivo diventa noto al grande pubblico con film erotici come Contes immoraux (1974) e La Bête (1975). Molti sono sconcertati dal cambio di registro. Ma non c'è alcuna frattura, se si esplora il lato più segreto della creazione di questo artista, che per tutta la vita ha continuato a disegnare, dipingere e fabbricare oggetti surrealisti, riflettendo - non senza un sottile umorismo - sui meccanismi del desiderio. Cérémonie d'amour (1988) conclude coerentemente un'opera dove l'amore per l'immagine si rovescia in iconoclastia, e il culto della bellezza tradisce un senso di perdita. Questo libro fa luce sull'opera multiforme di un autore all'epoca acclamato anche dalla critica italiana (da Alberto Moravia, tra i tanti), e poi frettolosamente dimenticato, quando l'eros diventava merce di massa fintamente liberata.

347. AA.VV.
Astronomia in 30 secondi : 50 stupefacenti scoperte astronomiche in mezzo minuto (2013)
(520) Astronomia, geodesia, astrofisica
Segn.: 52

Astronomia in 30 secondi sintetizza la spaventosa immensità del cosmo in porzioni comprensibili per i semplici terrestri: 50 incredibili scoperte presentate in un linguaggio terreno utilizzando non più di 2 pagine, 300 parole e un'illustrazione.
Questo piccolo volume vi accompagnerà in un viaggio cosmico, mostrando gli oggetti e i luoghi più incredibili, presentando idee, concetti e scoperte grandiosi, oltre agli scienziati e agli osservatori che tanto hanno contribuito alla comprensione della vita, dell'universo e del tutto.

348. AA.VV.
At the border of (film) history : temporality, archaeology, theories : XXI Convegno Internazionale di Studi sul Cinema : XXI International Film Study Conference (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(09)

349. AA.VV.
Atene (2004)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ATEN

Questa guida raccoglie una selezione di 10 mete da non perdere per vivere al meglio un soggiorno ad Atene con piantine e spaccati che permettono di visitare in modo autonomo le principali attrattive della città. La guida divide la città in 4 zone: Plaka, Makrigianni e Koukaki; Monastiraki, Psiri, Gazi e Thissio; Omonia ed Exarcheia; Syntagma e Kolonaki. Un'ulteriore sezione è dedicata ai dintorni di Atene. Quasi ogni luogo citato ha un riferimento cartografico che rimanda alle cartine nei risguardi di copertina. Il volume presenta inoltre una selezione di musei, teatri, chiese, caffè e ristoranti con suggerimenti per tutte le tasche e tutte le età.

350. AA.VV.
Atene e Grecia continentale (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/GREC

La Grecia è uno degli stati europei più visitati e tuttavia uno dei meno conosciuti. Dove alloggiare, dove mangiare e come muoversi senza sbagliare.

351. AA.VV.
Atlante del cinema italiano : corpi, paesaggi, figure del contemporaneo (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(450)

Questo "Atlante del cinema italiano", curato da Gianni Canova e Luisella Farinotti alla guida di una squadra di giovani studiosi, è un doppio viaggio. Ci guida alla scoperta di un paese affascinante e sorprendente, pieno di storie, immagini, personaggi: quello che ci raccontano i film italiani degli ultimi anni. Al tempo stesso quei paesaggi e quelle persone, con le loro vicende ora comiche ora tragiche, ci raccontano il nostro paese, nelle sue mille sfaccettature: come è cambiato e sta ancora cambiando. Ci permettono di individuare luoghi comuni e stereotipi: un'immagine dell'Italia e dei suoi abitanti che magari troviamo fastidiosa, ma non per questo è meno reale. Nella sua mappa, l'"Atlante del cinema italiano" posiziona oltre 400 pellicole, dai grandi successi dei film di Natale ai capolavori dei grandi registi, a pellicole più nascoste ma non meno rivelatrici. Attraversa le diverse classi sociali e le generazioni. Sonda il mondo del lavoro, con le nuove professioni e precarietà. Rivisita e interroga la storia e la politica, in particolare gli anni del terrorismo e la lotta contro la mafia e la criminalità organizzata. Si confronta con categorie consolidate, che alcuni film ribadiscono e altri mettono in discussione: la contrapposizione Nord-Sud, il rapporto città-provincia, il nodo dell'immigrazione. E con una serie di "Cartoline", individua figure che ritornano ossessivamente e apparizioni inattese.

352. AA.VV.
Atlante del legno : guida ai legnami del mondo (2006)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 63(03)

Dopo una parte introduttiva sull'anatomia del legno, sulle foreste e sul taglio e trasporto dei legnami, la parte centrale e principale del volume è costituita da una raccolta alfabetica di schede illustrate riguardanti i centocinquanta legnami più pregiati e utilizzati nel mondo

353. AA.VV.
Atlante del mondo (2006)
(910) Geografia
Segn.: 912(03)

In un volume di grande formato, la cartografia dettagliata del pianeta e non solo: informazioni di carattere naturalistico, economico e geologico, con grafici e cartine specialistiche. In ogni doppia pagina sono contenute tutte le informazioni complementari alla mappa principale. Le aree geografiche più significative, si sviluppano su folder di più pagine che si aprono a portafoglio. La cartografia realizzata in 3D, più di 500 mappe e un indice glossario di oltre 80.000 nomi.

354. AA.VV.
Atlante del ventesimo secolo. I documenti essenziali 1900-1918 (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99

Il primo dei quattro volumi dell'Atlante del ventesimo secolo copre l'arco temporale che va dal 1900 al 1918: avvenimenti centrali sono la prima guerra mondiale, alla quale sono dedicati una decina di documenti, e la rivoluzione russa. Due vicende che si collocano alla fine del periodo e che, per il loro esito, avranno grande influenza sugli anni successivi. Con la guerra gli Stati Uniti entrano prepotentemente sulla scena mondiale mentre la rivoluzione bolscevica determina la nascita dell'altro grande protagonista della storia politica di tutto il secolo. La conflittualità interna all'Italia è largamente documentata, con una particolare attenzione alle lotte sociali, all'emergere del nazionalismo, alla scelta di Mussolini per l'intervento e all'ingresso del paese in una guerra che vide il rischio di una drammatica sconfitta prima di concludersi con una decisiva vittoria.

355. AA.VV.
Atlante del ventesimo secolo. I documenti essenziali 1919-1945 (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99

Questo volume abbraccia l'arco temporale che va dal 1919 al 1945, decenni in cui il Ventesimo secolo si conquista il poco invidiabile primato di secolo più distruttivo della storia. Un primato costruito con l'emergere e l'affermarsi dei totalitarismi in Europa (fascismo, nazismo, comunismo), con l'esplodere della seconda guerra mondiale, la sua immane eredità di morti e distruzioni, lo sterminio degli ebrei e la sistematica eliminazione degli avversari politici del nazismo e dello stalinismo. L'Italia è al centro di anni drammatici: questo volume documenta con particolare attenzione il fenomeno fascista, il consolidarsi del regime fino alla deriva delle leggi razziali, il suo drammatico esaurirsi nella sconfitta militare, infine l'asservimento ai tedeschi della repubblica di Salò e la lotta della Resistenza contro i nazifascisti.

356. AA.VV.
Atlante del ventesimo secolo. I documenti essenziali 1946-1968 (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99

Il terzo dei quattro volumi dell'Atlante del ventesimo secolo abbraccia il periodo che va dal processo di Norimberga ai capi nazisti fino all'anno spartiacque nella storia delle mentalità e dei comportamenti del Novecento, il Sessantotto. Lo sguardo si allarga verso l'Africa, l'Asia e l'America Latina, protagoniste del processo di decolonizzazione e di grandi trasformazioni come la rivoluzione cinese e la rivoluzione cubana. Tra i nuovi attori della scena mondiale emergono lo Stato di Israele e la Palestina, intrecciati in un nodo di tensioni e conflitti ancora irrisolti. Sono anche gli anni della guerra fredda, dei conflitti interni al mondo comunista, dell'apertura della Chiesa alla modernità con il pontificato di Giovanni XXIII, del progetto di una 'nuova frontiera' di J.F. Kennedy e del risveglio degli afro-americani negli Stati Uniti.

357. AA.VV.
Atlante del ventesimo secolo. I documenti essenziali 1969-2000 (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99

Un trentennio di profondi rivolgimenti quello testimoniato nell'ultimo volume dell'Atlante del ventesimo secolo. Il colpo di Stato in Cile, la sconfitta americana in Vietnam, lo scandalo del Watergate e le dimissioni del presidente Nixon. In Europa, mentre la Spagna torna alla democrazia, l'Italia vive l'incubo del terrorismo. Dal 1978 la Chiesa cattolica guidata da Giovanni Paolo II, il polacco Karol Wojtyla, svolge un ruolo decisivo nella politica mondiale favorendo la crisi del mondo comunista. Nel 1979 la rivoluzione khomeinista in Iran cambia gli assetti in una delle regioni più conflittuali del pianeta, nel 1989 crolla il muro di Berlino, agli inizi degli anni Novanta gli scandali di Tangentopoli delegittimano la classe politica italiana e consentono l'affermarsi di Berlusconi, figura dominante della Seconda repubblica.

358. AA.VV.
Atlante del viaggiatore : strumenti utili per pianificare i tuoi viaggi (2006)
(910) Geografia
Segn.: 91(03)

L'atlante del viaggiatore è una guida di servizio e informazione la cui consultazione è utilissima prima di intraprendere una vacanza, un viaggio di lavoro, un itinerario esplorativo in qualsiasi parte del mondo. 36 mappe tematiche a colori presentano e localizzano le risorse energetiche per aree geografiche, le lingue di grande diffusione, le religioni principali e una serie di dati aggiornatissimi di tipo demografico, climatico, urbanistico. Poi, in ordine alfabetico, le schede dedicate ai 193 Stati del mondo danno tutte le novità specifiche indispensabili per una buona organizzazione del proprio viaggio e soggiorno. Il viaggiatore verrà perciò informato delle temperature e delle precipitazioni stagionali relative al luogo di destinazione scelto, della presenza di ambasciate e consolati italiani sul territorio, di tutte le formalità di ingresso (visti, permessi, vaccinazioni consigliate, valuta locale e cambi ecc), con la segnalazione delle compagnie aeree che operano sul territorio e perfino dell'inserimento o meno di quello Stato nella mappa dei Paesi sconsigliati dalla Farnesina per ragioni di sicurezza. La cartina topografica relativa sarà corredata anche di utili itinerari per un turismo etico, dalla segnalazione dell'eventuale adesione di quel Paese al protocollo di Kyoto ai luoghi di particolare interesse storico, politico, artistico e paesaggistico. Sono inoltre indicati tutti i siti web che permettono un veloce approfondimento della destinazione prescelta.

359. AA.VV.
Atlante della letteratura italiana. Vol. 1: Dalle origini al Rinascimento (2010)
(82-89) Letteratura
Segn.: 850(09)

La mappa dei territori, le traiettorie di lunga durata e l'importanza dei momenti di svolta. Una dimensione completamente inedita della nostra storia letteraria. I protagonisti di una civiltà letteraria, anche i più originali, non vivono mai isolati. Sono maestri o allievi, sono intellettuali in competizione fra loro o solidali nella lotta per una certa idea di letteratura e, magari, di società. Nessuna isola è un'isola, ogni scrittore è riconducibile a un mondo. Le mappe, i grafici e i racconti che compongono questo Atlante della letteratura italiana individuano, attraverso la geografia, le trame della nostra cultura letteraria, e strada per strada, città dopo città, collocano nel posto preciso del tempo e dello spazio tutto quanto contava nel paesaggio sociale e mentale di scrittori e intellettuali.

360. AA.VV.
Atlante della letteratura italiana. Vol. 3: Dal romanticismo a oggi (2012)
(82-89) Letteratura
Segn.: 850(09)

Le mappe, i grafici e i racconti che compongono questo "Atlante della letteratura italiana" individuano, attraverso la geografia e il suo intreccio con la storia, le trame della nostra cultura letteraria e, strada per strada, città dopo città, collocano nel punto preciso del tempo e dello spazio tutto quanto contava nel paesaggio sociale e mentale di scrittori, intellettuali, critici, editori. Con questo terzo volume si conclude il percorso dell'"Atlante": Sergio Luzzatto e Gabriele Pedullà, affiancati dal curatore del volume, Domenico Scarpa, coordinano le decine di studiosi che contribuiscono a ridisegnare l'immagine delle nostre lettere nei due secoli durante i quali l'Italia ha smesso di essere soltanto un'espressione geografica o linguistica ed è divenuta un'entità politica. Sono anni controversi - quelli unitari non meno di quelli a noi più vicini - su cui in fondo manca ancora un giudizio veramente condiviso. Sono decenni, ognuno per motivi diversi, tumultuosi, di perenne rivoluzione...

361. AA.VV.
Atlante della storia contemporanea (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99

91 carte storiche: Illustrano gli avvenimenti principali da Napoleone al Congresso di Vienna, dai moti europei del '48 fino all'Italia unita, dal primo grande conflitto mondiale al crollo del '29 a Wall Street, dalla seconda guerra mondiale alla caduta del blocco sovietico, dall'11 settembre 2001 alla crisi economico-finanziaria del 2008 fino alle recenti rivolte nel modo arabo. Linee del tempo: Le linee del tempo, organizzate secondo criteri tematici e cronologici, consentono di visualizzare e analizzare per tappe la complessa trama degli eventi storici, politici, economici e culturali che si sono succeduti negli ultimi duecento anni. Enciclopedia storica: Ripercorre la storia mondiale attraverso la descrizione dei personaggi e delle più importanti dinastie che si sono avvicendate sulla scena internazionale. Tutti i protagonisti della storia e degli avvenimenti più recenti. Indici dei nomi: Un indice generale con più di 3300 voci e toponimi contenuti nelle tavole storiche dell'atlante, costituisce la chiave immediata e precisa per accedere velocemente alla consultazione.

362. AA.VV.
Atlante della storia di Cuba : dal sogno al riscatto di un popolo (1998)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 972

363. AA.VV.
Atlante delle città (2015)
(7) Arte
Segn.: 71

Più della metà della popolazione mondiale vive oggi nelle città e si prevede che entro il 2050 questa quota crescerà fino a raggiungere i tre quarti.
L'urbanizzazione è un fenomeno globale, ma il modo in cui le città si stanno sviluppando, l'esperienza della vita urbana e le prospettive future cambiano profondamente da regione a regione.

Questo atlante offre una classificazione unica delle città, che guarda ai diversi aspetti della loro struttura fisica, economica, sociale e politica, alle loro interazioni reciproche e con i rispettivi hinterland, alle sfide e alle opportunità che esse presentano, nonché alle direzioni che potrebbero prendere in futuro.

Ogni capitolo indaga un particolare tipo di città: dall'antica Grecia all'impero romano, dalle città della lega anseatica alle odierne smart cities, passando per la riprogettazione haussmanniana di Parigi e l'industrializzazione di Manchester.
Corredato da eccezionali infografiche, mappe, diagrammi, tabelle e fotografie, l'Atlante delle città rappresenta un'esaustiva visione d'insieme del panorama urbano del XXI secolo.

364. AA.VV.
Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99

Pensato come un vero e proprio atlante, il libro vuole essere un annuario aggiornato dei conflitti in atto sul pianeta che fornisce un'informazione completa e approfondita. L'intento è quello di spiegare le ragioni di tutte le guerre in corso, far capire perché si combatte e chi sono gli attori. La pubblicazione è stata realizzata dall'Associazione Culturale 46° Parallelo, composta da numerosi corrispondenti di guerra e professionisti dell'informazione.

365. AA.VV.
Atlante geografico De Agostini (2015)
(910) Geografia
Segn.: 912(03)

L'atlante geografico per eccellenza in una nuova edizione completamente rinnovata e aggiornata.
La sezione enciclopedica offre una panoramica a 360° di numerosi temi naturalistici, demografici ed economici, con tavole ricche di illustrazioni e fotografie, testi puntuali e mappe tematiche.
La sezione cartografica vanta tavole fisico-politiche ampie e dettagliate, per una visione ottimale dei territori, ed è arricchita da un ampio capitolo dedicato all'Italia.
Gli stati del mondo sono trattati in una sezione dedicata, con dati statistici demografici, sociali ed economici di primaria importanza per rapidi confronti. In più, un indice di oltre 60.000 voci per una facile consultazione e un repertorio di termini geografici utile per lo studio.

366. AA.VV.
Atlante geografico economico (2008)
(330) Scienze economiche, (910) Geografia
Segn.: 91(03)

Uno strumento utile per capire la nuova situazione nazionale e internazionale, per cogliere le opportunità che si stanno creando in questo nuovo mondo o anche solo per viaggiare con la mente, un mezzo di informazione, istruzione e lavoro aggiornato e completo. L'opera è composta da 20 volumi ed è corredata da cartografia tematica, tabelle, grafici e immagini: i primi 11 volumi sono incentrati sui 194 stati del mondo, ordinati in ordine alfabetico e accompagnati da un saggio di presentazione generale sul paese con inquadramento geografico, economico, storico e sociale. Seguono per ogni stato la descrizione della sua struttura e delle sue istituzioni, del territorio, della popolazione e il focus economico che analizza i settori produttivi, la struttura finanziaria, il mercato del lavoro, il commercio internazionale, la collocazione del paese nel mercato globale.

367. AA.VV.
Atlante geografico metodico De Agostini (2007)
(910) Geografia
Segn.: 912(03)

368. AA.VV.
Atlante illustrato dei minerali e delle pietre curative (2014)
(550) Geologia, geofisica
Segn.: 55(03)

In quest'opera, una vera enciclopedia nella quale sono descritti 601 minerali, si è tentato di mettere insieme lo studio scientifico di ognuno di essi con l'analisi delle sue proprietà curative e della sua influenza sul nostro spirito e benessere.

Il volume si suddivide in da tre parti: l'introduzione espone le principali nozioni di mineralogia, la classificazione dei minerali e le loro caratteristiche più importanti, oltre alla proprietà magiche e curative.
Nella parte descrittiva si è seguita una classificazione sistematica perché gli amanti delle pietre possano trovare con facilità i minerali che cercano. Le illustrazioni ritraggono gli esemplari più belli e, nei limiti del possibile, scelti nelle loro forme più caratteristiche.
La terza parte comprende le tabelle identificative.

369. AA.VV.
Atlante illustrato del mare (2010)
(550) Geologia, geofisica
Segn.: 55(03)

L'atlante del mare è un'opera che va oltre l'idea di atlante tradizionale: contiene infatti perle della ricerca scientifica più recente, presenta materiale fotografico sensazionale che illustra le varietà degli ambienti e della vita marina, e in aggiunta affronta argomenti direttamente collegati alla nostra stessa esistenza, con approfondimenti che riguardano le variazioni climatiche, l'inquinamento, le risorse naturali, gli uragani, gli tsunami, la vita marina in pericolo e la sua conservazione. È infine un volume esauriente, di facile consultazione, che può rappresentare per il neofita un'introduzione al mondo marino, e al tempo stesso contiene materiali in grado di destare l'interesse dello studioso più esigente.

370. AA.VV.
Atlante mondiale svizzero (2017)
(910) Geografia
Segn.: 912(03)

Il nuovo Atlante mondiale svizzero è in linea con il Lehrplan 21 (piano degli studi 21) per le scuole secondarie e con il piano quadro degli studi della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) per la scuola media.
L'Atlante promuove il pensiero interdisciplinare e interconnesso, sostiene la didattica orientata verso i problemi e fornisce un importante contributo all'istruzione, per uno sviluppo sostenibile.

La parte introduttiva, di concezione totalmente nuova, presenta i principi fondamentali della geoinformazione riferita al territorio e della cartografia, illustra diversi tipi di carte e stimola la realizzazione di un lavoro cartografico orientato alle competenze.

Per le carte economiche è stata calcolata in tutto il mondo la forza economica dei centri urbani, raffigurata mediante simboli proporzionali. Inoltre vengono mostrate le aree di estrazione di materie prime e l'intensità di sfruttamento agricolo (terreni agricoli e pascoli). La nuova carta economica della Svizzera contiene inoltre una suddivisione dettagliata in settori economici.

L'Atlante mondiale svizzero ha una nuova immagine al passo coi tempi: i formati delle carte sono stati unificati e il layout alleggerito. È arricchito da un indice dei contenuti e dei temi di facile consultazione, nonché da un ampio indice analitico e dei nomi. Completa il volume una panoramica dei paesi con le relative bandiere.
È stato inoltre dotato di nuovi aiuti utili alla navigazione, come il registro delle pagine o la legenda generale pieghevole che consente di ottenere una panoramica dei contenuti e ne facilita la gestione.

Numerose carte trattano temi attuali, come l'ambiente, l'energia, i pericoli naturali, i conflitti, ecc. Le classiche carte in rilievo sono integrate da immagini satellitari ad alta definizione di forme caratteristiche di paesaggio.
Per situazioni specifiche o elementi geografici complessi, sono stati sviluppati nuovi grafici informativi chiari, come profili o prospettive.

Con oltre 400 carte e rappresentazioni, l'Atlante fornisce un quadro completo della Terra. Carte sinottiche uniformi su topografia, struttura politica e situazione economica di paesi, regioni o continenti consentono di effettuare agevoli confronti tra un'area geografica e l'altra. Inoltre è possibile collegare razionalmente aspetti tematici diversi.
Questa ampia visione generale è completata da carte tematiche relative al clima, alla geologia o alla densità di popolazione.
Per mezzo di carte dettagliate su grande scala relative a regioni o città, l'Atlante adotta un approccio esemplificativo volto a illustrare anche situazioni, fenomeni o processi geografici specifici.
Le carte, in particolare le piantine urbane e varie carte tematiche, sono state uniformate al fine di agevolarne i confronti.
Nel nuovo sito web si trova un catalogo di tutte le carte nonché materiali supplementari.

371. AA.VV.
Atlante mondiale svizzero (2010)
(910) Geografia
Segn.: 912(03)

Un atlante scolastico ampiamente diffuso in Svizzera che si caratterizza per l'alta qualità e diversificazione del materiale cartografico. Numerose carte topografiche, tematiche e speciali, realizzate su diversa scala, costituiscono la base per trattare approfonditamente diversi temi. I tipi di carta più importanti e maggiormente rappresentati nell'atlante mostrano la situazione generale, il rilievo, il clima, l'economia, la densità della popolazione e la situazione politica di una regione. Oltre alla sezione cartografica, è compreso l'indice analitico e l'elenco dei toponimi. Strutturato per regioni, iniziando dalla Svizzera, passando in seguito dall'Europa agli altri continenti e concludendo con i planisferi e la sezione astronomica, l'atlante trasmette un'ampia visione topografica e tematica sul nostro mondo. Nella nuova versione dell'Atlante mondiale svizzero interattivo sono state aggiunte le carte seguenti: Paesi Bassi intorno al 1300; Paesi Bassi, bonifiche nel 1300-1990; USA, rete stradale principale, traffico aereo.

372. AA.VV.
Atlante storico (2016)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99(03)

Un atlante di piccolo formato dedicato all'affascinante trama della storia, dalle origini della civiltà fino ai nostri giorni. L'opera segue il cammino dell'uomo attraverso numerose illustrazioni e quadri cronologici per efficaci visioni sintetiche. Le carte tematiche permettono di focalizzare gli avvenimenti nei loro contesti politici, economici e sociali.
L'atlante è suddiviso in diverse sezioni, dalla preistoria al XXI secolo, aggiornato con gli ultimi fatti salienti di attualità e con i temi globali relativi alla crisi economica internazionale.

373. AA.VV.
Atlante storico (2012)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99(03)

Nato da un progetto che ha coinvolto numerosi geografi e storici che hanno lavorato secondo i più moderni metodi della storiografia, l'Atlante Storico Zanichelli 2013 rappresenta la storia del mondo dall'evoluzione dell'uomo fino ai giorni nostri. È articolato in due volumi: il primo è dedicato alla storia di tutti i continenti, dall'Homo habilis fino alla svolta epocale del 1989-91, quando con la fine della contrapposizione USA-URSS l'intero scenario mondiale è stato stravolto; il secondo, invece, affronta grandi temi di attualità politica, economica e sociale con ricchezza di informazioni, costituendo uno strumento aggiornato di lettura della contemporaneità. Partendo dal crollo del Muro di Berlino, sono descritti e analizzati i grandi conflitti (la guerra nei Balcani, le "guerre al terrorismo" in Iraq e Afghanistan, il genocidio in Ruanda, la "primavera araba" del 2011...), le prospettive dell'Unione europea e delle organizzazioni internazionali, le opportunità offerte dalla globalizzazione (l'ascesa di Cina e India a potenze economiche mondiali), le grandi migrazioni di massa verso i paesi occidentali, lo sviluppo tecnologico e le sue contraddizioni in relazione al futuro e al rispetto della Terra. Un'attenzione particolare è stata data alla grande crisi economica che sta attraversando tutti i paesi, mettendo in discussione le basi del welfare state nell'Europa occidentale. Tutti questi avvenimenti sono rappresentati in tavole monografiche ricche di dati e tabelle che fanno dell'Atlante Storico Zanichelli 2013 una preziosa fonte di informazioni.

374. AA.VV.
Atlante storico (2009)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99(03)

Nato da una progettazione comune di geografi e di storici, l'Atlante storico Zanichelli trasferisce in sede cartografica le tecniche e le acquisizioni della più recente storiografia, e supera i tradizionali limiti dell'eurocentrismo con un approccio globale al contesto geopolitico mondiale. Sempre puntualmente aggiornato, è un indispensabile testo di riferimento per analizzare e comprendere le brusche accelerazioni e le tendenze di lungo periodo che si intrecciano nella cronaca e nella storia dei nostri giorni.

375. AA.VV.
Atlante storico : tascabile (2007)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: BRLA 61500

Un volume maneggevole ma esauriente che analizza la storia dell'umanità dalla preistoria alle problematiche attuali.
Una serie di quadri cronologici riassume per date i principali fatti della storia.

376. AA.VV.
Atlante storico del mondo : De Agostini (2008)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 93/99(03)

La storia dagli albori della civiltà ai nostri giorni, presentata in 93 tavole corredate da centinaia di carte, approfonditi testi e numerose illustrazioni. In questa nuova edizione aggiornata e ampliata, vengono trattati non solo la successione degli eventi e dei mutamenti territoriali, ma anche i più scottanti temi di attualità: le aree di crisi in Medio Oriente, Iraq, Afghanistan, Pakistan, Ossezia, l'esplosione economica di India e Cina, la crescente preoccupazione per la situazione ambientale del pianeta, la crisi energetica, la nuove sfide della scienza e dell'economia, la problematiche relative alle migrazioni internazionali.

377. AA.VV.
Atlante Zanichelli (2009)
(910) Geografia
Segn.: 912(03)

L'Atlante Zanichelli 2010 conserva le caratteristiche che hanno determinato il suo crescente successo sia come opera di consultazione sia come strumento didattico. In particolare, il puntuale aggiornamento, l'attenzione ai mutamenti che interessano il quadro politico globale, l'efficacia didattica dei metodi scelti per la rappresentazione del territorio lo hanno fatto diventare un sicuro punto di riferimento nella produzione editoriale italiana. La cartografia mondiale riporta la composizione della nuova Unione Europea a 27 stati, indicando con il simbolo dell'euro i paesi che lo hanno adottato, compreso l'ultimo, la Slovacchia. In Italia, è stata ridisegnata la nuova partizione delle province, i cui dati demografici sono aggiornati al 2008. È stato completamente rinnovato anche l'indice generale, che è allo stesso tempo quadro d'unione, dal momento che è corredato di un planisfero che segnala la disposizione di tutte le carte contenute.

378. AA.VV.
Atlantico latino: gang giovanili e culture transnazionali (2010)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 30

Il volume rilegge il fenomeno delle bande giovanili come resistenza alla subalternità, mutuo aiuto e riconoscimento culturale. I contributi presentati sottolineano l'importanza di cogliere nelle esperienze di socialità delle gang il segno di nuove culture giovanili transnazionali, che gli autori raccontano declinando in termini teorici esperienze di ricerca sul campo: nel ghetto americano, nei barrios latinoamericani, nelle città e metropoli europee.

379. AA.VV.
Gli atleti di Zeus : lo sport nell'antichità : [Museo d'arte Mendrisio, 12 settembre 2009 - 10 gennaio 2010] (2009)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1275

Se dovessimo risalire alle origini di quella straordinaria passione per lo sport e per l'agonismo così prorompente nell'uomo moderno, non potremmo che individuarle in una grande civiltà progenitrice: l'antica Grecia. L'immagine dell'atleta greco impersona il principio della kalokagathia (il "bello e buono") sul quale si fonda non solo la competizione sportiva, bensì tutto lo spirito vitale di un'intera società. Se poi volessimo considerarlo in termini culturali e meno settoriali, converremmo sul punto che si tratta semplicemente di un principio fondante del nostro modo di essere. Kalokagathia rispecchia un ideale dell'antica Grecia e, più in generale, della civiltà occidentale, e significa sostanzialmente il formarsi forte, resistente e armonioso del corpo in sintonia con l'educazione morale, intellettuale e sociale del giovane. Atleta, allora, non solo per qualità fisiche, ma anche morali e intellettuali. Attraverso centocinquanta opere originali di vario tipo e tecnica - capolavori dai maggiori istituti archeologici svizzeri e tedeschi - si ripercorre in questo catalogo il sorgere e l'affermarsi della figura dell'atleta: le origini nel mito, la glorificazione nella società grecoromana, la popolarità nelle arti, le esercitazioni nella palestra, la preparazione alla competizione, lo spettacolo intenso delle gare nello stadio, l'apoteosi del vincitore.

380. AA.VV.
Atti impuri : la piaga dell'abuso sessuale nella Chiesa cattolica (2009)
(200) Religione. Teologia
Segn.: BRLA 40688

Da qualche anno lo scandalo degli abusi sessuali perpetrati da membri del clero cattolico occupa spesso le prime pagine dei quotidiani, generando sentimenti di rabbia e incredulità, oltre a una crescente indignazione che può esasperarsi in chiave anticattolica.
I tentativi di spiegazione di questo fenomeno tendono di volta in volta a mettere in luce singoli aspetti: la repressione e la segregazione sessuale nella Chiesa cattolica, il celibato obbligatorio, la sottovalutazione della presenza, nel clero, di soggetti con gravi disagi psicologici e sessuali.

Questo saggio prende le mosse dalla necessità di superare visioni univoche e riduttive, per esplorare la realtà dell'abuso in tutta la sua sconvolgente complessità, anche scavando nella vita delle vittime, dei perpetratori, dei testimoni silenziosi.
Gli autori dei contributi presentati, tra i maggiori esperti in tema di abuso sessuale in seno alla Chiesa, sono psicoanalisti, membri del clero, storici, studiosi delle Sacre Scritture, critici culturali e le vittime stesse. Mettendo da parte atteggiamenti inutilmente polemici, offrono un'analisi pacata degli aspetti storici, dottrinali e psicologici implicati nello scandalo: una lettura obbligata per tutti coloro che aspirano a un confronto aperto, obiettivo e consapevole su una piaga antica e non ancora guarita.

381. AA.VV.
L' attore nel cinema italiano contemporaneo : storia, performance, immagine (2017)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(450)

In che modo gli attori italiani di oggi definiscono le caratteristiche del nostro cinema? Quali modelli di recitazione propongono? Quali tipologie sociali o stili di vita rappresentano? Quanto orientano le scelte del pubblico? Che rapporto c'è tra l'idea di “nuovo cinema” e gli attori? Il volume analizza le performance di alcuni dei più significativi interpreti della scena contemporanea (Valeria Bruni Tedeschi, Margherita Buy, Pierfrancesco Favino, Fabrizio Gifuni, Valeria Golino, Valerio Mastandrea, Giovanna Mezzogiorno, Isabella Ragonese, Toni Servillo, Filippo Timi) e la costruzione dell'immagine divistica o antidivistica (Kim Rossi Stuart, Elio Germano, Riccardo Scamarcio, Luca Marinelli). Nell'ambito dei film studies italiani e della critica più sofisticata esiste ancora una forte sproporzione tra l'enorme mole di studi dedicati a registi, stili, generi, tendenze, e le ricerche che si concentrano sulla componente attoriale. Attraverso lo studio dell'attore e della sua immagine è possibile ridiscutere alcuni nodi decisivi della storia del cinema italiano: dalla definizione di uno star system domestico al rifiuto dei modelli divistici messo in atto dal neorealismo, dalla creazione di icone nazional-popolari (come gli attori della commedia all'italiana) alla cifra poetico-politica di antidivi come Anna Magnani e Gian Maria Volonté, fino ai significati contrastanti che assume l'attore nel cinema italiano contemporaneo.

382. AA.VV.
Attraversamenti culturali : cinema, letteratura, musica e arti visuali nell'Italia contemporanea (2016)
(7) Arte
Segn.: 7

Il presente volume nasce dalla felice esperienza del convegno Intersections/ Intersezioni, e raccoglie l'elaborazione in forma di saggio di alcuni degli interventi proposti nel corso della seconda edizione dell'evento - tenutasi a Torino il 6-7 giugno 2014 - e della terza - che ha avuto luogo a Firenze il5-6 giugno 2015. Ecco quindi che uno speciale ringraziamento va innanzitutto al nostro collega e amico Francesco Ciabattoni (Georgetown University), per aver collaborato alle varie fasi organizzative di entrambi i convegni, oltre che per aver accettato di far parte del comitato scientifico di questa nostra curatela. L'alta qualità delle relazioni offerte a Torino e a Firenze da accademici e ricercatori provenienti da varie parti del mondo ci ha convinti a curare un volume coeso, che prendesse spunto dai convegni ma che andasse oltre la semplice redazione di Atti.

383. AA.VV.
AttraVerso le Alpi : uomini, vie e scambi nell'antichità (2002)
Ticinensia
Segn.: TB 1168

384. AA.VV.
Au sud du cinéma : films d'Afrique, d'Asie et d'Amérique latine (2004)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(53)

Les auteurs traiteront des neuf grandes régions qui constituent la carte de cette partie du monde, sans s’attacher à une filmographie pays par pays. En effet cet ouvrage met l’accent sur les pays du cinéma, et la situation du 7e art est loin d’être équivalente partout. Les échelles seront donc relativisées à l’aune de ce qui se crée cinématographiquement parlant dans ces régions.

385. AA.VV.
Au-delà de la confusion du monde : analyses et actions de politique de développement (2015)
(320) Scienze politiche, (330) Scienze economiche
Segn.: BRLA 58790

Les analyses et actions de politique de développement d'Alliance Sud sous forme de livre.
La base de discussion sur le futur message du Conseil fédéral sur la coopération internationale 2017 – 2020.

Depuis la crise financière de 2008, l'économie mondiale piétine. Les inégalités sociales augmentent dans les pays riches et dans les pays pauvres. La moitié de la population mondiale se contente de 8% du produit intérieur brut mondial, alors que le pourcentage le plus riche en consomme trois cinquièmes. Sans contre-mesures rapides, le changement climatique menace de devenir incontrôlable et de mettre en péril les bases alimentaires en Asie et en Afrique. Des régions entières sont déstabilisées par les conflits armés.
Ces problèmes devraient être affrontés par tous les pays, ensemble. Mais la coopération internationale est bloquée.

Ce livre analyse les causes de ce blocage. Il montre les changements politiques et économiques nécessaires et il amène un éclaircissement dans un monde d'une grande opacité. Le livre est le fruit d'une discussion entre les organisations de développement d'Alliance Sud et il présente les objectifs politiques et les stratégies d'Alliance Sud pour les années à venir.

386. AA.VV.
Audio digitale : dal campionamento al mixing (2005)
(78) Musica
Segn.: BRLA 47239

387. AA.VV.
L' aula trasformata : apprendere a scuola come in laboratorio: il metodo dell'atelier a postazioni (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4993

Proporre nell'insegnamento il metodo dell'atelier a postazioni significa suggerire una trasformazione dell'aula classe in uno spazio formativo in cui coloro che imparano assumono autonomia e responsabilità rispetto al proprio percorso di apprendimento.
Grazie a quanto approntato dall'insegnante, gli studenti si muovono all'interno di questo percorso mirando al raggiungimento di obiettivi che essi stessi hanno contribuito a definire.
Questo metodo trova qui una presentazione esauriente con dettagliate proposte didattiche.

388. AA.VV.
Aurigeno : 96 immagini raccontano del passato : fotografie di un secolo : fascicolo con indice completo, aneddoti, curiosità, ricordi, mascherine (1998)
Ticinensia
Segn.: BRLTC 178

389. AA.VV.
Australia (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) OCEA/AUST

Nessuno conosce l'Australia meglio degli autori Lonely Planet, in fondo è la nostra casa! Sappiamo dove sono le spiagge di Sydney più adatte al surf, dove bere il miglior caffè nelle vie acciottolate di Melbourne e come attraversare le sconfinate distese di terra rossa senza abbrustolirsi.

390. AA.VV.
Australia (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) OCEA/AUST

L'Australia offre una varietà inimitabile di esperienze. I suoi 18.000 chilometri di coste vantano le più belle barriere coralline del mondo, infinite distese di sabbia bianca, incantevoli isole tropicali e chiassose spiagge di surfisti. L'immenso entroterra comprende vasti deserti rossi,antichi insediamenti aborigeni, rigogliosi vigneti e montagne innevate. C'è l'imbarazzo della scelta, sia che vogliate vivere avventure all'aperto, fare vita di spiaggia o sperimentare il meglio della cucina internazionale.

391. AA.VV.
Australia (2010)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) OCEA/AUST

Nessuno conosce l'Australia meglio degli autori Lonely Planet, in fondo è la nostra casa! Sappiamo dove sono le spiagge di Sydney più adatte al surf, dove bere il miglior caffè nelle vie acciottolate di Melbourne e come attraversare le sconfinate distese di terra rossa senza abbrustolirsi. Le guide Lonely Planet sono scritte da viaggiatori esperti che catturano l'essenza dei paesi che visitano. Questa edizione aggiornata è ricca di consigli accurati, pratici e obiettivi, e di tutte le informazioni necessarie per apprezzare al meglio il vostro viaggio.

392. AA.VV.
Australia (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) OCEA/AUST

L'Australia è terra di parchi naturali, canyon sconfinati, distese desertiche e selvagge; ma è anche terra di comunità aborigene ricche di feste e riti. La guida presenta: una sezione sull'arte aborigena e sulla fauna australiana; una guida linguistica e un pratico glossario; utili suggerimenti su rafting, surf, immersioni, deltaplano e parapendio, canoa e kayak, equitazione; informazioni su viaggio, alloggio, trasporti; centinaia di indirizzi e suggerimenti.

393. AA.VV.
Australia (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) OCEA/AUST

394. AA.VV.
Austria (2017)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/AUST

L'Austria è conosciuta per le chiese barocche, i palazzi degli Asburgo come lo Schloss Schönbrunn e per i capolavori gotici come lo Stephansdom, ma oltre al fasto e alle regge imperiali c'è molto altro.
Un affascinante senso di innovazione pervade l'odierno panorama architettonico delle città, creando un felice incontro fra antico e moderno. In effetti, tra gli edifici più rappresentativi figurano capolavori recenti come il MuseumsQuartier di Vienna, nelle ex scuderie imperiali, l'enorme cubo luminoso che ospita e il fantascl'Ars Electronica Center di Linz ientifico Kunsthaus Graz.

395. AA.VV.
Autismo e talento : svelare il mistero delle abilità eccezionali (2012)
(150) Psicologia
Segn.: 159.9

Uno degli aspetti più straordinari dei disturbi dello spettro autistico è l'elevata frequenza di abilità speciali che in essi si rileva. È frequente che molte delle persone affette da questi disturbi possiedano abilità speciali nel campo della musica, dell'arte, del calcolo o della memoria. Perché soggetti con gravi compromissioni sul piano sociale e comunicativo sembrano predisposti a sviluppare l'orecchio assoluto, una memoria fotografica o la capacità di eseguire calcoli a velocità lampo?

Il volume esplora l'enigma del talento e il suo stretto legame con l'autismo indagando le numerose questioni che esso pone: esistono effetti genetici simili che predispongono al talento e all'autismo? Cosa c'è di speciale nei cervelli delle persone con abilità savant? Qual'è il modo migliore di promuovere i talenti in bambini e adulti con difficoltà comunicative e sociali? Con il contributo di alcune delle maggiori autorità mondiali, si cerca di districare il mistero delle abilità savant e di riflettere sul modo molto diverso in cui le persone con autismo vedono e comprendono il mondo.

396. AA.VV.
Autismo: l'umanità nascosta (2006)
(150) Psicologia
Segn.: 159.9

L'autismo rappresenta ancora oggi un enigma per la scienza. Diverse discipline sono interessate alla questione e i vari specialisti sono spesso tentati di intraprendere vere e proprie guerre di religione a favore di questa o quella teoria. Occorrerebbero invece molta più tolleranza e desiderio di collaborazione, soprattutto per non suscitare false speranze tra i famigliari dei soggetti malati. Ripercorrendo la storia del concetto di autismo, e usufruendo con prudenza delle recenti conoscenze derivate dall'applicazione delle neuroscienze e della psicologia scientifica, il volume offre un'attenta valutazione dei contributi psichiatrici, psicoanalitici e psicoterapeutici, sottolineando la fragilità assoluta della teoria psicogenetica.

397. AA.VV.
L' autoefficacia degli adolescenti : dalla scuola ai comportamenti a rischio (2007)
(150) Psicologia
Segn.: 159.9

L'autoefficacia è l'insieme delle convinzioni che una persona possiede riguardo alle proprie capacità di organizzare ed eseguire azioni necessarie al raggiungimento dei propri scopi. La formulazione di questo costrutto psicologico è considerata da molti come uno dei più importanti progressi nella storia della psicologia: oggi sarebbe semplicemente impossibile spiegare fenomeni come la motivazione, l'apprendimento, l'autoregolazione e il successo scolastico e professionale senza fare riferimento al ruolo delle convinzioni di autoefficacia. Il volume focalizza l'attenzione sullo sviluppo di questo costrutto negli adolescenti. Gli autori hanno raccolto numerosi interventi dei più grandi esperti in materia, primo fra tutti il professor Albert Bandura, padre della teoria sociocognitiva e del concetto di autoefficacia. Vengono presi in considerazione i più importanti ambiti della vita degli adolescenti sui quali le convinzioni di autoefficacia esercitano la propria influenza, tra cui il contesto familiare, quello scolastico, le scelte professionali, lo sport e i comportamenti relativi alla salute. Quest'opera rappresenta un contributo fondamentale per tutti gli studiosi che si occupano di adolescenza e di motivazione, nonché per chi riveste un ruolo cruciale nell'educazione e nell'istruzione dei ragazzi.

398. AA.VV.
Gli automi sono tra noi : storie di bambole, marionette e meraviglie intelligenti (2011)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: BRLA 58746

Il libro raccoglie i testi "classici" di Eugenio Battisti, Aldous Huxley, Franco Lucentini, Leonardo Sinisgalli, Ernst Theodor Amadeus Hoffmann, Edgar Allan Poe, Heinrich von Kleist, René Daumal, Rainer Maria Rilke, Charles Baudelaire incentrati su automi, bambole, marionette.

Un'idea forte attraversa e unifica queste pagine: che alla radice del legame ambivalente, diviso tra seduzione e repulsione, che da secoli lega uomini e automi si celino questioni decisive che hanno a che fare con una filosofia della tecnica e con un'antropologia, ossia con i modi di pensare le pratiche e il concetto di essere umano.

Le macchine sono dovunque, nelle nostre case, nei nostri corpi e sotto la pelle, strumenti indispensabili, parrebbe, di una vita che vorremmo finalmente liberata dalla fatica e dal dolore.
E invece le macchine possono ancora rivelarsi perturbanti: mimesi della vita animale e umana, trionfo di una conoscenza perfetta della meccanica, delle leggi della materia e del moto, l'automa meraviglioso, proprio per questo carattere mimetico, allude a uno sconcertante sovvertimento di gerarchie implicite e indiscusse. Gli automi siamo noi?

Di certo, agli occhi di molti, bambole marionette e automi appaiono dotati di una grazia misteriosa, che trasfigura ciò che è meno che umano in qualcosa che sta aldilà dell'umano. E per dissolvere paure e desideri, forse saremmo tutti tentati, come il bambino di Baudelaire, di fare a pezzi bambole e giocattoli per «vederne l'anima».

399. AA.VV.
L' autore e il suo archivio (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5592

Il volume propone una prospettiva originale sui lasciti documentari dei grandi protagonisti della cultura letteraria del Novecento.
Superati punti di vista troppo specifici, o al contrario troppo generici, si è provato a misurare e illustrare nel suo complesso il rapporto tra l'immagine letteraria nota di un autore e quella ricostruibile dal suo archivio. La considerazione unitaria di tutti i materiali riconducibili a uno stesso soggetto, spesso distribuiti in varie sedi, non solo integra, e in molti casi corregge, la figura "pubblica" e comunemente nota di chi scrive, ma consente di comprenderne in modo più corretto e pieno la vicenda personale e le scelte intellettuali.

Eugenio Montale, Carlo Emilio Gadda, Gianfranco Contini, Vittorio Sereni, Giorgio Manganelli, Enrico Filippini, Luigi Meneghello, Federico Hindermann, accompagnati dagli scrittori svizzeri di lingua francese Charles Ferdinand Ramuz e Gustave Roud, escono da questa indagine rinnovati nel loro significato storico e letterario.

400. AA.VV.
Autoritratti (2009)
(77) Fotografia
Segn.: 77

Da Bayard a Mickael Ackerman, da Nadar a Nan Goldin, molti sono i fotografi che hanno scelto di rappresentarsi. Come nasce la tecnica e lo stile dell'autoritratto e come si è sviluppato in fotografia fino a oggi? Riprendendo inizialmente i codici dell'autorappresentazione pittorica, l'autoritratto fotografico se ne affranca già nell'Ottocento, rivelando una libertà di toni e talvolta un punto di vista ludico e innovativo. Seguendo da qui in avanti le nuove forme stabilite dal mezzo fotografico sovrapposizione, serie, ombre, mosso -, l'autoritratto conosce una grande diffusione per poi diventare, negli anni Sessanta, una forma di espressione artistica a tutti gli effetti e un genere vero e proprio. Questa raccolta di fotografie mostra la diversità degli approcci, i giochi e le sfide dell'intimo e i possibili nessi che hanno legato l'autoritratto alle differenti problematiche di ogni epoca. Per ogni autoritratto si definisce un nuovo paesaggio, popolato da artisti sensibili e liberi che si esprimono con quanto di più li identifica: lo stile personale e il proprio viso.

401. AA.VV.
Autovalutazione: un time out per la scuola (2006)
Ticinensia
Segn.: TA 4259

Riflessioni sull'autovalutazione d'istituto nel Canton Ticino

402. AA.VV.
Avegno (1991)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 916/7

403. AA.VV.
Avegno... e la tinaia. Gordevio... ponti e lavatoi (2005)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4591

Il paese di Avegno, come molti altri della Bassa Valmaggia, è stato edificato su un cono di deiezione, formato dal Ri grand le cui sorgenti si trovano sull'alpe Végnasca. Nel 1941 Avegno contava appena 167 abitanti, oltre la metà dei quali dediti all'agricoltura. A partire dal 1960 ha conosciuto un notevole sviluppo edilizio e demografico tanto che attualmente i domiciliati sono 527. Ad Avegno convivono perciò, a pochissima distanza, aspetti della vita rurale di un tempo assieme a edifici, infrastrutture e problematiche tipiche di una società in forte evoluzione: la vecchia casa cinquecentesca abbandonata, senza comignoli né acqua corrente né luce elettrica con il silo di estrazione della ghiaia; la nuova strada di circonvallazione con i tipici viottoli della civiltà contadina. Fino alla metà del secolo scorso, Avegno era formato da tre nuclei ben distinti: la Gésgia (Terra di mezzo), Vinzótt (Terra di fuori) e Lüdínt (Terra di dentro). Oltre che dai torrenti, le tre frazioni erano separate da vasti prati, in buona parte vignati. È per questo che ad Avegno, come in diversi altri villaggi, si ritrovano numerosi grotti nonchè cantine con torchi, tini e botti, alcuni pure di sasso. Le nuove zone edificabili e le strade comunali di collegamento hanno avvicinato i tre nuclei tanto che in futuro si tenderà verso la formazione di un unico agglomerato. Chi giunge a Gordevio percorrendo la strada cantonale, ha l'impressione di arrivare in un paese completamente nuovo. Infatti anche questo comune negli ultimi decenni ha conosciuto un forte incremento demografico: dai 294 abitanti del 1960 si è passati ai 785 di fine 2004. Per raggiungere i nuclei storici, dove non è difficile incontrare edifici e tracce della civiltà rurale di un tempo e segni della religiosità dei secoli passati, occorre salire lungo le strade comunali circondate da numerose abitazioni, ognuna con accanto il proprio giardino e spesso alcuni filari di vite, costruite soprattutto negli ultimi quattro decenni. Dal versante della montagna scendono due torrenti per attraversare i quali erano stati costruiti in tempi sconosciuti altrettanti ponti in sasso che oggi, oltre a permettere un facile accesso pedonale, suscitano l'ammirazione del visitatore. I vecchi nuclei in questo caso sono due, Villa e Briee, entrambi posizionati contro la montagna e separati dal ri da Briee. Ognuno si caratterizza per la compattezza strutturale e per la presenza di case contadine e stalle nonché del vecchio lavatoio . Salendo lungo la strada di accesso alla Villa lo sguardo spazia da un lato verso Avegno e dall'altro verso Cevio sopra il quale spicca inconfondibile la punta del Madone di Camedo.

404. AA.VV.
L' averroismo in età moderna : (1400-1700) (2013)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 55927

I saggi raccolti in questo volume costituiscono un contributo alla storia dell'averroismo.
Di questa complessa tradizione filosofica, che trasmette e sviluppa l'opera di Averroè (1126-1198) all'interno del pensiero ebraico e latino, vengono qui esaminati alcuni momenti salienti, non più circoscritti al Medioevo, ma estesi a pensatori rinascimentali (Elia del Medigo, Agostino Nifo) e moderni (Uriel da Costa, Spinoza e Adriaan Koerbagh).
Al tempo stesso, gli studi qui presentati aprono ulteriori orizzonti per indagare l'influenza dell'averroismo nella formazione del pensiero di Spinoza e del movimento libertino europeo.

405. AA.VV.
Avril Lavigne (2005)
(78) Musica
Segn.: 784.76 LAVI

Canadese, bionda, occhi azzurri, un viso che buca lo schermo. La sua filosofia è "Devo indossare quello che mi pare, recitare quello che è più adatto a me e cantare quello che mi appartiene ed è più vicino alla mia sensibilità". A cavallo tra Pink e Blink 182, il suo rock è melodico e graffiante al tempo stesso.

406. AA.VV.
L' avventura di Babbo Natale (2006)
Fumetti per tutti, Narrativa per bambini (dai 3 anni)
Segn.: BRLF 1330

È già la vigilia di Natale! Fuori fa freddo e la neve copre tutto come un mantello bianco. Per Babbo Natale è ora di prepararsi per consegnare tutti i doni. Un libro robusto, interamente cartonato e plastificato, per aspettare il Natale leggendo una storia semplice e colorata.

407. AA.VV.
Avventure di confine : il cinema di Mario Martone (2012)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 MART 80

408. AA.VV.
Le avventure di Winnie the Pooh (2003)
Fumetti per tutti, Narrativa per bambini (dai 5 anni)
Segn.: BRLF 1737

Le avventure di Winnie the Pooh e dei suoi tanti amici, tigrotto Tigro, asinello Ih-Oh, piccolo Tappo e il simpatico Pimpi, nel Bosco dei Cento Acri.

409. AA.VV.
AZ design (2008)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: 74(03)

Una rassegna sul design internazionale del XX e XXI secolo, con oltre 300 progettisti, studi di design e produttori dalla A alla Z, da Alvar Aalto a Marco Zanuso, da Alessi a Zanotta. L'apparato iconografico, con 2.800 illustrazioni a colori, presenta una vasta gamma di prodotti, dai settori classici dell'arredo e dei prodotti per la casa al car design e al design tecnologico. Ogni scheda comprende un profilo informativo, la biografia del designer o la storia dell'azienda e la cronologia dei principali prodotti.

410. AA.VV.
Azione! : come i grandi registi dirigono gli attori (2007)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1

Michelangelo Antonioni, John Ford, Federico Fellini, Jean-Luc Godard, Alfred Hitchcock, Elia Kazan, Stanley Kubrick, Fritz Lang, Max Ophuls, Jean Renoir, Douglas Sirk, Quentin Tarantino e Orson Welles: ogni regista crea il proprio modo di fare cinema anche attraverso lo stile di recitazione degli interpreti. Questo stile, spesso ignorato dalla critica, si sviluppa in forme diverse segnate dalla personalità degli autori, costruendo, tramite le molteplici performances recitative, la forza e la seduzione del film. Il rapporto regista-attore è quindi uno dei nodi fondamentali nella realizzazione cinematografica e riflette metodi di lavoro estremamente differenti: dal controllo assoluto della recitazione da parte di Lang e Hitchcock, alla libertà creativa concessa da Renoir e Godard. In questa raccolta di saggi pubblicata in occasione della Festa del Cinema di Roma 2007 e curata da Paolo Bertetto, importanti studiosi italiani e stranieri quali Aumont, De Vincenti, Forgacs, Galimberti, Kezich, La Polla, Leutrat, Mulvey, Moullet, Naremore, Nowell-Smith, Sesti e Zagarrio scoprono, secondo una prospettiva inedita, segreti e idee del lavoro con gli attori. In appendice due interviste a Bernardo Bertolucci e Arthur Penn.

411. AA.VV.
Badare non basta : il lavoro di cura: attori, progetti, politiche (2013)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 30

Radicata, diffusa, necessaria. La presenza delle assistenti familiari, le badanti, continua ad accompagnarci. Nonostante la crisi e la perdita di potere d'acquisto delle famiglie, il lavoro privato di cura rimane una risposta essenziale alla non autosufficienza.
Queste pagine rappresentano lo stato dell'arte sul lavoro privato di cura in Italia, bilancio di un percorso iniziato dai curatori dieci anni fa. Frutto della collaborazione di studiosi con competenze diverse, il libro ricostruisce l'emergere di questo lavoro, le sue dimensioni e caratteristiche, i progetti che lo riguardano e che interessano ormai molti soggetti.
Badare non basta perché ci vogliono competenza e cura nell'assistere un anziano non autosufficiente; non basta perché ogni intervento puramente individuale finisce per rivelarsi incompleto, un solitario scontrarsi con infinite difficoltà; non basta perché la domanda d'aiuto riguarda anche famiglie e familiari caregiver.
Come qualificare il lavoro di cura, come renderlo un fatto un po' meno privato?
Il volume propone risposte a queste domande, linee di intervento e di riforma delle attuali prestazioni sociali. Costituisce uno strumento di lavoro e di approfondimento sui servizi, i progetti, le politiche in atto.

412. AA.VV.
Bahamas, Turks e Caicos (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/BAHA

Disseminate come una manciata di monete d'oro cadute dal bottino di un pirata su circa 260.000 kmq d'oceano turchese, le isole Bahamas incarnano l'idea di paradiso terrestre.

413. AA.VV.
Bahrain, Kuwait, Qatar e Arabia Saudita (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/ASIA

L'Oil Museum, costruito nel punto in cui fu estratto il petrolio per la prima volta nella Penisola Arabica. I parchi a tema di Entertainment City accenderanno la fantasia di grandi e bambini. Nei suq di Doha troverete cose che non avreste mai immaginato di acquistare. Un'escursione tra le dune del Quarto Vuoto, in Arabia Saudita, per vivere il fascino del deserto. L'hajj: il viaggio dei viaggi, utili suggerimenti per gli stranieri che lavorano nella Penisola Arabica, interessanti relazioni indipendenti su quel che c'è da sapere su Bahrain, Kuwait, Qatar e Arabia Saudita.

414. AA.VV.
Balcani occidentali (2014)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/EURO

“Vicoli di pietra bianca, vigneti e colline, monasteri medievali, spiagge sabbiose, siti archeologici, bazar ottomani, una manciata di isole.
Pronti per l'avventura?"

415. AA.VV.
Balcani occidentali (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/EURO

Scoprite la favolosa costa della Croazia e lo splendore alpino della Slovenia. Prendete parte all'animata vita notturna di Belgrado, quindi passeggiate in mezzo ai colorati e pittoreschi edifici di Tirana. Scoprite le diverse culture, dai sontuosi bazar ottomani della Macedonia alle moschee, chiese e sinagoghe della Bosnia. Mettetevi in viaggio per un'affascinante regione tutta da scoprire. La guida offre: Itinerari classici e meno battuti, cartine facili da usare e utili consigli; un capitolo completo ed esauriente sulla tumultuosa storia; esaustivi e aggiornati elenchi d'autore per trovare alberghi per tutte le tasche.

416. AA.VV.
Bali e Lombok (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/BALI

Bali e Lombok offrono esperienze molto diverse con tratti comuni, rigogliosa la natura, stupendi i riti e le danze e i templi. Isole vicine e dai contorni regolari, inserite nell'arcipelago indonesiano, offrono spiagge estese e bianche. Le onde da surf sono tra le migliori del mondo. Solo 35 km. separano Bali da Lombock, eppure le differenze fisiche e culturali sono notevoli. Le imponenti cascate, le magnifiche barriere coralline, la pittoresca cultura Sasak e una rara e intatta bellezza sono alcune delle tante bellezze di Lombock. In questa guida le migliori attrazioni culturali, sportive e naturali nelle quattro regioni di Bali e Lombok, dagli usi cerimoniali e rituali alle passeggiate in montagna, dal surf alla vibrante vita notturna.

417. AA.VV.
Bali e Lombok (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/BALI

Bali e Lombok offrono esperienze molto diverse con tratti comuni, rigogliosa la natura, stupendi i riti, le danze e i templi. Isole vicine e dai contorni regolari, inserite nell'arcipelago indonesiano, offrono spiagge estese e bianche. Le onde da surf sono tra le migliori del mondo.

418. AA.VV.
Balla e il futurismo (2013)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: 73/75 BALL

Il movimento futurista, fondato dal poeta Filippo Tommaso Marinetti, utilizzò tutti i linguaggi dell'arte: musica, poesia, pittura, scultura, teatro, spesso combinati insieme, in maniera anticonformista e rivoluzionaria. I futuristi, come dice il nome, guardavano con fastidio il passato e la tradizione, credevano nel progresso, nella tecnica e nella scienza, amavano macchine, treni, aeroplani, si vestivano e si comportavano in modo provocatorio.

Giacomo Balla è senza dubbio uno degli artisti più interessanti del movimento. Nella prima parte della sua vita, a cavallo fra Otto e Novecento, produsse opere figurative e, in un certo senso, tradizionali; poi scoprì l'astrattismo, il linguaggio del cinema, la sperimentazione dadaista e futurista e produsse le sue opere più innovative e interessanti.
Con Balla e i futuristi, in questo libro, se ne vedono (e se ne fanno) davvero di tutti colori.

419. AA.VV.
Un ballo in maschera, Giuseppe Verdi (2007)
(78) Musica
Segn.: 78.071 VERD 8 Bal

420. AA.VV.
Ballo teatrale, opera romantica, recupero dell'antico : tre contributi per la storia della musica in Italia (2004)
(78) Musica
Segn.: 78(4)

421. AA.VV.
Bambi (2001)
Fumetti per tutti, Narrativa per bambini (dai 5 anni)
Segn.: BRLF 1732

La storia del tenero cerbiatto Bambi e dei suoi amici Tippete e Fiorellino rivive in queste pagine ricche di illustrazioni a colori.

422. AA.VV.
La bambinaia di Rita Hayworth: Katja Snozzi, ritratti fotografici = Rita Hayworths Kindermädchen : Katja Snozzi, fotografische Porträts (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1779

L'esposizione presenta il recente progetto di Katja Snozzi - fotografa nota soprattutto per i suoi reportage di guerra e di taglio etnografico - dedicato a donne e uomini centenari residenti nelle varie regioni linguistiche della Svizzera, che l'artista ha visitato e ritratto nelle loro dimore o in case di cura.
I volti e le mani dei protagonisti, resi con accurati giochi di luce che ne esaltano l'espressività e la vitalità, ci immergono in una realtà viva, emotivamente carica di senso, evocativa di un passato che si palesa ancora in tarda età, nell'intimo dialogo con l'artista e la sua macchina fotografica.

Nuovamente il Museo Vincenzo Vela si china, attraverso una mostra d'arte contemporanea, su un tema di attualità sociale e politica, nello specifico l'invecchiamento della popolazione, oggi inteso per lo più come dato esclusivamente negativo, di presa a carico di un segmento di cittadini ritenuto improduttivo. Ad esso si contrappongono in mostra storie e atteggiamenti di vita sorprendentemente lucidi, poetici e talvolta tragici, che sollevano quesiti sulla nostra esistenza. La componente scultorea delle immagini suggerisce un confronto diretto con ritratti dello scultore Vincenzo Vela, anch'essi presenti in mostra.

423. AA.VV.
Bambini e altre malattie (2009)
Narrativa straniera
Segn.: BAMB/----

"Ero un bambino molto innocente, anche se un po' precoce. Per esempio, ci fu quella volta a sei anni quando scioccai la maestra che mi aveva chiesto di formulare una frase che contenesse la parola sberla, lo dissi: 'Ora mi alzo, ti tiro giù le mutande e ti do una sberla sul culo'. Non ho mai capito il casino che ne venne fuori, a quanto ne so avevo solo fatto quello che mi era stato chiesto." Questo e altro racconta Timothy McSweeney nell'ultima sua lettera inviata alla rivista fondata e diretta da Dave Eggers. E se questo è quanto riferisce sulla sua infanzia la persona (immaginaria?) cui la rivista è dedicata e ispirata, riusciamo facilmente a comprendere i toni dissacranti, surreali, tragici, grotteschi e insieme perdutamente innamorati che descrivono il mondo bambino e adolescente sulle pagine di "McSweeney's". Nell'antologia che avete tra le mani abbiamo scelto di raccogliere i migliori racconti scritti sul tema da autori importanti (Joyce Carol Oates, Roddy Doyle, T.C. Boyle) e da totali sconosciuti, nell'usuale mescolanza di stili, generi e maturità autoriali cui ci ha abituato l'originale rivista americana. Mentre là fuori il paese invecchia e l'infanzia viene iperprotetta e allo stesso tempo violentata, potrete accoccolarvi sui divani dei vostri caldi appartamenti e lasciarvi ammaliare dalle parole di questi scrittori visionari.

424. AA.VV.
Bambini e ragazzi ad alto potenziale : una guida per educatori e famiglie (2017)
(370) Educazione, insegnamento
Segn.: 37

La plusdotazione è un tema sempre più attuale nel nostro paese e interessa una popolazione che varia dal 5 all'8%.
Il volume, di taglio divulgativo, propone a genitori, insegnanti e psicologi una chiave di lettura per comprendere i bisogni educativi ed emotivi dei bambini e ragazzi ad alto potenziale intellettivo, e fornisce i mezzi per affrontare in modo corretto le situazioni scolastiche, familiari e relazionali che si possono creare in questi casi.

Il tema è trattato partendo da un inquadramento teorico, passando poi alla valutazione e ai criteri di individuazione e proponendo infine modalità di gestione, sia nel contesto familiare che scolastico.
La prospettiva che gli autori hanno adottato è di tipo inclusivo, cioè vede lo sviluppo del potenziale individuale non solo come un modo per favorire il benessere psicologico del singolo ma anche come un'opportunità e una ricchezza per tutti.
Il volume, quindi, offre una prima risposta, sia pur non esaustiva, a tutti i bambini, genitori e insegnanti che si trovano a vivere, o gestire, tale condizione, per evitare di disperdere potenziale e capitale umano.

425. AA.VV.
Il bambino digitale (2011)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 30

In che modo internet influenza lo sviluppo psicologico dei giovani navigatori? Quali rischi corrono i bambini quando navigano in rete? E quali opportunità abbiamo per difenderli da questi pericoli? Avvalendosi del contributo di alcuni esperti del settore, il volume fornisce una serie di chiavi di lettura per comprendere la vita online dei bambini e dei ragazzi digitali nei suoi molteplici aspetti: dall'amicizia all'aggressività, dalla costruzione della propria identità all'appartenenza a comunità online ecc. Scoprendo così che, talvolta, il virtuale è più reale della realtà.

426. AA.VV.
Banca del Gottardo : cenni dei cinquant'anni di storia (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4445

427. AA.VV.
Banca del tempo : la grande rete che pratica economia delle relazioni e della condivisione (2017)
(360) Previdenza e assistenza sociale. Assicurazio
Segn.: 36

Le Banche del Tempo sono istituti di credito molto particolari: crediti e debiti dei loro soci-correntisti hanno infatti come unità di misura il tempo. Gli scambi - all'insegna della reciprocità - non solo soddisfano bisogni materiali e immateriali ma generano un valore ben differente da quello monetario: un valore relazionale che crea cultura, solidarietà e benessere per tutti.
Le BdT sono un potente antidoto alla crisi, alla precarietà e alla solitudine.

Gli scambi di tempo - un'ora di conversazione in inglese "vale" come la realizzazione di una torta - danno valore alle persone (tutti possono "dare" qualcosa), creano fiducia, avvicinano le culture e le generazioni.

Il libro racconta la storia, i princìpi cardine, il valore sociale ed economico delle Banche del Tempo, con le testimonianze dei soci correntisti.
La prefazione è di Paolo Cacciari, attivista nei movimenti sociali, ambientalisti e per la decrescita.
L'Associazione Nazionale delle Banche del Tempo è nata nel 2007, grazie all'impegno di un gruppo di donne decise a sviluppare una rete per scambiare esperienze e proporre una visione della società basata su reciprocità, cittadinanza attiva, inclusione sociale. Oggi le BdT continuano a crescere in tutta Italia e sono migliaia i soci correntisti.

428. AA.VV.
Banche e banchieri in Italia e in Svizzera : attività, istituzioni e dinamiche finanziarie tra XVI e XXI secolo (2018)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5977

Sulla lunga storia dei rapporti finanziari tra Italia e Svizzera ha da sempre gettato la sua ombra il cosiddetto «segreto bancario». L'attenzione per il tema della riservatezza ha contribuito sia a schiacciare l'analisi storica sui decenni più recenti, sia a cristallizzare un'immagine stereotipata di questa relazione, che vedeva l'Italia come serbatoio di capitali per la ricca e catafratta Confederazione elvetica.

Obiettivo di questo volume è riportare alla realtà storica, fondata su ricerche e fonti archivistiche, la complessità di questi rapporti animati da un fertile scambio di denaro, operatori, tecniche e know how tra le due nazioni.
Si profilano quindi sia per l'età moderna che per l'età contemporanea un'intensa reciprocità di relazioni, una funzionale complementarietà dei flussi di finanziamento e molte analogie nella struttura dell'offerta creditizia. Durante i secoli preindustriali i territori italiani ed elvetici, di matrice cattolica, appaiono accomunati dall'attività di operatori «non istituzionalizzati» (come i notai o gli enti religiosi), che svilupparono un'efficace rete di credito informale, in parte sovrapposta e concorrente alla diffusione delle nuove banche ottocentesche. Così anche durante l'età contemporanea, dove uomini e capitali continuano a muoversi tra i due paesi generando crescita, imprenditorialità e innovazione.
Un flusso di scambi e di contaminazioni che sembra continuare anche dopo l'abbattimento del segreto bancario, a testimonianza delle radici e della tenuta della genealogia di questo rapporto.

429. AA.VV.
Barbarie : [la nostra civiltà è al tramonto?] (2013)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 30

Chi è, oggi, il vero barbaro?
È colui che insidia e minaccia la nostra civiltà? È l'altro da noi, è il diverso, è lo straniero? O l'autentica barbarie si annida, oggi più che mai, in questo nostro Occidente che reca anche nel nome l'annuncio del tramonto?
Per i greci, barbaros è in origine "colui le cui parole somigliano a un balbettio": è colui la cui lingua non si comprende.
Servono secoli di propaganda perché il barbaro divenga, nell'immaginario collettivo, l'opposto del presunto uomo civile, il nemico contro cui condurre presunte "guerre di civiltà". O, peggio, "di pace".
Più che mai attuali, dunque, le parole di un antico barbaro oppositore dell'imperialismo romano, di cui serba memoria Tacito: "il massacro e la rapina li chiamano 'impero', e dove fanno il deserto, la chiamano 'pace'". Più che mai attuali le accuse che i barbari troiani, per voce di Euripide, rivolgono contro i Greci: "siete voi i veri barbari".
Forse noi, non barbari ma malati di civiltà, siamo tornati nostro malgrado all'etimo del termine barbarie: siamo barbaroi perché la nostra lingua non si comprende più; perché le nostre parole non rivelano ma nascondono la realtà.

Testi di Massimo Cacciari, Franco Cardini, Adriana Cavarero, Sergio Givone, Valerio Magrelli, Stefano Rodotà.

430. AA.VV.
Barbecue (2007)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Dalle cucine dei migliori cuochi, consigli e segreti per realizzare le più gustose ricette con il barbecue: spiegazioni passo passo e immagini dettagliate ed esplicative. Grazie a questi consigli potrete stupire i vostri ospiti con prelibate pietanze acompagnate dai vini più adatti per l'occasione.

431. AA.VV.
Barcellona e la Catalogna (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BARC

Antico e moderno. La Rambla e Gaudì. Barcellona e non solo. La straordinaria Catalogna e le sue bellezze naturali e architettoniche.

432. AA.VV.
Barcellona e la Catalogna (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BARC

Antico e moderno. La Rambla e Gaudì. Barcellona e non solo. La straordinaria Catalogna e le sue bellezze naturali e architettoniche.

433. AA.VV.
Il barone rampicante (2012)
Letteratura italiana, Romanzo comico/umoristico
Segn.: BARO/----

È facile, entrando in una libreria, sentirsi perduti e disorientati tra gli scaffali. Per fortuna ci sono i librai... autentici tomtom del catalogo, infaticabili Lonely Planet dei reparti. E a loro che tocca la fortuna di sentire le più improbabili (ed esilaranti) richieste dei clienti. Capita che qualcuno cerchi Lo Zabaione di Leopardi, o che abbia bisogno di Tutte le poesie, ma non ne ricordi l'autore... Queste pagine riuniscono strafalcioni e gaffe, papere e piccoli capolavori di comicità: tutti rigorosamente veri, raccolti su e giù per l'Italia, a dimostrazione di quanto possano essere divertenti quegli strani negozi che chiamiamo "librerie". Benvenuti, allora, nel reparto di filosofia, alla ricerca di un'imperdibile Fenomenologia sotto spirito, o in quello di letteratura inglese ("Ce l'avete il MacBook di Shakespeare?"), o, se preferite qualcosa di più moderno, un classico dell'horror: Misery non vuole dormire (consigliamo a papà e mamma di Misery di svoltare verso lo scaffale "Genitori & figli"...). Tra un Guinness dei privati e un Risotto di Dorian Gray, un libro che parla di libri, di librai e di lettori. E, per una volta, fa anche ridere.

434. AA.VV.
Basòdino [Materiale cartografico] (2008)
(910) Geografia
Segn.: 912(494.5)

Carta nazionale della Svizzera 1:25000

435. AA.VV.
Baserga Mozzetti (2010)
(72) Architettura, Ticinensia
Segn.: BRLTA 4667

Mit der Berghütte Cristallina im Bedretto-Tal haben Nicola Baserga und Christian Mozzetti 2000, kaum 30-jährig, ihren ersten Wett-bewerb gewonnen. Seither sind acht Wettbewerbe mit 1. Preis, einige konzise Bauten und etliche Projekte entstanden.

436. AA.VV.
Basilicata : Potenza, Matera, il Pollino, la Magna Grecia, il Vulture, le coste tirrenica e jonica (2004)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Dopo un'introduzione che racconta le caratteristiche del territorio, della storia, dell'arte e dell'ancora viva cultura tradizionale, la guida propone 22 itinerari, di cui 3 tematici, che guidano alla scoperta della Lucania tra castelli federiciani, memorie della Magna Grecia, borghi arroccati e la natura ora dolce ora aspra di monti e litorali. Oltre 100 foto a colori, 35 tra carte, piante e tavole di aree, città, monumenti, la carta stradale della regione e una scelta accurata di indirizzi per il soggiorno, lo svago, gli acquisti completano il volume.

437. AA.VV.
Basilicata, Calabria (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Tutte le informazioni necessarie prima di partire e durante il soggiorno accuratamente selezionate da esperti in loco: come preparare il viaggio e come muoversi nel territorio, dove alloggiare e dove mangiare, dove andare la sera, la regione in 10 mosse assolutamente da non perdere, la visita in 2-7 o più giorni, decine di carte stradali e piante di città, i piatti tipici e i tesori dell'artigianato, attività all'aria aperta, viaggiare con i bambini, il calendario di eventi e manifestazioni, i libri, i film, la musica.

438. AA.VV.
Bassa Leventina : Faido, Carì, Chironico, Giornico (2007)
(910) Geografia
Segn.: 912(494.5)

Carta topografica è tratta da quelle dell'Ufficio Federale di Topografia in scala 1:25'000 ma con un'altra colorazione. Sulla carta sono indicati i sentieri principali, le capanne, gli alpeggi, ecc. Le carte sono stampate sui 2 lati così con un unico foglio si copre una zona particolarmente ampia. La linea "topografiche" da maggiori informazioni sulla topografia del luogo e permette di pianificare in modo più dettagliato le escursioni. Presenta le curve di livello e si appoggia alle cartine topografiche tradizionali in scala 1:25'000.

439. AA.VV.
Bassa Vallemaggia [Materiale cartografico] : Avegno, Rovana, Onsernone : topographic map (2008)
(910) Geografia
Segn.: 912(494.5)

Carta topografica tratta da quelle dell'Ufficio Federale di Topografia in scala 1:25'000 ma con un'altra colorazione. Sono indicati i sentieri principali, le capanne, gli alpeggi, ecc. Stampata sui 2 lati così che con un unico foglio si copre una zona particolarmente ampia. Fornisce maggiori informazioni sulla topografia del luogo e permette di pianificare in modo più dettagliato le escursioni. Presenta le curve di livello e si appoggia alle cartine topografiche tradizionali in scala 1:25'000.

440. AA.VV.
Bassista autodidatta (2005)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

Il metodo è pensato per avvicinare al basso e alla musica quelle persone che vogliono divertirsi con la musica e, suonando le canzoni, imaprare le nozioni fondamentali di quest'arte.

441. AA.VV.
Basta un Paravento : 1982-2017: trentacinque anni di teatro a Locarno e in giro per il mondo (2017)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5962

Da trentacinque anni… basta un Paravento.
Il volume vuole testimoniare più che celebrare l'esperienza di un piccolo teatro nato in una piccola città, Locarno, ma che si rifà a grandi e antiche tradizioni come la pantomima o il Teatro dell'arte.

Fondata da quattro attori usciti dalla Scuola Teatro Dimitri, la compagnia ha girovagato per il mondo e si è esibita in oltre trenta paesi (da quelli dell'Europa centrale alla Russia, dal Vicino Oriente al Canada, dalla Turchia e la Grecia all'America latina e l'Oceano Indiano).

Il libro è suddiviso in più sezioni e contiene testi di membri della compagnia che raccontano le esperienze vissute e testi di autori esterni che ne ripercorrono la storia e analizzano le specificità drammaturgiche di questi moderni saltimbanchi.

442. AA.VV.
The Beatles revolution (2012)
(78) Musica
Segn.: 784.76 BEAT

Contiene i seguenti contributi:

Quando il mondo aveva bisogno di sentirsi nuovo (di Michele Serra)
La magia della rivoluzione (di Ernesto Assante e Gino Castaldo)
Il mondo intorno alla musica (di Filippo Ceccarelli)
La conquista dell'America dei giovani irrequieti (di Vittorio Zucconi)
Cambiare le regole, cambiare le parole (di Gabriele Romagnoli)

443. AA.VV.
La Befana Rossa : memoria, sociabilità e tempo libero nel movimento operaio ticinese (2005)
Ticinensia
Segn.: TA 4181

444. AA.VV.
La bella addormentata (2008)
Narrativa per bambini (dai 4 anni)
Segn.: BRLF 1592

La bella addormentata è una celebre fiaba tradizionale europea. Pubblicata da Charles Perrault nel 1697 circa ne "I racconti di mamma Oca", racconta la storia di un re e di una regina che per il battesimo della figlioletta appena nata invitano tutte le fate del regno affinché le facciano da madrina e ognuna delle fate dona qualcosa alla neonata. Sopraggiunge una fata cattiva, che non era stata invitata e per vendicarsi dell'onta dona alla bambina una maledizione: al compimento del quindicesimo anno di età, la principessina si pungerà il dito con il fuso di un arcolaio e morirà. Una delle fate buone, pur non potendo annullare l'incantesimo, lo mitiga, trasformando la condanna a morte in quella di 100 anni di sonno, da cui la principessa potrà essere svegliata solo dal bacio di un principe. Per impedire che la profezia si compia, il Re bandisce gli arcolai dal suo regno; ma la principessa, all'età di 15 anni, per caso incontra una vecchia che sta tessendo, e il suo fato si compie. La fata buona, sopraggiunta per aiutare la sua figlioccia, fa addormentare insieme alla principessa l'intero castello. Col tempo, il castello incantato si copre di una fitta rete di rovi, tale da impedire a chiunque di penetrarvi. Dopo cent'anni un principe giunge al castello, e miracolosamente i rovi si aprono dinnanzi a lui. Il principe trova la principessa, e se ne innamora a prima vista. Il suo bacio la risveglia.

445. AA.VV.
Bella di padella! : giovani in cucina : manuale di cucina e buone prassi per un'alimentazione sana ed equilibrata : mangiar bene è volersi bene (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5274

Manuale di cucina e buona prassi per un'alimentazione sana ed equilibrata indirizzato a quei giovani (18-30 anni) che si apprestano a vivere o già vivono da soli, in copia o con dei coetanei, e a tutti gli educatori e animatori che lavorano a contatto con i giovani.

446. AA.VV.
La bella Italia : arte e identità delle città capitali (2011)
(7) Arte
Segn.: BRLB 4316

In occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario dell'unità d'Italia, questo volume traccia un percorso, all'insegna della bellezza, che va dall'antichità alla vigilia del 1861, attraverso le "capitali culturali" pre-unitarie: Torino, Firenze, Roma, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Napoli e Palermo. Oltre 350 opere illustrano le peculiarità di ciascuna di queste città che, in diverso modo rappresentative dei differenti destini e delle particolari identità delle regioni cui erano a capo, furono chiamate a diventare Italia. Ogni capitale viene così rappresentata da splendide opere d'arte e documenti in grado di caratterizzarne l'identità, mostrando parallelamente le diverse anime che il nuovo stato italiano ha ereditato dalla storia della penisola. Se Torino rappresenta la Corte, Firenze è la fondatrice della lingua e delle arti, mentre Roma è la gloria dell'antichità classica e dell'autorità religiosa; Milano è la città di Leonardo, dell'Illuminismo e del dialogo con l'Europa, Venezia il ponte verso l'Oriente, Genova la capitale finanziaria nell'Europa della Controriforma, mentre Bologna brilla per il prestigio della sua Università. Infine la Napoli degli Aragona, dei Borbone e di Caravaggio e la Palermo di Federico Imperatore e dei Vespri siciliani, evocativi dell'epopea risorgimentale. Un volume che, nel presentare i capolavori di Giotto, Beato Angelico, Donatello, Botticelli, Leonardo, Raffaello, Michelangelo, Correggio, Bronzino, Tiziano, Veronese, Caravaggio, Rubens, Tiepolo, Canova, Hayez e tanti altri, alla luce di questa particolare lettura, svela il profilo di un'arte e di uno stile unico, italiano.

447. AA.VV.
Bellezza e tristezza : il cinema di Mizoguchi Kenji (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 MIZO 80

"'Bellezza e tristezza' è un romanzo di Kawabata cui abbiamo voluto rubare il titolo per questo libro e per il convegno che lo ha preceduto. Le ragioni del "furto" stanno nel fatto che la bellezza e la tristezza evocano alla perfezione il duplice sentimento che tutti i film del regista, al pari delle sue belle e tristi eroine, suscitano nello spettatore. Convinti che questa "tristezza" sia anche una conseguenza di questa "bellezza", ovvero di un'estetica, lo sforzo principale della maggior parte dei saggi qui proposti è quello di definire certe peculiarità dello stile e della messinscena di Mizoguchi. In un insieme di contributi ricco e variegato, il lettore si troverà così davanti all'analisi sia dei meccanismi più noti del cinema del regista (i piani sequenza, i movimenti di macchina, le immagini distanziate, le inquadrature dall'alto), sia di aspetti più trascurati dalla critica (la messinscena delle conversazioni, l'uso delle dissolvenze, il gesto degli attori, la funzionalità di certi luoghi come le porte e i ponti) in un tentativo tanto di approfondire quanto di estendere la nostra conoscenza dell'opera di uno dei grandi autori della storia del cinema."

448. AA.VV.
Bellinzona, Gambarogno (2006)
(910) Geografia
Segn.: 912(494.5)

Carta topografica è tratta da quelle dell'Ufficio Federale di Topografia in scala 1:25'000 ma con un'altra colorazione. Sulla carta sono indicati i sentieri principali, le capanne, gli alpeggi, ecc. Le carte sono stampate sui 2 lati così con un unico foglio si copre una zona particolarmente ampia. La linea "topografiche" da maggiori informazioni sulla topografia del luogo e permette di pianificare in modo più dettagliato le escursioni. Presenta le curve di livello e si appoggia alle cartine topografiche tradizionali in scala 1:25'000.

449. AA.VV.
Bellotto e Canaletto : lo stupore e la luce (2016)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: BRLC 1107

A Bellotto e Canaletto, massimi interpreti del genere del vedutismo, è dedicato questo volume che offre un'antologia di paesaggi di grande suggestione, provenienti da collezioni italiane e straniere.
Realizzati spesso con l'uso della camera ottica per poterne definire al meglio i dettagli, le vedute diventano un genere apprezzato in tutta Europa, sia grazie ai viaggi dei pittori stessi, sia per l'interesse dimostrato dai committenti stranieri per questo genere nostalgico e sognante. L'effetto dato da luci, riflessi, ombre e chiaroscuri di questi meravigliosi paesaggi - raffiguranti perlopiù Venezia, ma anche altre importanti città d'Italia - trasforma i dipinti in veri e propri souvenir d'artista, che i visitatori stranieri amavano portare con sé dopo i loro soggiorni.

Una rassegna, ampiamente illustrata nei saggi del volume, che accompagna il lettore, tra cielo e acqua, in un'Italia d'altri tempi.

450. AA.VV.
Belluno e provincia : Feltre, Cortina d'Ampezzo e le Dolomiti bellunesi (2004)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Montagne leggendarie come le Dolomiti, un fiume carico di storia quale è il Piave, e poi Belluno e Feltre, città a misura d'uomo Dodici percorsi di visita e tre itinerari tematici per conoscere ville venete e castelli, chiesette affrescate e architetture tradizionali, i luoghi della Grande Guerra e i tesori della gastronomia tra le montagne più belle del mondo, dalle Tre Cime di Lavaredo alla Marmolada e al Cristallo Un'accurata selezione di alberghi, ristoranti e di tutti gli indirizzi utili prima e durante la visita.

451. AA.VV.
Beloved and Rejected : Cinema in the Young Federal Republic of Germany from 1949 to 1963 (2016)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(430)

Cinema in the young Federal Republic was varied, combative, and lively – surprisingly different from how established views and judgements describe it. Superficial and inconsequential? Without any interest in the thematisation of urgent societal problems or the working through of German guilt? Orientated towards kitsch and purported mainstream tastes? Homogenous and predictable?

A very different picture emerges from the 33 texts in this book which were written for the occasion of the 2016 Festival del film Locarno. Polyphonic and outspoken, with values and interpretations which were both contradictory and complementary – the authors here explore the diversity of filmmaking during the Adenauer years. As a result, a comprehensive panorama of the era and its cinema emerges, large parts of which have yet to be discovered.

With 270 pictures from the archives of Deutsches Filminstitut and other archives.

452. AA.VV.
Beowulf (2014)
Narrativa in lingua inglese (facilitato)
Segn.: 820 BEOW/----

The mighty warrior Beowulf offers to help the King of the Danes in a quest to kill the vicious monster Grendel and free his people from terror. After killing Grendel, Beowulf must also kill the monster's mother before he can return to his homeland, where he eventually becomes king. But he is called for a new adventure, as a great dragon comes to destroy his kingdom. Will Beowulf's efforts cost him his life this time?

453. AA.VV.
Berio (2013)
(78) Musica
Segn.: 78.071 BERI 80

Studiando l'opera di Luciano Berio ci si rende conto di dover abbandonare via via gli strumenti dell'antica dialettica e le relazioni di causa-effetto. Alla base di ogni suo lavoro si trova il concetto di multipolarità, ovvero di un libero e ininterrotto proliferare delle connessioni linguistiche, con cui il compositore ci spinge a esplorare il labirinto della contemporaneità e a tracciarne una topografia.
In questo volume, uscito nel 1995 per festeggiare i settant'anni di Berio, si potranno leggere preziose testimonianze, talvolta ancora inedite, di personaggi della cultura che - come Calvino, d'Amico, Eco, Mila, Sanguineti - hanno riconosciuto con lungimiranza il suo genio condividendone il percorso creativo o comunque confrontandosi con lui, accanto ad autorevoli indagini musicologiche dedicate sia alla sua figura storica, sia all'analisi di uno scelto gruppo di opere.

454. AA.VV.
Die Berliner Mauer : [catalogo mostra, Sala Arsenale, Castelgrande, Bellinzona, 12 settembre - 15 novembre 2009] (2009)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1287

«Al contrario di quanto altri hanno fatto, Alessandro Vicario ha scelto di non allargare lo sguardo inscrivendo il Muro nel contesto in cui ora è conservato e ricordato, ma di avvicinarsi il più possibile alla superficie di cemento armato considerandola una pelle da osservare da vicino alla ricerca di segni, di allusioni, di simboli. Il risultato è stato sorprendente perché le molte lastre fotografiche sono diventate altrettante tappe di un percorso che si snoda nella meraviglia fino a rivelare un mondo quasi sconosciuto anche se posto sotto gli occhi di tutti. Così, in un chiodo conficcato nel muro su cui cola la ruggine come fosse uno schizzo di vernice si possono scorgere i confini di una metafora mentre il colore che lentamente si sfoglia in mille frammenti azzurri lascia tracce in cui possiamo forse riconoscere un profilo, uno sguardo, un volto di donna. Il senso del tempo vive nelle immagini di Vicario. Il cemento non è quella materia inerte che abbiamo immaginato: sulla sua superficie compaiono le porosità create dalla lunga esposizione alle intemperie, le stesure omogenee di colore che generano formelle monocromatiche, gli interventi di recupero grazie ai quali tutto torna liscio, pulito, grigio e anonimo come quando era apparso agli autori dei graffiti.» Roberto Mutti

455. AA.VV.
Berlino (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BERL

Berlino, capitale della Repubblica Federale Tedesca, ha una popolazione di circa 3,4 milioni d'abitanti. Situata nella parte est del paese, nel cuore della regione di Brandeburgo, si sviluppa sulla pianura che costeggia i fiumi Havel e Spree e si apre all'altezza del distretto di Spandau. La città è interamente attraversata da numerosi canali. Il cuore storico della città si sviluppa sul fianco est e nord del fiume Spree, intorno al grande viale Unter e sull'isola dei Musei. Nella zona ovest si trova il grande polmone verde del centro, il Tiergarten. Al limite della zona centrale si innalza la residenza estiva del re di Prussia, lo Schloss Charlottenburg.

456. AA.VV.
Berlino (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BERL

457. AA.VV.
Berlusconismo : analisi di un sistema di potere (2011)
(320) Scienze politiche
Segn.: 32

È possibile parlare di berlusconismo come di un oggetto di riflessione scientifica e, insieme, politica? E, se sì, che cosa lo contraddistingue, quali sono le sue radici storiche e le sue conseguenze nella società italiana contemporanea? E, infine: è possibile pensare un'alternativa? Rispondono a queste domande Paul Ginsborg, Marco Revelli, Marco Travaglio, Antonio Gibelli, Francesco Garibaldo e altri studiosi di storia, antropologia, diritto, scienza politica, firme importanti del giornalismo italiano e figure della società civile. Tutti, seppur da visuali diverse, sottolineano i nessi profondi del berlusconismo con le dinamiche proprie del neoliberismo e dell'evoluzione delle classi sociali, in particolare l'odierna crisi dei ceti medi, del lavoro operaio e gli inediti, inquietanti contorni assunti dalla povertà. Ma anche le radicali trasformazioni culturali connesse con il fenomeno della televisione commerciale, lo stato di soggezione della stampa e dell'informazione, la pesante eredità di una mancata riforma dell'amministrazione pubblica e quella di una longeva gestione corrotta del denaro pubblico e delle imprese private, i nodi irrisolti della parità di genere e dell'equità sociale sono alla base di questo fenomeno politico, culturale e sociale.

458. AA.VV.
Bernardo Bertolucci (2012)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 BERT 80

Viaggiare nell'opera di Bernardo Bertolucci significa incontrare un modo di pensare e di vivere il cinema, in un'osmosi di arte e vita che a Bertolucci appartiene intimamente fin dagli esordi. Il libro si sofferma su le principali opere del regista con saggi su "Prima della rivoluzione" (Veronica Pravadelli), "Il conformista" (Enrico Carocci), "Ultimo tango a Parigi" (Gabriele Anaclerio), "Novecento" (Simone Villani), "The sheltering sky" (Anaclerio) e "The dreamers" (Carocci). Completano il volume, introdotto da un saggio di Giorgio De Vincenti, un'accurata filmografia e bibliografia.

459. AA.VV.
Besazio (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5297

Besazio fa parte del circolo di Riva San Vitale, nel distretto di Mendrisio. Per quanto riguarda il nome del comune, si potrebbe pensare al dialettale 'bés' pianta e frutto del pero selvatico nel Luganese, come riportato dal "Lessico dialettale della Svizzera italiana", che cita anche 'besásc' nel Luganese e nel Mendrisiotto con il significato di ‘cianfrusaglia', ‘pasticcio', ‘pasticcione'. Questo volume raccoglie 140 nomi di luogo - colti in gran parte sulla bocca di persone del paese (nella loro forma dialettale) e, in misura minore, su fonti cartografiche - per una superficie comunale di circa 87 ettari. La pubblicazione è arricchita da una serie di fotografie sia d'epoca che recenti.

460. AA.VV.
Best in travel 2015 : [il meglio da Lonely planet] (2015)
(910) Geografia
Segn.: 91(08)

L'esperienza, la passione e i chilometri percorsi dagli autori, dallo staff e dalla comunità dei viaggiatori Lonely Planet regalano al lettore spunti per viaggiare fuori dall'ordinario e vivere momenti indimenticabili.

461. AA.VV.
Best in travel 2016 : [il meglio da Lonely planet] (2015)
(910) Geografia
Segn.: 91(08)

L'esperienza, la passione e i chilometri percorsi dagli autori, dallo staff e dalla comunità dei viaggiatori Lonely Planet regalano al lettore spunti per viaggiare fuori dall'ordinario e vivere momenti indimenticabili.

462. AA.VV.
The best of Aretha Franklin [Musica a stampa] (2008)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

463. AA.VV.
The best of Frank Sinatra [Musica a stampa] (2007)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

464. AA.VV.
The best of instrumental themes cinema : piano - guitar (2007)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

Il volume della collana The Best of dedicata ai temi strumentali del cinema
Titoli:
Matt Monro - 007 (007 From Russia With Love)
Nino Rota - Amarcord (Amarcord)
Stelvio Cipriani - Anonimo veneziano (Anonimo Veneziano)
Vangelis - Blade runner (main title) (Blade Runner)
James Horner - Braveheart (Braveheart)
Vangelis - Chariots of fire (Chariots Of Fire)
Morricone Ennio - Giù la testa (Giù La Testa)
Howard Shore - Gollum's song (The Lord Of The Rings: The Two Towers)
John Williams - Hedwig's theme (Harry Potter And The Sorcerer's Stone)
Nicola Piovani - La vita è bella (La Vita È Bella)
Lalo Schifrin - Mission: impossible theme (Mission Impossible)
Morricone Ennio - Once upon a time in america (Once Upon A Time In America)
Ennio Morricone - Playing love (La Leggenda Del Pianista Sull'Oceano)
John Williams - Star wars (Star Wars)
Max Steiner - Tara's theme (Gone With The Wind)
Morricone Ennio - The mission (The Mission)
Henry Mancini - The Pink Panther (The Pink Panther)
John Williams - Theme from E.T.,the Extra Terrestrial (E.T., the Extra Terrestrial)
John Williams - Theme from Schindler's List (Schindler's List)
Danny Elfman - Theme from The Simpsons (The Simpsons, tv series)
Mark Snow - Theme from The X Files (X- Files, tv series)

465. AA.VV.
Bestemmia, Pier Paolo Pasolini (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 PASO 80

Il primo racconto visivo completo di uno dei più grandi intellettuali italiani. Meglio di chiunque altro, Pasolini ha saputo leggere il proprio tempo, anticipandone l'intenzionalità. Soprattutto ha saputo vedere laddove altri, troppi altri, hanno scelto di chiudere colpevolmente gli occhi. Questo libro vuole riproporre la “disperata vitalità” del suo pensiero, capace di rimbalzare dalla parola all'immagine. Non solo una biografia illustrata, ma piuttosto un nuovo, spericolato viaggio visivo attraverso una mole imponente di preziosi documenti per la prima volta messi a disposizione dei lettori. Quaderni di appunti, manoscritti, dattiloscritti, le prime poesie in dialetto friulano, le sceneggiature dei film, i corrosivi “scritti corsari” destinati ai quotidiani, fotografie e disegni si snodano come un flusso inarrestabile scandito da provocazioni taglienti, intuizioni fulminanti, diagnosi implacabili.

466. AA.VV.
Bhagavadgītā : il canto del beato (2018)
(290) Religioni e culti non cristiani, mitologia
Segn.: 294

Alle origini della Bhagavadgītā, o Gītā, come viene chiamata comunemente in India, vi è la guerra fratricida raccontata nel Mahābhārata, che costrinse i discendenti dei Kaurava e dei Pandava a battersi nel campo di Kuruksetra. Il primo canto si apre infatti con Arjuna che prega Krsna di fermare il cocchio in mezzo ai due eserciti perché, scorgendo nelle schiere nemiche amici e parenti, è angosciato all'idea di colpire chi gli è caro.
Ha così inizio un lungo e sofferto colloquio che affronta i nodi più importanti della vita di ogni uomo: l'agire e il non agire, il dovere, le passioni, il sacrificio e il non attaccamento che portano alla vera conoscenza e alla suprema pace dello spirito.
Tutte le azioni tendono a mantenere l'uomo prigioniero del ciclo delle esistenze, nel mondo dell'illusione fenomenica. Soltanto quando sia mosso da un sentimento superiore, che trascenda quelli individuali, e non desideri il frutto della sua opera, soffocando ogni forma di identificazione egoica, egli potrà raggiungere la liberazione e vivere in armonia con l'universo.

Testo fondamentale della tradizione induista e forse il più conosciuto in Occidente, la Gitā è in realtà un libro universale a cui anche l'uomo contemporaneo - a qualunque cultura o religione appartenga - può fruttuosamente abbeverarsi.

467. AA.VV.
Bhutan (2007)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/BHUT

Il Bhutan, la terra del Drago Tonante, è un luogo fuori dall'ordinario. Un paese dove è illegale comprare le sigarette, il riso è rosso e i peperoncini non sono un condimento, ma una vera e propria pietanza. È anche una terra profondamente buddhista, in cui per lavorare gli uomini indossano una tunica, sulle pareti di molte case sono dipinti giganteschi falli dalle virtù protettive, e la felicità dei suoi abitanti è considerata più importante del prodotto interno lordo. Il Bhutan riserva anche molte sorprese. Non è soltanto una nazione di santi eremiti, totalmente fuori dal mondo, ma anche un paese in bilico tra antico e moderno, dove potrete vedere monaci intenti alla trascrizione degli antichi testi buddhisti sui loro computer oppure nobili vestiti con abiti tradizionali che parlano al cellulare.

468. AA.VV.
Bianco Rosso & Blu (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTC 229

Ticino non solo terra di mastri comacini, privilegiata meta turistica, società del terziario avanzato ma anche produttore di vini pregiati.
Bianco Rosso & Blu ripercorre dalle sue origini la storia della viticoltura della Svizzera italiana e fotografa la situazione attuale attraverso i cicli vitivinicoli della coltivazione, raccolta, vinificazione, distribuzione e degustazione del nettare di Bacco.

Con la penna di un giornalista appassionato – Bruno Bergomi – e attraverso l'occhio attento di un fotografo pubblicitario – Oliviero Venturi – si viaggia alla scoperta delle eccellenze del vitigno ticinese e degli uomini impegnati nel continuo miglioramento qualitativo della produzione locale.

469. AA.VV.
La Bibbia di Gerusalemme (2005)
(200) Religione. Teologia
Segn.: 22/25

Tradotta in tutte le lingue del mondo cristiano, la Bibbia di Gerusalemme è universalmente la più diffusa. Per il rigore degli studi e l'affidabilità dei ricercatori che vi hanno lavorato è la più amata dai credenti, la più consultata dagli esperti, la più frequentata dal pubblico laico.

470. AA.VV.
Bibliografia degli scritti di Dante Isella (2017)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1832

La Bibliografia degli scritti di Dante Isella registra per la prima volta tutte le pubblicazioni dell'illustre studioso, a partire dal 1945 (edizioni critiche e commentate, saggi in rivista e volumi miscellanei, interventi giornalistici, prefazioni a libri e cataloghi d'arte).
Le schede informano puntualmente su ogni lemma, con gli opportuni rinvii in caso di ristampe o di riproposte.
Un incremento di notizie è dato per quei titoli che rivestono un interesse anche per il bibliofilo.

471. AA.VV.
Bibliografia dei periodici economici lombardi : 1815-1914 (2005)
(000) Generalità
Segn.: BRLA 34620/1-2

Attraverso schede descrittive di 726 testate, il volume offre il quadro della stampa periodica economica lombarda nell'arco di tutto l'Ottocento e sino alle soglie della Prima guerra mondiale. Raccoglie informazioni sui giornali più rilevanti per la conoscenza della vita economica regionale, fondati tra il 1815 e il 1914: periodici dedicati alle attività imprenditoriali autonome; organi dei liberi professionisti; strumenti d'uso approntati per gli operatori, dalle guide ai fogli d'avvisi e pubblicitari; giornali delle singole imprese o associazioni di categoria; testate interessate all'istruzione specializzata e allo sviluppo tecnologico; pubblicazioni di enti locali, anche di carattere statistico.

472. AA.VV.
Bibliografia sulla prevenzione delle dipendenze (1996)
Ticinensia
Segn.: BRLTC 96

473. AA.VV.
La biblioteca su misura : verso la personalizzazione del servizio (2007)
(020) Biblioteconomia e scienza dell'informazione
Segn.: 02

È possibile per la biblioteca fornire un servizio personalizzato e user friendly? È possibile garantire un servizio mirato al soddisfacimento delle esigenze non di un pubblico generico e indistinto ma del singolo utente? Quali strategie di marketing e di tecnologie online vanno adottate per ottenere soluzioni efficaci sempre più orientate all'utente-cliente? Proposte, elaborazioni teoriche, esperienze sul campo sono presenti in questo volume, che raccoglie e in parte rielabora gli atti del convegno "La biblioteca su misura" (Milano, 9-10 marzo 2006), fornendo il contributo di numerosi esperti italiani e stranieri del settore chiamati a confrontarsi sulla costruzione di una "biblioteca su misura".

474. AA.VV.
Biblioteconomia: principi e questioni (2007)
(020) Biblioteconomia e scienza dell'informazione
Segn.: BRLA 36893

Il volume - che si richiama al manuale di Paola Geretto, "Lineamenti di biblioteconomia" (1991), conservandone sostanzialmente l'impianto ma aggiornandone e arricchendone i contenuti - affronta le principali questioni che sono oggi al centro del dibattito internazionale in ambito biblioteconomico. I diversi capitoli, affidati ad autorevoli esperti, prendono in esame tutti gli aspetti del servizio bibliotecario: dalla progettazione degli spazi e dall'assetto istituzionale e normativo fino alla costruzione e valorizzazione delle raccolte documentarie, dall'organizzazione dei servizi per gli utenti alla realizzazione di reti cooperative, dagli strumenti di informazione e consultazione alle politiche di promozione, dai sistemi di gestione della qualità alla valutazione dell'efficacia, dai principi di catalogazione alle applicazioni delle tecnologie digitali, dalla gestione dei fondi antichi ai temi della conservazione. Per ciascun tema viene fornita una presentazione dei principi fondanti, lo stato dell'arte in Italia e il confronto con il dibattito internazionale. L'esposizione problematica è coniugata con suggerimenti di carattere tecnico-pratico e accompagnata da un corredo di materiali di orientamento.

475. AA.VV.
Bielefelder Katalog : Schallplatten, Compact Discs, MusiCassetten (2004)
(78) Musica
Segn.: 784.75(03)

476. AA.VV.
Bignasco... e la lüèra. Cavergno... e le sue terre (2007)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4586

Sono almeno tre le particolarità storiche che caratterizzano Bignasco. Innanzitutto i ponti. Posto alla confluenza di due fiumi, Bavona e Maggia, i due ponti di collegamento fra le diverse sponde esistono da secoli, forse da millenni. Vi è poi il nucleo più antico (Bignasc Vécc) situato sulla sponda sinistra del fiume Maggia: è anch'esso un unicum, poiché è l'agglomerato valmaggese che conta il maggior numero di case cinquecentesche. Si è scelto ...la lüèra, ossia la trappola per catturare i lupi, poiché è un manufatto rarissimo in Ticino, ma pure perché l'insieme di Sott Piodau, dove è situata, posto a un tiro di sasso dalla strada cantonale e restaurato di recente, è un angolo di questo paese di alto valore etnografico e paesaggistico. In un ambiente devastato da blocchi giganteschi, a prima vista ostile e improduttivo, l'uomo ha ricavato piccole superfici coltivabili e alcune costruzioni di tipologia e funzioni diverse. Questo insediamento si presentava già così nel Settecento, ma alcune strutture, in particolare quelle sotto roccia e la lüèra, sono sicuramente più antiche: documenti d'archivio e raffronti diversi le pongono a cavallo tra il XIV e il XV secolo. Bignasco è pure interessante per l'assetto urbanistico caratterizzato dai seguenti comparti: il nucleo primitivo con parecchi edifici tra i più antichi della Vallemaggia; la zona attorno alla chiesa parrocchiale, posta tra i due fiumi, dove emergono, per importanza e volume, alcuni edifici privati e pubblici di fine Ottocento – inizio Novecento; il gruppo di case edificate a destra del fiume Bavona, sviluppatosi dopo la costruzione, nel 1907, della stazione terminale della ferrovia Locarno - Ponte Brolla - Bignasco e infine il quartiere nuovo, là verso la cascata, con diverse abitazioni costruite negli ultimi vent'anni. Nella seconda metà dell'Ottocento, quando il numero delle persone era ancora direttamente proporzionale al territorio agricolo, Cavergno contava oltre 400 abitanti che sarebbe stato più corretto definire Bavonesi. Infatti fino all'inizio del Novecento, per molte famiglie di questo villaggio erano più i mesi trascorsi in Valle, nelle varie frazioni chiamate «terre», che non a Cavergno: sebbene secondo un'antica tradizione per Natale tutti dovessero essere in paese, in realtà le capre non uscivano mai dalla valle e quindi, passate le feste, i caprai riprendevano la via della Valle Bavona seguiti qualche mese dopo dalle mucche e dalle famiglie intere. Il titolo di questo sentiero di pietra trae spunto proprio da questo fatto. È sembrato decisamente appropriato. Infatti il binomio Cavergno-Bavona, nonostante la scomparsa della transumanza di un tempo, si è conservato fino ad oggi: basta ascoltare i Cavergnesi parlare della loro Valle oppure partecipare alla processione a Gannariente, la prima domenica di maggio, o ancora gironzolare tra le case del paese un fine settimana d'estate per concludere che senza le terre bavonesi, Cavergno non potrebbe nemmeno esistere oggi.

477. AA.VV.
Bilancio familiare con Excel (2009)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 681.3

Microsoft Excel - il programma per lavorare con i fogli di calcolo più famoso al mondo - può essere un prezioso alleato per gestire tutti i numeri e le cifre che vanno a comporre il quadro dell'economia di casa, o "domestica". In queste pagine scoprite come. Un modo nuovo per imparare a usare con profitto Excel, orientandosi tra grafici e funzioni per gestire le spese familiari, tenere sotto controllo il conto corrente, scegliere il mutuo più adatto, prevedere l'importo di una bolletta, tenere traccia del rendimento scolastico, organizzare la lista della spesa.

478. AA.VV.
Billy Billie : tutti i film di Billy Wilder (1982)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 WILD 80

Billy Wilder è considerato uno dei registi e sceneggiatori più prolifici ed eclettici nella storia del cinema ed è passato alla storia come il padre della commedia brillante americana, ma è anche da annoverare fra i fondatori del genere noir. In circa cinquant'anni di carriera ha diretto oltre venticinque film e scritto settantacinque sceneggiature.

479. AA.VV.
La bioéthique au carrefour des disciplines : hommage à Alberto Bondolfi à l'occasion de son 60e anniversaire (2006)
Ticinensia
Segn.: TA 4234

480. AA.VV.
Biobanche e informazioni genetiche : problemi etici e giuridici (2011)
(100) Filosofia, (340) Diritto, giurisprudenza, legislazione
Segn.: 34

Tra le molte questioni eticamente e giuridicamente sensibili nell'ambito dell'attuale ricerca genetica, ha sicuramente un posto di preminenza la tutela dei diritti fondamentali degli individui nell'implementazione e gestione delle biobanche e nella pratica dei test genetici. Il presente volume raccoglie alcuni saggi che affrontano i problemi connessi al tentativo di conciliare la difesa della persona e l'interesse pubblico derivante dalla ricerca e dalla pratica clinica, in un'ottica interdisciplinare che include interventi di filosofi, filosofi del diritto, giuristi e medici. La particolare prospettiva adottata consente non solo di trattare i problemi etico-giuridici rilevanti, ma anche di rendere conto delle trasformazioni filosofiche, sociali e politiche realizzate dai progressi della conoscenza e della tecnica nell'ambito della genetica. Il quadro generale è ulteriormente arricchito dagli interventi di studiosi stranieri che rendono conto delle esperienze giuridiche sperimentate da altri Paesi europei in questo ambito.

481. AA.VV.
Biobugie & tecnoverità : biodiversità e globalizzazione nel rapporto nord-sud del mondo (2001)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 6

Il libro è composto dagli interventi di genetisti, medici, biologi, bioetici, esperti del business delle armi, politici, pionieri dell'agricoltura biologica. Ciascuno con la propria competenza ed abilità divulgativa fornisce non solo conoscenze basilari per capire lo specifico della "nuove tecnologie", ma anche dati e scenari prossimi che sembrano appartenere alla fantascienza o all'utopia, come nel caso degli xenotrapianti e delle piante "killer". La visione meno sorridente della cosiddetta globalizzazione che emerge da questi interventi pone inquietanti interrogativi, le cui risposte non possono essere delegate in bianco alle multinazionali dell'agroalimentare, del farmaceutico o del riarmo politico.

482. AA.VV.
Biodiversità della Val Piora : risultati e prospettive delle "Giornate della biodiversità" (23-25 luglio 2010) (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1592

I contributi degli oltre cinquanta autori di questa Memoria ben evidenziano, già solo per il loro numero, il successo riscosso dalle “Giornate della biodiversità” in Val Piora, organizzate nel 2010 dal Museo cantonale di storia naturale (MCSN) in collaborazione con la Fondazione del Centro di biologia alpina (CBA) e la Società ticinese di scienze naturali (STSN) in occasione dell'Anno internazionale della biodiversità. La manifestazione, nata inizialmente come “48 ore della biodiversità” (23-25 luglio), è infatti andata ben al di là delle iniziali due giornate previste, prolungandosi sull'arco dell'intero anno con indagini mirate da parte dei vari ricercatori. In molti paesi e regioni la biodiversità è stata celebrata nel 2010 soprattutto con conferenze, esposizioni e visite; il nostro apporto ha invece voluto essere più concreto attraverso un'azione di ricerca collettiva in un'area alpina del Cantone Ticino. In Europa le zone incontaminate si trovano infatti soprattutto in montagna e la Svizzera, situata nel cuore delle Alpi, ha una particolare responsabilità nello studio e nella conservazione dei diversi ambienti della Catena alpina. La scelta è dunque caduta sulla Val Piora, non solo per l'indiscusso valore naturalistico della regione, ma anche per le indispensabili strutture ricettive e di laboratorio presenti sul posto. Il fatto di potere disporre di un centro di accoglimento a 2000 metri d'altitudine, con laboratori attrezzati in grado di permettere le prime analisi del materiale raccolto, ha infatti rappresentato una condizione indispensabile per lo svolgimento della manifestazione e una garanzia di prosecuzione delle indagini future.

483. AA.VV.
Biodiversità e beni comuni (2009)
(570) Biologia
Segn.: 57

Viviamo costantemente all'incrocio tra le molte diversità del mondo naturale e sociale senza accorgerci che proprio in quelle diversità, oggi gravemente minacciate, risiede l'unica opportunità di incamminarci verso un futuro migliore. C'è un che di affascinante e forse di enigmatico in questa prognosi basata su una "legge di natura" che vede nel pluralismo su piccola e grande scala la sola via per raggiungere una sostenibilità umana ed ecologica. La miopia collettiva di questi ultimi decenni ha impedito non solo di rimettere ordine nelle nostre relazioni con l'ambiente e con noi stessi, ma anche di prendere coscienza degli effetti che la cosiddetta "crescita" del mondo occidentale ha sortito nei sistemi naturali e nei sistemi agricoli del pianeta. Secondo alcuni dati presentati in Biodiversità e beni comuni, il debito dei paesi ricchi nei confronti delle risorse naturali è sempre più incolmabile e mina anzitutto le possibilità di sopravvivenza e approvvigionamento alimentare della parte più debole dell'umanità. La biodiversità ci sta comunicando che non siamo buoni custodi della Terra, né siamo figli rispettosi del multiforme patrimonio di lingue, culture e tradizioni che il genere umano ha costruito nel corso di millenni con la forza plasmatrice dell'ambiente.

484. AA.VV.
Biodiversità, estinzione e conservazione : fondamenti di ecologia del paesaggio (1999)
(500) Scienze naturali
Segn.: 5

La "conservazione della natura" ha conosciuto negli ultimi anni un cambiamento talmente profondo da investire le metodologie, gli intenti, il linguaggio e la stessa filosofia di fondo. La svolta è riducibile al concetto di "biodiversità", intesa come "la varietà degli organismi viventi e la variabilità che esiste sia fra di essi sia tra i sistemi ecologici in cui si trovano". La nozione di biodiversità ha aperto infatti la strada alla consapevolezza che la conservazione della diversità biologica "non possa in alcun modo essere attuata senza un radicale superamento del paradigma dei parchi e delle riserve, e senza un'integrazione profonda dei temi della conservazione biologica scientifica con quelli dell'ecologia del paesaggio". Del nuovo assetto della conservazione biologica rende conto il manuale curato da Massa e Ingegnoli - il primo in questo genere ad apparire in Italia - che affronta organicamente tutti gli aspetti, a partire dalla componente storica, da quella biologica ed ecologica, fino ad arrivare agli aspetti applicativi, economici e gestionali.

485. AA.VV.
Biopic: de la réalité à la fiction (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43-24

Biopic associe deux expressions françaises: « film biographique » (sur) et « biographie filmée » (de). Le biopic est donc une oeuvre filmique centrée sur la description biographique d'une personne ayant réellement existée. Le présent volume se propose de questionner le genre biopic à travers 29 études qui démontreront qu'au cinéma, de Van Gogh à Mesrine en passant par Evita ou Casanova, la réalité est souvent bien plus captivante. que ce qui relève du fruit de notre imagination.

486. AA.VV.
Birmania/Myanmar (2016)
(910) Geografia
Segn.: BRLB 1133/229

Il nuovo Meridiani, diretto da Remo Guerrini, presta una particolare attenzione alla fotografia del presente di un luogo e a coglierne la direzione futura, ascoltando le voci dei protagonisti, registrando le nuove tendenze con reportage delle nuove architetture e dei nuovi panorami. Tutto questo senza trascurare i temi più classici di una meta ma trattandoli con un taglio unico.

487. AA.VV.
Blasfemia, diritti e libertà : una discussione dopo le stragi di Parigi (2015)
(340) Diritto, giurisprudenza, legislazione
Segn.: 34

Le carneficine che hanno sconvolto Parigi nel 2015 cambiano il nostro modo di vivere?
Se è così riflettere sui problemi posti dalle stragi di gennaio è un atto di resistenza. Papa Francesco ha dichiarato che chi uccide in nome di dio è un idolatra del sangue e un bestemmiatore del Nome.
Ma cosa vuol dire veramente «blasfemia»? E il diritto di non essere offesi non è in contrasto con la pienezza di una democrazia basata sulla libera discussione?

Muovendo dalla convinzione che il sapere possa e debba portare il proprio contributo al dibattito pubblico, questo volume, avvalendosi delle riflessioni di storici, teologi e giuristi indaga il rapporto fra blasfemia e Scritture, blasfemia e satira, blasfemia e diritto.

488. AA.VV.
Blues : una storia completa (2009)
(78) Musica
Segn.: 784.75(09)

Quella percorsa dal blues, che nasce nel profondo Sud dell'America per diventare uno dei più noti generi musicali contemporanei, è una strada lunga e affascinante. Lungo il cammino, il blues ha dato origine a stili differenti e generi collaterali, ha subito innumerevoli rielaborazioni ed è stato profondamente modificato dalle nuove tecnologie, senza mai perdere la propria peculiare identità. La sua essenza sopravvive oggi in quasi tutta la musica popolare, esercitando una profonda influenza in tutto il mondo. Il volume offre un quadro completo di questo entusiasmante genere musicale. La sua storia è presa in esame dal punto di vista cronologico, fornendo informazioni sugli artisti più originali e gli stili principali, decennio per decennio. Scendendo in profondità, la sezione Stili analizza le più importanti varietà di blues nate dalla tradizione del call-and-response, come il Louisiana blues, il boogie-woogie e il rythm & blues. A loro volta questi stili hanno dato origine ad altri generi musicali, fra cui il rock'n'roll e il soul, approfonditi nella sezione Influenze del blues. Julia Rolf ha studiato allo University College di Londra all'Università degli Studi di Pisa. Attualmente lavora a Londra come scrittrice e redattrice musicale.

489. AA.VV.
The blues highway : la strada del blues da New Orleans a Chicago (2007)
(78) Musica, (910) Geografia
Segn.: BRLA 38760

Questo testo è un classico viaggio in automobile attraverso la culla dell'innovazione musicale d'America. Questa guida di viaggio e musicale segue la Highway 61 e il fiume Mississippi per esplorare le radici della musica jazz, blues, cajun, zydeco, country, gospel, soul e rock & roll.

490. AA.VV.
Bodio (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 916/28

Il «Repertorio toponomastico ticinese» si occupa di salvaguardare e studiare il patrimonio dei toponimi ticinesi, mettendone a punto elenchi comunali arricchiti da un apparato storico-documentario e da approfondimenti sull'origine dei nomi. l volume dedicato a Bodio contiene le schede relative a circa 730 nomi di luogo, informazioni, testi di approfondimento e fotografie in parte d'epoca.

491. AA.VV.
Bohumil Hrabal : il macellaio sembrava un gufo (2017)
(82-89) Letteratura
Segn.: 885 HRAB

La maniera giusta per leggerne gli scritti l'aveva indicata lui stesso. Mettetevi comodi, ordinate da bere, che inizio a parlare. Pardon, a scrivere. Anzi, pardon, a trascrivere.
Sì perché Bohumil Hrabal si è sempre dichiarato un trascrittore, ponendo in chiaro quale fosse il suo atteggiamento rispetto al mestiere dello scrivere. La sua posizione nel mondo. Trascrittore di ciò che lo circondava, della storia del suo popolo colto e infelice, scriba sudato e coinvolto, mai distante, di narrazioni orali, di urla, risate sguaiate, di cialtronerie, irregolari vicende della vita normale, di sorrisi davanti alla tragedia. Di tragici silenzi. Poeta del particolare che diventa, grazie alle sue mani, divino. Un tramite, volendo addirittura svilire l'intenzione. Una brocca che si riempie e riversa. Toccato dal dono e perciò in grado di far comunicare attraverso se stesso l'eterno e il quotidiano. Rielaborare tutto, riciclare. Come quelle comunità ormai confinate nell'aneddotica e nel racconto buffo, in cui gli abitanti vivono reinventando gli oggetti che la società normale getta via.
In Hrabal tutto è superfluo ma ogni parola è messa proprio lì dove dovrebbe stare.

492. AA.VV.
Bologna (2018)
(910) Geografia
Segn.: BRLB 1133/241

Meridiani non si limita a descrivere i luoghi che presenta, ma cerca di afferrarne l'anima, con i suoi autorevoli inviati sul posto, pronti a raccontare e a fotografare un viaggio tutt'altro che convenzionale.Inoltre, una guida pratica di indirizzi scelti: alberghi, ristoranti e prodotti locali completa le informazioni di Meridiani, insieme con la cartina degli itinerari di viaggio consigliati.

493. AA.VV.
Bolzano / Alto Adige (2014)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BOLZ

Potreste scegliere una guida più grande o più piccola di questa, magari una più famosa... Forse una guida con maggiori informazioni più o meno aggiornate e l'elenco di alberghi e ristoranti nel frattempo chiusi o che hanno cambiato gestione... Potreste scegliere una guida che vi consiglia i percorsi turistici più noti e frequentati...
Questa vi offre invece la possibilità di leggere notizie curiose, brani letterari, profili storici e biografici legati all'arte e alla cultura dei luoghi che amate visitare, facendovi respirare il profumo e l'essenza di quei luoghi, sollecitandovi a inventare il vostro percorso individuale, spinti dalla lettura, dall'istinto e dalla vostra personale curiosità...

494. Aa.VV.
Bombögn: il muro (2004)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4979

Il muro, tuttora in ottimo stato, fu costruito nell'estate del 1948 allo scopo di evitare che le capre raggiungessero le piantagioni realizzate dopo il 1930 sul pendio sopra Campo e Cimalmotto nell'ambito di un vasto progetto di risanamento forestale della zona. È un'opera monumentale - alta circa 2 metri e lunga circa 300 - l'unica in Ticino realizzata su un pizzo.

495. AA.VV.
Bordeaux (2017)
(910) Geografia
Segn.: BRLB 1133/238

Meridiani guarda al mondo con occhi curiosi. E più che descriverlo, lo interroga lasciando che siano i luoghi a raccontarsi attraverso la natura, i monumenti, i paesaggi urbani, i volti e le storie della gente, le espressioni artistiche e culturali, la moda e lo sport. Ogni numero è un viaggio non convenzionale in città e paesi che pagina dopo pagina, attraverso reportage giornalistici, servizi fotografici, racconti di famosi scrittori svelano la loro anima più profonda.

496. AA.VV.
Borgogna e Champagne (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/FRAN

10 itinerari per scoprire Il meglio della Borgogna e della Champagne: seguendo i preziosi filari di vite, per cantine dai nomi leggendari o nelle magnifiche città d'arte di queste due regioni, percorsi ben studiati e indicazioni pratiche danno ad ogni momento di vacanza il significato di un tempo ben speso, alla scoperta dei grandi crus della Côte d'Or, delle bollicine del vino del diavolo, delle grandi abbazie medievali e di eleganti castelli. Ogni itinerario è accompagnato da carte di città e comprensori su cui sono chiaramente localizzate le tappe descritte nella guida.

497. AA.VV.
Bosco Gurin : 700 anni : piccole notizie (1956)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 2406

498. AA.VV.
Bosco Gurin, la scommessa della Grossalp : 1 agosto 1970 (1996)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1366

499. AA.VV.
Bosco Gurin... e i Walser (2003)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4590

Situato a 1506 m s/m Bosco Gurin è il villaggio più alto di tutto il Cantone Ticino e può vantare un'anzianità di più di 7 secoli: è attestato che già nel 1253 Bosco Gurin era un comune indipendente, con un proprio console. Il villaggio è abitato in prevalenza dai discendenti dei colonizzatori Walser, vi si parla un dialetto tedesco, il Gurinerdeutsch, oltre all'italiano. L'impronta lasciata dalla civiltà di questo popolo d'alta quota, è ancora individuabile in parecchie costruzioni che si incontrano camminando sul territorio del Comune: le numerose torbe, buona parte degli edifici abitativi, i Gadumdschi. Dopo i primi insediamenti da parte degli uomini arrivati attraverso la Gurinerfurka, la comunità di Bosco Gurin ha vissuto un certo sviluppo demografico, sopravvivendo alle asprezze della rude vita di montagna. Asprezze che raggiungevano l'apice e divenivano tragedia quando le valanghe si abbattevano sulla comunità. Fra tutte si ricordano quella che nel 1695 distrusse metà paese, mietendo 34 vittime, e quella che nel 1749 devastò parte di esso causando la morte di 41 persone. Come molti altri villaggi delle valli laterali, Bosco Gurin ha subito dapprima l'emigrazione stagionale e quella oltre oceano, in seguito il fenomeno dettato dalle esigenze della vita moderna: lo spopolamento. I Boschesi emigravano stagionalmente come muratori, pittori e gessatori; durante l'inverno gli uomini fabbricavano recipienti e oggetti in legno che poi portavano al mercato di Locarno. In questi ultimi anni, grazie a notevoli investimenti, Bosco Gurin è diventato un centro sportivo invernale di tutto rispetto.

500. AA.VV.
Il bosco magico (2013)
Narrativa per bambini (dai 6 anni)
Segn.: BOSC/----

Una nuova collana dal concept fortemente innovativo, destinata ai primi lettori tra i 5 e i 6 anni: a quei bambini che, appena appresi i primi rudimenti della lettura, vogliono cominciare a leggere un vero libro in modo autonomo. A ciascuno dei tre lettering (Una storia in 5, 10, 15 minuti) corrisponde una diversa lunghezza dei testi, per rendere le storie proporzionate alla capacità di lettura raggiunta dai bambini.

501. AA.VV.
Bosco/Gurin [Materiale cartografico] (2008)
(910) Geografia
Segn.: 912(494.5)

Carta nazionale della Svizzera 1:25000

502. AA.VV.
Botero : Città di Locarno, Pinacoteca comunale Casa Rusca, [20 marzo - 10 luglio 2011] (2011)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1573

Il maestro colombiano è considerato uno degli artisti più rappresentativi del nostro tempo ed è noto in tutto il mondo per il suo peculiare linguaggio pittorico, caratterizzato da una cifra stilistica riconoscibile a prima vista.
Il catalogo contiene i testi dei più autorevoli esperti dell'opera di Botero e la riproduzione a colori di tutte le opere esposte a Casa Rusca nel 2011.

503. AA.VV.
Bramantino a Milano (2012)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: BRLB 4935

A Milano si conserva il nucleo più cospicuo esistente al mondo di opere di Bartolomeo Suardi, detto il Bramantino, il più grande artista lombardo del Rinascimento: dipinti su tavola e su tela, arazzi tratti da suoi cartoni, disegni, affreschi e l'unica architettura che gli riuscì di costruire.
Milano è dunque la sede naturale per la prima esposizione monografica dedicata a questo artista, amato dalla critica del Novecento e dalle avanguardie, ma privo fino ad oggi di una pubblicazione aggiornata e approfondita.
La mostra al Castello Sforzesco, dove si conservano il grande murale con l'Argo nella sala del Tesoro e lo straordinario ciclo di arazzi con i Mesi eseguito entro il 1509 per Gian Giacomo Trivulzio, riallestito in modo permanente secondo la giusta sequenza di presentazione nella sala della Balla, è l'occasione per lanciare una nuova politica culturale di mostre di ricerca volta a far scoprire ai cittadini l'inestimabile patrimonio misconosciuto, e per rimettere a posto un capitolo fondamentale della storia dell'arte italiana.

Gli strumenti presentati nel libro per arrivare a una nuova comprensione critica dell'artista sono il rigore storiografico, volto a bonificare la bibliografia, unito a un linguaggio accessibile, che evita le lambiccate interpretazioni iconologiche alle quali la natura "misteriosa" delle composizioni del Bramantino ha spesso dato adito.

504. AA.VV.
Brasile (2014)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/BRAS

Da centinaia di anni il Brasile rappresenta la via di fuga in un paradiso tropicale di primordiale bellezza che riesce a infiammare l'immaginazione degli occidentali come nessun altro paese sudamericano.
Dalla folle passione per il carnevale all'immensità dell'Amazzonia, il Brasile è una terra dove tutto assume proporzioni mitiche.
Forse il mito, come è naturale che sia, non corrisponde del tutto alla realtà, ma il Brasile è una terra di straordinaria bellezza, che offre al viaggiatore distese di foreste pluviali inesplorate, isole con spiagge tropicali intatte e fiumi sconfinati. Senza dimenticare la vitalità e la gioia di vivere che gli abitanti del Brasile sanno trasmettere a chiunque.
Dopo 40 anni di migrazioni interne e di crescita demografica, il Brasile è oggi una paese fortemente urbanizzato. Più di due terzi dei brasiliani vive in città, e São Paulo è la seconda città più popolosa al mondo.

505. AA.VV.
Brasile (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/BRAS

Il Brasile può essere diviso in 5 regioni principali, ognuna delle quali offre un paesaggio, una cultura, un'esperienza peculiare. Il sud-est presenta due delle città più grandi, Rio de Janeiro e San Paolo. Con un carattere prettamente europeo, il sud del Brasile offre paesaggi naturali straordinari. Il nord-est, con un meraviglioso litorale di spiagge e un interno selvaggio, conserva magnificamente le sue città storiche e una vibrante cultura afro-brasiliana. Nel Brasile settentrionale, la densa Foresta Amazzonica incontaminata e le distese tropicali, segnano quasi la frontiera selvaggia del Brasile.

506. AA.VV.
Brasile (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/BRAS

Uno tra i paesi più accattivanti al mondo, il quinto per estensione, il gigante del Sud-America: giungle, isole coperte da foreste, montagne, metropoli e spiagge. Ma il Brasile si riconosce soprattutto nel suo carattere festaiolo, nei colori del suo Carnevale, nella energia e nella gioia di vivere dei suoi abitanti, un miscuglio di razze indigene e di diversità etniche che ha prodotto alte espressioni della musica e della danza e che ci ha lasciato città di grande fascino, tra cui la sua antica capitale: Salvador. La guida offre una sezione dedicata al famoso Carnevale con indicazioni su come viverlo al meglio, comprare i biglietti e assistere alle sfilate, indicazioni per un turismo rispettoso degli equilibri ecologici dell'Amazzonia.

507. AA.VV.
Bratislava (2016)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BRAT

Bratislava è una delle città più belle della Mitteleuropa. Situata in una posizione un tempo considerata strategica, sulle rive del Danubio e nel cuore dell'Europa centrale, la capitale slovacca si è ormai lasciata alle spalle l'epoca comunista, trasformandosi in una città moderna e vivace, ricca di attrazioni storiche e artistiche, ma anche di caffè alla moda, ristoranti e locali notturni.

Questa guida vi condurrà, tra una passeggiata in riva al Danubio e una per le strade acciottolate della Città Vecchia, ad ammirare il famoso Castello, il Palazzo del Primate, il Ponte Nuovo e la Porta di San Michele, con itinerari diversi a seconda del tempo a disposizione.
Troverete anche precise indicazioni per gite nei dintorni, sulle colline dei Piccoli Carpazi e nelle belle città di Trnava e Nitra.

508. AA.VV.
Brecht und seine Komponisten (2000)
(78) Musica
Segn.: 78:8

Die Texte des Bandes fussen auf Referaten, die aus Anlass des 100. Geburtstages von Brecht und Eisler im Mai 1998 bei der von der Deutschen Forschungsgemeinschaft unterstützten Tagung "Brecht und die Musik" gehalten wurden.

509. AA.VV.
Bretagna (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/FRAN

Per la sua storia piena di eventi, i paesaggi contrastanti, l'economia diversificata e il ricchissimo patrimonio culturale, la Bretagna è una regione multiforme. Architettura, splendide baie e spiagge, i promontori, le scogliere imponenti, isole pittoresche e la comunicatività dei suoi abitanti, rendono la Bretagna è una meta molto amata.

510. AA.VV.
Breve lessico musicale (2009)
(78) Musica
Segn.: 78(03)

II concetto di musica abbraccia oggi un campo amplissimo di esperienze umane incentrate sul suono, che è arduo racchiudere entro precisi confini cronologici, geografici, di funzione e di genere. Questo dizionario, che è anche il prodotto di un'esperienza didattica al più alto livello, offre allo studente e all'appassionato, oltre a un'accessibile definizione dei principali termini tecnici, un primo orientamento nel complesso territorio dei concetti usati dalla musicologia per descrivere e interpretare i diversi aspetti dell'esperienza musicale, storicamente e criticamente vagliati alla luce delle ricerche più aggiornate. Benché al centro dell'interesse vi sia la tradizione della musica d'arte europea dal Medioevo al XX secolo, considerata nei suoi aspetti compositivi, comunicativi, estetici e sociali, lo sguardo è spesso allargato a fenomeni non più considerabili marginali, quali la popoular music e le più recenti esperienze multimediali.

511. AA.VV.
Breve storia della scrittura e del libro (2010)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 655

È sempre più diffusa la consapevolezza che la storia letteraria comprende, come momento irrinunciabile, lo studio della trasmissione dei testi. Sono perciò indispensabili, a chiunque si accosti al testo letterario o documentario, le nozioni elementari di storia della scrittura, storia del libro e critica del testo. Questa guida descrive le forme del libro manoscritto, dall'antico "volumen" al codice umanistico; quelle del libro a stampa, dai primi gloriosi esperimenti quattrocenteschi ai giorni nostri; illustra l'evoluzione della nostra scrittura dalle origini alle tipizzazioni medievali e umanistiche; offre, infine, una sintesi dei problemi relativi all'edizione critica dei testi.

512. AA.VV.
Brian De Palma (2017)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 DEPA 80

Ha materializzato paure, incubi, ossessioni frammentate; ci ha trascinato dentro i labirinti dell'immaginario collettivo novecentesco; ha dato corpo ai fantasmi del nostro inconscio: Brian De Palma è uno dei maggiori autori emersi dal cinema americano anni Settanta, maestro di stile, sempre in bilico tra un'anima di artista indie e le regole del gioco che Hollywood detta. De Palma ha visto ingiusti insuccessi trasformarsi in cult movies (Il fantasma del palcoscenico), ha fatto emergere dalla trama dei film di genere la filigrana delle teorie sulla visione e sull'eccesso di immagini dal quale siamo sommersi. Ha diretto alcuni dei thriller più belli degli ultimi quarant'anni (Vestito per uccidere, Blow Out), ha dato vita a due giganteschi maudit del gangster movie (Tony Montana in Scarface e Carlito Brigante in Carlito's Way), ha ricreato le atmosfere più insidiose del noir (Femme Fatale e Black Dahlia), ha registrato le atrocità indotte dalle guerre (Vittime di guerra, Redacted). Sempre rielaborando una lingua che è tra le più raffinate e consapevoli del cinema hollywoodiano, sempre scavando nell'intricata rete degli sguardi, delle riproduzioni, dei riflessi, dei suoni, delle fantasie, dei sogni dentro ai quali ci perdiamo quotidianamente. Brian De Palma è lo specchio nel quale si riflette la perdita di senso contemporanea. Con saggi di alcuni fra i più prestigiosi studiosi del genere e molte gallerie fotografiche, è un libro che soddisfa sia gli studiosi sia gli appassionati di cinema.

513. AA.VV.
British Renaissance : gioventù, amore e rabbia nel cinema inglese degli anni Ottanta (2008)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(410)

Parlano di Scozia, di Irlanda, di aree industriali del nord, di sobborghi londinesi, di operai senza lavoro, musicisti punk, ragazze scatenate e adolescenti imbranati, di neri, cinesi, giamaicani, di conformismo e, più spesso, di ribellione. Sono i film che nascono in Gran Bretagna tra la fine degli anni Settanta e la fine degli anni Ottanta, e che danno una scossa feroce e ironica alla tradizione cinematografica locale, spesso sonnolenta. Li realizzano registi esordienti o che lavorano in televisione che si chiamano Neil Jordan, PeterGreenaway, Michael Radford, Richard Eyre, Terence Davies, Derek Jarman, Sally Potter, Marek Kanievska, Stephen Frears, Mike Leigh, Bill Forsyth, e scrittori come Hanif Kureishi, lan McEwan, Alan Bennett. La chiameranno British Renaissance, anche se non fu mai un "movimento", né una "scuola". Fu un sobbalzo fugace e vitale, fu soprattutto un urlo di rabbia contro un governo, quello conservatore di Margaret Thatcher, che stava distruggendo, in nome del vecchio perbenismo e del nuovo liberismo, la cultura del paese.

514. AA.VV.
Britten, Phaedra/Les illuminations - Purcell, Dido and Aeneas (2007)
(78) Musica
Segn.: 78.071 BRIT 8 Pha

Tre celebri opere pubblicate insieme, accompagnate da molti contributi e immagini che permettono ricchi approfondimenti sugli autori, l'antologia letteraria e la discografia. Phedra e Les Illuminations sono entrambe composte dal famoso autore contemporaneo inglese Benjamin Britten. Phedra, scritta su un modello barocco, è una potente cantata drammatica accompagnata da una musica asciutta, diretta, angolare. Les Illuminations invece è il titolo di un volume di poesie e prose di Arthur Rimbaud, rese intensamente originali dalla qualità visionaria d'espressione dell'autore. L'ultima opera, Dido and Aeneas, capolavoro del teatro musicale barocco del grande autore inglese Henry Purcell, è un melodramma interamente cantato che fonde elementi del masque con la forma del coro danzato. È un'opera di grande originalità grazie alla sua dimensione miniaturistica: riesce infatti a concentrare in forme agili e scattanti un dramma umano di eccezionale potenza emotiva.

515. AA.VV.
Broglio (2006)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 916/20

516. AA.VV.
Brontallo (2009)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4574

Il villaggio di Brontallo, il primo che si incontra risalendo la Lavizzara, venne insediato su un piccolo terrazzo che sporge sul versante destro della valle, a una quota di circa 700 metri. Tutti gli edifici - abitazioni e stalle - sono raccolti sul pendio a monte del ripiano che venne così salvaguardato a favore della campicoltura. Ma quello che maggiormente colpisce a Brontallo è il paesaggio nel quale il villaggio è inserito, marcato da versanti ripidissimi, da impressionanti e vertiginose pareti rocciose che sovrastano l'abitato, dalla profondità del fondovalle caratterizzato da una gola tanto stretta da nascondere anche la vista del fiume. L'Archivio dei nomi di luogo di Brontallo contiene le schede e le localizzazioni di quasi 900 nomi raccolti in due fasi, nel periodo 1979-1980, interpellando tre informanti locali, e nel periodo 2008-2009. Brontallo, già comune autonomo, dal 4 aprile 2004 è entrato a far parte del nuovo comune di Lavizzara. La superficie del territorio era di 1046 ettari, di cui 600 boscati (bosco, bosco arbustivo, boschetto), 393 ettari occupati da superfici improduttive (corsi d'acqua, vegetazione improduttiva, superfici senza vegetazione), 48 da superfici agricole utili (prati e campi, pascoli, alpeggi), 5 da superfici d'insediamento (area edificata, superfici del traffico).

517. AA.VV.
Brontallo : monti e paesaggio (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4981

Brontallo, situato a quota 716 m.s.m., è il primo paese della Valle Lavizzara. Arroccato ai piedi delle pareti rocciose che si staccano dal pizzo Brünesc, gode di una splendida posizione molto soleggiata, anche durante l'inverno. Il villaggio è costituito da un nucleo di case vecchie (le più antiche risalgono al Cinquecento) - disposte a gradinata sul pendio - che si stringono attorno alla minuscola piazza dove in passato si riuniva l'assemblea dei vicini, e da un nucleo molto compatto di stalle - nel settore più esposto alla caduta di pietre e colate di neve - tutte orientate verso valle e costruite rispettando lo stesso modello di base.

518. AA.VV.
Brontallo... e le stalle. Menzonio... e l'oratorio (2006)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4592

Chi sale da Bignasco verso la valle Lavizzara non può che rimanere affascinato da quel paesino aggrappato a metà montagna, proprio all'entrata della Valle. Ma pure l'arrivo a Brontallo, a 716 m s.m., rappresenta un susseguirsi di scoperte suggestive: il gruppo delle stalle (tutte uguali, tutte rivolte verso il fondovalle, tutte raggruppate sullo stesso pendio); i ripidi e interminabili pendii terrazzati, le rocce sovrastanti a picco sopra il paese, il nucleo delle case vecchie, tutte con il tetto in piode, l'esiguo spazio pianeggiante dove negli ultimi decenni sono state costruite alcune case nuove, i prati che attorniano il paese, il cimitero posto su un breve spiazzo sopra una roccia. È certo che queste particolarità del territorio hanno reso estremamente faticosa la vita agli abitanti di Brontallo. Per secoli uomini, donne e bambini hanno faticato quassù, sempre con la gerla o la «cadola» sulle spalle, sempre in cammino, in salita o in discesa, dal villaggio ai monti e agli alpi, dal fondovalle dove era stata costruita la strada carrozzabile già verso il 1820 al paese dove invece è giunta soltanto nel 1955, dal versante destro della valle a quello sinistro dove pure vi sono monti e alpi. Non meraviglia quindi che Brontallo sia stato il comune valmaggese che ha conosciuto la maggior vendita di stalle e case, già a partire dal 1960, affinché fossero trasformate in residenze secondarie. Tanto quanto Brontallo è in una posizione invitante, Menzonio, pure situato su un terrazzo a 731 m s.m. all'inizio della Valle Lavizzara, si trova in un luogo appartato, nascosto a chi transita sul fondovalle. Forse per questo motivo oltre al fatto che il collegamento con la strada cantonale è avvenuto solo nel 1949, la comunità di Menzonio ha conservato una propria forte identità. Qui il terrazzo, a soli 100 metri di dislivello dal fiume, è più ampio; attorno non vi sono rocce e precipizi, ma boschi e monti; lo spazio pianeggiante non è abbondante, ma nemmeno misurato come a Brontallo. I pendii terrazzati, specialmente salendo verso i monti, sono parecchi, ma l'abbandono dei terreni negli ultimi decenni li ha nascosti tra le foglie di alberi e arbusti. Menzonio non è mai stato molto popolato. Nel XVII secolo, al momento del massimo sviluppo demografico, quando il numero degli abitanti dipendeva direttamente dalla vastità del territorio, ha sfiorato i 300 abitanti, certamente sparsi anche sui numerosi monti della sponda destra e sinistra della valle. Tra le varie costruzioni che compongono il nucleo, emergono per importanza e volume due edifici religiosi: la chiesa parrocchiale e l'oratorio. Quest'ultimo, dedicato alla Madonna Assunta, è il primo che si incontra salendo; per gli abitanti è un forte punto di riferimento: la ricorrenza del 15 agosto è la vera festa del paese. Dal 1991 l'oratorio si è arricchito di una mostra permanente dell'artista Gianfredo Camesi, nato quassù nel 1940 e conosciuto anche a livello internazionale.

519. AA.VV.
Bruce Springsteen : come un killer sotto il sole : il grande romanzo americano (1972-2007) (2007)
(78) Musica
Segn.: 784.76 SPRI

Bruce Springsteen è uno dei musicisti più amati al mondo - e l'Italia non fa eccezione - ma è un musicista d'un tipo particolare: perché è prima di tutto uno storyteller, un "raccontatore di storie". Ogni sua canzone racconta la vita, o l'episodio decisivo della vita, di un ragazzo, di una donna, di una coppia, di un padre e un figlio; ogni sua canzone racconta un angolo degli Stati Uniti d'America, una strada, un deserto, un paese, una città. Ecco perché l'autore ha voluto dare a questa raccolta di canzoni il sottotitolo "Il grande romanzo americano", selezionando e traducendo di persona cento e più testi di Springsteen. E nel suo appassionato saggio introduttivo, Colombati mostra come sia possibile considerare questo "menestrello", cantore della società americana così industriale e insieme così prossima alle radici popolari, alla pari dei grandi della letteratura. Nel ricco apparato di note ai testi, Colombati ricostruisce le circostanze - spesso raccontate dallo stesso Springsteen - nelle quali le canzoni furono composte, e ne illumina il senso profondo ricostruendo il fitto reticolo di rimandi alla cultura popolare e "alta" così come alla storia sociale e politica degli Stati Uniti. Il volume è arricchito da una premessa di Ennio Morricone.

520. AA.VV.
Bruce Springsteen : da Asbury Park alla terra promessa (2012)
(78) Musica
Segn.: 784.76 SPRI

"Non c'è una sola parte di te che tu possa lasciarti alle spalle. Puoi solo gestire le diverse parti. C'è un'automobile ed è piena di persone. Il ragazzino dodicenne sta dietro. Così il ragazzo di vent'anni e anche il tipo di trent'anni a cui piace tenere le mani sul volante, premere l'acceleratore e guidarti contro un albero. Così l'uomo di quaranta a cui piace combinare casini e quello di cinquanta che se l'è cavata piuttosto bene. Tu vorresti al volante l'ultimo modello di te stesso, la parte che ha capito di più e sa dove vorresti andare. Ma sono tutti lì. Non se ne va nessuno. Le porte sono chiuse, bloccate e sigillate, finché arrivi nel tuo box. E chi si trova al volante fa una bella differenza. Se c'è il tipo sbagliato alla guida, è tempo di andare a sbattere." Non solo i suoi straordinari successi discografici, i suoi live memorabili, e le sue decise prese di posizione politiche. In questa raccolta di interviste e dichiarazioni liberamente tradotte per la prima volta in italiano troviamo tutta la lucidità, la passione e la sensibilità di una delle personalità artistiche più importanti dell'intera storia del rock. Con 24 ritratti fotografici in b/n, dagli esordi a oggi, in solo e con i più importanti compagni di strada della E Street Band.

521. AA.VV.
Bruno Maderna : studi e testimonianze (2004)
(78) Musica
Segn.: 78.071 MADE 80

522. AA.VV.
Bruno Nizzola, umanità di un pittore : omaggio ad un uomo del popolo, artista raffinato = Bruno Nizzola, Menschlichkeit eines Malers : Hommage an einen Mann des Volkes und feinsinnigen Künstler (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5768

"Non devi lasciare mancare il giudizio del cuore!" L'esortazione è del pittore Bruno Nizzola (Loco 1890 - Locarno 1963).
Nizzola, artista lirico, circoscrive in una medesima nota sentimentale natura, uomini e animali. Sensibile interprete del paesaggio, autore di struggenti nature morte, di ritratti interiorizzati, si ispira al volto contadino e artigiano di un paese - il Ticino - alle soglie di un cambiamento epocale ma lo traspone in colore sognante e in prospettiva straniante, al limite della dissoluzione figurativa.

Personaggio fuori dagli schemi, rivive in questo libro grazie al racconto di Pierre Casè, che lo conobbe da ragazzo e che, a sua volta divenuto artista, ne avrebbe avuto presente l'esempio sul piano umano oltre che artistico.

Il volume, a cura e con testi di Maria Will, realizzato in collaborazione con il Museo Epper di Ascona, riproduce venticinque dipinti scelti di Nizzola.

523. AA.VV.
Bruno Pinto : di fronte e attraverso : [Milano, Fondazione Antonio Mazzotta, 29 giugno - 25 settembre 2005] (2005)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1675

Questo catalogo testimonia la "riscoperta" di un grande maestro come Bruno Pinto che ha rifiutato i percorsi più ortodossi del cosiddetto "sistema dell'arte", soprattutto le sue omologazioni mercantili, e ha scelto piuttosto strade alternative di ricerca in profondità, di riflessione anche dolorosa e di contemplazione solitaria del mondo e dell'esistenza, accompagnato dalla sensibilità di intellettuali protagonisti della contemporaneità, suoi amici e interlocutori, come Dossetti, Cacciari, Ragghianti, Argan, Ashton, Mazzariol, Zolla, Calabrese, attratti e affascinati dalle sue pitture, dalle sue sculture, dai suoi scritti e dalla sua vita. Il catalogo, oltre al saggio introduttivo del curatore Pietro Bellasi, contiene scritti di storici e critici italiani e stranieri: Remo Bodei (le opere in marmo di Bruno Pinto), Bruno Corà (L'evoluzione di Pinto in rapporto alla pittura italiana ed europea), Guido Magnaguagno (la ribellione di Pinto), Marco Meneguzzo (la scultura), Norbert Nobis (la grafica), Dieter Ronte (Bruno Pinto in rapporto alla pittura internazionale), Jean Soldini (la pittura). Infine alcune testimonianze dell'artista, due significative interviste a Pinto di Giacomo Marramao e Piero Coda e uno scritto storico-biografico di Claudio Cerritelli, introduttivo alla sezione antologica della mostra, completano la pubblicazione.

524. AA.VV.
Bruxelles : Bruges, Gand e Anversa (2017)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BRUX

Specchio dell'importanza che la città ha avuto nella storia del nord Europa, l'architettura di Bruxelles spazia dalle grandi torri medievali agli scintillanti edifici postmoderni degli uffici dell'Unione Europea.
L'art Nouveau ha lasciato le sue radici in oltre 2000 edifici: linee curve, vetrate policrome, archi e affreschi floreali ed elaborate decorazioni in ferro battuto, ogni strada reca le tracce di questo stile.

Il Belgio, benchè sia uno dei paesi più piccoli d'Europa, ha una delle più alte densità demografiche, con i suoi circa 10 milioni di abitanti. È una nazione bilingue (fiammingo e francese); sebbene Bruxelles sia situata in una zona fiamminga, in città si parla soprattutto francese.

Dato il suo eccellente sistema di trasporti, Bruxelles è il punto di partenza ideale per visitare alcune delle città storiche come Anversa, Gand e Bruges, il cui fascino risiede nella loro piacevole dimensione umana: sono città piccole, da avvicinare senza fretta e da scoprire a piedi.

525. AA.VV.
Bruxelles : Bruges, Gand e Anversa (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BRUX

Il fascino di Bruxelles, Anversa, Gand e Bruges, risiede nella loro piacevole dimensione umana. Sono città piccole, da girare a piedi. Secondo la migliore tradizione belga, il modo giusto per avvicinarsi a queste città è non avere mai fretta.

526. AA.VV.
Bruxelles : Bruges, Gand e Anversa (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BRUX

Bruxelles zona per zona. In questa guida il meglio della sede dell'Unione Europea e i suoi dintorni. Il Belgio con le sue bellissime città e tradizioni.

527. AA.VV.
Bucarest (2015)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BUCA

Famosa in passato per i suoi ampi viali e i sontuosi edifici Belle Époque, che le fecero guadagnare il soprannome di Parigi dell'Est, Bucarest è una città piena di contraddizioni, eredità, in parte, del regime comunista, che ha cambiato il suo volto in maniera evidente e irrevocabile.
Oggi la capitale romena, rovente d'estate e gelida d'inverno, a prima vista può non sembrare particolarmente attraente, ma è dotata di un certo fascino decadente che attira ogni anno sempre più visitatori. Dalle vivaci strade del centro storico, piene di locali, ai magnifici parchi, dai giganteschi edifici in stile funzionalista (su tutti la famosa Casa Poporului voluta da Ceausescu) alle belle chiese ortodosse e a musei di grande interesse, ce n'è davvero per tutti i gusti.
E a chi non bastasse, questa guida, aggiornata e ampliata per la seconda edizione, fornisce utili informazioni anche per esplorare i dintorni di Bucarest e spingersi fino alle vicine città di Sinaia e Brasov.

528. AA.VV.
Budapest (2004)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) BUDA

La grande Budapest: Buda, Obuda, Pest. Il Danubio. Oltre 800 fotografie a colori, itinerari dettagliati, i dintorni.

529. AA.VV.
Buddhismo (2006)
(200) Religione. Teologia
Segn.: 2(03)

Il volume presenta il buddismo nella sua genesi e nel suo sviluppo storico. Una serie di voci, ampie e articolate, mette in rilievo i principali aspetti della tradizione letteraria, rituale, cultuale, mitologica, giuridica e della riflessione teorica del buddismo.

530. AA.VV.
Buddhismo (2001)
(290) Religioni e culti non cristiani, mitologia
Segn.: BRLA 42882

Con i suoi 356 milioni di aderenti, il buddhismo costituisce, dopo il cristianesimo e l'islam, la terza grande religione universale.
Diffuso in tutto il sud-est asiatico, a partire dalla seconda metà dell' Ottocento si è progressivamente diffuso anche in Occidente, ponendosi come un'alternativa religiosa, oltre che filosofica ed etica, al cristianesimo.
I saggi che compongono questo volume ripercorrono le tappe principali della storia e dell'evoluzione del buddhismo: dalla presentazione dell'ambiente storico-religioso indiano in cui sorse e si affermò la via di liberazione sperimentata dal Buddha, attraverso la diffusione in Cina, Giappone e sud est asiatico, per terminare con un capitolo illuminante sul buddhismo in Occidente che aiuta a comprendere le ragioni profonde della sua attuale diffusione.

531. AA.VV.
Bulbose (1999)
(580) Botanica
Segn.: 58

Ogni scheda contiene, oltre alla foto della pianta, abbinata a una sua breve descrizione botanica, consigli dettagliati per la coltivazione e per la propagazione, la preparazione del terreno, l'irrigazione, la fertilizzazione, il diserbo e il trapianto. Simboli specifici indicano le condizioni preferite dalle piante e il loro loro livello di rusticità.

532. AA.VV.
Bullismo elettronico : fattori di rischio connessi alle nuove tecnologie (2009)
(150) Psicologia
Segn.: 159.9

Il bullismo elettronico (cyberbullying) è un fenomeno molto recente, studiato in ambito internazionale solo da pochi anni, che vede l'attuazione di aggressioni volontarie e ripetute nel tempo attraverso l'utilizzo di nuove tecnologie di comunicazione da parte di preadolescenti e adolescenti. Lo scopo del libro è indagare le caratteristiche di questo nuovo fenomeno, esaminando i diversi fattori di rischio ad esso associati e analizzando il rapporto tra bullismo elettronico e bullismo tradizionale. Il fenomeno del bullismo elettronico viene approfondito integrando approcci metodologici quantitativi e qualitativi, utilizzando il punto di vista di discipline diverse quali la psicologia dello sviluppo, la psicologia sociale, la psicologia clinica, la pedagogia e la sociologia. Il volume costituisce uno strumento di riflessione per i ricercatori e per quanti si preparano a lavorare con adolescenti; è pensato inoltre per chi opera già nel mondo della scuola, per i genitori e i giovani che desiderino approfondire la loro conoscenza sulle forme di aggressività presenti in adolescenza.

533. AA.VV.
Bulul : Ronald Ventura e l'arte tradizionale delle Filippine = Ronald Ventura and the traditional art of the Philippines (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1623

Questo volume è dedicato a Ronald Ventura (Manila, 1973), artista che, nel panorama del Sudest asiatico, è considerato uno dei migliori interpreti del connubio tra tradizione e modernità: nelle sue tele e nelle sue sculture si ritrovano infatti forme e significati della cultura tradizionale filippina – come i riferimenti all'antica scultura in legno dei bulul – e di elementi pop propri della cultura occidentale.

Il libro inaugura la collana OrientArt, promossa dal Museo delle Culture di Lugano con l'intento di indagare il rapporto fra l'arte contemporanea dell'Asia e dell'Oceania e il contesto ideologico e culturale in cui essa si muove.
Secondo lo spirito della collana, gli interventi accolti nel volume, frutto di un'originale ricerca nel campo dell'antropologia e dell'arte, consentono al lettore di esplorare, con esiti sorprendenti, i confini di un'arte e di un'estetica “globale”.

534. AA.VV.
Buon Natale : canti di Natale di tutto il mondo (2009)
Narrativa per bambini (dai 3 anni)
Segn.: BRLF 1946

Un libro per cantare tante canzoni raccolte e illustrate per un solo grande evento: il Natale, la festa più amata dai bambini. Ognuno di questi canti è nato nel cuore della gente e perciò appartiene a tutti, credenti e non credenti, perché ha l'inconfondibile sapore della casa, della famiglia riunita davanti al presepe o intorno all'albero natalizio. Servono a rendere ancora più allegro questo momento, servono a porgere gli auguri, a scambiare una promessa e un auspicio di pace. In Buon Natale sono raccolti tanti dolci motivi che provengono un po' da tutto il mondo, non li scorderete più anche perché racchiudono un umile e grande messaggio d'Amore.

535. AA.VV.
Il buon selvaggio : educare alla non-aggressività (2012)
(390) Etnografia, consuetudini e costumi
Segn.: 39

Perché alcuni popoli sono più aggressivi di altri? E per converso, come mai in alcune società 'selvagge' violenza e aggressività, per lo meno tra i membri dello stesso gruppo, sono quasi inesistenti?
Secondo gli autori di questi saggi, tutti antropologi con diretta esperienza sul campo, dall'Oceania all'Artico, dall'Asia all'Africa, la risposta sta nel rapporto madre-figlio e nel successivo processo di socializzazione dei bambini.
Nei diversi casi studiati, il carattere non-aggressivo è il prodotto culturale di un'educazione affettuosa e non punitiva tesa al controllo dell'ira, della paura, dell'ostilità. Un'educazione intenzionalmente indirizzata al comportamento cooperativo e non-aggressivo che produce individui e società coerentemente non-aggressive e cooperative.

536. AA.VV.
Burri, Fontana, Afro, Capogrossi : dalla realtà in macerie alla bellezza della pittura (2018)
Ticinensia
Segn.: BRLTC 260

Grafiche scelte, multipli, libri, disegni e una selezione di opere uniche di Burri, Fontana, Afro e Capogrossi - in mostra al Museo Civico di Villa dei Cedri a Bellinzona dal 24 marzo al 2 settembre 2018 - tracciano un percorso per risalire una delle stagioni più tragiche e allo stesso modo sublimi dell'arte italiana e internazionale: l'Informale.<
>
Alla fine della seconda guerra mondiale, l'arte si interroga sulla plausibilità e possibilità di rappresentare ancora un mondo le cui stesse strutture si sono frantumate sotto i colpi della violenza e della sopraffazione.
Così, nelle parole di Giulio Carlo Argan, l'Informale diviene la "risposta dell'arte al modo inautentico di vita ch'è stato imposto agli uomini".

Il libro, attraverso saggi e apparati iconografici e storico-artistici, ricostruisce le ricerche e le sperimentazioni dei quattro artisti per i quali la grafica non ha rappresentato un'attività secondaria e collaterale alla pittura, ma è stata una ricerca indipendente attraverso la quale hanno potuto sperimentare tecniche, intessere collaborazioni, elaborare più approfonditamente alcuni elementi fondanti della propria poetica.

537. AA.VV.
Business english : corso completo di inglese e americano per il lavoro (2007)
(80) Linguistica. Filologia
Segn.: 802.0(03)

Un corso completo di inglese e americano per il lavoro che guidano nel linguaggio del business attraverso i principali contesti aziendali: marketing, logistica, vendite, import-export, risorse umane, customer care, finanza, information technology.

538. AA.VV.
Business english : inglese-italiano, italiano-inglese (2005)
(80) Linguistica. Filologia
Segn.: 802.0:805.0(03)

Oltre 60.000 lemmi di economia, finanza, politica economica e monetaria, banca e tecnica bancaria, borsa volori e merci, management e amministrazione aziendale, contabilità e bilancio, marketing e pubblicità, processi industriali, organizzazione d'impresa, assicurazioni, imposte e tributi, commercio, trasporti, dazi e dogane, diritto privato, commerciale, fallimentare, del lavoro, informatica, statistica. In questa edizione: - nuovi termini ed espressioni, con particolare attenzione alla terminologia fiscale, alle principali innovazioni dei mercati e degli strumenti finanziari e all'e-business; - parole chiave delle nuove teorie economiche e manageriali; - inserimento a lemma di locuzioni e parole composte, sigle e abbreviazioni, enti, istituzioni e organismi italiani, anglossassoni e dell'Europa comunitaria; - oltre 5.000 note di approfondimento su istituti, norme e procedure di uso internazionale; - analisi completa degli IAS (International Accounting Standards) e degli IFRS (International Financial Reporting Standards); - differenze di terminologia tra l'inglese britannico e l'inglese degli Stati Uniti; - in appendice, fraseologia di base per Meetings, Presentations, Negotiations.

539. AA.VV.
La Buzza di Biasca : attraverso le immagini e i documenti, 1515-2015 : catalogo della mostra, Casa Cavalier Pellanda, Biasca, 7 novembre 2015 - 2 ottobre 2016 (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5818

Un impressionante crollo, un lago temporaneo, un'enorme inondazione (da Biasca al Verbano), la magia.
Sono alcuni degli aspetti che caratterizzano la mostra allestita per ricordare i 500 anni della “Buzza di Biasca”.
L'esposizione vuole mostrare attraverso i documenti degli Archivi, le immagini, gli effetti spettacolari e scenografici, la proiezione di simulazioni realizzate su base scientifiche, i fatti e le supposizioni e anche alcuni misteri rimasti ancora irrisolti.

540. AA.VV.
C'era una volta ... l'uomo : il secolo di Pericle (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1487

541. AA.VV.
C'era una volta il film : intorno al 1968/1972 (2016)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1

Le interviste riportate nel volume, realizzate per la rivista Filmcritica e dedicate ad alcuni tra i maggiori autori cinematografici di sempre, non costituiscono soltanto una mappa dei concetti legati al film e relativi alla feconda temperie culturale dei primi anni Settanta, ma anche una sorta di manuale di pensiero cinematografico cui poter attingere nel presente. Ci troviamo, difatti, al cospetto di una vera e propria rivoluzione del mondo audiovisuale, rappresentata dal digitale e i materiali presenti in questo libro costituiscono un riferimento importante per tutti coloro che si avvicinano alla produzione di immagini, oltre che un documento prezioso su una delle pagine essenziali della storia del cinema moderno. Negli anni Sessanta e Settanta, come nei decenni precedenti, con le dovute distinzioni, fare cinema significava pensare e vivere la propria vita in modo interrogativo, suscitando concetti, interpretando fatti, scegliendo il luogo e la distanza dal soggetto di un'inquadratura quale atto etico, individuale e di assoluta serietà. Inoltre, come si evince dalla Conversazione con Jean-Marie Straub, "È lo stesso lavoro che fanno i poeti. Prendono una lingua che in molti casi è diventata rigida, è diventata un sistema, un'abitudine, dunque una lingua morta e, d'un colpo, cercano di fare delle cose che non erano state fatte o che si era dimenticato di fare da molto tempo."

542. AA.VV.
C'era una volta il giallo (2005)
(82-89) Letteratura
Segn.: 82/89(09)

E' una frase banale dire che un libro si legge come un romanzo, quasi a fugare il timore della noia che potrebbe spaventare i lettori davanti ad una raccolta di saggi scritti dai massimi esperti del genere e curata da due firme illustri dell'editoria. Ebbene, “C'era una volta il giallo”, di Gian Franco Orsi e Lia Volpatti, si legge veramente come un romanzo, vario, avvincente, con una duplice serie di personaggi - gli scrittori di cui si prende in esame l'opera e i protagonisti dei loro romanzi - e, con ricchezza di trame, la vita degli scrittori e le vicende fittizie da loro create. Tutto in uno stile chiarissimo e veloce.

543. AA.VV.
C'era una volta l'uomo : c'era una volta... la terra (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1679

544. AA.VV.
C'era una volta l'uomo... : Elisabetta d'Inghilterra (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1567

545. AA.VV.
C'era una volta l'uomo... : gli anni della follia (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1647

546. AA.VV.
C'era una volta l'uomo... : il secolo dei Lumi (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1613

547. AA.VV.
C'era una volta l'uomo... : il secolo di Luigi XIV (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1615

548. AA.VV.
C'era una volta l'uomo... : L'America (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1612

549. AA.VV.
C'era una volta l'uomo... : la Belle Époque ; La prima guerra mondiale (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1646

550. AA.VV.
C'era una volta l'uomo... : la primavera dei popoli (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1648

551. AA.VV.
C'era una volta l'uomo... : la Rivoluzione Francese. Napoleone (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1611

552. AA.VV.
C'era una volta l'uomo... : le province unite (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1568

553. AA.VV.
C'era una volta l'uomo... : Pietro il Grande (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1614

554. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : i Carolingi (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1544

555. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : i comuni ; La Guerra dei Cent'anni (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1540

556. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : i costruttori di cattedrali ; Le Crociate (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1542

557. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : i primi imperi (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1480

558. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : i viaggi di Marco Polo (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1541

559. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : i Vichinghi (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1543

560. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : il secolo d'oro della Spagna (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1538

561. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : l'uomo del Quattrocento (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1539

562. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : l'uomo di Cro-Magnon (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1479

563. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : l'uomo di Neanderthal (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1478

564. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : la pax romana (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1546

565. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : le conquiste dell'Islam (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1545

566. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : le valli fertili (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1481

567. AA.VV.
C'era una volta... l'uomo : nasce la terra ; gli antenati dell'uomo (2008)
Fumetti per tutti
Segn.: BRLF 1477

568. AA.VV.
Ca' Janus : buzzi e buzzi architetti (2009)
(72) Architettura, Ticinensia
Segn.: BRLTA 4644

Un prato a mezza costa sotto il nucleo del paese con vista panoramica sull'anfiteatro della valle in curva. Attorno maestose montagne dalle sagome oblique, Ponto Valentino e le sue robuste case borghesi, prismatiche, disposte in ordine sparso, aderenti alle linee della topografia. Una casa per una coppia. Il doppio e l'uno: due volumi quadrati che seguono l'ordine topografico della valle e del terreno, un tetto che unisce. Tre livelli: gli spazi secondari appoggiati nella terra, lo spazio domestico dell'uomo che si apre sulla valle, due spazi di studio nel tetto che si rivolge al cielo e alla montagna. Il taglio orizzontale delle aperture al piano nobile scandisce le tre parti del volume, il tetto segue le linee del pendio e delle montagne. Una sequenza di stanze collegate in diagonale crea il percorso, la sezione definisce differenti altezze interne e il carattere degli spazi: in movimento si scoprono quadri di paesaggio. La diagonale determina piante, sezione, dettagli costruttivi. Un progetto di struttura; un sistema costruttivo contemporaneo memore delle case tradizionali con muri in pietra, solai e tetto in carpenteria.

569. AA.VV.
Cademario (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1235

L'amore per la propria terra, unito alla volontà di aiutare tutti coloro che amano questo paese a comprenderne la realtà, sono stati i motivi che hanno spinto un gruppo di cultori di storia locale a realizzare questa Storia di Cademario, raccolta in due volumi. Oltre al bel libro Cademario : L'antico comune scritto da Paolo Norsa nel 1945, si é voluto mettere a disposizione dei lettori una serie di approfondimenti ed ampliamenti di alcuni studiosi già affermati e di più giovani ricercatori: questi nuovi saggi permettono non solo di completare la storia di Cademario del novecento (densa di avvenimenti anche sul piano locale), ma di ampliare le nostre conoscenze pure per i secoli precedenti, a partire dalla preistoria.

570. AA.VV.
Cagiallo (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5400

Il volume dedicato a Cagiallo raccoglie oltre 170 nomi di luogo, colti in gran parte sulla bocca di persone del luogo (nella loro forma dialettale) e, in misura minore, su fonti cartografiche; comprende inoltre una serie di fotografie in parte d'epoca e più recenti e dei capitoli di approfondimento.

571. AA.VV.
Cagliari : e la costa sarda meridionale (2018)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Cagliari: i bastioni inondati di luce, la quinta dei palazzi incoronati dalla cupola della cattedrale, il saliscendi dei carrugi, lo specchio delle saline dietro la spiaggia coi fenicotteri che colorano il cielo di rosa. Un po' Lisbona, un po' Gerusalemme, al centro del suo immaginifico Golfo, Cagliari è un gioiello d'ambra che fiorisce all'improvviso.

572. AA.VV.
Il calcio in giallo (2016)
Narrativa straniera, Romanzo noir/thriller/giallo/poliziesco/spionaggio
Segn.: CALC/----

Nel calcio sono le divisioni minori che conservano le più interessanti storie umane. Così i lampi criminali e rapidi intrecci polizieschi qui pubblicati, con protagonisti alcuni dei più convincenti investigatori del nuovo giallo italiano (è questa la decima antologia che Sellerio dedica a crimini a tema), si svolgono tutti in quel mondo. Per scoprire che forse lì di sportivo non è rimasto più niente, tranne il ricordo di quando si giocava al Campetto da bambini. Con questa, leggera, amarezza che diventa presto denuncia sociale e voglia di smascherare gli intrighi che soffocano lo sport più amato, i diversi detective si mettono alla prova, ciascuno con il carattere, con il metodo e le loro vite alle spalle, come li conoscono i lettori che li hanno seguiti nei romanzi maggiori. L'ispettrice Petra Delicado della polizia di Barcellona, protagonista della serie famosa inventata dalla spagnola Alicia Giménez-Bartlett; l'elettricista Enzo Baiamonte che il palermitano Gian Mauro Costa porta a investigare nei tinelli e nelle botteghe del suo quartiere popolare; il pensionato Consonni e gli altri della Casa di Ringhiera che stavolta l'autore Francesco Recami mette alle prese con una specie di thriller violento; il giornalista disoccupato Saverio Lamanna che spesso e volentieri il suo creatore Gaetano Savatteri strappa, per seguire i suoi misteri, dal ritiro obbligato sul mare siciliano di Màkari; i vecchietti del Bar-Lume di Marco Malvaldi e ancora racconti di Antonio Manzini e Esmahan Aykol.

573. AA.VV.
Calcio: tutte le regole : regolamento del gioco calcio, decisioni arbitrali della Figc, guida arbitrale (2009)
(79) Divertimenti e sport
Segn.: 79

Il regolamento del calcio: per chi segue le partite, per chi tifa, per chi gioca, per chi arbitra, per chi allena, per chi insegna, per chi vuole appassionarsi.

574. AA.VV.
Calendario atlante De Agostini 2017 (2016)
(910) Geografia
Segn.: 91(03)

Un'opera di riferimento e un repertorio di informazioni, notizie, dati geografici e statistici. Il volume favorisce un confronto tra le realtà economiche e sociali dei diversi paesi del mondo.
Non manca una panoramica sull'economia mondiale, così come i dati relativi alle strutture economiche dei singoli paesi, mentre numerose informazioni riguardano la situazione geopolitica e gli assetti politico-istituzionali.

575. AA.VV.
California (2015)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/STAT

Dalle foreste di sequoie nella nebbiosa California settentrionale alle soleggiate alle spiagge da surf nella California meridionale, questo 'stato dorato' affacciato sul Pacifico è davvero magnifico

576. AA.VV.
California (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/STAT

Imponente tanto per dimensione quanto per l'influenza che esercita sulla cultura moderna, la California incarna la varietà e la prosperità statunitensi. Foreste immense, deserti che distano ore e ore di macchina dalle spiagge affacciate sull'oceano, e due tra le più eminenti città del mondo: San Francisco e Los Angeles.

577. AA.VV.
California (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/STAT

Spirito bohémien, grande esperienza nel campo dell'alta tecnologia e un'incontenibile passione per i piaceri della vita – che si tratti di centellinare un'ottima annata di Cabernet Sauvignon, scalare una vetta di 4200 m o cavalcare le impetuose onde dell'oceano su una tavola da surf – sono alcune delle caratteristiche distintive della California, terra che da secoli è un crogiolo di culture e che supera sempre le attese dei visitatori.

578. AA.VV.
California (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/STAT

Se siete urbani nell'animo, sfidate le vertigini nelle colline di San Francisco e state gomito a gomito con le star nelle boutique di Los Angeles. Se vi piace macinare km e km di strada, allora concedetevi il piacere del nettare degli dèi nella Wine Country, attraversate le cliff della Hwy1 e vagabondate nella Death Valley. Una guida con 120 dettagliate cartine e sette itinerari per pianificare al meglio il viaggio; tutte le attività più interessanti da svolgere: dal surf a Steamers Lane alle arrampicate sull'Half Dome, dallo sci a Tahoe alle immersioni a San Diego; centinaia di descrizioni di ristoranti, dalle appetibili taquerias ai bistrò degli chef più celebri; i posti migliori per sognare in California: dai campeggi in cima ai monti ai resort affacciati sull'oceano; i segreti di Las Vegas, la favolosa Sin City, e la strada verso sud che porta in Messico.

579. AA.VV.
California (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/STAT

580. AA.VV.
Cambogia e Laos (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/CAMB

Le risaie color smeraldo, la fauna e la flora ricche di specie diverse, le spiagge bianchissime e i maestosi templi di Angkor sono tra le principali attrazioni della Cambogia. Il paese infatti offre un affascinante mix di luoghi romantici, attività all'area aperta e meraviglie archeologiche. Il Laos è una terra ricca di realtà sociali ed etniche diverse; influenze francesi, vietnamite, thainlandesi e cinesi sono ben individuabili in questa mix culturale. Bellezze naturali sono associate alla magnifica architettura buddista. Una vacanza indimenticabile.

581. AA.VV.
Camera gun : il cinema ribelle di Lech Kowalski (2014)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 KOWA 80

Apolide, outsider perenne, Lech Kowalski ha trovato nella New York degli anni settanta un luogo brulicante di energia e conflitti. Ha raccontato come nessun altro l'esplosione del punk, mettendo in evidenza la carica eversiva e la tendenza all'autodistruzione propria del movimento e delle sue stelle cadenti. Ha filmato le star del porno, gli homeless del Lower East Side, i giovani anarchici di Cracovia e gli orfani afghani, con occhio attento alle dinamiche sociali e ai meccanismi di sopraffazione. Il suo è un cinema spiazzante, percorso da una vitalità struggente anche nel testimoniare i drammi più atroci. "East of Paradise" è il suo capolavoro: spaccato tra la testimonianza della madre deportata in Russia e il racconto del regista che ripercorre la sua carriera, sintetizza al meglio il desiderio di servirsi del cinema per trovare una voce propria e al tempo stesso renderla depositaria di una memoria condivisa.

582. AA.VV.
Camera work : the complete photographs, 1903-1917 (2016)
(77) Fotografia
Segn.: 77

Fotografo, scrittore, editore e curatore Alfred Stieglitz (1864-1946) era un visionario in anticipo sui tempi. Nel 1903 iniziò a pubblicare Camera Work, una rivista d'avanguardia che dava voce - con parole e immagini - al movimento da lui fondato, la Photo Secession. Fu la prima rivista di fotografia a fare proprio un punto di vista estetico piuttosto che tecnico, presentando riproduzioni di altissimo livello stampate su tessuto giapponese.
Questo libro presenta una selezione delle migliori opere tratte dai primi 50 numeri.

583. AA.VV.
Camesi (1994)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 306

584. AA.VV.
Camesi : tavole della memoria (2002)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1018

585. AA.VV.
Campania (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Tutte le informazioni necessarie prima di partire e durante il soggiorno accuratamente selezionate da esperti in loco: come preparare il viaggio e come muoversi nel territorio, dove alloggiare e dove mangiare, dove andare la sera, la regione in 10 mosse assolutamente da non perdere, la visita in 2-7 o più giorni, decine di carte stradali e piante di città, i piatti tipici e i tesori dell'artigianato, attività all'aria aperta, viaggiare con i bambini, il calendario di eventi e manifestazioni, i libri, i film, la musica.

586. AA.VV.
Campeggi & villaggi 2007 : Europa (2007)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/EURO

Il volume propone una selezione di campeggi e villaggi di 23 paesi europei, valutati per la qualità dell'offerta, il livello dei servizi e il pregio del contesto ambientale. Le descrizioni illustrano le caratteristiche di campeggi e villaggi con parametri di chiarezza immediata: posizione, strutture e servizi offerti. Non mancano indicazioni particolareggiate per raggiungere i singoli campeggi e villaggi lontani dai principali assi viari. L'Atlante Stradale in scala 1:2.500.00 riporta le strade principali e a viabilità minore con la segnalazione del numero e della posizione di campeggi e villaggi.

587. AA.VV.
Campeggi & villaggi 2010 : Europa (2010)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/EURO

Circa 1800 esercizi valutati per la qualità dell'offerta, il livello dei servizi e il pregio del contesto ambientale. Una recensione di 1300 aree di sosta per chi si muove in camper. Sono indicate le tipologie delle case mobili per le strutture dove sono presenti. Nuovi indici e tabelle regionali tematizzate consentono di reperire e scegliere rapidamente le aree di sosta, i campeggi e i villaggi. Di ogni regione vengono segnalati i dati di interesse, i servizi offerti oltre ai numeri utili per il turista. Ampie e dettagliate descrizioni illustrano le caratteristiche di campeggi, villaggi e aree di sosta con parametri di chiarezza immediata. Vengono inoltre segnalate sia le strutture che utilizzano sistemi energetici alternativi e che dispongono di impianti di riciclaggio, sia le strutture dotate di certificazioni ambientali e qualitative. Indicazioni particolareggiate, con coordinate GPS per 565 strutture, permettono di raggiungere campeggi e villaggi seguendo anche percorsi alternativi. Strade principali e viabilità minore con la segnalazione di numero e posizione di campeggi, villaggi e aree di sosta. Un utile strumento per raggiungere i luoghi di vacanza.

588. AA.VV.
Campo Vallemaggia e la chiesa di San Bernardo : ieri, oggi e domani (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5437

589. AA.VV.
Canada (2017)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CANA

Sebbene la maggior parte dei viaggiatori sia attratta dalla vastità del territorio canadese, da alcune sue note caratteristiche geografiche, dalla possibilità di esplorare aree desolate, il Canada offre molto di più delle meraviglie naturali, del fascino delle rilassanti zone rurali, degli aceri e delle Cascate del Niagara.

La tensione che si avverte tra gli indigeni del Canada e le tradizioni francese e britannica conferisce alla nazione la sua complessa caratteristica tridimensionale. Sommiamo a questo un costante influsso della cultura nordamericana e una pletora di tradizioni importate dagli emigranti di Europa, Asia e America Latina e otteniamo, malgrado lo spirito separatista degli abitanti della provincia del Québec, una prosperosa società multiculturale che vive un processo di formazione di una identità nazionale.
Coloro che si aspettano di trovare nel Canada una pallida copia della sua vicina meridionale, dovrebbero abbandonare i propri preconcetti prima di recarvisi. La selvaggia frontiera settentrionale del Canada, che ha inciso fortemente nell'indole della popolazione, e il suo mosaico di popoli hanno creato una nazione decisamente diversa da quella degli Stati Uniti.

590. AA.VV.
Canada (2010)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CANA

Il Canada comprende 10 province e 3 territori. Questa giovane nazione, fondata nel 1867, si estende tra gli oceani Atlantico, Pacifico e Artico. Dai villaggi costieri alle piatte praterie, alle brulicanti metropoli, questo vasto paese del Commonwealth offre al visitatore infinite esperienze suggestive.

591. AA.VV.
Canada (2006)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CANA

Oltre 900 fotografie a colori, appositamente scattate per questa guida, vi mostrano il meglio del Canada. Per ogni città, informazioni su luoghi d'interesse, festival ed eventi culturali. Spaccati, piante e ricostruzioni vi permettono di esplorare attrattive turistiche ed edifici pubblici in totale autonomia.

592. AA.VV.
Canada occidentale (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CANA

Dall'oceano alle montagne innevate, dalle epiche strade del profondo nord alle sterminate pianure, dalle città ai paesini isolati: i paesaggi del Canada vi affascineranno e vi lasceranno con la voglia di tornare.

593. AA.VV.
Canada occidentale (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CANA

Oltre a descrivere le grandi praterie canadesi e i parchi nazionali in cui vivono gli ultimi bisonti, a trattare della storia e della cultura dei nativi indiani, a introdurre le visite a i musei di Winnipeg e Calgary e gli itinerari in canoa o il trekking a Vancouver e nello Yukon, questa guida comprende informazioni dettagliate su trasporti, alloggio e attività all'aria aperta, nonché un dizionarietto essenziale di inglese e francese. Con numerose cartine. Tra le novità: un ricco capitolo sulle attività all'aperto e un inserto a colori dedicato ai parchi nazionali del Canada.

594. AA.VV.
Canada orientale (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CANA

Lo spettacolo delle montagne innevate, dei paesaggi marini, dei parchi nazionali e del profondo nord vi lascerà senza fiato, mentre la vivacità delle città multiculturali, con il loro fitto calendario di festival, vi farà dimenticare il freddo polare.

595. AA.VV.
Canada orientale (2008)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CANA

Oltre a descrivere Montreal, Quebec e Toronto, e a introdurre tanto le atmosfere dei caffè in stile francese delle province francofone, quanto i panorami dei parchi e delle riserve naturali, questa guida comprende informazioni dettagliate su trasporti, alloggio e attività all'aria aperta, nonché un dizionarietto essenziale di inglese e francese. Inoltre, indicazioni su come e quando assistere al passaggio di un iceberg dalle coste di Terranova. Tra le novità: un ricco capitolo sulle attività all'aperto e un inserto a colori dedicato ai parchi nazionali del Canada.

596. AA.VV.
Canarie (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/SPAG

L'arcipelago delle Canarie comprende sette isole principali: Gran Canaria, Tenerife, Lanzarote, Fueteventura, La Gomera, La Palma e El Hiero. Ciascuna isola ha la sua personalità unica, dal paesaggio desertico e dorato di Fuerteventura al verde lussureggiante di La Palma; dalle nere spiagge vulcaniche di El Hierro alle tonalità rosse di Lanzarote. Le tracce culturali lasciate dai conquistatori provenienti da Nord Africa, Portogallo, Inghilterra e Spagna fanno di queste isole un luogo molto particolare.

597. AA.VV.
Cancún e lo Yucatán (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/MESS

Questa guida raccoglie una selezione di 10 mete da non perdere per vivere al meglio un soggiorno a Cancún e nello Yucatán con piantine e spaccati che permettono di visitare in modo autonomo le principali attrattive della città. La guida divide la regione in quattro zone: Cancún e il Nord; Cozumel e il Sud; lo Yucatán occidentale. Ogni zona è contraddistinta da un diverso colore; il colore delle bande delle pagine relative a ogni zona corrisponde a quello delle cartine qui sotto. Quasi ogni luogo citato nella guida ha un riferimento cartografico che rimanda alle cartine nei risguardi.

598. AA.VV.
Il canone cinematografico : XVII Convegno Internazionale di Studi sul Cinema = The film canon : XVII International Film Studies Conference (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43.01

Il canone cinematografico può essere forse ricondotto ad un film, ad una serie di film, o ai film di una scuola? Un ‘classico' è un testo canonizzato? Chi ha definito storicamente il canone? La critica ne è un luogo di elaborazione? E quali sono i legami con i generi, gli stili, le scuole, la storia delle tecniche, i modi di produzione? Ha la storiografia cinematografica aiutato a produrre canoni formali, opere, autori e generi a discapito di altri? In che modo, inoltre, ripensare il canone significa ripensare la storia del cinema? A questi e molti altri interrogativi risponde l'edizione 2011 degli atti della rassegna internazionale ‘FilmForum' con saggi, in italiano, inglese, francese, di alcuni tra i più importanti studiosi di cinema, tra cui Raimond Bellour, Adriano Aprà, Frank Kessler, Marc Vernet, Sergio Toffetti.

599. AA.VV.
Cantando e scherzando : il comico in psicoanalisi e musica (2004)
(78) Musica
Segn.: 78:1

Quando e come nasce la comicità nell'opera in musica? In che modo riso e pianto, comicità e follia sono strettamente correlati, sia dal punto di vista neurologico che nel linguaggio del melodramma? Come la musica può operare sul disagio psicofisico rimanendo in un contesto psicoanalitico? Quali analogie tra l'interpretazione musicale e quella psicoanalitica? In che modo l'attenzione alla musicalità del dialogo arricchisce lo psicoanalista di nuove aperture di senso? In questo libro psichiatri, psicoanalisti e musicologi si interrogano sulla relazione tra musica e psicoanalisi alla ricerca di un nuovo linguaggio per esprimere il dolore mentale senza rifuggirlo, ma per trasformarlo in un'esperienza possibile e quindi narrabile.

600. AA.VV.
Canti degli indiani d'America (1993)
Letteratura nordamericana
Segn.: BRLNA 5099

Questi canti costituiscono il segno più autentico e profondo della poesia indigena di terra americana. Amore e gioia, dolore e guerra, natura e magia, tutta la realtà e l'universo mitico degli indiani d'America emergono in questi canti da quel silenzio in cui il "colonizzatore imperialista", il suo linguaggio, le sue leggi, i suoi eserciti avrebbero voluto confinarli.

601. AA.VV.
Il Cantico dei Cantici (2008)
Audiolibro
Segn.: CANT/---- 3

Il cantico dei cantici è considerato uno dei testi più enigmatici e controversi della Bibbia: è un componimento poetico millenario, scritto probabilmente nel IV secolo a. C. Il nome del libro in ebraico, Shir ha-Shirim, porta la ripetizione della parola "cantico", secondo il modo di costruire le frasi degli antichi ebrei, ed è da considerarsi come un superlativo e andrebbe reso come "Il più sublime tra i cantici". Nell'interpretazione mitologica viene fatto risalire all'epoca felice dell'Eden e in questo senso rappresenta pertanto il cantico d'amore per eccellenza. È attualmente presente nell' Antico Testamento sia della Bibbia ebraica che di quella cristiana. Il libro viene attribuito a re Salomone, figlio di Davide. In realtà la vera origine del libro non è chiara, è più probabile che il Cantico sia nato come una raccolta di diversi poemi antecedenti, originari dell'area mesopotamica, unificati dal comune riferimento ad un unico tema, quello della ricerca dell'amore. La protagonista è una giovane donna, Shulamit, anche se il testo si presenta sotto forma di un dialogo tra due giovani innamorati che si cercano. L'attrice Barbara Eforo è l'appassionata lettrice e interprete del Cantico. Il testo, tratto da un'idea dell'Associazione culturale AtoZ, è stato curato dal traduttore dall'ebraico Davide Mano con la collaborazione di Stefano Mano.

602. AA.VV.
Il cantiere del duomo di Milano : dai maestri del lago di Lugano a Leonardo (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1610

Il volume rappresenta un racconto serrato e avvincente che fa 'parlare' e 'vivere' le fonti archivistiche sui primi cento anni di attività della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, sicuramente il periodo più significativo e complesso della costruzione che vede lo straordinario contributo dei maestri del lago di Lugano oltre alla presenza di Leonardo da Vinci e Donato Bramante.
Inedite e suggestive immagini raccontano la vita quotidiana in uno dei più importanti cantieri di cattedrali tra quelli italiani ed europei: gli strumenti del lavoro, gli infortuni, gli scioperi in un contesto in cui si alternano pestilenze, carestie e differenti scenari politici.
La Fabbrica del Duomo rappresenta un esempio unico di complessità organizzativa, con aspetti di assoluta novità. L'esplorazione di questa realtà, una delle massime espressioni delle capacità tecniche e artistiche della società medievale, consente di conoscere in modo vivo e diretto la vita nei cantieri delle cattedrali.

603. AA.VV.
Canzoniere italiano (2008)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

Oltre 800 testi accompagnati da accordi : dalle canzoni della tradizione popolare italiana di campagna, montagna e a tema sociale, passando - attraverso tutti i più grandi successi degli anni cinquanta e sessanta - al repertorio dei cantautori, fino agli interpreti dei nostri giorni.

604. AA.VV.
Canzoniere junior : 55 testi con accordi facili delle sigle dei cartoni e delle canzoni più belle! (2008)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

605. AA.VV.
Canzoniere mitico (2010)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

Una super selezione, in testi e accordi, dei più grandi successi che hanno fatto la storia della musica italiana e internazionale fino ai nostri giorni.

606. AA.VV.
Canzoniere senza barré (2010)
(78) Musica
Segn.: 78(07)

Superselezione di successi facilitati 206 grandi successi italiani e internazionali sia storici che recenti, sino agli ultimissimi dei nostri giorni, trasportati in tonalità facilitate, per un'esecuzione chitarristica senza l'utilizzo del barrè, e con posizioni di accordo quasi tutte al capotasto. Una raccolta quindi dedicata a principianti e amatori, che anche con la conoscenza di pochi accordi possono disporre, grazie a questo libro, di un vasto repertorio musicale per divertirsi e allo stesso tempo esercitarsi nello studio.

607. AA.VV.
Capanne : opere realizzate dai bambini delle scuole di Lugano (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5470

Per sei mesi, i bambini della Scuola dell'infanzia di Breganzona e di quattro classi di Scuole elementari di Lugano (Bertaccio, Pazzallo, Ruvigliana e Sonvico) hanno a lungo lavorato sui concetti di casa, capanna, nido, ideando e costruendo, al termine del percorso, una capanna collettiva per ciascuna delle classi.

Quanto concepito e poi realizzato dai bambini è l'espressione dei loro desideri ed emozioni, che hanno dapprima condiviso con i compagni, per elaborare il progetto collettivo e che hanno anche raccontato individualmente attraverso i commenti che, da ormai nove anni, vengono raccolti in un catalogo dedicato a ogni tappa del ciclo Dèibambini.
La capanna è stata per tutti un luogo in cui sentirsi al sicuro, al riparo dalle proprie paure, ma anche uno spazio in cui sentirsi uniti e liberi di accogliere gli altri: un gioco vero, dove l'immaginazione prende forma concreta e condivisa.

Il catalogo a colori, edito dalla Città di Lugano (edizioni MCL), include cinque saggi, un diario con le fotografie del percorso didattico, le schede delle opere del Museo e tutte le immagini delle opere realizzate dai bambini, accompagnate dai loro ritratti fotografici e dalle didascalie, scritte dai bambini.

608. AA.VV.
Capire e farsi capire in cinese (2005)
(80) Linguistica. Filologia
Segn.: 809

Pensato per rispondere alle esigenze del viaggiatore, ovunque si trovi (alla frontiera, sull'autobus, per strada, al ristorante, dal medico o al nightclub), questo frasario è strutturato in argomenti facilmente riconoscibili grazie alla banda colorata che caratterizza la pagina. Non si tratta però solo di un elenco di frasi fatte. Prima di essere veicolo di comunicazione, la lingua è un modo di vedere il mondo. E i frasari aiutano proprio a entrare in questa visione e a decifrarla. Per capire, per esempio, come e quando dare del lei, o perché nei mercatini di alcuni paesi sia inutile contrattare. Il volume contiene un dizionario di 2000 parole.

609. AA.VV.
Capire e farsi capire in giapponese (2005)
(80) Linguistica. Filologia
Segn.: 809

Pensato per rispondere alle esigenze del viaggiatore, ovunque si trovi (alla frontiera, sull'autobus, per strada, al ristorante, dal medico o al nightclub), questo frasario è strutturato in argomenti facilmente riconoscibili grazie alla banda colorata che caratterizza la pagina. Non si tratta però solo di un elenco di frasi fatte. Prima di essere veicolo di comunicazione, la lingua è un modo di vedere il mondo. E i frasari aiutano proprio a entrare in questa visione e a decifrarla. Per capire, per esempio, come e quando dare del lei, o perché nei mercatini di alcuni paesi sia inutile contrattare. Il volume contiene un dizionario di 2000 parole.

610. AA.VV.
Capire l'archeologia (2007)
(900) Archeologia. Preistoria
Segn.: 902/903

Capire l'archeologia vuol dire entrare in un mondo dove coesistono scoperte avventurose e avanzate ricerche scientifiche, dove la pala e il piccone si affiancano ai mezzi di indagine più moderni e all'avanguardia: l'archeologo, il protagonista di questa disciplina, deve essere in grado di affrontare le sfide sia su impervi campi di lavoro che all'interno di sofisticati laboratori. La storia dell'archeologia e delle sue vicende è certo più avvincente delle storie rappresentate dai film su questo argomento. E i risultati di tanta passione, di tanto studio, sono uno dei patrimoni più importanti dell'umanità: i siti delle civiltà del nostro passato che, riportati alla luce e alla comprensione, ancora ci parlano da ogni angolo della Terra.

611. AA.VV.
Capodanno in giallo (2012)
Romanzo noir/thriller/giallo/poliziesco/spionaggio
Segn.: CAPO/----

Gli investigatori più popolari dei "gialli" Sellerio e il Capodanno. La sfida, o la scommessa è quella di provare la personalità dei protagonisti: quanto sono capaci, per così dire, di una vita autonoma in cui la realtà della loro esistenza non sia solo lo sfondo delle imprese criminologiche. I racconti di questa raccolta hanno per protagonisti alcuni degli investigatori più popolari dei "gialli" Sellerio, e precisamente: Salvo Montalbano da Vigàta, il commissario di Andrea Camilleri; il pensionato Amedeo Consonni, il dilettante del crimine che agisce nella Casa di Ringhiera immaginata da Francesco Recami; Rocco Schiavone, poliziotto tormentato dei noir di Antonio Manzini; Kati Hirschel, libraia turco-tedesca che ne combina di tutti i colori qui e là per la fascinosa Istanbul, venuta dalla penna della scrittrice turca Esmahan Aykol; l'elettrotecnico Enzo Baiamonte che risolve delitti di quartiere nella Palermo di Gian Mauro Costa; Massimo il Barrista del BarLume, investigatore dalla linguaccia pronta del toscano (e si vede) Marco Malvaldi. Eroi che in questo volume animano con le loro storie una specie di officina di scrittura.

612. AA.VV.
I capolavori dell'umanità : dai graffiti rupestri ai grattacieli (2013)
(72) Architettura
Segn.: 72

Dai graffiti rupestri ai grattacieli I capolavori dell'umanità seleziona i 250 edifici più significativi della Terra, i segni architettonici più importanti che l'uomo ha lasciato in 20.000 anni, ovunque si sia trovato a vivere.
Particolarità di questo libro è l'abbinamento di ciascun edificio - fotografato, localizzato e sinteticamente descritto - a una linea del tempo che scandisce i secoli e che segnala, per ogni capolavoro, i 4 eventi salienti accaduti nel mondo negli anni della sua edificazione.
Si trovano così raccolti nel volume non solo i monumenti fondamentali dell'architettura di tutti i tempi ma anche, sintetizzati, i 1000 episodi storici, letterari, artistici e scientifici che hanno segnato indelebilmente lo scorrere della vicenda umana, dalla preistoria ai giorni nostri.

613. AA.VV.
Caraibi (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/AMER

La guida illustra tutte le isole da Aruba a Tobago, comprese le Bahamas e fornisce informazioni e suggerimenti per gli spostamenti tra isola e isola. Propone inoltre: alloggi per tutte le tasche, dalle rustiche capanne in riva al mare ai lussuosi resort; 560 consigli ai viaggiatori; sconfinate spiagge bianche e acque azzurre; un capitolo dedicato sia ai principianti che agli esperti di immersioni e snorkeling.

614. AA.VV.
Caraibi (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/AMER

La guida illustra tutte le isole da Aruba a Tobago, comprese le Bahamas e fornisce informazioni e suggerimenti per gli spostamenti tra isola e isola. Propone inoltre: alloggi per tutte le tasche, dalle rustiche capanne in riva al mare ai lussuosi resort; 560 consigli ai viaggiatori, sconfinate spiagge bianche e acque azzurre; un capitolo dedicato sia ai principianti sia agli esperti di immersioni e snorkelling; intervista uno specialista di caffè portoricano, una rock star haitiana, un surfista di Barbados.

615. AA.VV.
Caraibi (2006)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/AMER

Si dice che ad Antigua ci siano più o meno 365 spiagge, una per ogni giorno dell'anno. La guida illustra tutte le isole da Aruba a Tobago, comprese le Bahamas e fornisce informazioni e suggerimenti per gli spostamenti tra isola e isola. Inoltre, la guida propone: alloggi per tutte le tasche, dalle rustiche capanne in riva al mare ai lussuosi resort; una guida linguistica di francese, inglese e spagnolo; le attività all'aperto, incluso un capitolo dedicato alle immersioni e allo snorkelling.

616. AA.VV.
Caravaggio : la luce e l'ombra (2016)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: 73/75 CARA

Se Caravaggio fosse nato ai giorni nostri, avremmo probabilmente visto la sua foto appesa alla bacheca dei ricercati in una stazione di polizia, oppure protagonista di qualche thriller mozzafiato con incassi da capogiro.
Luce e ombra: questi due opposti non sono solo il tratto distintivo dello stile di questo artista vissuto a cavallo tra il Cinquecento e il Seicento ma sono anche una caratteristica del suo carattere e delle vicende della sua vita. Insomma, troviamo Caravaggio sempre in bilico sul sottile filo tra popolarità per il proprio stile pittorico e cattiva fama personale (era piuttosto suscettibile, tanto che uccise un rivale nel corso di una lite): un uomo chiaroscuro, così come chiaroscuri sono anche i personaggi e gli scenari che ama dipingere.
E noi, ancora oggi, non siamo altro che spettatori chiamati ad assistere all'apertura del sipario e a contemplare quel dramma che Caravaggio mette in scena in ogni sua opera.

617. AA.VV.
Carinzia (2018)
(910) Geografia
Segn.: BRLB 1133/242

Il nuovo Meridiani, diretto da Remo Guerrini, presta una particolare attenzione alla fotografia del presente di un luogo e a coglierne la direzione futura, ascoltando le voci dei protagonisti, registrando le nuove tendenze con reportage delle nuove architetture e dei nuovi panorami. Tutto questo senza trascurare i temi più classici di una meta ma trattandoli con un taglio unico.

618. AA.VV.
Carl Gustav Jung a Eranos : 1933-1952 (2007)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1813

Catalogo delle Mostra fotografica Carl Gustav Jung a Eranos (1933-1952), Rettorato dell'Università degli Studi di Torino (19 ottobre - 9 novembre 2007).

619. AA.VV.
Carlo Battaglini. Vol. 1: La biblioteca (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5380/1

Carlo Battaglini (* 1812 Cagiallo, † 1888 Lugano), avvocato e giornalista, è uno dei padri tutelari del liberalismo ticinese dell'Ottocento e figura dominante nella vicenda politica del Ticino nel periodo centrale di quel secolo. Uomo d'azione energico e intransigente, si impose come capofila del giornalismo democratico radicale dirigendo dal 1838 al 1855 «Il Repubblicano della Svizzera italiana», giornale per il quale s'impegnò tenendovi fede tutta una vita, scrivendo pagine fra le più alte per contenuti e tensione ideale. Come giurista si distinse soprattutto quale autore di un apprezzato progetto di codice penale che nella sua stesura originale (1868) fu considerato fra i migliori d'Europa. Fu sindaco di Lugano dal 1878 al 1888. Assimilando da Mazzini una visione dei compiti dei cittadini non particolaristica ma ideale e universale, Battaglini fu nel Ticino uno dei primi e più convinti assertori dell'idea sociale ed europeista. Il suo pensiero resta ancor oggi un modello di coerenza democratica che contrasta con le derive populiste del tempo presente. La sua biblioteca è conservata presso l'Archivio storico di Lugano. Le 304 voci bibliografiche che compongono il catalogo, per un totale di 547 volumi (670 contando i fascicoli di rivista), si aprono con il 1538, anno in cui comparvero le Pandette di Andrea Alciati in una delle prime edizioni lionesi, per chiudersi soltanto nel 1925 – morto da tempo l'intestatario della biblioteca – con uno scritto dal forte slancio ideale (Umanità) del ticinese Arnoldo Bettelini. Gli estremi qui indicati non sono soltanto cronologici, perché tra diritto, filosofia e pubblicistica, con un sostanziale contributo di letteratura e storia, si declina la matrice umanistica di questa biblioteca.

620. AA.VV.
Carlo Cattaneo: federalismo e sviluppo (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5367

Con i contributi di numerosi studiosi, il volume mette a fuoco i due grandi temi del federalismo e dello sviluppo che furono al centro della riflessione di Carlo Cattaneo. Al tempo stesso, grazie alla molteplicità degli approcci dei diversi saggi, fornisce numerose chiavi di lettura dell'intera produzione cattaneana e consente di rivisitarla sia nel quadro dei grandi processi del suo tempo che in rapporto a quelli del nostro.

621. AA.VV.
Carlo Donato Cossoni nella Milano spagnola : atti del convegno internazionale di studi, Conservatorio di Como, 11-13 giugno 2004 (2007)
(78) Musica
Segn.: 78.071 COSS 84

622. AA.VV.
Carlo Gozzi 1720-1806 : stravaganze sceniche, letterarie battaglie (2006)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4419

Oltre che dall'intento di ricordare la ricorrenza del Bicentenario dalla morte, il catalogo prende avvio da una circostanza eccezionale: negli scorsi mesi la Biblioteca Nazionale Marciana ha acquistato un importante fondo letterario dello scrittore e della famiglia, sinora ignoto. La scoperta è di grande rilevanza, per la presenza di numerosi autografi, in buona parte inediti. Il catalogo è quindi l'occasione per presentare al pubblico la personalità e l'opera di Carlo Gozzi, su cui gli scritti inediti forniscono elementi nuovi

623. AA.VV.
Carlo Lizzani : cinema, storia e storia del cinema (2007)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 LIZZ 80

Carlo Lizzani è uno dei maestri del cinema italiano e con i suoi film ha segnato non solo la Storia della Settima arte, ma anche quella della cultura italiana del secondo dopoguerra. In questo libro un gruppo di studiosi del settore indagano alcuni aspetti della sua attività professionale e culturale partendo dal suo rapporto con la storia ed arrivando a quello con le nuove tecnologie. In appendice al volume sono riportati materiali inediti e soggetti non realizzati del regista.

624. AA.VV.
Carlo Lizzani : un lungo viaggio nel cinema (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 LIZZ 80

Affrontare l'opera di Carlo Lizzani vuol dire fare i conti con la storia del cinema e la storia d'Italia degli ultimi settant'anni. La sua longevità artistica e la sua poliedricità fanno del suo cinema un serbatoio enorme di temi possibili, tanti fili rossi attraverso cui analizzare le tipologie, le fonti, i modelli produttivi, le dinamiche industriali e culturali del film. Il suo è un eclettismo intellettuale atipico nel cinema italiano. La sua versatilità gli permette di affrontare tutti i gangli della macchina-cinema: i festival, la critica, la teoria, la politica militante e quella culturale. Il rapporto tra cinema e storia, quello tra cinema e letteratura, quello con la televisione, il metalinguaggio, i generi, il gender, il lavoro di mise en scene e quello con gli attori, sono alcuni dei molti approcci con cui lo si può analizzare. Il suo lungo percorso "attraverso il novecento" (com'è intitolata una sua raccolta di scritti) permette di fotografare uno spaccato d'Italia dal ventennio fascista all'era del postmoderno, dalla pellicola al digitale. Ma quel che preme di più a questo libro è sdoganare il cinema di Lizzani da certi pregiudizi critici: quelli che lo hanno spesso confinato al ruolo di bravo professionista e operatore culturale di talento, ma alla fin fine non di autore. E invece l'intento del volume è quello di una vasta rilettura analitica del suo cinema, non basata soltanto sull'ideologia e sulla storia, ma anche sul suo stile personale e sul suo universo narrativo.

625. AA.VV.
Carlo Mazzacurati (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 MAZZ 80

Il libro ripercorre l'intera produzione di Mazzacurati attraverso i contributi di alcuni critici e studiosi che analizzano i film del regista recentemente scomparso, cercando di farne emergere le ragioni del costante interesse ma anche del calore e della simpatia con cui sono stati diretti, da Notte italiana, con cui il regista ha debuttato a Venezia nel 1987, a La sedia della felicità, il film del commiato (2013). Prima monografia completa sull'opera dell'autore padovano, comprende un'introduzione del curatore, l'analisi dei lungometraggi e un saggio sui documentari, tra i quali i ritratti di tre scrittori veneti (Zanzotto, Meneghello e Rigoni Stern), una bio-filmografia e una bibliografia ragionata.

626. AA.VV.
Carlo Verdone : l'insostenibile leggerezza della malinconia (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 VERD 80

Carlo Verdone da trent'anni è un detective arguto e garbato della nostra società. Esplora il linguaggio quotidiano, plasma tipologie, costruisce personaggi memorabili, formatta tic e fragilità, sfrontatezza e timidezze, ingorghi lessicali e bradisismi emotivi. È un autore. Un virtuoso della comicità. Un architetto della messa in scena e della battuta. Lo spettatore davanti ai suoi film si vede riflesso come in uno specchio: riconosce, nei personaggi di Verdone e in se stesso, l'iperbole e la malinconia, la dolcezza degli affetti e la tenerezza della commedia umana.

627. AA.VV.
Le Carmelitane del Ticino (1997)
Ticinensia
Segn.: TA 4284

628. AA.VV.
Carne : [ricette per cucinare carni bianche, rosse o selvaggina] (2005)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Primaria fonte di proteine, la carne costituisce la base per un ricco e gustoso secondo piatto o per un ottimo piatto unico.
Il libro propone numerose ricette a base di carni bianche, rosse e selvaggina, preparate con gusto e fantasia in padella, arrosto o in carpaccio. Le ricette presentate sono tutte spiegate in modo chiaro e facili da realizzare, arricchite da step fotografici che vi accompagneranno passo dopo passo nella realizzazione di ogni piatto.
Tempi, difficoltà di preparazione, calorie e consigli sui vini da abbinare completano ogni proposta.

629. AA.VV.
Carneficine (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5442

Carneficine è al contempo una poesia di Andrea Bianchetti, un progetto teatrale di Opera retablO e un volume pubblicato da ANAedizioni (Locarno, 2013) che al testo inedito del giovane autore ticinese (con le sue traduzioni in francese e tedesco) affianca i disegni e le note di regia di Ledwina Costantini.

I versi a tratti stranianti, a tratti commoventi delle Carneficine scuotono, interpellano il lettore. Opera retablO ha scommesso sulla loro potenza immaginifica. Il libro, oltre a proiettare il testo verso altre lingue, vorrebbe essere una testimonianza del processo creativo che ha nutrito il progetto teatrale.

630. AA.VV.
Carnevale in giallo (2014)
Letteratura italiana, Romanzo noir/thriller/giallo/poliziesco/spionaggio
Segn.: CARN/----

Carnevale in giallo è una raccolta di racconti di Gian Mauro Costa, Alicia Giménez Bartlett, Marco Malvaldi, Antonio Manzini e Francesco Recami. Una selezione di testi che si tingono di giallo offerti da alcuni dei più rilevanti scrittori contemporanei. Ritroviamo la tipicità dei personaggi proposti dal giornalista Gian Mauro Costa, le trame avvincenti che caratterizzano la produzione letteraria della scrittrice spagnola Alicia Gimenéz Bartlett, la provincia pisana raccontata da Marco Malvaldi, le atmosfere accattivanti di Antonio Manzini e la prosa seducente proposta dal fiorentino Francesco Recami. Carnevale in giallo è una raccolta di racconti capace di offrire una panoramica completa sulla giallistica contemporanea, una collezione che riesce a compiacere tutti gli appassionati proponendo differenti declinazioni di questo genere.

631. AA.VV.
Cars : tutti in pista! (2013)
Narrativa per bambini (dai 5 anni)
Segn.: BRLF 2414

Quattro storie inedite con gli amici di Radiator Springs e tanti nuovi, personaggi.

632. AA.VV.
Carta delle politiche giovanili in Ticino (2005)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1149

La "Carta" è una pubblicazione nata dalla collaborazione tra alcuni enti attivi nel settore, la Commissione per la gioventù e l'Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani (DSS). È il frutto del lavoro di quasi cento tra adulti e giovani.

633. AA.VV.
Le carte dei poeti (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5670

634. AA.VV.
Le carte leggere (2007)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4707

635. AA.VV.
Cartografia e orientamento (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91

Se è vero che il classico non passa mai di moda e quindi carta topografica, altimetro e bussola sono ancora mezzi validissimi per muoversi in montagna senza perdere la rotta, non si può negare che la tecnologia satellitare e informatica fornisca oggi nuovi strumenti, veloci, intuitivi e anche divertenti per la "navigazione" in quota. Ad oltre 14 anni dall'ultima ristampa del manuale "Topografia e Orientamento", è sembrato quindi opportuno procedere una rivisitazione dello stesso con l'obiettivo di adeguarlo alle molteplici novità emerse sia nel campo della cartografia che in quello degli strumenti per l'orientamento. Con questa nuova edizione, arricchita con immagini, tabelle ed esercizi, si vuole fornire a quanti si muovono sui monti, uno strumento di ausilio per l'apprendimento o il consolidamento delle capacità necessarie per affrontare con sicurezza le proprie escursioni. Nel capitolo dedicato all'utilizzo di sistemi di posizionamento satellitare per l'orientamento, data la vastità di funzionalità disponibili attualmente, e a maggior ragione in futuro, sono state evidenziate le principali caratteristiche offerte dalla tecnologia, rimandando ai manuali dei costruttori per i dettagli in merito all.utilizzo degli apparecchi e delle applicazioni software.

636. AA.VV.
Il Casanova di Fellini : ieri e oggi 1976-2016 (2017)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 FELL 7

"Il Casanova di Fellini ieri e oggi 1976-2016", con molti documenti anche di Fellini - lettere, disegni, foto, testi da archivi e collezioni private - celebra quarant'anni dell'opera dove il regista affronta le sue ombre più profonde. Il film, ispirato ai "Mémoires" dello scrittore veneto, non è una ricostruzione del Settecento alla Kubrick, che lo stesso anno gira "Barry Lindon". Ma Fellini dipinge comunque un mirabile quadro della disfatta dell'illuminismo alla vigilia della rivoluzione. Simenon lo definì «il più bell'affresco della storia del cinema» e «una vera e propria psicanalisi dell'umanità». È «un tuffo vertiginoso nelle profondità umane». La figura di Casanova vi incarna sia il rischio dell'artista, sia il rovescio della medaglia dei pregi dell'italiano proiettati nell'attualità. «Il ritratto psicologico dell'artista», che recita sempre una parte in preda alla vertigine del vuoto, si fonde con la mediocrità elevata a eccellenza e con la compulsione sessuale del seduttore per antonomasia, perfino del vitellone attaccato a un piacere adolescenziale: un edonismo poi, di civiltà dei consumi. Allo specchio del personaggio, Fellini vede l'archetipo di se stesso e dell'italiano tipico. Ha paura del Pinocchio che non diventa mai uomo, del «baco da seta che si agita... freneticamente nel suo bozzolo, non diviene mai farfalla». Teme la categoria rozza del fascista come essere collettivo soddisfatto di sé, che ha sperimentato nell'adolescenza. Ne conosce il pericolo sul piano spirituale, artistico, sociale: «l'approssimazione, l'indifferenziato, i luoghi comuni, il convenzionale, la facciata». Casanova diventa un mito perché «è proprio il vuoto, un universalismo senza senso: la poesia, la donna, l'animo femminile, la scienza, le arti... una totale mancanza di individualità». L'angoscia dello specchio profetizza perfino l'incomprensione che riguarderà la sua arte. Ma Fellini vince. L'ultimo grado di abiezione del vecchio Casanova deriso, con il sogno sul ghiaccio, attinge la profondità del pathos tragico.
Questo volume, aumentato di testi nuovi e in forma riveduta, riproduce gli atti del convegno e della mostra "Il Casanova di Fellini ieri e oggi 1976-2016", promossi dal presidente della Commissione per la biblioteca e per l'archivio storico del Senato, Sergio Zavoli; convegno curato da Gérald Morin e Rosita Copioli e mostra allestita da Françoise e Gérald Morin (Roma, Biblioteca del Senato, 6-21 dicembre 2016).

637. AA.VV.
Case ecosostenibili (2011)
(72) Architettura
Segn.: 72

La casa ecosostenibile si caratterizza indubbiamente per l'utilizzo di energie rinnovabili e il ricorso a molteplici sistemi di risparmio energetico. Questo volume presenta una selezione di piccole abitazioni ecosostenibili e moduli prefabbricati, costruiti secondo le direttive di un'architettura contemporanea responsabile. Immagine dopo immagine, vengono passati in rassegna materiali e impianti ecocompatibili quali collettori per acqua calda, pannelli fotovoltaici, scambiatori di calore, caldaie a biomassa, impianti di cogenerazione, e molto altro ancora. Considerate un tempo alla stregua di semplici curiosità, le soluzioni abitative proposte, edificate nel pieno rispetto dell'ambiente gettando le basi del costruire del futuro.

638. AA.VV.
Case in legno (2009)
(72) Architettura
Segn.: 72

Il legno è sempre stato uno dei materiali da costruzione più usato in tutto il mondo. Oggi il crescente interesse per i materiali naturali ed eco compatibili lo ha riportato alla ribalta della scena architettonica. Grazie alle sue qualità di versatilità, economicità e bellezza, gli architetti hanno ripreso a utilizzarlo in una maniera nuova e moderna. Il legno di per sé bello ed elegante può essere usato praticamente in ogni fase della costruzione, dalla struttura vera e propria alle rifiniture. Questo libro passa in rassegna ogni tipo di impiego nell'architettura residenziale. Ogni progetto è ampiamente illustrato da planimetrie e prospetti nonché da foto a colori degli interni e delle realizzazioni. I capitoli sono così ripartiti: Introduzione storica, abitazioni unifamiliari in ambiente urbano e rurale, diversificazione degli usi(saune, case sugli alberi, gazebo), accessori e complementi.

639. AA.VV.
Le case in paglia : come costruire edifici, uffici, capanne o cottage sostenibili, economici, efficienti e sicuri utilizzando le balle di paglia (2013)
(72) Architettura
Segn.: 72

Una casa fatta di paglia? Perché no!
Qualunque sia il tuo progetto, una casa intera o qualcosa di più piccolo - un ufficio o uno studio, una capanna o un cottage per gli ospiti - gli edifici in balle di paglia intonacate rappresentano un'eccezionale alternativa sia per la durata che per i prezzi più bassi. E non basta: costruire in balle di paglia è anche divertente e facile da imparare e da fare.

In quest'opera vengono descritti gli enormi benefici delle case in paglia:
ottimo isolamento termico e acustico
buoni risultati della qualità dell'aria all'interno dell'edificio
rapidi tempi di costruzione (i muri si possono erigere anche in un solo weekend)
costi di costruzione ridotti al minimo
utilizzo di una risorsa naturale e rinnovabile
la migliore soluzione per un materiale che spesso viene classificato come rifiuto e bruciato producendo un inquinamento atmosferico non trascurabile.

Scopri in queste pagine tantissime preziose informazioni per costruire facilmente la tua casa in paglia. La dettagliata descrizione di ogni singola fase di costruzione rende realizzabile il sogno di una casa a costi veramente bassi, sicura ed efficiente dal punto di vista energetico.
Può sembrare incredibile eppure le case in balle di paglia con strutture in legno sono solide e molto sicure in caso di terremoti e incendi.

640. AA.VV.
Castelli di carta : Premio letterario edizione 2011 (2011)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4923

Dodici racconti aventi come tema un inatteso incontro in biblioteca, scritti appositamente per la sesta edizione del concorso letterario in biblioteca "Castelli di carta", organizzato dalla Biblioteca cantonale di Bellinzona in collaborazione con la Città.

641. AA.VV.
Il castello : itinerari milanesi e lombardi : mito, arte, storia in Italia e in Europa (2010)
(72) Architettura
Segn.: BRLB 4735

La parola “castello” evoca una serie di immagini favolose: dai castelli delle fiabe e della paura, a quelli che ognuno di noi sogna di visitare, se non di possedere.

Questo libro raccoglie riflessioni sul “mito” che il castello rappresenta, in un paesaggio culturale comune che va dal Medioevo delle dame e dei cavalieri sino ai film e all'immaginario di oggi. Con ricercate, affascinanti sequenze di illustrazioni si dimostra quanto, nei castelli, il mondo della realtà sembri coincidere con quello della fantasia.

Una particolare scelta di manieri – emblema, europei e italiani, introduce a un itinerario nuovo tra i castelli del Milanese e della Lombardia. Visitati e fotografati, raccontati in esclusiva per la nostra collana. In magnifiche fotografie di oggi , in evocative stampe d'epoca, in commoventi cartoline dei primi del Novecento appaiono un mondo vero e uno che non c'è più. Due mondi che per noi si animano con personaggi della storia e della vita quotidiana. Poiché, in ogni paese o città, il castello esprime l'identità del luogo, nella grande storia come nel presente. Ma è anche una vedetta, ferma nei secoli, a guardia di paesaggi indimenticabili. Reali e fantastici.

642. AA.VV.
Catalogo delle incisioni : Colla-Novazzano, 1985-2004 (2005)
Ticinensia
Segn.: TA 4189

643. AA.VV.
Catania : l'Etna e Taomina (2018)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Catania: il barocco di pietra lavica si mischia alla città dei viali alberati, fra squarci di modernità e memorie senza tempo sotto lo sguardo del vulcano.
Lungo la costa, sono un'apparizione gli scogli dei giganti, le spiagge di ciottoli scuri, le acque dei Malavoglia, fino a Taormina, una perla racchiusa in quest'ostrica di mare.

644. AA.VV.
Cavagnago (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4455

645. AA.VV.
Cavergno e il suo dialetto : raccolta di poesia (1983)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 1325

Il dialetto di Cavergno é una parlata forte, rude, che bene si addiceva alle aspre condizioni di vita delle passate generazioni. L'autore ne dà un saggio attraverso una raccolta di poesie, "viva, eloquente ed impareggiabile testimonianza del modo di pensare, di sentire, di agire e di esprimersi dei nostri antenati".

646. AA.VV.
Cavigliano (2004)
Ticinensia
Segn.: TA 4165

647. AA.VV.
Il cementificio nel parco : storia della Saceba e della riqualifica territoriale realizzata dopo la sua chiusura (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5244

La storia del cementificio Saceba e della valle che l'ha ospitato ha qualcosa di sconcertante ma anche di particolarmente significativo: come si è arrivati a costruire un simile “mostro” in un territorio pregiato come le Gole della Breggia? Attivo a pieno regime dal 1963 al 1980, questo cementificio ha rifornito i cantieri edili del cantone Ticino nel ventennio del boom economico per poi diminuire la propria attività fino alla chiusura definitiva nel 2003, quando attorno alla fabbrica era già stato istituito un parco. Che cosa fare della torre dei forni, di quella dei mulini, dei capannoni, delle cave e delle miniere situate negli immediati dintorni? Dopo lunghi e accesi dibattiti, si è avviato un progetto di riqualifica territoriale che ha inglobato i resti del cementificio in un percorso storico-naturalistico oggi da più parti ritenuto esemplare per la coerenza della sua concezione e della sua realizzazione sul territorio. Il volume racconta la storia delle Gole della Breggia, la storia della Saceba e la storia della riqualifica territoriale, avvalendosi di numerosi documenti inediti e di un ampio corredo di immagini fotografiche. Inoltre, i lettori troveranno qui alcuni approfondimenti che spaziano dalla geologia all'ingegneria, dall'architettura alla storia sociale ed economica.

648. AA.VV.
Censura 2009 : le 25 notizie più censurate (2009)
(000) Generalità
Segn.: 07

Le notizie che avrebbero dovuto occupare le prime pagine di tutti i giornali e telegiornali del mondo e che, invece, sono letteralmente e scrupolosamente "scomparse".

649. AA.VV.
Il centenario del Consiglio comunale, 1908-2008 (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4516

650. AA.VV.
Cento case per cento architetti (2008)
(72) Architettura
Segn.: 72

La sfida più grande nel disegnare una casa è riuscire a bilanciare l'estetica e le aspettative personali di chi la occuperà. Da una parte è importante che la struttura rifletta la visione e lo stile dell'architetto, dall'altra il cliente deve comunque sentirsi a casa sotto il proprio tetto. Diventa particolarmente interessante, quindi analizzare le case che gli architetti hanno costruito per sé stessi. Potrebbero essere in un certo senso assimilabili alle autobiografie. Il luogo, la struttura, le luci, le opere d'arte, l'arredamento, ogni dettaglio aggiunge colore alla storia. Ognuna di queste 100 case presentate in ordine alfabetico dell'architetto dicono di più del loro ideatore di qualsiasi altro edificio.

651. AA.VV.
Cento registi per cui vale la pena vivere : ad uso e abuso delle giovani generazioni (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071

Questo libro è nato in un salotto. Un salotto in bianco e nero. Un uomo minuto con una spessa montatura se ne sta stravaccato con un microfono in mano e registra su nastro quelle che, per lui, sono le cose per cui vale la pena vivere. E'abbattuto perché vive un momento complesso dell'esistenza. L'elenco dura qualche minuto, s'interrompe quando l'uomo ha l'intuizione che lo porta a correre verso la fine della storia, accompagnato dalle note di Rapsodia in blu. Inutile dire che quell'uomo è Woody Allen e che quel film si intitola Manhattan. Da quello splendido monologo nasce la nostra raccolta: Cento registi per cui vale la pena vivere. Già, perché si possono snocciolare un sacco di ovvietà su quanto l'esistenza umana sia complicata, piena di ostacoli, timori, momenti terribili, eccetera; il fatto è che il cinema, la letteratura, la musica e lo sport sono probabilmente le più grandi invenzioni create qui sulla Terra per farci svagare, pensare (qualche volta sognare) ma soprattutto per distrarci da tutte le difficoltà che incontriamo nella vita di tutti i giorni. Un dizionario “minimo” ad uso (e magari abuso) delle giovani generazioni, una piccola guida per chi vuole avvicinarsi alla magia della Settima arte.

Lucio Laugelli (1987), si è laureato al Dams di Bologna e specializzato alla Iulm di Milano. Videomaker, è ideatore e fondatore della rivista on-line Paper Street. Ha diretto cortometraggi e videoclip. I suoi lavori sono stati pubblicati su Panorama Tv, Wired, Rolling stone e Il Fatto Quotidiano.

Giacomo Lamborizio (1987) giornalista pubblicista, è laureato in Comunicazione e Editoria alla Statale di Milano. Nel 2007 è tra i fondatori della rivista on-line d'informazione culturale Paper Street, di cui attualmente è Vice direttore esecutivo e responsabile della sezione cinema. Attualmente lavora come coordinatore di produzione per la Blue Film di Roma, collabora con LongTake.it e Fabrique du Cinéma.

652. AA.VV.
Cento strategie non ortodosse (2004)
(350) Arte e scienze della guerra
Segn.: 35

Concepito quale testo di studio per gli aspiranti ufficiali della Cina confuciana e compilato nel XV secolo, il libro offre un compendio di cento principi strategici fondamentali ricavati da oltre due millenni di esperienze tattiche sui campi di battaglia. Il manuale è suddiviso in cento capitoletti, ciascuno dedicato a un elemento strategico basilare e illustrato con la descrizione di una battaglia ripresa dalla storia cinese. Gli esempi storici gettano nuova luce su formulazioni spesso enigmatiche degli antichi strateghi: "potenza strategica", "difesa", "vuoto", "spirito" ("qi"), "vittoria".

653. AA.VV.
Il Centogiro : 99 storie (più una) dal Giro d'Italia (2017)
(79) Divertimenti e sport
Segn.: 79

Il Giro d'Italia non è solo una competizione che percorre da Nord a Sud le strade d'Italia. Il Giro è soprattutto un modo per annodare, tappa dopo tappa, le storie che il ciclismo, per sua natura, porta dentro e fuori la corsa.
In occasione della 100a edizione della Corsa Rosa, Bidon - Ciclismo allo stato liquido, celebra la storia del Giro proponendo novantanove racconti, uno per ogni edizione fin qui disputata, per cantare, alternando differenti stili, firme e punti di vista, le gesta dei protagonisti.
Più che una ricostruzione storica, il Centogiro è un'avventura letteraria con al centro ritratti, luoghi e aneddoti.

654. AA.VV.
Centotrentanni della Società Svizzera di Milano : 1883-2013 (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1692

Volume redatto in occasione dei 130 anni della Società Svizzera di Milano.
La società fondata il 15 dicembre 1883 riuniva al suo interno le associazioni elvetiche esistenti a Milano. La data di nascita non fu casuale, il sodalizio nasceva infatti per aiutare i cittadini della Confederazione che, in seguito all'apertura della linea ferroviaria del San Gottardo (1882), giungevano numerosi a Milano dai cantoni di lingua tedesca in cerca di lavoro.

655. AA.VV.
Centrale idroelettrica Nuova Biaschina, 1962-1967, Personico, Cantone Ticino, Svizzera : architetto Augusto Jäggli, ingegneri Giovanni Lombardi e Giuseppe Gellera (2016)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1781

Questo quinto numero dei Quaderni del corso di Bachelor “Sistemi e processi della costruzione” è dedicato a un progetto firmato dall'architetto Augusto Jäggli con gli ingegneri Giovanni Lombardi e Giuseppe Gellera, la Centrale Idroelettrica Nuova Biaschina (1962-1967). Edificio sul quale gli allievi di secondo anno dell'Accademia di architettura, guidati dal professore Franz Graf, hanno svolto un esercizio che si è articolato nella raccolta e nell'analisi della documentazione originale, nel ridisegno dei piani costruttivi e nella produzione di assonometrie e modelli costruttivi in scala.

Una selezione del materiale raccolto per il corso – disegni originali e foto d'epoca – accanto a una lettura storica, a un'analisi strutturale e a una scelta degli elaborati degli studenti, compone questo opuscolo, che non solo vuole testimoniare la presenza sul territorio ticinese di un'architettura di valore, ma fornire anche agli operatori preposti alla sua salvaguardia spunti per eseguire in modo adeguato ogni intervento di manutenzione o restauro.

656. AA.VV.
Ceramica contemporanea svizzera 2013 = Zeitgenössische Schweizer Keramik 2013 = Céramique contemporaine suisse 2013 : Museo d'arte Mendrisio 24.03-23.06 2013 (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1625

La mostra di Mendrisio ha documentato e presentato una settantina di opere di ceramisti svizzeri, tra i quali otto attivi in Ticino.

657. AA.VV.
Ceramiche italiane d'arte tra Liberty e Informale : la fragile bellezza (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1627

Il volume offre ai lettori un inconsueto viaggio nel Novecento, osservato da un punto di vista nuovo e originale, ovvero attraverso la ceramica d'arte prodotta da designer, artisti e manifatture italiane tra gli ultimi anni dell'Ottocento e gli anni Cinquanta del Novecento.
Dalle sinuose forme Art Nouveau proposte da Galileo Chini e dalla manifattura della Ceramica Italiana di Laveno si passa alle invenzioni informali di Antonia Campi, Carlo Zauli e Lucio Fontana, senza dimenticare il gusto piccolo borghese della manifattura torinese Lenci. Fra le opere, tutte provenienti da un'importante collezione privata, vi sono sia pezzi unici, vere e proprie sculture e invenzioni decorative di una tale raffinatezza da configurarsi come capolavori dell'arte italiana novecentesca, sia pezzi seriali ossia oggetti domestici e ornamentali prodotti industrialmente, ma sulla base di un progetto artistico ben riconoscibile.
Elemento unificante tra le diverse opzioni stilistiche che queste ceramiche esibiscono è la ricerca di una linea moderna del design italiano che, come una forza inarrestabile, attraversa le arti decorative della penisola tra gli esordi degli anni Venti e i primissimi anni Cinquanta.
Il volume è completato da un glossario, dalle biografie degli artisti e da apparati bibliografici.

658. AA.VV.
Cercando la rivoluzione : Ansano Giannarelli, i film e le idee (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 GIAN 80

Ansano Giannarelli ha vissuto il proprio tempo nel segno della passione, del rigore e della libertà creativa. Le regie, la riflessione storico-critica, l'insegnamento universitario, l'attività di produzione, conservazione e promozione del cinema, la militanza politica a sinistra, si annodano in questa singolare figura di cineasta e intellettuale, rivoluzionario gentile, convinto, con Zavattini, che il cinema e la televisione debbano essere strumenti di conoscenza e di impulso al pensiero "di tutti". Il suo lavoro è oggi poco conosciuto, anche se nella stagione del Sessantotto ha diretto film come Sierra Maestra (1969) e Non ho tempo (1972), che ebbero allora notevole risonanza nei festival e nei circuiti di movimento. Opere poco classificabili e resistenti all'archiviazione mantengono tuttora una vitalità connessa alla loro forma sperimentale, come gran parte delle sue produzioni indipendenti, in cui Giannarelli ha costantemente perseguito un'originale ricerca estetica e politica. Per la Fondazione Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, di cui egli è stato fondatore e presidente, la sua è una straordinaria eredità culturale, che questo volume a più voci prova a ricostruire e a restituire.

659. AA.VV.
Cereali & co. : zuppe, risotti e insalate (2008)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Fingerfood, zuppe, risi e risotti, insalate, piatti esotici e dessert per gustare i cereali in tutte le loro diverse sfumature di gusto e colore. Riso, orzo, farro, avena, miglio, cous cous e mais sono i protagonisti di ricette semplici e mai banali per proporre piatti creativi e allo stesso tempo sani e leggeri.

660. AA.VV.
CERN infinito : testimonianze di 50 anni di ricerca : 1954-2004 (2005)
(530) Fisica
Segn.: BRLC 1055

Fisici, ingegneri, tecnici, amministratori, studenti... nel corso di cinquant'anni migliaia di persone da tutto il mondo sono venute al CERN, l'Organizzazione europea per la ricerca nucleare, per far progredire la conoscenza della materia e dell'universo.

In questo volume, alcuni di loro raccontano questa grande avventura umana, alla ricerca di risposte sulle questioni fondamentali della natura. Essi testimoniano i grandi eventi del CERN, dalla sua creazione nel 1954, con uno sguardo rivolto al futuro.

661. AA.VV.
Cervelli che parlano : il dibattito su mente, coscienza e intelligenza artificiale (2000)
(5/6) Scienze naturali/Scienze applicate
Segn.: BRLA 48774

Il progetto di ricreare l'intelligenza umana per mezzo di strumenti articiali ha portato alla creazione di ingegni stupefacenti come i calcolatori, capaci di riconoscere parole manoscritte, di tradurre il greco antico o di risolvere numericamente complicate equazioni. Ancora oggi rimane aperto il quesito che, già nel Seicento, Pascal e Leibniz ponevano, può una macchina pensare? La risposta si blocca a un passaggio obbligato: la coscienza. "Cervelli che parlano" propone nove dialoghi con alcuni tra i maggiori protagonisti del dibattito contemporaneo sulla filosofia della mente: filosofi e neuroscienziati, tra cui il premio Nobel per la medicina Gerald Edelman.

662. AA.VV.
Il cervello in 30 secondi : 50 idee fondamentali delle neuroscienze in mezzo minuto (2014)
(610) Medicina
Segn.: 61

Siamo tutti sotto il controllo della chimica cerebrale? Pensate che l'amigdala e l'ippocampo siano fantasiosi mostri marini? Cosa può dirci una risonanza magnetica? Sareste in grado di spiegare ai vostri ospiti a cena perché non ci viene da ridere quando ci facciamo il solletico da soli?

Il cervello in 30 secondi è il modo più rapido per capire cosa sta succedendo dentro la vostra testa, un libro che ha sfidato esperti del settore a spiegare le 50 teorie più sbalorditive delle neuroscienze.
Ogni concetto è presentato in non più di due pagine contenenti testi brevi e sintetici e un'immagine. Scoprite come fanno reti di 90 miliardi di cellule nervose a collaborare per produrre percezioni, azioni, conoscenze ed emozioni. O come il vostro cervello definisce il vostro carattere, e cosa succede mentre dormite.
Dotato di efficaci illustrazioni e arricchito dalle biografie dei pionieri delle neuroscienze, questo libro spingerà la vostra materia grigia a riflettere… sulla vostra materia grigia.

663. AA.VV.
Cevio... e gli argini. Boschetto... caraa e carásc (2003)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4589

Cevio, capoluogo della Vallemaggia, offre parecchi spunti d'interesse per chi intende soffermarvisi. Da sempre ha avuto il ruolo di centro della Valle. Anche in tempi relativamente recenti a Cevio è stato costruito l'Ospedale distrettuale, inaugurato nel 1922, mentre nel 1972 è stato aperto il Centro scolastico per gli allievi delle scuole medie della valle. Il villaggio è composto da varie frazioni sparpagliate lungo quasi tre chilometri. La frazione della Rovana si compone di case abbarbicate alla montagna, unico luogo sicuro per proteggersi dalle furiose acque del fiume omonimo. Di notevole interesse sono pure le costruzioni ottocentesche allineate lungo la bella piazza e le grandi case borghesi addossate ai massi della frazione di Cevio Vecchio. In due di questi edifici, appartenenti anticamente alla famiglia Franzoni, ha sede il Museo etnografico valmaggese. Oltre a suggerire la visita di questi luoghi caratteristici, l'itinerario proposto intende far scoprire le caraa, il lavatoio, i grotti, nonché la chiesa parrocchiale e la bella chiesa della Rovana di stile barocco. Filo conduttore per la seconda parte del percorso sono gli argini realizzati lungo i fiumi Maggia e Rovana, costruiti per salvaguardare i villaggi, il territorio e le vie di comunicazione dalle alluvioni dei fiumi. Boschetto, frazione di Cevio, sorge sul lato orografico destro del fiume Maggia, sopra un cono di deiezione originato da una frana ciclopica prodottasi verosimilmente durante l'ultima glaciazione. Il paesaggio attuale è il risultato della combinazione e della competizione secolare tra le forze della natura e l'opera dell'uomo. L'ampia campagna che circonda l'abitato, un tempo coltivata a vite, cereali e ortaggi, è il frutto di un'efficace opera di bonifica realizzata attraverso spietramenti, sterramenti e terrazzamenti. Elementi particolarmente caratterizzanti del paesaggio sono i numerosissimi carásc, monoliti di gneiss che sostengono le pergole della vite, e le caraa, percorsi racchiusi da muri di cinta che attraversano il territorio. Sotto la frazione, costeggiando l'attuale greto del fiume, si possono ancora percorrere i tratti dell'antica strada mercatesca della valle. Il villaggio di Boschetto si presenta come un nucleo assai compatto nel quale case di abitazione ed edifici utilitari (stalle, fienili, essiccatoi per castagne, mulini, torchio, ecc.) non sono concentrati in quartieri distinti ma si susseguono con spontanea casualità; la parte più cospicua del patrimonio edilizio, che si dispone attorno all'oratorio e al sagrato circostante, risale al 16° e 17° secolo. In posizione più periferica si trovano alcuni edifici risalenti ai primi decenni dell'800; dopo tale periodo, in conseguenza del crescente degrado della situazione economica e dello spopolamento intervenuto con la massiccia emigrazione oltremare, non sono più stati intrapresi interventi di rilievo, tanto che il villaggio ha potuto conservare un suo carattere originale e unitario.

664. AA.VV.
Chantal Akerman, autoportrait en cinéaste (2004)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 AKER 7

Chantal Akerman dévide le fil conducteur de son oeuvre, de sa vie, comme elle monterait un film avec des extraits de scénarios, photos de plateaux et textes de travail, souvenirs de famille, illustrations, photos de repérage et séquences de photogrammes. Elle écrit et raconte : son oeuvre est un récit, ses films ont d’abord été des textes. Journal intime, journal de bord, introspection sans complaisance d’une cinéaste au travail.

665. AA.VV.
The Charlie Chaplin archives (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 CHAP 80

Un anno dopo essere arrivato a Hollywood nel 1914, l'attore britannico Charlie Chaplin, nei panni di Charlot, era diventato il re della commedia slapstick in America. Alla fine del suo secondo anno sul grande schermo, Chaplin aveva ormai raggiunto una fama mondiale - fu la prima star internazionale del cinema - che gli fruttò un contratto milionario che fece di lui uno degli uomini più ricchi del mondo e gli permise di fondare una propria casa di produzione e una società per azioni composta da stretti collaboratori. Dall'Alaska allo Zimbabwe, la bombetta, il bastone e i pantaloni troppo larghi di Charlot sono andati a comporre una silhouette inconfondibile ancora oggi. Utilizzando tutte le fonti del vasto archivio di Chaplin, questo libro segue il "making of" di tutti i suoi film. Con 900 immagini, tra cui fotogrammi, note, storyboard e scatti dietro le quinte, oltre a interviste con i suoi stretti collaboratori, rivela i processi che stanno dietro al genio di Chaplin, dalla spontaneità improvvisa dei primi corti alle meticolose nuove riprese e rielaborazioni di scene e gag nei suoi film classici: "Il monello" (1921), "La febbre dell'oro" (1925), "Il circo" (1928), "Luci della città" (1931), "Tempi moderni" (1936) e la provocatoria parodia di Hitler "Il grande dittatore" (1940).

666. AA.VV.
Che c'è di nuovo? : uno sguardo sulla scena artistica emergente in Ticino : Museo cantonale d'arte, Lugano, 14 marzo - 30 maggio 2010 (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1289

Il catalogo dell'esposizione presenta una panoramica della produzione artistica ticinese delle generazioni più giovani che sorprende per varietà e ricchezza di linguaggi.

667. AA.VV.
Che cos'è il religioso? : religione e politica (2006)
(200) Religione. Teologia
Segn.: BRLA 49224

Una domanda (Che cos'è il religioso?) e un binomio (religione e politica, dove la "e" ha valore sia congiuntivo sia oppositivo) che vanno al cuore del nostro tempo e delle sue lacerazioni.
Se già il tema fu occasione, nel 1953-54, di una polemica tra Hannah Arendt e il sociologo Jules Monnerot, e nel 1973 spinse Leszek Kolakowski a parlare di una "rivincita del sacro" nella società secolarizzata, diventa oggi, sotto la pressione crescente degli eventi - dalle escatologie di massa alla spiritualità new age al fondamentalismo sanguinario - una questione ineludibile.
Antropologi (Anspach, Singleton), filosofi (Dewitte, Dumouchel, Scubla), sociologi (Caillé, Gauchet, Willaime) ed economisti (Fourquet) ne affrontano qui gli interrogativi essenziali, nella consapevolezza che della religione e del religioso non esistono definizioni condivise, neppure all'interno delle diverse discipline che li indagano; anzi, secondo alcuni la crisi delle grandi religioni rivelate e la disseminazione del fenomeno religioso avrebbero contribuito a sfocare ulteriormente un ambito dal profilo già disputato.

668. AA.VV.
Che cos'è la psichiatria? (2014)
(150) Psicologia
Segn.: BRLA 55930

«La follia è una condizione umana. In noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione. Il problema è che la società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follia, invece incarica una scienza, la psichiatria, di tradurre la follia in malattia allo scopo di eliminarla. Il manicomio ha qui la sua ragion d'essere.»

669. AA.VV.
Che fare? : nuove prospettive filosofiche sull'azione (2013)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 54436

Che fare? A questa domanda gli autori rispondono secondo una nuova prospettiva filosofica che si sta affermando nel panorama filosofico internazionale, il costruttivismo kantiano. Per questa teoria, introdotta nella filosofia contemporanea da John Rawls, "costruiamo" ragioni allo scopo di risolvere problemi pratici. Le verità dell'etica, così come quelle di altri ambiti della conoscenza, non ci sono rivelate o svelate, né sono il frutto di creazioni individuali, di contrattazioni sociali, di intuizioni o di scoperte. Piuttosto, sono il risultato dei nostri ragionamenti.
Il volume, dopo un'ampia introduzione di Carla Bagnoli, si apre con un saggio di Christine M. Korsgaard, una delle voci più influenti della filosofia morale contemporanea, e raccoglie contributi di Stefano Bacin, Carla Bagnoli, Michele Bocchiola, Miriam Ronzoni e Laura Valentini sulle origini e gli sviluppi del costruttivismo da Kant a John Rawls.

670. AA.VV.
Che Guevara (1987)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: BRLA 10743

Ernesto Che Guevara a vent'anni dalla morte. L'8 ottobre 1967 veniva ucciso in Bolivia. I successi e le sconfitte di un uomo che è stato amato da una intera generazione. Le immagini ritrovate attraverso una ricerca negli archivi cubani da Giorgio Mondolfo.

671. AA.VV.
Cheese! un mondo di selfie : fenomenologie d'oggi (2016)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 301

Il selfie non è soltanto un fenomeno di moda ma ha implicazioni che riguardano sia la società e il suo modo di comunicare, sia l'arte della fotografia e l'arte in generale.
Oltre a queste componenti coinvolge anche la forma identitaria, con un lato di narcisismo, è vero, ma anche di attività rivolta alla scoperta di se stessi.
Quindi al di là del semplice gesto, sempre più automatico, di scattarsi un selfie in qualunque momento e situazione, si aprono molti interrogativi che è giusto vadano affrontati con più discipline. È l'intento di questo libro.

Scritto velocemente, con un piglio di cogliere il tempo, quasi scritto con lo stile di un selfie: il modo di farlo a volte può risentire del contingente e del cogliere il momento, ma è proprio del selfie, e non è detto che quella sua modalità di agire rapidamente nel mondo non coinvolga e interessi anche altri campi di relazione sociale, di produzione del senso e di finalità estetica.

672. AA.VV.
Chefs d'oeuvre de l'art mexicain : [exposition] : Petit Palais, Paris, avril-juin 1962 (1962)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: BRLGA 2917

673. AA.VV.
Chi ha paura della bellezza? (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5492

La bellezza è avventura proprio perché è cercata, è un effetto non di deriva, ma di destino... Esiste una bellezza cercata dai sensi. È la bellezza sensuale. Guai a chi non va oltre, ma guai anche a chi la sottovaluta... Esiste una bellezza cercata dallo spirito. E la bellezza etica... È la libertà che va innanzi tutto data prima che presa. È la generosità verso chi perde. È l'obbedienza a un dovere riconosciuto come giusto, e per fare trionfare la giustizia...Esiste una bellezza cercata dall'energia. È la bellezza insurrezionale. La bellezza, come il mito guida alla ribellione contro poteri illegittimi e offensivi alla dignità umana... E la nostra privata insurrezione contro noi stessi se cediamo al conformismo, alla massificazione, all'appiattimento... Esiste infine una bellezza cercata dall'amore. E la bellezza metafisica. La più alta...
Giuseppe Conte

674. AA.VV.
Chi ha paura delle mele marce? : giovani, droghe, emarginazione... (1992)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: BRLA 8445

675. AA.VV.
Chi, cosa : rifugiati, transnazionalismo e frontiere (2016)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 301

Sul tema della migrazione, il volume propone un affresco attraverso i contributi di antropologi italiani e internazionali, capace di spostare lo sguardo al di fuori dei confini europei e focalizzare gli aspetti salienti del fenomeno, le sue criticità tecniche oltre a quelle politico-culturali mantenendo un'impronta divulgativa in grado di catturare l'interesse di un pubblico ampio. Emerge così l'analisi su l'effetto/ migratorio e su le cause ; sul diritto internazionale e comunitario; sul conflitto tra i paesi europei intorno alla questione migratoria.
Problematica che fa da sotto testo al caso Brexit, del quale verranno presi in considerazione tanto il retroterra nel dibattito pubblico sui temi dei confini, quanto le possibili ricadute sulla questione migratoria.

676. AA.VV.
Chiamarsi fuori : ragazzi che non vogliono più vivere (2009)
(150) Psicologia
Segn.: 159.9

I fenomeni del suicidio e del tentato suicidio nell'adolescenza sono una realtà multiforme, complessa e sfuggente, nella quali fattori coscienti e inconsci della personalità si intrecciano con fattori culturali, in maniera spesso così strettamente interdipendente che risulta difficile comprendere quale di essi sia il più rilevante. In generale, il comportamento suicida adolescenziale, nel suo significato di attacco al corpo, rappresenta la manifestazione estrema delle molteplici e variegate forme nelle quali tende oggi a manifestarsi il disagio giovanile: ne sono un esempio i cosiddetti "suicidi mascherati", che rivelano indirettamente il desiderio dell'adolescente di uccidersi, tramite la continua esposizione al pericolo o a comportamenti autodistruttivi. Attraverso l'ascolto delle opinioni e delle testimonianze che gli adolescenti hanno fornito sul fenomeno, insieme all'analisi del caso di un ragazzo che ha deciso di "chiamarsi fuori", il libro ha lo scopo di avviare una riflessione sulle possibili cause che oggi spingono un giovane a togliersi la vita e sui fattori facilitanti: possedere gli strumenti adatti a decifrare il malessere giovanile è infatti l'unico modo per prevenire il suicidio adolescenziale.

677. AA.VV.
Chiesa cattolica e Stato in Svizzera : atti del convegno della Conferenza dei Vescovi svizzeri : Lugano, 3-4 novembre 2008 (2009)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4570

678. AA.VV.
La chiesa di San Nazario a Dino e la Crocifissione di Bernardino Luini (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1705

Questa pubblicazione permette di scoprire le origini e le traversie che hanno condotto fin qui il dipinto di Bernardino Luini ed anche di essere introdotti nei dettagli del minuzioso lavoro di restauro che l'ha riportato in buone condizioni dopo le vicissitudini e il lungo tempo trascorso dalla sua realizzazione.
Si potrà meglio conoscere il suo autore come pure ritrovare alcuni cenni storici sulla chiesa di San Nazario.

679. AA.VV.
La chiesa di San Rocco a Lugano (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1614

Una chiesa nel cuore della città, testimone dei mutamenti storici, sociali, politici, urbanistici, devozionali e artistici di una Lugano in constante trasformazione.

680. AA.VV.
La chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta di Armeno (2012)
(7) Arte
Segn.: BRLA 54242

Un volume che intende mettere in luce, per farle conoscere ed apprezzare, le bellezze della chiesa parrocchiale di Armeno ed il suo valore storico, artistico e religioso.

681. AA.VV.
Chinese Cinema : Critical concepts in media and cultural studies (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(510)

Volume 1: Chinese Cinema History
Volume 2: Chinese Film Production and Reception
Volume 3: Genre and Gender in the Chinese Cinema
Volume 4: Chinese Film Directors and Their Films

682. AA.VV.
Das chinesische Kino nach der Kulturrevolution : Theorie und Analisen (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(510)

Seit dem Ende der Kulturrevolution 1976 hat das festlandchinesische Kino verschiedene Phasen durchlaufen und erstaunliche Entwicklungen vollzogen. Im Zentrum dieses Buchs stehen Analysen herausragender Spielfilme der Vierten bis Sechsten Generation sowie wichtiger Werke der Neuen Dokumentarfilmbewegung. Angesprochen werden darin Fragen zur filmischen Raumkonstruktion, zum schwierigen Erbe des Maoismus und des Konfuzianismus, zur Politik des «post-sozialistischen Realismus», zum Genderdiskurs in der Medienkultur und zur filmischen Darstellung der urbanen Metropolen. Sie werden ergänzt durch kritische Sichtungen chinesischer Filmtheorie und Bildgeschichte. Neben renommierten westlichen ExpertInnen wie Rey Chow, Chris Berry oder Bérénice Reynaud kommen einige der herausragendsten FilmtheoretikerInnen Chinas, unter anderem Dai Jinhua, Hu Ke und Lu Xinju, erstmals in deutscher Sprache zu Wort. Der Band leistet damit einen multiperspektivischen Beitrag zum Verständnis des faszinierenden chinesischen Filmschaffens und zum Dialog über die chinesische Kultur.

683. AA.VV.
Chironico boulder (2006)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4348

684. AA.VV.
Chissà perché mi chiami bambino di colore : racconto orale africano (2007)
Fumetti per tutti, Narrativa per bambini (dai 3 anni)
Segn.: BRLF 1753

Dalla tradizione orale africana, un racconto pieno di sorridente ironia per aiutarci a valutare la nostra percezione del "diverso".

685. AA.VV.
Chitarre rock : i grandi interpreti (2009)
(78) Musica
Segn.: 784.76(03)

La chitarra è sempre stata la protagonista di pagine straordinarie della storia del jazz, la regina del folk e del blues e - nella sua variante elettrica - la base del rock'n'roll. Quest'opera intende celebrare il mito e la leggenda della chitarra elettrica, strumento che apre le porte della creatività, dell'emozionalità e della vita stessa, ma è dedicato anche alle rock star che ne hanno fatto un uso magistrale, ai molti, leggendari chitarristi che hanno contribuito a questa storia unica e che si sono meritati la fama di musicisti fra i più grandi di tutti i tempi.

686. AA.VV.
Christian Gonzenbach : oligoneoptera : Museo cantonale d'arte, Lugano, 3 settembre - 30 ottobre 2011 (2011)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1400

Tra le figure emergenti della scena artistica contemporanea romanda, Gonzenbach opera sul confine tra ordinario e straordinario, tra banale e meraviglioso, proponendo, attraverso installazioni, animazioni video e fotografie, un incontro con una quotidianità che, d'improvviso, si trasfigura nel segno dell'assurdo e della poesia.

687. AA.VV.
Ciak si ride (1994)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.2

Riflessioni spiritose, battute celebri, freddure e aforismi dei più famosi attori, registi e autori cinematografici, illustrati con fulminanti vignette a doppio (e triplo) senso. Un libro che ironizza senza pietà sui mostri sacri del cinema e sulle sue stelle (eventualmente cadenti): un'esilarante carrellata di citazioni e disegni che mette a nudo il mondo degli artisti, considerandoli come un esercito di elefanti che marcia su incerti tacchi a spillo.

688. AA.VV.
Ciak, si racconta : trenta racconti del Premio Chiara Giovani 2005 (2005)
Letteratura italiana
Segn.: CIAK/----

689. AA.VV.
Il cibo : una via di relazione (2010)
(150) Psicologia, (640) Economia domestica
Segn.: BRLA 45624

La tesi di questo libro è che il cibo sia una fonte di gioia e di piacere, di cura e di dono, che va sottratto a quel meccanismo economico e sociale che lo riduce a pura merce. Il cibo infatti ci introduce alla vita di relazione, è un modo per entrare in contatto con noi stessi e con l'altro, e in questo senso contribuisce allo sviluppo della nostra identità, dei nostri saperi e del nostro modo di percepire la realtà.

690. AA.VV.
Cielo & terra : mondi celati alla vista (2004)
(500) Scienze naturali
Segn.: 5

Il libro getta uno sguardo inusuale sull'universo in tutte le sue forme e dimensioni, fornendo una panoramica su mondi sconosciuti ed esaltando il misterioso e sconfinato fascino del pianeta Terra e dell'universo. I dettagli nascosti della vita e della natura, presentati in ordine di grandezza e di distanza, vengono svelati da microscopi, lenti di ingrandimento, raggi X, telescopi, satelliti e onde radio. Sebbene ciascuna immagine del libro sia stata catturata utilizzando tipi diversi di strumenti fotografici, nessuno dei soggetti rappresentati è visibile a occhio nudo.

691. AA.VV.
Il cielo di Marignano : dalla battaglia alla docufiction della Televisione svizzera, 13/14 settembre 1515-2015 (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTC 242

692. AA.VV.
Cile (2017)
(910) Geografia
Segn.: BRLB 1133/240

Meridiani guarda al mondo con occhi curiosi. E più che descriverlo, lo interroga lasciando che siano i luoghi a raccontarsi attraverso la natura, i monumenti, i paesaggi urbani, i volti e le storie della gente, le espressioni artistiche e culturali, la moda e lo sport. Ogni numero è un viaggio non convenzionale in città e paesi che pagina dopo pagina, attraverso reportage giornalistici, servizi fotografici, racconti di famosi scrittori svelano la loro anima più profonda.

693. AA.VV.
Cile e Isola di Pasqua (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CILE

La guida propone un viaggio affascinante per chi ama l'atmosfera esotica della remota Isola di Pasqua e dell'arcipelago Juan Fernandez e per chi desidera conoscere la cultura europea-indigena ancora palpabile tra le testimonianze archeologiche delle regioni deserte del nord, che ospitarono la civiltà inca o tra le vallate delle colline terrazzate ai piedi delle Ande coltivate dagli indios aymara. La guida offre numerose indicazioni su alloggi, trasporti, visite, fornendo indirizzi e suggerimenti.

694. AA.VV.
Cile e Isola di Pasqua (2006)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CILE

Arrampicatevi sulle cuspidi rocciose del Torres del Paine, ballate la salsa nella spumeggiante Santiago, esplorate i deserti più aridi del mondo o seguite i sentieri del Che attraverso la Regione dei Laghi. Che scegliate di sfidare la natura incontaminata o girovagare tra i vigneti, la nostra guida vi porterà fino alla fine del mondo... e ritorno: l'avventurosa Patagonia e l'Argentina; alla scoprerta dei vini cileni grazie alla guida preziosa del nostro esperto produttore di vino nella Valle de Colchagua; remare tra i fiordi, sciare intorno ai crateri fumanti dei vulcani, lasciarsi scivolare sulle dune del deserto; alloggi per tutte le tasche: rustici refugios di montagna, gli accoglienti hospedajes, i lussuosi alberghi; l'eccelsa cucina e la cultura di Santiago, il fascino anticonformista di Valparaiso, i bagni di sole nelle spiagge di Arica.

695. AA.VV.
Il cimitero comunale di Ascona : storia e arte di uno spazio identitario (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5641

Il libro - curato da Ursina Fasani, Veronica Provenzale e Michela Zucconi-Poncini - è il frutto di un meticoloso studio che ha avuto quale obiettivo la valorizzazione di un sito di alto valore storico e culturale quale il Cimitero comunale di Ascona, dando conto sia delle opere d'arte di rilievo (monumenti scultorei, affreschi), che delle personalità che hanno contribuito alla crescita del Borgo rivestendo i più svariati ruoli nel campo dell'arte, della cultura e della politica. Il volume propone inoltre una breve analisi storica sull'evoluzione del Borgo dal 1860 fino agli anni Settanta del Novecento.

696. AA.VV.
Il cimitero di Bellinzona (2009)
(7) Arte, Ticinensia
Segn.: 7(494)

Questa guida invita a considerare il cimitero non soltanto come luogo di raccoglimento dedicato agli affetti e alla memoria, ma come specchio della città dei vivi. Consacrato nel 1837 e ampliato a più riprese, il camposanto di Bellinzona si presenta infatti come un interessante museo di scultura all'aperto, dove è possibile ammirare le opere dei maggiori scultori attivi nella regione. Percorrendolo si colgono sia i passaggi delle diverse stagioni artistiche, sia la storia della città attraverso i nomi e gli epitaffi incisi sulle sepolture.

697. AA.VV.
Le cinéma cubain (1990)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(728)

698. AA.VV.
Cinéma et engagement Jorge Semprún scénariste (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

L'ouvrage Cinéma et engagement : Jorge Semprún scénariste vient combler un vide important dans les études sur la figure de l'écrivain franco-espagnol Jorge Semprún, celui de sa contribution au cinéma : une quinzaine de scénarios pour des réalisateurs tels que Costa-Gavras, Alain Resnais ou Yves Boisset, de Z à L'aveu en passant par Stavisky, L'attentat, L'affaire Dreyfus ou Section Spéciale. Ce projet réunit les travaux d'une vingtaine de chercheurs européens provenant de différentes aires scientifiques qui rendent compte de la complexité rhétorique des scénarios de Semprún, souvent appréciés pour leurs prises de position. L'ouvrage s'enrichit en final d'un entretien avec Jorge Semprún lui-même.

699. AA.VV.
Cinéma, droit et politique (2017)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:32

Le cinéma, art, industrie et technique, exerce une influence majeure dans la société d'aujourd'hui en tant que moyen d'expression et prescripteur de conduites. Depuis ses débuts, le juge, l'avocat, le policier, le chef de l'État, ont occupé une place spécifique dans les films qui ont fini par façonner nos propres représentations des forces de l'ordre, de l'État et de la puissance publique. L'image des relations internationales, des services de renseignement, des droits de l'Homme, du pouvoir politique, est ainsi véhiculée par le 7e art et crée une série d'effets de miroir auprès de la société. Le cinéma de la contestation ou de l'ordre établi, les films de James Bond, les Marvel productions ou The Matrix en sont des exemples.

700. AA.VV.
Les cinémas de l'Inde : les années 2000 (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(540)

Les spectateurs occidentaux découvrent ces cinémas très variés tant aux plans linguistique que socioculturel et générique, qui s'étendent du Nord au Sud : cinéma d'auteur, cinéma parallèle et cinéma populaire. Ils évitent ainsi l'amalgame qui associe l'ensemble des cinémas indiens à Bollywood. L'ouvrage est émaillé d'entretiens avec des réalisateurs et des acteurs indiens ainsi que des organisateurs de festivals.

701. AA.VV.
Cina (2015)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/CINA

Il vostro viaggio in Cina, che sia il primo o il decimo, sarà sempre all'insegna dell'avventura: questo paese così vasto, vario e in rapido cambiamento saprà sorprendervi ogni volta.

702. AA.VV.
Cina (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/CINA

La Cina è famosa per la sua Grande Muraglia, i palazzi che svettano sugli altopiani del Tibet e i grandi complessi di templi nelle grotte che punteggiano l'antica via della seta. All'interno di questo paese si trovano paesaggi subtropicali lussureggianti, lande innevate e terrazzamenti coltivati con cura a riso. Le persone sono diverse fra loro come le terre in cui vivono e le loro architetture sono ugualmente varie. Poche altre nazioni possono offrire altrettanto in una sola visita, per questo al Cina sta diventando una delle mete più popolari al mondo.

703. AA.VV.
Cina (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/CINA

Antica e modernissima, familiare e indefinibile, urbana e rurale, tradizionalista e innovatrice, avveniristica e senza tempo, la Cina è una terra di contrasti affascinanti e inaspettati.

704. AA.VV.
Cina (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/CINA

Se volete sorseggiare un cocktail a Shanghai, scalare il sacro Monte Kailash in Tibet o addentrarvi nei meandri della storia cinese contemplando l'Esercito di Terracotta di Xian, lasciatevi condurre per mano alla scoperta del meglio di questa meta incantevole. In questa quarta edizione due nuovi inserti a colori su escursioni, mete da non perdere e prelibatezze; itinerari ciclabili e crociere fluviali, consigli degli autori che vivono in Cina e conoscono a fondo la realtà locale.

705. AA.VV.
Cina (2006)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/CINA

Una guida, ricca di dettagliate informazioni pratiche e di consigli utili, per scoprire il fascino della Cina. La sezione di apertura, "Introduzione alla Cina", fornisce le coordinate geografiche del paese e ne delinea il contesto storico e culturale. Ciascuna delle sette sezioni dedicate alle varie regioni illustra i luoghi d'interesse turistico e monumentale di un'area che può comprendere da una a tre province. Le "Informazioni turistiche" danno consigli su alberghi e ristoranti, mentre la "Guida pratica" offre molte informazioni utili, dai trasporti alla sicurezza personale.

706. AA.VV.
Cina (2004)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) ASIA/CINA

La guida sulla Cina oltre ad essere ricca di fotografie è fornita di un apparato testuale in cui si parla della storia, della cultura, del paesaggio, delle espressioni artistiche, del cibo e, soprattutto, della gente della Cina. La guida contiene: le carte topografiche delle località più importanti con rimandi all'apparato testuale e alle numerose cartine a colori; esaurienti informazioni pratiche dei particolari del viaggio, degli alberghi, dei ristoranti e i numeri di telefono che possono essere utili.

707. AA.VV.
Cina : undici scrittori della rivoluzione pop (2006)
Narrativa straniera
Segn.: CINA/----

Esistenze frenetiche ed estraniate, travolte dal ritmo del denaro, invase dalla televisione e ipnotizzate dal sesso al punto da non trovare amore. Giornate ubbidienti ad altissimo grado tecnologico che si alternano, senza soluzione di continuità, a notti sfrenate di droga e musica house. Vista attraverso il filtro delle nuove dilaganti metropoli, la distanza con la cultura tradizionale e con il comunismo appare sotto forma di un rabbioso e cieco conflitto generazionale. L'istinto incontenibile verso la libertà che percorre la Cina neocapitalista mostra, in questi racconti, tutto il suo potenziale rivoluzionario e autodistruttivo. Nati negli anni Sessanta e Settanta, gli autori di quest'antologia offrono un ritratto degli intellettuali post-Tienanmen. Ogni racconto è accompagnato da una scheda biografica.

708. AA.VV.
La Cina. Vol. 1/1: Preistoria e origini della civiltà cinese (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 951

Questo primo volume è dedicato agli albori del continente asiatico, in un'esplorazione dell'antica Cina tra antropologia, storia e archeologia. Nove sinologi di fama mondiale studiano la Cina preistorica, dai primi insediamenti paleolitici alla formazione di società complesse durante l'età del bronzo, esaminando le correnti migratorie che hanno contribuito al popolamento di un vastissimo territorio, la nascita degli agglomerati umani e delle attività di agricole e artigianali, la genesi della lingua e dei primi fenomeni di interazione tra diverse regioni. Dal Pleistocene al III millennio a.C., il volume ricostruisce la storia remota di "una delle culture più avanzate e complesse del mondo antico": una raccolta di "echi del passato" - come scrive Maurizio Scarpari nell'introduzione - in grado di fornire un punto di riferimento per comprendere la Cina di oggi e "costruire un mondo armonioso".

709. AA.VV.
La Cina. Vol. 1/2: Dall'età del bronzo all'impero Han (2013)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 951

"Se, guardando alla Cina, si ha l'impressione di venir sempre sorpresi o un passo troppo indietro o un passo troppo avanti, e di avere raramente la percezione di trovarsi perfettamente allineati con gli eventi che si susseguono, non per questo bisogna rinunciare a inquadrare gli sviluppi più recenti in una prospettiva storica che possa, in modo spesso inatteso, offrirci delle chiavi esplicative". Cosi Maurizio Scarpari introduce "Dall'età del Bronzo all'impero Han" (secondo tomo del terzo e ultimo volume dedicato alla storia della Cina), in cui si torna agli albori del continente asiatico per addentrarsi in un'esplorazione che sta a metà tra la ricerca antropologica e quella archeologica. Uno studio rigoroso che, partendo dalla nascita della filosofia e arrivando ai primi esempi di letteratura, o dalle più antiche credenze religiose fino all'"arte della guerra", ripercorre la storia di una delle civiltà più complesse e affascinanti del mondo antico.

710. AA.VV.
La Cina. Vol. 2: L'età imperiale dai Tre Regni ai Qing (2010)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 951

La prima sezione del volume analizza l'evoluzione dell'organizzazione dello Stato sotto le diverse dinastie, fornendo tra l'altro un'analisi dettagliata del sistema di reclutamento dei funzionali. Le sezioni seguenti analizzano l'evoluzione dell'economia, della società e le relazioni tra la Cina e il mondo esterno (con un'analisi dettagliata dei rapporti tra le diverse etnie sotto le dinastie "barbariche"). Ampio spazio è dedicato al buddhismo, al daoismo e al confucianesimo ; concludono il volume saggi sulla letteratura e le arti (non solo arti figurative, ma anche architettura, produzione artigianale e musica) e sui principali contributi apportati dalla Cina, durante le singole dinastie, allo sviluppo scientifico e tecnologico.

711. AA.VV.
La Cina. Vol. 3: Verso la modernità (2009)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 951

La storia, il pensiero, la letteratura, le arti, le religioni e le scienze: un viaggio affascinante verso l'esotico e l'impenetrabile, alla ricerca di un ponte tra Oriente e Occidente. Questo volume considera gli anni a noi più vicini in una dimensione inedita e stimolante per un qualsiasi lettore occidentale desideroso di avvicinarsi a una cultura diversa, ma ormai arrivata alle porte di casa e con la quale diventa sempre più necessario il confronto.

712. AA.VV.
Cine/Asia Africa e Oceania (2012)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(5)

La dettagliata e aggiornata esposizione del cinema asiatico, africano e dell'Oceania si presenta non separata dalla forte considerazione delle varie culture nazionali – implicate nella storia e nella politica – e della loro determinante incidenza su di esso.
Da un cinema di riconosciuto valore espressivo come il giapponese – passando per i multiformi percorsi australiani, cinesi, indiani e di molti altri paesi – si va al complesso delle cinematografie arabe, nel bivio tra modernità e tradizione (bivio classico ma, in queste parti del mondo, conflittualmente decisivo) e alle cinematografie africane, che pur nel deficit produttivo costituiscono la più intensa testimonianza del dissesto come anche delle opzioni di progresso di questo continente.

713. AA.VV.
Cine/USA e Canada (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(73)

Il cinema nordamericano - cioè statunitense-hollywoodiano, il più "grande" del mondo, e canadese, piccolo ma con punte qualitative - è in questo volume esposto nella concretezza dei suoi autori e delle sue immagini. A sfilare è un vasto repertorio di figure creative e professionali: soprattutto di registi, nel loro complesso contesto culturale-produttivo e con il loro bagaglio di tanti film (formativi di tanta parte dell'immaginario mondiale) qui sondati in gratificante profondità.

714. AA.VV.
Cinegomorra : luci e ombre sul nuovo cinema italiano (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(450)

Si verifica, con scadenze irregolari da molti decenni a questa parte, la stagione fortunata del cinema italiano. Che fa gridare alla rinascita, a un risorgimento in celluloide. In realtà il panorama è difficile da decifrare, ricco di sfumature, di ombre, di ombre che questo volume prova almeno in parte ad eliminare.

715. AA.VV.
Cinema & film : la meravigliosa storia dell'arte cinematografica (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(09)

Cinema & Film non si occupa solo di pellicole, artisti, sceneggiature e musiche, ma contiene la storia degli uomini e delle donne di tutto il mondo, gli anni del passato e la società in cui viviamo. Perché la storia del cinema è la nostra storia, in continua trasformazione. Cinema & Film è un'opera unica, perché è la più completa trattazione dedicata al cinema esistente sul mercato mondiale: completa per la quantità di informazioni in essa contenute e completa per la possibilità vivere il mondo del cinema attraverso strumenti di fruizione diversi, fortemente integrati fra loro. Un validissimo strumento nel quale è stato selezionato il meglio dell'arte cinematografica nazionale ed internazionale di fine millennio: premi Oscar, successi di critica e pubblico, grandi film della cinematografia italiana.

716. AA.VV.
Cinema : dream on the road in 101 film (1999)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

717. AA.VV.
Cinema : i 1000 momenti fondamentali (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(09)

Chi non ricorda l'osso che vola nel cielo lanciato dallo scimmione di 2001: Odissea nello spazio? O il finale di Casablanca? O le scene ad alta temperatura erotica di Ultimo tango a Parigi? O, più recentemente, il caschetto nero di Uma Thurman in Pulp Fiction e la pallottola al rallentatore di Matrix? In questo libro sono raccolti 1000 momenti fondamentali e indimenticabili della storia del cinema. Istanti leggendari e altri meno noti ma altrettanto preziosi che ci invitano a riguardare i film con occhi diversi, a scoprire dettagli che non conoscevamo o che abbiamo dimenticato, coincidenze bizzarre o rivelazioni impreviste. I momenti sono divisi per categorie: ci sono le scene imperdibili; ci sono i film visti come momenti di svolta nella storia variegata e multiforme del cinema; ci sono gli attori, colti in una interpretazione unica e irripetibile; ci sono le battute che hanno lasciato un segno; ci sono gli eventi che più hanno influenzato il cinema nel suo complesso. Gli autori hanno scelto questi 1000 momenti dal cinema di tutto il mondo: dalla produzione americana ed europea, ovviamente; ma anche dal cinema giapponese o coreano, indiano o dei paesi dell'Africa. Ognuno di essi è un invito a guardare, a conoscere, a stupirsi e ad appassionarsi.

718. AA.VV.
Cinema and art as archive : form, medium, memory (2014)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:6

As Jacques Derrida wrote in 1995, while considering Archive Fever, nothing is less reliable or less clear today than the word “archive”. Nevertheless, the historic-cultural dimension of the contemporary discursive practices in cinema and art develops in the semantic openendedness of the term, in the repositioning of the idea of archive.The individual disciplines involved in one such field – history of cinema and art, theory of cinema and art, aesthetics, semiotics, philology, etc. – begin to open up to questioning the notion of archive even ‘in negative': in other words what – after Michel Foucault – the “archive” is not, or does not seem to be. The “archive” is not the ‘library of libraries' or ‘encyclopedia', it is not ‘memory', it is not museum, it is not a ‘database'.In recent years, the attention focused on such ideas has not so much highlighted the ‘impulses', ‘turns' and specific forms of art (“art archive”) as it has revealed in many ways how the “archive” concerns us in the interrelation of aesthetic, political, ethical and legal levels among various disciplinary fields.

719. AA.VV.
Cinema contemporaneo e questioni bioetiche (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:1

Negli ultimi trent'anni il cinema è stato invaso da pellicole che hanno per oggetto le più importanti e spinose problematiche della bioetica. Temi quali la fecondazione assistita, l'aborto, la manipolazione genetica, la clonazione, l'eutanasia, la disabilità, i diritti degli animali e dell'ambiente, il postumano e molti altri ancora sono diventati il soggetto privilegiato del grande schermo cinematografico attraverso due modalità di narrazione filmica, quella cosiddetta del racconto esemplare e quella della fantascienza. Questo testo propone alcuni commenti e riflessioni di esperti del settore su recenti pellicole contemporanee, offrendo uno strumento di critica cinematografica che aiuta a districarsi nel complesso e contraddittorio panorama delle problematiche etiche della nostra epoca di fronte all'inarrestabile progresso scientifico e tecnologico biomedico.

720. AA.VV.
Cinema da ridere : in 201 film (1999)
(791) Cinema
Segn.: 791.43-22

Le origini del comico si confondono con quelle del cinema. L'arroseur arrosé è infatti uno dei primi titoli presenti nel catalogo dei fratelli Lumière del 1896. La commedia, uno dei generi storici degli Studios hollywoodiani, nasce negli Usa verso la fine degli anni Dieci e, per ironia della sorte, si sviluppa soprattutto grazie all'europeo Ernst Lubitsch. Ridere per ridere con i migliori film comici e le migliori commedie del secolo. Una carrellata di grandi registi selezionata in 201 pellicole corredate da schede tecniche, trame, valutazioni, curiosità e oltre 130 locandine e manifesti originali.

721. AA.VV.
Il cinema delle donne contemporaneo : tra scenari globali e contesti transnazionali (2018)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

L'antologia affronta il cinema delle donne contemporaneo attraverso contributi di studiose/i provenienti da diverse parti del globo - dall'Italia agli Stati Uniti, dalla Turchia alla Grecia e l'Iran, dalla Nuova Zelanda all'Argentina, dalla Germania al Canada. Questa prospettiva globale si rispecchia nel contenuto del volume: i diversi saggi considerano film e registe legati a contesti geografici molteplici e guardano alla produzione cinematografica delle donne in relazione a dinamiche nazionali, transnazionali e globali. Ne esce un quadro polifonico in cui le cineaste donne, occidentali e non, appaiono attori sociali chiave nel narrare le complessità della condizione geopolitica attuale e dei suoi soggetti.

722. AA.VV.
Il cinema di Domenico Paolella (2014)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 PAOL 80

Questo volume sull'opera del regista Domenico Paolella (Foggia 1915 - Roma 2002), fa parte della sezione di studi storico-critici sul cinema che si propone di analizzare l'attività dei cineasti pugliesi sul cui lavoro ci sono pochissime testimonianze.

723. AA.VV.
Il cinema di Ernest B. Schoedsack (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 SCHO 80

Ernest B. Schoedsack (1893-1979) è passato dal natural drama al disaster peplum, firmando film di culto e creando personaggi iconici: il Conte Zaroff di "The Most Dangerous Game" ha ispirato moltissimi scellerati cacciatori di uomini del grande schermo, il Dr. Cyclops è uno dei prototipi dello scienziato pazzo dell'era atomica, e King Kong è uno dei miti della storia del cinema. Il volume comprende saggi di Chiara Bruno, Andrea Carlo Cappi, Alfredo Castelli, Antonio Dominguez Leiva, Emilie Dubois, Mario Gerosa, Diana Lama, Gemma Lanzo, Marco Locatelli, Anton Giulio Mancino, Alceo FX Positano, Marcella Rosi, Mariangela Sansone, Sergio Sozzo, Aldo Spiniello, Marco Toscano, Fabio Zanello.

724. AA.VV.
Il cinema di Giorgio Pàstina (2014)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 PAST 80

Il volume propone una accurata indagine sull'attività cinematografica di Giorgio Pàstina (Andria 1905 - Roma 1956), regista e sceneggiatore pugliese molto prolifico, ma poco considerato dalla critica specializzata. Si intende, con questo lavoro, evidenziarne il tanto lodevole lavoro prodotto e collocarlo fra i cineasti più importanti.

725. AA.VV.
Il cinema di Michael Winner (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 WINN 80

Regista, sceneggiatore e spesso montatore dei suoi film con lo pseudonimo di Arnold Crust nonchè critico gastronomico, Michael Winner è conosciuto per i solidissimi polizieschi, che hanno consacrato definitivamente il divismo di Charles Bronson. Titoli come "L'assassino di pietra" (1973), il capolavoro "Professione assassino" (1972), oggetto di un recente remake con Jason Statham e soprattutto il discusso "Il giustiziere della notte" (Death Wish, 1974), hanno codificato nuove istanze narranti nel genere d'appartenenza. Trasferitosi a Hollywood verso la fine dei Sessanta, il suo primo film americano nel 1971 è il western "Io sono la legge" con Burt Lancaster, primo di una lunga serie di star internazionali (Marlon Brando, Alain Delon, Ava Gardner, Robert Mitchum, Sophia Loren, James Coburn, Faye Dunaway, Eli Wallach, Peter Ustinov, Anthony Hopkins,Jeremy Irons e Michael Caine). Negli anni Ottanta oltre a completare la trilogia di "Death Wish" (1981 e 1985), filma in patria anche progetti più ambiziosi e personali come "L'avventuriera perversa" (1982), "L'opera del seduttore" (1988) e "Dirty Weekend" (1992) fino a quella che resta per ora l'ultima sua opera "Parting Shots" (1997), una commedia nera.

726. AA.VV.
Il cinema di Pietro Germi (2016)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 GERM 80

Omaggio a Pietro Germi, uno dei maestri del cinema italiano. A rileggere per l'occasione l'opera di Germi in alcuni snodi fondamentali del cinema italiano del dopo guerra sono studiosi di almeno tre generazioni diverse, che senza trascurare le poetiche e lo stile dell'autore affrontano con le metodologie più aggiornate la sua relazione con il contesto dell'epoca. Film ormai classici come In nome della Legge (1949), Il ferroviere (1956), Un maledetto imbroglio (1959), Divorzio all'italiana (1961), Sedotta e abbandonata (1964), Signore & Signori (1966) assumono così un nuovo spessore, riletti in prospettive inedite, e Germi si rivela un regista che ha ancora molte cose da dirci sul nostro cinema, sul nostro passato e sul nostro presente.

727. AA.VV.
Il cinema di Renato Castellani (2015)
(791) Cinema
Segn.: BRLA 58030

Il volume, realizzato in collaborazione con il CSC-Cineteca Nazionale di Roma e il Museo Nazionale del Cinema di Torino, raccoglie gli atti del convegno svoltosi presso le Università di Genova, Pavia e Torino in occasione del centenario della nascita di Renato Castellani (2013). L'opera del regista ligure, figura chiave del cinema italiano tra gli anni Quaranta e gli anni Sessanta, viene indagata per la prima volta in tutti i suoi aspetti, dai capolavori neorealisti alla produzione televisiva degli anni Settanta e Ottanta. Grazie all'analisi puntuale di singole opere e a ricognizioni più ampie, mirate a mettere in dialogo la filmografia del regista con il contesto cinematografico, sociale e culturale a lui contemporaneo, il volume restituisce l'immagine di un autore dalle molte sfaccettature, che ha attraversato generi diversi, passando dal film formalista a quello legato ai modi del Neorealismo, dalla commedia anni Cinquanta fino al film in costume, mantenendo intatte alcune cifre distintive: la cura maniacale del racconto, la contaminazione tra arti diverse (dal teatro alla letteratura alla pittura), la vocazione spettacolare mai disgiunta dall'approfondimento psicologico o dall'indagine sociale, l'attitudine a rinnovare forme e registri restando fedele all'idea di un cinema "popolare" e facilmente leggibile.

728. AA.VV.
Il cinema di Shinya Tsukamoto (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 TSUK 80

Esponente di spicco del cinema indipendente giapponese, Shinya Tsukamoto si è fatto conoscere al pubblico occidentale con il film cult Tetsuo, che ne riassume immediatamente le coordinate stilistiche e poetiche. Figlio del cinema di David Cronenberg e di David Lynch, Tsukamoto ha sviluppato un'idea di cinema fondata sul corpo come metafora fragile dell'essere umano. Attraverso film quali Tokyo Fist, Bullet Ballet, A Snake of June, Vital, e la trilogia su Tetsuo, Tsukamoto ha saputo ragionare in termini efficaci sul ruolo dell'individuo all'interno della società oppressiva contemporanea, sulle relazioni sempre più effimere tra le persone, sul ruolo del sesso nella gestione della propria esistenza, tutti temi affrontati all'interno del libro da firme autorevoli.

729. AA.VV.
Il cinema di Tony Scott (2014)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 SCOTT 80

Affine ai registi del "cinéma du look", Tony Scott ha dato anche vita a una personalissima estetica pop, a un neopittoricismo cinematografico che, con i suoi colori acidi e le sue contaminazioni tra testi e immagini ha influenzato lo stile di molti film e serie televisive del ventunesimo secolo. Il volume comprende saggi di Simone Arcagni, Aurora Auteri, Chiara Bruno, Enrico Carocci, Antonio Catolfi, Davide Comotti, Giuseppe Cozzolino, Stefano Di Marino, Giuseppe Frazzetto, Mario Gerosa, Federico Giordano, Anton Giulio Mancino, Michele Raga, Marcella Rosi, Mariangela Sansone, Sergio Sozzo, Marco Toscano, Fabio Zanello, Vito Zagarrio.

730. AA.VV.
Cinema e adolescenza (1993)
(791) Cinema
Segn.: BRLA 10486

731. AA.VV.
Cinema e adolescenza : 400 film (2000)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

732. AA.VV.
Cinema e adolescenza : saggi e strumenti (2000)
(791) Cinema
Segn.: BRLA 22490

Il libro affronta in chiave pedagogica, storica e psicologica i molteplici aspetti del rapporto fra cinema e adolescenza; fa il punto degli studi in materia offrendosi a docenti, genitori ed educatori in genere come strumento di lavoro per quanti vogliano porre al centro della loro azione educativa la comunicazione per immagini.

733. AA.VV.
Cinema e buddismo (2007)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:2

734. AA.VV.
Cinema e fumetto (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:7

Il volume raccoglie una serie di studi dedicati all'intensa e complessa relazione che sembra legare a più livelli la realtà cinematografica con il mondo del fumetto nelle sue diverse espressioni. Si tratta di un legame che parte da lontano affondando le sue radici nel pre-cinema e negli anni del muto, per farsi più evidente in tempi recenti grazie allo sviluppo delle tecnologie digitali e alla nascita di nuove realtà produttive nell'ambito dell'audiovisivo. Il volume si ripropone di analizzare più a fondo tale relazione, passando attraverso differenti livelli che vanno da un approccio di ordine storico e sociologico ad uno più strettamente analitico e teorico.

735. AA.VV.
Cinema e giustizia (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

"Cinema e giustizia" permette di focalizzare l'attenzione non solo su problematiche correlate alla macchina giudiziaria - regolata in maniera differente a seconda delle diverse nazioni - e ai rapporti che intercorrono tra le istituzioni e la collettività, tra le istituzioni e il singolo e, nell'ambito della comunità, tra ogni individuo; ma anche su principi come l'equità e la legittimità che dovrebbero regolare de facto la convivenza civile e l'operato delle istituzioni: valori etico-sociali attraverso i quali si riconoscono e si rispettano i diritti altrui come si vuole che siano riconosciuti e rispettati i propri. Naturalmente la riflessione prende anche spunto da alcuni articoli della nostra Costituzione, a partire dal fondamentale numero 3: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali", oltre che dalla maggior parte degli articoli contenuti nella prima parte della Carta Costituzionale che regola i diritti e doveri dei cittadini (dall'articolo 13 all'articolo 27). La pubblicazione affronta dunque alcuni fra i molteplici aspetti relativi al soggetto della trattazione, prendendo in esame un nutrito numero di pellicole realizzate nell'arco di otto decenni, dagli anni Trenta ai giorni nostri.

736. AA.VV.
Il cinema e le emozioni : estetica, espressione, esperienza (2012)
(791) Cinema
Segn.: 791.43.01

In quanti modi un film può affascinarci e sollecitare le nostre reazioni più istintive? E in quali termini le tecnologie influiscono sul nostro rapporto emozionale con ciò che vediamo sullo schermo? Come e con quali mezzi, nel corso dei decenni, cineasti e artisti hanno lavorato per rappresentare i sentimenti sotto forma di immagini e suoni? E, soprattutto, di che cosa parliamo quando parliamo di emozioni al cinema? Sono, queste, soltanto alcune delle domande poste dai saggi raccolti nel presente volume. Il lettore vi troverà una pluralità di punti di vista e proposte di indagine sul potere delle immagini e sul complesso fenomeno del coinvolgimento emotivo. Quello che ne deriva è un panorama ricco e articolato sul passato e sul futuro delle immagini (cinema, televisione, fotografia, arti visive) in un universo che sempre più si fonda sulla loro capacità di comunicare per affetti e di parlare alle nostre menti così come ai nostri corpi.

737. AA.VV.
Cinema e mondo del lavoro (2007)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

Il volume analizza le modalità in cui la Settima Arte ha messo in scena, dagli anni Venti ai giorni nostri, il tema del lavoro e affronta una serie di interessanti e più che mai attuali riflessioni sulle problematiche connesse a uno dei diritti fondamentali dell'uomo, come sancito dalla Costituzione Italiana in numerosi suoi articoli. Il campione di film proposti agevola un ragionamento a tutto campo su importanti questioni intrinsecamente correlate, compreso il nodo cruciale della disoccupazione, piaga che affligge soprattutto le giovani generazioni. L'intento è quello di favorire un confronto formativo per gli studenti che affronteranno con i loro insegnanti questo percorso, nonché un arricchimento individuale per i lettori interessati all'argomento.

738. AA.VV.
Cinema e psicoanalisi : tra cinema classico e nuove tecnologie (2008)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:1

I saggi qui presentati costituiscono un passo in avanti nel campo della teoria del cinema in chiave psicoanalitica, una prospettiva sempre più importante e produttiva. Il paradigma interpretativo psicoanalitico viene impiegato nell'analisi del dispositivo cinematografico, dei suoi cambiamenti, ribaltamenti o disinneschi; nel rapporto tra schermo e spettatore; viene poi indagata l'ipotesi del cinema come riproduzione artificiale di una serie di processi in parte o del tutto inconsci: il sogno, l'ipnosi, l'identificazione, il feticismo e il voyeurismo. Un approccio che muovendo dalla magia e dagli enigmi del cinema muto giunge fino alla crisi della referenzialità e della malattia del linguaggio nel cinema contemporaneo.

739. AA.VV.
Cinema e Risorgimento (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:930

Cinema e Risorgimento riflette sui molteplici aspetti e volti del periodo risorgimentale prendendo in esame un nutrito numero di pellicole realizzate nell'arco di otto decenni, dagli anni Trenta ai giorni nostri, che consentono di affrontare una riflessione critica sul tema trattato a partire da punti di vista e prospettive differenti. L'intento è quello di favorire un confronto costruttivo e formativo per le ragazze e i ragazzi che affronteranno tali tematiche nelle scuole, assieme ai loro insegnanti, nonché di offrire un arricchimento individuale per le lettrici e i lettori interessati all'argomento. La collana I diritti di tutti. Cinema e società civile del Consiglio Regionale del Piemonte, curata dall'Aiace (Associazione Italiana Amici Cinema d'Essai) di Torino, è nata nel 2000 con l'intento di celebrare il cinquantenario della nascita della nostra Repubblica e della nostra Carta Costituzionale e con l'obiettivo di ragionare sui valori e i princìpi enunciati per l'appunto nella Costituzione italiana, attraverso la pubblicazione di una serie di volumi dedicati a temi e argomenti di indiscussa pregnanza civile e sociale, analizzati attraverso la lente cinematografica, strumento tra i più efficaci per raggiungere soprattutto l'universo giovanile. Alcune pubblicazioni del progetto editoriale riflettono in particolare su specifici periodi storici oltremodo significativi per l'evoluzione del nostro Paese.

740. AA.VV.
Cinema e scritture femminili : letterate italiane fra la pagina e lo schermo (2012)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:82

Fin dal cinema delle origini e, con modalità e motivazioni differenti, ancora oggi, le grafìe femminili hanno inciso sugli schermi italiani segni sottili, profondi e tuttavia in larga parte ignorati. Questo mancato riconoscimento è in parte legato alla natura stessa della scrittura per il cinema, una scrittura tesa a scomparire nello schermo, totalmente funzionale alla qualità visiva del film e dunque trasparente, in sé invisibile; e in parte è imputabile alla debolezza nel nostro Paese dei Gender Studies di ambito cinematografico, piuttosto recenti e frammentari in Italia, rispetto a consolidate esperienze internazionali. Da qui muovono le riflessioni raccolte nel volume che, a partire da alcune specifiche ricerche - anche su nomi assai noti della scena culturale italiana del Novecento come Annie Vivanti, Grazia Deledda, Fausta Cialente, Alba de Céspedes, Goliarda Sapienza, Luciana Peverelli - offrono uno sguardo differente sulla storia del cinema con l'intento di rendere conto del contributo delle donne, in particolare delle scrittrici, alla nascita, all'affermazione e ai recenti sviluppi della produzione filmica nazionale.

741. AA.VV.
Cinema e tecnologia : la rivoluzione digitale: dagli attori virtuali alla nuova stagione del 3D (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:6

Il cinema sta cambiando radicalmente, soprattutto grazie alle nuove tecnologie digitali. Le trasformazioni in corso sono molte, e riguardano gli attori, le scenografie, gli effetti speciali e le tecniche di ripresa. Una delle grandi novità dovute all'utilizzo delle tecnologie digitali è il ritorno in grande stile del 3D, sancito da "Avatar" di James Cameron, ma ci sono tante altre innovazioni, dalla Facial Motion Capture alle Simulcam, dal Retargeting alla Digital Performance, nomi ancora poco noti, seppur legati alle tecnologie avanzate utilizzate nei grandi successi di oggi, che qui vengono spiegati in modo chiaro, con una serie di esempi. In questo libro si documentano i nuovi aspetti del cinema che incontra la tecnologia, attraverso i contributi di alcuni dei maggior esperti della materia. Tra i vari temi, le contaminazioni tra il linguaggio del cinema e quello dei videogames, le scenografie digitali e i paesaggi virtuali come nuovi modelli di set, gli attori virtuali, resi simili a quelli veri grazie a tecniche che rendono estremamente realistiche le espressioni. In parallelo si sviluppa anche il discorso dei mondi virtuali, i territori che esistono soltanto in internet, popolati da controparti digitali di milioni di persone vere. Anche in questi universi sintetici si realizzano film, alcuni dei quali girati da registi professionisti, che utilizzano la tecnica del machinima. Mondi virtuali che talvolta compaiono anche nei telefilm più seguiti, come "CSI" e "Law & Order"...

742. AA.VV.
Il cinema in Slovacchia tra memoria e futuro (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(437)

La prima monografia italiana sul cinema della Slovacchia, in concomitanza con il ventennale della "rivoluzione di velluto" e con la rassegna "L'uomo in conflitto". Con saggi di autorevoli critici cinematografici slovacchi e italiani, analisi dei film e un dossier sui festival.

743. AA.VV.
Cinema is not dead we are (2015)
(791) Cinema
Segn.: 791.43.072

Nella liquidità sintetica dell'era digitale tutto ciò che era solido pare essere sull'orlo della dissoluzione. Il cinema ha perso la sua essenza tangibile per cambiare nuovamente pelle, trasmigrando verso una molteplicità di spazi e smantellando, insieme alla propria matericità, le instabili strutture che gli gravitavano intorno. Il cinema è morto, si è detto ancora una volta, segnando la resa di fronte alla rapidità di una trasformazione inattesa e non compresa, ma lo spalancarsi di un abisso prima di tutto professionale ha dato luogo anche al profilarsi di una nuova critica, agile, eclettica, transnazionale, più che mai cinefila, proprio sul territorio dannato della rete. Lì è rinata la riflessione sulle pratiche cinematografiche della contemporaneità ormai esautorata da gran parte della carta stampata. Primo volume di una serie a cadenza annuale elaborata a partire dal lavoro svolto sulle pagine della rivista online "Filmidee". Qui, una nuova generazione di critici si confronta con lucidità e passione sul tema della "rivoluzione reale", propria di un'arte saldamente ancorata all'esistente, ma anche con la dimensione primigenia, rivelatrice e sognante dei film di Miguel Gomes, Ben Rivers, Apichatpong Weerasefhakul e degli altri autori di un cinema mutevole, vertiginoso e sfuggente quanto i tempi che stiamo vivendo.

744. AA.VV.
Il cinema israeliano contemporaneo (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(53)

È dall'inizio del nuovo millennio che il cinema d'autore israeliano ha cominciato a trovare un posto fisso, oltre la figura pionieristica di Amos Gitai, nell'ambito dei maggiori festival internazionali, divenendo artefice, come già era accaduto con la letteratura, di un importante dibattito politico-culturale sui principali problemi del paese, a partire dalla drammatica questione palestinese. Film come Yossi e Jagger o Camminando sull'acqua di Eytan Fox, OrMon Tresor di Keren Yedaya, To Take a Wife di Ronit e Shlomi Elkabetz, Meduse di Etgar Keret e Shira Geffen, Beaufort di Joseph Cedar, La banda di Eran Kolirin, Qualcuno con cui correre di Oded Davidoff e soprattutto Valzer con Bashir di Ari Folman, tanto per citare i titoli più noti, hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti internazionali eo una discreta distribuzione in Italia e nei paesi europei. Con il presente volume, il primo sull'argomento pubblicato nel nostro paese, si vuole analizzare a tutto campo il fenomeno di una cinematografia che, pur avendo a disposizione modeste risorse economiche, è stata in grado, in meno di un decennio, di dar vita a un significativo cinema d'autore dalle precise caratteristiche critico-innovative. Il tutto ritraendo le tematiche che attraversano, spesso in modo drammatico, l'odierna società d'Israele: il problema del conflitto con il mondo arabopalestinese, i temi della violenza e della guerra, la sfera della sessualità e la condizione della donna, i rapporti tra religione e laicità dello Stato o la relazione tra società israeliana e Shoah.

745. AA.VV.
Cinema muto italiano (2006)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(450)

Vol. 1: Intorno alla nascita del cinematografo si è sviluppata immediatamente una teoria di discorsi interessati alla carica di forte innovazione tecnologica del nuovo mezzo espressivo. Questi discorsi hanno concorso a definire la fisionomia e l'identità del cinema, legittimandolo al contempo come medium autonomo e come nuova forma d'arte. Interrogare le rivista di settore, pubblicate tra il 1910 e il 1913, ha permesso di avviare una riflessione sulla tecnica/tecnologia del cinema muto, che oltre a mettere in scena un mondo di macchine e di nuove apparecchiature, racconta anche di inedite forme di visibilità e di una mutata sensibilità dello sguardo.

746. AA.VV.
The cinema of India (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(540)

The Cinema of India examines in detail twenty-four landmark films from one of the world's largest national cinemas. Gathering writings by renowned scholars of Indian cinema, this collection provides a novel framework for reading film. Taken together, these essays act as a guide to deciphering the varied terrain of Indian film production and its reception both nationally and globally. The volume offers a comprehensive consideration of the histories of different regional cinemas; the role of studios; the place of "middle" cinema and its relationship to state subsidies; the style of popular films; the allure of stardom; the resistant style of art films; the resurgence of auteurism; and the poetics of documentary. The study discusses a range of films released over a period of more than sixty years, including Sant Tukaram (1936), Parasakthi (1952), Pather Panchali (1955), Pyaasa (1957), Bhuvan Shome (1969), Ghattashradda (1977) and Ram Ke Nam (1991).

747. AA.VV.
Il cinema raccontato ai giovani (1999)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(09)

748. AA.VV.
Il cinema russo attraverso i film (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(470)

Il cinema russo e sovietico è stato, in forme di volta in volta differenti, una grande elaborazione per immagini del tema del potere: di quello politico innanzitutto. I dodici film analizzati nel volume esprimono modi diversi, in qualche caso anche diametralmente opposti, di confrontarsi con la storia di un Paese che ha cercato la propria identità in un avvenimento traumatico come quello della Rivoluzione bolscevica. Tale esplorazione ha conosciuto le forme sperimentali dell'avanguardia, le strutture soltanto apparentemente canoniche dei generi, le ricerche poetiche e personali di grandi autori. I dodici film presi in esame rappresentano uno spaccato della storia del cinema, e al contempo uno sguardo d'orizzonte sulla cultura russa del secolo appena passato.

749. AA.VV.
Cinema russo contemporaneo (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(470)

Nel 1980 la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro organizzava la maggiore retrospettiva italiana del cinema sovietico: era l'epoca in cui si andava conoscendo l'opera di Andrej Tarkovskij o il talento di registi emergenti come Nikita Michalkov. Oggi, dopo i turbolenti anni novanta quando si è consumata la storica transizione alla Federazione russa e la morte del socialismo reale, in una situazione politica del tutto mutata, si assiste a una piena rinascita del cinema russo che si è affermato nei maggiori festival internazionali con opere come "Il ritorno" (2003) di Andrej Zvjagincev, "Kak ja provel etim letom" (t.l.: "Come ho trascorso l'estate", 2010) di Aleksej Popogrebskij, "Playing the Victim" (2006) di Kirill Serebrennikov, "Bumaznyj soldat" (t.l.: "Il soldato di carta", 2008) di Aleksej German jr. Il presente volume analizza il passaggio dal cinema sovietico a quello russo che, a partire da una grande tradizione, ha finalmente superato un momento di appannamento produttivo e artistico. In questo cinema del terzo millennio dove forte e trainante è il ruolo delle donne registe, pochi sono i segni distintivi: molti film sono ambientati in provincia, lontani da Mosca o Pietroburgo, da nuovi ricchi, mafiosi o poliziotti corrotti; in essi alberga un sentimento quasi bucolico, colto talvolta con sguardo ironico o documentario nei confronti di una realtà difficile e complessa, ma anche, in filigrana, l'incubo della guerra e, sullo sfondo, una Russia ancora rurale.

750. AA.VV.
Il cinema si impara? : sapere, formazione, professioni : XIX Convegno Internazionale di Sudi sul Cinema = Can we learn cinema? : knowledge, training, the profession : XIX International Film Studies (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

La formazione professionale nell'ambito del cinema ha contribuito a delineare l'identità del 'mezzo cinematografico' sul piano tecnico, stilistico, culturale e politico. Oggi, tuttavia, tale identità è messa in discussione dalla convergenza tecnologica e dei new media, pertanto la questione se 'il cinema si impara' ha assunto un'importanza decisiva. Come è stato insegnato infatti il linguaggio filmico? In che modo le politiche nazionali e internazionali hanno supportato od ostacolato la formazione? Qual'è il ruolo della tecnologia? Il volume intende ricostruire le relazioni fra trasmissione della conoscenza e ruoli professionali, fra cultura e potere politico, nel cinema.

751. AA.VV.
Il cinema spagnolo : i 250 migliori film della cinematografia iberica e latino-americana, dall'avvento del sonoro ad oggi (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(460)

Almodóvar, Amenábar, Buñuel, ma non solo: questo volume intende farci conoscere, accanto alle produzioni di celebri maestri internazionali, altri cineasti, storie e generi cinematografici che - sebbene quasi o del tutto sconosciuti da noi - nei loro paesi di origine hanno trascinato nelle sale milioni di spettatori, consacrato attori e attrici di talento, rispecchiato sommovimenti politici dalle ripercussioni planetarie, conquistato premi in prestigiose rassegne e non di rado influenzato stili e temi dei grandi registi americani ed europei. Una rassegna che, scheda dopo scheda, racconta e sintetizza tutto il meglio della cinematografia in lingua spagnola, affiancando film a vocazione "commerciale" e pellicole "difficili", realizzazioni dei registi più acclamati e opere d'esordio di giovani promesse del cinema messicano o uruguayano, pellicole distribuite in Italia e non. Quello che ne esce non è solo una somma di informazioni, di immagini e di nomi: è un quadro d'insieme culturale e artistico di eccezionale vastità, che illumina opere e autori poco noti e insieme arricchisce di senso molti dei film spagnoli che più abbiamo amato, da L'angelo sterminatore a Tutto su mia madre, da Il labirinto del fauno a The Orphanage, da Amores perros a Mare dentro.

752. AA.VV.
Il cinema spagnolo attraverso i film (2014)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(460)

La storia del cinema spagnolo si allunga sul percorso accidentato di più di un secolo scosso da drastici cambiamenti istituzionali, dittature e una guerra civile. Sembra quasi che l'unico elemento di continuità sia stato rappresentato dall'esigua struttura produttiva, che l'ha accompagnato sempre generando l'immagine di una crisi eterna. Eppure, nonostante i drammi politici e le difficoltà economiche, la Spagna ha realizzato un gruppo nutrito di film che per ragioni diverse meritano attenzione. Ognuno di essi parla di un momento della storia culturale del paese, dai difficili anni venti sino alla postmodernità. Ne emerge un ritratto indubbiamente peculiare ma al tempo stesso non molto distante da ciò che si può rilevare nelle traiettorie parallele di altri cinema europei.

753. AA.VV.
Il cinema sudcoreano (2005)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(5)

Nato a Seul nel 1952, Jang Sun-woo è uno dei registi più famosi e acclamati in Corea, grazie al successo, ottenuto anche in Europa, di film come "A Petal" (1996) e "Timeless", "Bottomless", "Bad Movie" (1997). Il volume parte dall'analisi dell'opera del regista coreano per analizzare, più in generale, tutto il cinema coreano contemporaneo. Aggiornando idealmente un altro volume del 1992 di questa stessa collana dedicato al cinema coreano. Giovanni Spagnoletti insegna storia e critica del cinema all'Università di Roma Tor Vergata e dirige la Mostra internazionale del cinema di Pesaro.

754. AA.VV.
Il cinema tra i banchi di scuola (2006)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

Il volume analizza le modalità in cui la settima arte ha messo in scena l'universo scolastico, mettendo a fuoco i molti aspetti del problematico tema prescelto, esaminando numerose pellicole realizzate dagli anni Trenta ad oggi. Intende stimolare un confronto costruttivo e formativo per gli studenti che affronteranno questo percorso con i loro insegnanti, ragionando così anche sul loro presente e sul loro vissuto.

755. AA.VV.
Cinema vivo : quindici registi a confronto (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1

Lavoro e fabbrica, famiglia, società, cultura, giovani, emarginazione, criminalità: come viene raccontato questo paese dalle mille contraddizioni e in pieno mutamento dalla nuova leva dei registi italiani nelle opere più recenti? Una ricognizione delle tendenze del cinema italiano della nuova generazione dei registi attraverso interviste di Maurizio Braucci, Goffredo Fofi, Alessandro Leogrande, Pietro Marcello, Emiliano Morreale, Renata Pepicelli, Daniela Persico e Dario Zonta in un percorso che intende ricostruire i contributi più innovativi e autentici di un cinema vivo in un paese ancora da scoprire veramente. Interviste a: Marco Bechis, Leonardo Di Costanzo, Nina Di Majo, Giorgio Diritti, Daniele Gaglianone, Matteo Garrone, Giovanni Davide Maderna, Alina Marazzi, Salvatore Mereu, Andrea Molaioli, Francesco Munzi, Paolo Sorrentino, Marina Spada, Edoardo Winspeare, Gianni Zanasi. Con un intervento finale di Mario Monicelli.

756. AA.VV.
Cinema, pensiero, vita : conversazioni con "Fata Morgana" (2016)
(791) Cinema
Segn.: 791.43.072

24 conversazioni apparse su Fata Morgana con grandi figure della contemporaneità, studiosi e artisti che parlano del cinema facendone un luogo del pensiero e una forma di vita. Un viaggio in cui il cinema e l'immagine, più di ogni altra forma d'arte, si riscoprono indissolubilmente legati alla complessità del nostro presente. Per la prima volta riunite e tradotte in inglese in un'unica pubblicazione, queste conversazioni offrono al lettore una costellazione unica di autori e temi per pensare il cinema a partire dal nostro presente e viceversa.

757. AA.VV.
Cinemafie : giovani in primo piano (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:3

"Cinemafie. Giovani in primo piano" prende in esame un nutrito numero di pellicole italiane realizzate nell'arco di cinquant'anni, dagli anni Sessanta ai giorni nostri, che stimolano una riflessione critica su una delle piaghe più vergognose del nostro Paese: la tentacolare irradiazione delle mafie al Sud, al Nord, nelle Isole e in particolare il ruolo giocato dai giovani, dai bambini e dai ragazzi in questo contesto. L'universo giovanile, se da un lato combatte fermamente il sistema mafioso, con fulgidi e coraggiosi esempi di lotte individuali e più recentemente organizzate e collettive, è tuttavia, in particolare negli ultimi decenni, vittima di tale sistema, sotto molteplici aspetti. Basti pensare ai giovani ammazzati dalla mafia, o sotto scorta perché si espongono in prima persona, denunciando fatti e individui; alle vittime ignare, pura merce di scambio o vendetta; o ancora ai minori reclutati, spesso ancor bambini, tra le fila della criminalità organizzata. Si tratta di una questione, oltre che grave, incandescente, che nel volume viene trattata da punti di vista e prospettive differenti, a partire da un comune denominatore: il forte impegno del cinema italiano, anche quello contemporaneo, nel denunciare tale terribile fenomeno.

758. AA.VV.
Il cinese per gli italiani : corso di lingua in 40 lezioni (2007)
(80) Linguistica. Filologia
Segn.: 809(07)

Il volume si propone come manuale per l'apprendimento della lingua cinese standard, il mandarino, appositamente pensato per gli italiani. Il corso si articola in quaranta lezioni, ordinate secondo una progressione di difficoltà grammaticale e sintattica, con dialoghi e testi ambientati al principio in Italia e quindi in Cina, dove si intrecciano le vicende personali di alcuni ragazzi cinesi e italiani. L'opera è corredata di appendici, esercizi pratici di grammatica e di pronuncia, spiegazioni grammaticali e lessicali, una trattazione della scrittura cinese e dei radicali.

759. AA.VV.
La Cineteca italiana : una storia milanese (2005)
(791) Cinema
Segn.: 791.45.073

Il libro, dal taglio storico, nasce dall'esigenza di fare il punto sul ruolo e le finalità di un'istituzione come la Cineteca Italiana di Milano. Attraverso diversi saggi vengono illustrati i molteplici aspetti dell'attività della Cineteca (le modalità di acquisizione, la gestione delle collezioni filmiche e dei restauri) nonché dei rapporti internazionali che essa intrattiene per la salvaguardia e la promozione della cultura cinematografica. Arricchiscono il volume alcune testimonianze di "spettatori eccellenti" tra cui: Maurizio Nichetti, Elisabetta Sgarbi e Marco Tullio Giordana. Il dvd allegato contiene materiali d'archivio restaurati dalla Cineteca Italiana appartenenti al periodo dalle origini agli anni '50

760. AA.VV.
Cinquanta scarpe che hanno cambiato il mondo (2012)
(390) Etnografia, consuetudini e costumi
Segn.: 39

La parola design è ormai entrata a far parte della nostra esperienza quotidiana. Eppure, quanti sanno davvero in quali campi trova la sua applicazione e in che modo ha cambiato il nostro stile e il nostro rapporto con gli oggetti di uso comune? Sappiamo, ad esempio, che il design ha largamente influenzato la moda con abiti e accessori dalle linee innovative e rivoluzionarie? Il volume racconta le creazioni che hanno fatto la storia del costume e che continuano a influenzarlo ancora oggi. Dagli anfibi alle sneaker, cinquanta scarpe divenuti autentiche icone dello stile, del gusto e della cultura contemporanea.

761. AA.VV.
Il cinquantesimo Lichene : storie di montagna (2000)
Narrativa straniera
Segn.: CINQ/----

762. AA.VV.
I cinque sensi del cinema : XI Convegno Internazionale di Studi sul Cinema = The five senses of cinema : XI International Film Study Conference,University of Udine (2005)
(791) Cinema
Segn.: 791.43.01

La storia del cinema è continuamente attraversata da tentativi di forzare i limiti dello schermo, per trasformare la superficie piatta e finita in uno spazio concreto, percepibile, percorribile, potenzialmente non-finito. La pellicola, da sola, non può tuttavia in alcun modo restituire le specificità dello spettacolo cinematografico delle origini, costruito sulla stimolazione plurisensoriale dello spettatore. I contributi raccolti nella pubblicazione intendono indagare le forme e le tecnologie di attivazione del coinvolgimento/distanziamento sensoriale di chi guarda, con particolare attenzione ai sensi "altri" del cinema, come il tatto, il gusto, l'olfatto.

763. AA.VV.
Cinque Terre e Golfo dei Poeti (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Un territorio in cui mare e terra si fondono a formare un'area unica e suggestiva. Diciotto chilometri di costa rocciosa ricca di baie, spiagge e fondali profondi, sovrastata da una catena di monti che corrono paralleli al litorale. Terrazzamenti coltivati a vite e a olivo, il cui contenimento è assicurato da antichi muretti a secco. Un patrimonio naturalistico di grande varietà. Sentieri e mulattiere dai panorami mozzafiato. Cinque borghi: Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore, che si affacciano sul mare. Un ambiente in cui il lavoro secolare di generazioni ha trasformato un territorio inaccessibile in un paesaggio di straordinaria bellezza. Un'area marina protetta e un parco nazionale che ne tutelano l'assoluta unicità. Queste, in sintesi, le Cinque Terre, dichiarate dall'UNESCO fin dal 1997 Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

764. AA.VV.
Cinque terre e il Levante (2017)
(910) Geografia
Segn.: BRLB 1133/239

Meridiani guarda al mondo con occhi curiosi. E più che descriverlo, lo interroga lasciando che siano i luoghi a raccontarsi attraverso la natura, i monumenti, i paesaggi urbani, i volti e le storie della gente, le espressioni artistiche e culturali, la moda e lo sport. Ogni numero è un viaggio non convenzionale in città e paesi che pagina dopo pagina, attraverso reportage giornalistici, servizi fotografici, racconti di famosi scrittori svelano la loro anima più profonda.

765. AA.VV.
I cinque tibetani : vol. 2° : applicazioni pratiche del manuale di Peter Kelder (2001)
(79) Divertimenti e sport
Segn.: 79

Dopo "I cinque tibetani" che ha rivelato il segreto della Fonte di Giovinezza attraverso la pratica di antichi riti tibetani, viene proposto un seguito per rispondere alle esigenze dei lettori che desideravano notizie più dettagliate. In questo nuovo manuale sono contenute informazioni relative alla dieta, alla respirazione, all'energetica della voce che completano gli esercizi proposti da Kelder.

766. AA.VV.
La circolazione della linfa (2006)
Ticinensia
Segn.: TB 1156

Catalogo della mostra: Lugano, Museo cantonale d'arte, Ala Est, 4.2 – 7.4.2006

767. AA.VV.
Città d'arte low cost (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/ITAL

Un'ampia varietà di spunti, suggerimenti e consigli che permettono di sfruttare al meglio il tempo in alcuni tra i luoghi più belli d'Italia. Oltre ai monumenti più famosi, i "must" da non perdere, la guida propone l'elenco dei principali eventi e manifestazioni, suggerisce il periodo migliore per la visita e seleziona un tour a piedi per entrare nel cuore delle città scoprendone i lati più inconsueti. La sezione "Le chicche low cost" permette di non fare rientro a casa senza aver visitato luoghi meno noti o sperimentato iniziative insolite, nella maggior parte dei casi gratis.

768. AA.VV.
Città d'Europa : guida al week-end (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/EURO

Questa guida è perfetta per coloro che vogliono sfruttare i week-end per visitare le 40 città europee qui presentate, ormai raggiungibili con voli low cost. Le mete scelte per questa guida sono esaminate e classificate in base a criteri precisi: le più belle, le più romantiche, le più ricche d'arte, le più elettrizzanti, le più gustose, le più vivibili... Sono stati scelti i migliori alberghi e i migliori ristoranti, divisi in tre categorie di prezzo: costoso, medio ed economico. All'inizio della guida è inoltre presente un calendario dei festival: strumento utile per scegliere dove e quando andare in base ai propri gusti.

769. AA.VV.
Le città invivibili : bulli ed eroi nella filmografia di Caligari e Mainetti (2017)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 CALI 80

Come sostiene Arieti, se è vero che la creatività solleva il morale dell'uomo ed elimina o diminuisce le nevrosi, la creatività straordinaria è responsabile delle grandi conquiste dell'umanità e del progresso sociale. È a partire da questo assunto che il testo esplora il mondo di Caligari e Mainetti, attraversando il "Grande nulla" e "L'attimo fuggente". Caligari ci ha lasciati poco prima di terminare l'ultimo film prodotto dall'amico e attore Valerio Mastandrea, Mainetti ci regalerà ancora opere di grande creatività, entrambi con la voglia di far lottare i loro personaggi contro il grande nulla, entrambi con quel desiderio di esplorare le polarità dell'ombra e della luce, del bullo e dell'eroe che si fondono nel momento in cui la materialità si eleva verso la spiritualità ed emergono incontrastate l'amicizia e l'amore, le uniche forze in grado di trasformare il male in bene, il bullo in eroe, entrambi con un rigore di intenti espresso in maniere diverse ma presente e tangibile.

770. AA.VV.
Civimatic : la civica tradotta in processi schematici : una selezione di processi (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTC 165

Un manuale che può servire in particolare ai giovani per approfondire senza fatica le conoscenze di civica sia a scuola, sia durante la lettura dei giornali o in occasione di discussioni che riguardano questa tematica.

771. AA.VV.
Claire Simon : la leggenda dietro la realtà (2008)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 SIMO 80

"Il documentario è come un film di finzione improvvisato." Con questa libertà e voglia di scoprire un nuovo rapporto tra cinema e reale, Claire Simon realizza film da più di trent'anni: cortometraggi, miniserie, lungometraggi di finzione e soprattutto documentari. Il suo sguardo analitico e appassionato si posa sui giochi dei bambini che rivelano i rapporti di potere tra adulti (Récréation), sul sistema capitalistico che trasforma in campo di guerra anche una piccola impresa alimentare (Coùte que coùte) e soprattutto sulla condizione femminile. L'adolescenza e la scoperta della passione (Ca brulé), la difficoltà dell'accostarsi alla sessualità (Le Bureaux de Dieu), il legame tra donna e maternità (Sinon oui) sono esperimenti cinematografici che mettono in discussione il ruolo del femminile nella società contemporanea.

772. AA.VV.
Il clamore della filosofia : sulla filosofia francese contemporanea (2011)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 48493

Se ascoltiamo la filosofia francese del Novecento, non avvertiamo solo un accento differente dalle sue “cugine” tedesche, italiane e spagnole, ma un clamore, un grido molteplice e confuso capace di scuotere la storia della filosofia per garantirle un futuro plurale. Dai diversi stili di pensare, di porre i problemi e di creare percorsi questa potenza vitale traspare, si fa sentire e ammalia chi vi si avvicina.

773. AA.VV.
Claro (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4444

L'Archivio dei nomi di luogo di Claro contiene le schede e le localizzazioni di oltre 1250 nomi raccolti in due fasi, nell'autunno del 1968 e nel corso degli anni 2000-2001, interpellando 33 informanti locali.

774. AA.VV.
Clash (1990)
(78) Musica
Segn.: 784.76 CLAS

Sulle brucianti ali del punk, nella rabbiosa Londra giovanile e marginale di metà anni Settanta, si registrò l'avvento degli ormai celeberrimi Clash, il gruppo punk-rock “combattente” che fino ai primi anni Ottanta incarnerà la ribellione e la sovversione, l'impegno politico rivoluzionario coniugato alla scena rock. Questo libro racconta l'epopea di Joe Strummer & Co., dagli esordi in compagnia dei Sex Pistols, fino allo storico acuto dell'album “Sandinista” e all'estremo “Combat rock”.

775. AA.VV.
La classe fa ancora la ola : a lezione di follia (2009)
Narrativa per ragazzi (generale)
Segn.: CLAS/----

La scuola di JOHN BEER sembra uscita dalla sfrenata fantasia di uno studente non proprio modello, un mondo alla rovescia dove il genio è quasi sempre votato alla goliardia, e l'audacia si misura a suon di risate. A leggere queste note verrebbe da dire "Ma va!". E invece sono tutte, inderogabilmente, vere al 100 %. Nelle aule italiane soffia un irresistibile, delirante vento di follia e Beer non ha saputo resistere al piacere di raccontarcelo.

776. AA.VV.
Claudio Cavadini : 30 anni di architettura d'interni negli spazi pubblici del Cantone Ticino = 30 Jahre Innenarchitektur in öffentlichen Bauten des Kantons Tessin (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTC 214

In un lavoro di allestimento valgono gli stessi principi da applicare quando si interviene su un edificio da ristrutturare: il rispetto, la sensibilità e l'umiltà.
Nessun lavoro di architettura d'interni può prescinderne. Occorre porsi in una posizione di ascolto, di studio e solo dopo cominciare a disegnare, con la matita però, perché spesso è necessario cancellare, in una continua rimessa in gioco, in base a quanto l'edificio via via ci rivela.

Claudio Cavadini

777. AA.VV.
Claudio Onorato : re di carta (2009)
(7) Arte
Segn.: BRLB 3705

La leggerezza della carta sembra regalare alle sue opere una consistenza eterea, il contrasto tra i pieni e i vuoti con la luce che le attraversa, dona loro l'illusione della tridimensionalità. I suoi “tagli” sono un groviglio di umanità, facce e corpi, creature acquatiche, figure ispirate ai fumetti, vegetali e strani insetti, oggetti smaccatamente illogici. Uno spazio continuo, affollatissimo, palpitante, che preme e si accalca attorno ad edifici freddi, ermeticamente sigillati. Ma spesso questa marea ondeggiante occupa anche l'interno cosicché il dentro e il fuori si confondono in uno straripare di vita. Di creatività. Di tumultuosa molteplicità. Tutte le figure uscite dalla fantasia e dall'abile mano di Claudio Onorato sono poliedriche, si aprono a diverse interpretazioni, ci conducono in un mondo che confina con la fiaba ma al tempo stesso mantiene un rapporto con gli aspetti più problematici della realtà. Il suo è un inesauribile racconto, che ci affascina per la grazia leggera e ci cattura con la magia di una personalissima forma d'espressione. Onorato gravita da più di un ventennio nel mondo dell'arte, spaziando dalla pittura alla scultura all'installazione. Eppure si ha la sensazione che abbia mantenuto la freschezza degli esordi e una pervicace, contagiosa, sorprendente voglia di comunicare.

778. AA.VV.
Claudio Sanfilippo : cant'autore (2004)
(78) Musica
Segn.: 784.76 SANF

Cant'autore in equilibrio fra la canzone "colta" e la poesia, la penna, la chitarra e la pittura ad acquarello. Nell'ascoltare queste canzoni ti pare di essere il viaggiatore prototipo di tutti i viaggiatori. E il mondo, quello che ti scorre fuori dal finestrino, pare essere stato messo lì apposta a far da palcoscenico: ricordi, percezioni lievemente convesse dell'oggi, frammenti caldi di vita.

779. AA.VV.
Clint Eastwood (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 EAST 80

Clint Eastwood è considerato il più classico dei registi statunitensi contemporanei. Il suo cinema ha affrontato storie e generi tipicamente americani dando luogo a un universo narrativo e tematico più complesso di quanto l'apparente semplicità dello stile e un gusto classico del racconto possano far pensare; dentro la storia di un paese, dentro il suo immaginario, dentro le sue contraddizioni.

780. AA.VV.
La clownterapia : teoria e pratiche (2014)
(610) Medicina
Segn.: 61

Nel corso degli ultimi anni, un numero crescente di persone ha intrapreso l'attività di clown in ambito sociale e sanitario. Questa pratica consiste nell'attuazione di tecniche clownesche, derivate dal circo e dal teatro di strada, in contesti di disagio per facilitare il processo di cura in persone che vivono un malessere personale, psichico e fisico. Inoltre, il clowning viene sempre più utilizzato come strumento pedagogico in vari contesti (scuole, corsi di formazione, comunità ecc.).
Il volume intende, attraverso un approccio pragmatico e applicativo, presentare conoscenze teoriche e strumenti operativi per coloro che decidono di intraprendere l'attività di clown dottore.
Il libro è rivolto sia agli operatori, volontari e professionisti che svolgono tale attività, sia agli studenti che vogliono comprendere teorie, meccanismi e funzioni del clown in ambito sociosanitario.

781. AA.VV.
Codice civile svizzero : del 10 dicembre 1907 (stato 1° gennaio 2013) (2013)
(340) Diritto, giurisprudenza, legislazione
Segn.: 34(03)

782. AA.VV.
Codice civile svizzero : del 10 dicembre 1907 : (stato 1° gennaio 2008) (2008)
(340) Diritto, giurisprudenza, legislazione
Segn.: 34(03)

783. AA.VV.
Codice delle obbligazioni : [del 30 marzo 1911] : [(stato 1° gennaio 2017)] (2017)
(340) Diritto, giurisprudenza, legislazione
Segn.: 34(03)

784. AA.VV.
Codice delle obbligazioni : del 30 marzo 1911 : (stato 1° gennaio 2008) (2008)
(340) Diritto, giurisprudenza, legislazione
Segn.: 34(03)

785. AA.VV.
Codice penale svizzero : del 21 dicembre 1937 : (stato 1° giugno 2008) (2008)
(340) Diritto, giurisprudenza, legislazione
Segn.: 34(03)

786. AA.VV.
Collage : una poetica del frammento : [Bellinzona, Museo Villa dei Cedri, 28 marzo - 27 giugno 2010] (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1291

Il museo di Bellinzona indaga una forma espressiva antica ma quanto mai contemporanea e attuale; il collage. Un vero e proprio montaggio dell'opera d'arte che va attraverso i materiali scelti, tra loro a volte non strutturati ma che insieme danno il via ad un opera d'arte dai risultati impensati. Il preludio di un collage è la rottura, un contraccolpo, pezzi disparati che danno il via alla trasformazione dello spazio pittorico fino a farlo diventare poetico con una lirica cangiante da materiale a materiale. Dalla geometria perfetta alla sperimentazione ,un percorso che arriva fino all'assemblaggio che genera soluzioni plastiche e creazione di modelli. Sembra che il collage - secondo i manuali della storia dell'arte - inizi con Picasso nel 1912, che nel famoso “Nature morte à la chaisse cannée del 1912”, un dipinto dal profilo ovale che viene sottolineato da una corda, non è altro che un ritaglio di tela stampata che riproduce il motivo intrecciato dell'impagliatura di una sedia, che diventa il soggetto principale dell'opera. Sempre nel 1912 altri due grandi artisti Gris e Braque, imprigionano nelle loro opere oggetti di uso comune che contornano o danno uno speciale significato alle tele, facendone parte integrante. Con i cubisti il collage conosce la sua epoca d'oro, che si affievolisce nel tempo continuando ad esistere nelle opere di tanti pittori che però non hanno gran riscontro in mostre per il grande pubblico. Il collage viene inserito nei manuali della storia dell'arte solo nel 1912 ma non dimentichiamo che le sue origini sono davvero più antiche perché tutti i maestri di bottega nelle opere minori e popolari usavano questa tecnica anche prima degli inizi del novecento. Un'arte umile che apre ad un linguaggio solido e quotidiano, che apre all'illusione e alla prospettive nuove.Agli inizi del secolo scorso, gli oggetti industriali si usavano per rappresentare se stessi o per inserirli in un'ambientazione che poi li sradicava completamente dal loro contesto d'uso.Cambia il ruolo dell'artista e cambia il significato dell'opera d'arte.Il collage fa apparire l'imprevedibile, una volta che all'opera d'arte si da un ritmo poi gli si fa trovare un equilibrio, dopo la sovrapposizione di materiali a volte completamente diversi tra loro alla fine si ottiene una composizione di incredibile effetto. Si frammenta la vita quotidiana, per dare uno spazio nuovo, che grazie ad un paio di forbici di da forma e libertà alla quotidianità. Il collage celebra la differenza e gli artisti privilegiano materiali diversi. Moser usa il legno lo dipinge e lo incolla, Nevelson lamelle di legno tutte messe in posizione frontale, Paolucci che con carta nepale e fuliggine da un profondo concetto alla natura. E poi Arp, Magnelli, Valenti, Della Torre, che mixano ad arte lirica e razionalità. Bazaine ritaglia onde e voli disegna figure che sembrano ali di farfalla.

787. AA.VV.
Il Colle fatale (2009)
Letteratura italiana, Romanzo politico
Segn.: COLL/----

È un giorno come tanti, quel 6 maggio 2011, nella stanca e sfiduciata vita del giornalista Miretta. E invece l'inaspettato accade. Uno dei leader di spicco del più importante partito di opposizione, che per conto del suo giornale lui ha seguito a lungo come un'ombra, muore stroncato da quello che all'inizio sembrava un leggero malore. L'occasione di Miretta è finalmente arrivata: l'agognata prima pagina non è più un miraggio. Spinto dal direttore, si getta a capofitto sul caso e scopre che in realtà si è trattato di un omicidio nel quale sono coinvolte numerose forze politiche. Un intrigo che ha dimensioni e implicazioni più vaste di quanto lui stesso non creda. Quell'omicidio, infatti, non è che il primo capitolo di una vicenda che potrebbe sconvolgere l'assetto della politica italiana. Fino al punto da ridisegnarne l'intero panorama? Saranno solo fantasie, però... Basta scorrere i nomi dei personaggi principali: l'Augustolo, presidente del Consiglio dei ministri e del partito Vivalagente; il Curato, superconsigliere dell'Augustolo; l'on. Daverio Dogliotti, detto Pizzetto, capo dei Riformisti socialisti, frazione dei Federati Democratici; il sen. Dagoberto Motta, segretario nazionale del partito LiberoNord; Celestino Teneroni, segretario nazionale dei Federati Democratici, insieme ad altri protagonisti e comprimari. Un giallo politico all'ombra del Quirinale, divertito e divertente, ma di inquietante realismo. Da un Anonimo molto informato dei fatti.

788. AA.VV.
Les collections précolombiennes : l'empire des Incas (1943)
(7) Arte
Segn.: BRLGA 2775

789. AA.VV.
La Collezione Brignoni : Museo delle culture, Città di Lugano (2007)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1640/2

La collezione di Serge Brignoni costituisce la base del Museo delle Culture, le opere furono consegnate al museo tra il 1989 e il 1996. Il nuovo catalogo della collezione Brignoni rappresenta il coronamento di una fase importante della vita del Museo delle Culture e una premessa indispensabile per le attività che ne segneranno lo sviluppo.Serge Brignoni, artista ticinese, fece parte del gruppo Les italiens de Paris, intrecciando amicizie con celebri maestri delle avanguardie e aderendo al movimento surrealista. Il suo interesse per le arti etniche, all'epoca molto in voga nell'ambiente parigino, durò tutta la vita e si trasformò in collezione, successivamente donata alla comunità luganese. Il volume illustra il difficile percorso di studio e valorizzazione scientifica della collezione Brignoni intrapreso finora dal Museo.

790. AA.VV.
Collezione Christian Stein : una storia dell'arte italiana = a history of Italian art (2010)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1326

Il Museo Cantonale d'Arte di Lugano ospita dal 12 marzo al 22 maggio, l'esposizione Collezione Christian Stein, una selezione di circa cento capolavori dell'arte italiana del dopoguerra, in coproduzione con l'IVAM, Institut Valencià d'Art Modern di Valencia. La Galleria Christian Stein fu fondata nel 1966 a Torino dove iniziò da subito a rappresentare, tra gli altri, quegli artisti che furono poi inscritti nella fortunata denominazione di Arte povera, formulata da Germano Celant. Aprì in seguito, negli anni ottanta, nuovi spazi a Milano e, per qualche stagione, a New York. La Galleria è tuttora attiva a Milano. Margherita Stein, nota con il nome di Christian, fu un'esponente di spicco della tradizione dei galleristi-collezionisti, preferì infatti conservare le opere che più la appassionavano piuttosto che limitarsi ad alimentare il mercato dell'arte. A caratterizzare la sua attività fu, inoltre, lo straordinario rapporto instaurato con gli artisti, amicizie rimaste intatte per quarant'anni.

791. AA.VV.
La collezione d'arte del Sanpaolo (2003)
(7) Arte
Segn.: BRLC 772

Il presente volume è dedicato al patrimonio artistico del Gruppo Sanpaolo IMI, cui fanno capo realtà diverse dislocate su tutto il territorio nazionale. Le collezioni, che annoverano artisti sia italiani che stranieri, sono frutto di percorsi diversi, ma continui e talvolta plurisecolari, che hanno visto i vari istituti bancari manifestare non solo un'attitudine collezionistica, ma, spesso, una precisa volontà mecenatistica di promozione culturale. Questo volume ripercorre un arco di tempo lungo cinque secoli, che si sovrappone alla storia del Sanpaolo: dalla nascita, nel 1563, della Confraternita Compagnia di San Paolo, a tutte le successive fasi dell'evoluzione dell'istituto bancario.

792. AA.VV.
Colombia (2009)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/COLO

Scoprite i segreti più nascosti di una Colombia oggi sicura e accessibile come mai prima d'ora, nonché estranea ai grandi flussi del turismo internazionale.
Oziate sulle spiagge caraibiche orlate di palme, scivolate lungo i fiumi silenziosi della foresta pluviale, passeggiate per l'antica città coloniale di Cartagena, ballate la salsa a Cali per tutta la notte. E fate tesoro delle informazioni pratiche e della serietà di questa guida che vi permetterà di esplorare il paese con fiducia e di evitare inconvenienti.

La guida offre: cartine dettagliate, itinerari adatti e informazioni pratiche indispensabili per la vostra avventura; proposte per attività all'aperto: immersioni, rafting, equitazione, arrampicata e altre scosse di adrenalina; consigli su dove andare e non andare; i rischi da evitare; opinioni e suggerimenti degli autori per scegliere dove dormire e mangiare; approfondimenti su storia, cultura e popolazione.

793. AA.VV.
Colori (2011)
Narrativa per bambini (dai 6 mesi)
Segn.: BRLF 2261

Grandi immagini a colori per insegnari ai più piccoli i colori.

794. AA.VV.
Colpì l'arrosto col martello (2004)
Ticinensia
Segn.: TA 4203

In questo libro si trovano 22 storie improvvisate da giovani studenti e commentate da adulti.

795. Aa.VV.
Come cambierà tutto : le idee che trasformeranno il nostro futuro (2010)
(5/6) Scienze naturali/Scienze applicate
Segn.: 5/6

Comunicheremo solo con il pensiero. Sostituiremo il nostro cervello con i chip di un computer. Abiteremo su altri pianeti e sconfiggeremo la morte grazie a corpi meccanici. Sposeremo finalmente robot fatti su misura. La nostra vita cambierà, tutto cambierà.
Ma che cosa sarà a modificare davvero il nostro futuro?

A questa domanda, lanciata da John Brockman nell'influente forum scientifico The Edge, rispondono le più autorevoli voci della scienza e della cultura contemporanee, da Chris Anderson a Richard Dawkins, da Lisa Randall a Nassim Nicholas Taleb, da J. Craig Venter a Ian McEwan. Sulla scia del visionario esprit poétique del progetto Edge, Come cambierà tutto traccia una nuova via del futuro, in cui le interazioni tra scienza e cultura saranno le principali forze agenti.

796. AA.VV.
Come fare gli alberi di Natale (2000)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: BRLA 22587

Tanti suggerimenti per preparare, decorare e illuminare alberi da parete, per le finestre, ... e anche su come allestire un albero in piazza!

797. AA.VV.
Come si fa : 500 cose da sapere : dalla giungla metropolitana alla giungla vera e propria (2008)
(030) Enciclopedie generali
Segn.: 03

Un manuale innovativo per imparare a risolvere 500 problemi quotidiani e non. Una miniera di informazioni per scoprire il modo migliore per montare a cavallo oppure su un cammello, come trapiantare da un vaso all'altro una piantina oppure piegare correttamente i vestiti da mettere in valigia. "Come si fa" si differenzia da tutti gli altri manuali di fai da te per la particolarità delle informazioni fornite e per l'originale aspetto grafico.

798. AA.VV.
Come si legge "Il Sole 24 ore" : per capire l'economia e la finanza (2007)
(330) Scienze economiche
Segn.: 33

"Come si legge Il Sole 24 Ore" parte dai fatti quotidiani dell'economia: i Bot, le tasse, le azioni, il costo del denaro e così via, per spiegare i meccanismi e le rotelle di transazioni che ognuno prima o poi si trova ad affrontare. Così capitoli specifici e capitoli trasversali - a cura di giornalisti e collaboratori del Sole 24 Ore - si danno il cambio per offrire al lettore un filo d'Arianna in un mondo e in un linguaggio dell'economia che diventano sempre più specialistici e complicati, e per illustrare in dettaglio tutte le rubriche e le tabelle che il lettore ritroverà sulle pagine del quotidiano economico-finanziario più venduto d'Europa.

799. AA.VV.
Come si ride a Napoli! : piccola antologia della canzone umoristica antica e più moderna (2010)
(78) Musica
Segn.: 784

La storia dei più grandi interpreti della macchietta raccontata da uno dei più stimati storici della canzone napoletana, Carlo Missaglia, e un ricco canzoniere corredato di note e spiegazioni. Nel DVD Vittorio Marsiglia, "il solo che continua con eleganza, leggerezza e intelligenza questa tradizione", interpreta alcune macchiette tratte dallo spettacolo Chi sono, cosa faccio, dove vado. Tre contenuti extra arricchiscono il dvd: Come si ride in camerino (a fine spettacolo Renzo Arbore, Vittorio Marsiglia e il chitarrista Mariano Perrella si divertono tra ricordi e vecchie canzoni); Presentazione del dvd e racconti di Renzo Arbore e Vittorio Marsiglia, che cantano anche, in esclusiva, una canzone ricca di doppi sensi dal titolo "Canto malinconico".

800. AA.VV.
Come sto? 600 sintomi per conoscere il proprio stato di salute e parlarne con il medico (2007)
(610) Medicina
Segn.: 61(03)

La figura del medico di base che conosce bene e cura tutti i membri della famiglia dalla nascita fino alla vecchiaia sta diventando sempre più rara. Si aggiunga che spesso il paziente deve riferire a uno specialista mai visto prima, a cui è stato inviato dal proprio medico per accertamenti più approfonditi. In questi casi, e in altri ancora, è chiesto al paziente di partecipare in modo attivo alla propria cura, spiegando nel modo più efficace i sintomi utili a far chiarezza sul proprio stato di salute. "Come sto?" si pone proprio l'obiettivo di facilitare il dialogo tra paziente e medico nel momento della visita, permettendo al paziente di descrivere con esattezza e proprietà di linguaggio i propri disturbi. Quest'opera consente inoltre di accedere ai concetti di base della medicina, la cui conoscenza rappresenta per tutti un'acquisizione culturale di grande importanza.

801. AA.VV.
Come uccidere un'idea : in memoria della "Cooperativa Spettatori Produttori Cinematografici" 1950-1961 (2011)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.075

Dopo "Achtung! Banditi! Parole per film" e "Cronache di poveri amanti. Pagine di Celluloide" (poi raccolti nel cofanetto Il Cinema in "cooperativa". Gli anni Cinquanta di Carlo Lizzani), ecco "Come uccidere un'idea. In memoria della Cooperativa Spettatori Produttori Cinematografici, 1950-1961": terzo ed ultimo volume di una proposta editoriale che interessa la componente più singolare della cinematografia neorealista, ovvero la CSPC. Se precedenti volumi, basati sulle sceneggiature originali di Achtung! Banditi! e di Cronache di poveri amanti, vagliano i due soli film prodotti dalla "Cooperativa" che poi inseriscono nei rispettivi contesti socio-culturali (cfr. p.es. Imarisio E., La Genova di "Achtung! Banditi!", in "I luoghi del cinema in Liguria" - a cura di Venturelli R., Carlini F.- Touring Club Italiano, Milano 2010), pure attraverso notevoli apparati storico-critici ed iconografici, questo libro scevera con l'inalterato metodo scientifico d'un gruppo ristretto di specialisti le condizioni molteplici che determinano la nascita, lo sviluppo e l'estinzione della "Cooperativa" stessa, nel clima italiano della guerra fredda. Accrescono l'impianto saggistico del volume, a cui non mancano i contributi autorevoli di Carlo Lizzani e di Giuliano Montaldo, due folti dossiers, l'uno documentativo e l'altro iconografico, ricchi di inediti.

802. AA.VV.
Come una carezza : lettere d'amore dell'Ottocento italiano (2004)
Letteratura italiana
Segn.: COME/----

È dall'affettuosa espressione dello scrittore siciliano che trae il titolo questa raccolta delle più belle lettere d'amore dell'Ottocento italiano. Foscolo e Mazzini, Nievo e D'Annunzio, D'Azeglio e Svevo, Leopardi e Belli, Manzoni e Settembrini, e ancora Aleardi e Fogazzaro, Boito ed Eleonora Duse: Guido Davico Bonino ha selezionato tra gli epistolari di ventiquattro autori del XIX secolo missive varie per tema e accento, come varie sono le occasioni e i sentimenti del discorso amoroso. E così a lettere ispirate al fedele amore coniugale si affiancano pagine dettate da avventure nutrite di passione e conquista, o ancora pagine in cui si percepisce che l'affettuosa amicizia vorrebbe trasformarsi in amore, ma non osa o è ostacolata dal Destino.

803. AA.VV.
Comfort food : ricette per coccolarsi (2014)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

La giornata è stata davvero terribile e hai proprio bisogno di coccolarti? La risposta alla tua domanda è una sola: hai bisogno di una... ricettina!
Una nuova, coloratissima collana pensata per un pubblico giovane e dinamico che ama la buona tavola ma in cucina ha bisogno di qualche dritta; un pubblico che condivide immagini, idee e passioni; un pubblico che twitta e si riconosce in un hashtag.
In ogni volume tante ricette sfiziose, facili da realizzare, illustrate e spiegate step by step. Perché ogni occasione ha le sue ricettine!

804. AA.VV.
Comic book movies : percorsi nel cinema dei supereroi a stelle e strisce (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:7

Il cinema contemporaneo americano ha fame di Supereroi per sopravvivere. Se da una parte l'impiego massiccio di effetti speciali cerca di riportare, attraverso un gigantesco potenziamento della spettacolarità, lo spettatore in sala, dall'altra, il continuo incrocio di strategie comunicative negli schermi casalinghi e nella rete sembra indicare la strada per sviluppi nuovi ed originali nel contesto culturale (aleatorio?) nato dall'attuale rivoluzione digitale. Nel contribuire ad una ricognizione del nesso sempre più fortunato tra cinema e fumetto, il presente volume rappresenta un tentativo di sondarne le implicite contraddizioni e insieme il suo essere fucina di sperimentazione di linguaggi mediatici innovativi. Articolato in due parti, la prima a carattere più propriamente teorico, la seconda di analisi di una prassi in corso, il libro ribalta una celebre massima di Bertolt Brecht in una domanda diversa: è fortunato o sfortunato quel cinema che ha bisogno di (Super)eroi? Con saggi di: Diego Altobelli, Riccardo Fassone, Andrea Fontana, Alessandro Izzi, Luca Lardieri, Salviano Miceli, Emiliano Morreale, Fabiana Proietti, Emanuele Protano, Giovanni Spagnoletti.

805. AA.VV.
Le comique à l'écran (1997)
(791) Cinema
Segn.: 791.43-22

Le comique au cinéma dans tous ses états, dans tous ses genres, qu'ils soient nobles ou qu'ils le soient moins, dans différents pays et cultures, à travers ses représentants les plus célèbres ou les plus 'nanars', les plus classiques et les plus récents: ce CinémAction propose un tour d'horizon de toutes les formes du comique dans le septième art. Qui nous fait rire ou sourire, comment, pourquoi?

806. AA.VV.
La commedia del cuore : il cinema di Cristina Comencini (2009)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 COME 80

Cristina Comencini, figlia d'arte, è l'autrice italiana per eccellenza degli spaesamenti del cuore, delle traiettorie e degli intrighi sentimentali, delle nuove dislocazioni femminili all'interno di una geografia umana e di una ragnatela emozionale in costante movimento che ha sepolto per sempre l'antica sudditanza o un ormai impossibile romanticismo. Ha rinnovato, in questo modo, gli antichi canoni e stilemi della gloriosa commedia all'italiana di cui il padre Luigi è stato uno dei rappresentanti più illustri e convincenti. I suoi temi prediletti sono la fragilità e cecità emotiva, il nuovo e faticoso spazio della donna in una società complessa e difficile, il ruolo della famiglia sempre più spesso posto in discussione, le relazioni dense e contorte tra padri e figli, madri e figlie, fratelli e sorelle, le nevrosi e frustrazioni della contemporaneità. In questa ricerca la Comencini, anche importante autrice di romanzi, si segnala per finezza di analisi psicologica e capacità indagatrice dei moti dell'animo.

807. AA.VV.
A Companion to Spanish Cinema (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(460)

A Companion to Spanish Cinema is a bold collection of newly commissioned essays written by top international scholars that thoroughly interrogates Spanish cinema from a variety of thematic, theoretical and historic perspectives.

808. AA.VV.
Comunicare con l'anziano (2012)
(150) Psicologia
Segn.: 159.9

Ogni anziano ha una storia da raccontare a chi è disposto ad incontrarlo, ad ascoltarlo. Vi è solo quando essa viene pienamente compresa. Il racconto di sé esprime pensieri e sentimenti di una persona, il suo modo di essere, di intendere la vita, anche quando sembra smarrita. Nella relazione con l'anziano, soprattutto se non autosufficiente, diventa rilevante la comunicazione non verbale. Comunicare, in ambito sanitario, significa fondamentalmente interagire, favorire e costruire un rapporto di cura, con il paziente e i suoi familiari. Per gli anziani in difficoltà, sentirsi rassicurati rende spesso più sereni, facilita l'espressione emotiva e creativa. Anche i curanti devono però ricevere interventi di sostegno per continuare a svolgere in modo efficace e valido la loro attività. Quanto più approfondita è la conoscenza dell'anziano e di chi gli sta intorno tanto più chiara appare la comprensione del problema esistenziale e clinico. Vi è sempre un senso da ricercare nell'interazione con il vecchio, specialmente quando fatica ad esprimere e integrare ciò che vive fuori e dentro di sé. Il volume è stato ideato per studenti, ricercatori, professionisti della salute e per quanti considerano gli strumenti della comunicazione, dell'ascolto e della comprensione come supporti tecnici indispensabili per superare le barriere create nella relazione con e per gli anziani dalle differenze di mentalità, costumi, tradizioni, linguaggi, comportamenti, modelli di pensiero.

809. AA.VV.
Il comunismo spiegato ai ragazzi (2017)
(320) Scienze politiche
Segn.: 32

Ancora oggi molte persone sono portate a credere che il socialismo sia uno spauracchio da temere perché mirerebbe a sottrarre la proprietà privata agli individui e a ridurre in miseria le popolazioni.
Per avere un'opinione sul socialismo, però, bisogna innanzitutto conoscerlo veramente.

Questo libro si presenta come un corso di formazione che introduce il lettore allo sviluppo del pensiero socialista e al pensiero dei suoi più grandi interpreti, sfatando alcuni dei più classici luoghi comuni legati a questa dottrina.
Cosa s'intende per lotta di classe?
Che cos'è il plusvalore?
Come mai il capitalismo non è un modello sostenibile?
L'obiettivo del volume non è quello di realizzare un'esercitazione teorica, ma di mettere a disposizione una "cassetta degli attrezzi" necessaria per chi non si rassegna a subire l'esistente e s'interroga criticamente su come diventare artefice diretto del cambiamento, dalle avanguardie di classe ai movimenti sociali che concretamente intendono impegnarsi per cambiare il mondo.

810. AA.VV.
Comunità di pratica e società della conoscenza (2007)
(370) Educazione, insegnamento
Segn.: 37

Come si facilita l'apprendimento? Come si "costruisce" attraverso esperienze formali e non formali nei contesti sociali? Il costrutto di comunità di pratica, formulato da Etienne Wenger, è ormai un punto di riferimento classico per nuovi approcci metodologici all'apprendimento come pratica sociale. Il libro descrive, con un linguaggio piano e discorsivo, il tema delle comunità di pratica dal punto di vista del discorso pedagogico-formativo, analizzando gli aspetti di tipo teorico-metodologico e passando in rassegna alcune "buone pratiche" nel settore della formazione.

811. AA.VV.
Con l'Avana nel cuore (2005)
Narrativa straniera
Segn.: CONL/----

Sedici racconti eterogenei che ritraggono la realtà cubana degli ultimi vent'anni, segnata da carenze materiali e profondi cambiamenti nella mentalità degli individui. Unico elemento unificatore la città dell'Avana: le sue strade, i suoi personaggi e la sua atmosfera sono i veri protagonisti di ogni trama. Scritti tra gli anni novanta e i nostri giorni, quasi tutti i racconti di questa antologia rappresentano, da diverse prospettive, punti di vista tipici della tendenza apocalittica e densa di incertezze che oggi caratterizza la narrativa di Cuba. Il denominatore comune è una visione scoordinata e rovinosa della città dell'Avana, che tende più alla disgregazione che alla coesione, più al caos che alla messa a fuoco dei particolari.

812. AA.VV.
Con la luce di Roma : fotografie dal 1840 al 1870 nella Collezione Marco Antonetto = In Rome's light : photographs from 1840 to 1870 from the Marco Antonetto Collection (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1723

La mostra presentata al Museo Vincenzo Vela verte sulla fotografia delle origini, prendendo spunto dal ricco nucleo di fotografie d'epoca presenti nella Collezione Marco Antonetto, che a sua volta ben si inserisce nel contesto della collezione fotografica antica di Villa Vela.
La rassegna si propone il compito di esemplificare lo sguardo che sulla città posero all'epoca quanti si interessarono ad essa per ragioni scientifiche e di studio, per passioni ed esigenze artistiche, per piacere o semplici curiosità mondane, o per motivi professionali e commerciali. La selezione offre la possibilità di conoscere e approfondire il carattere e le specificità della più antica attività fotografica a Roma, dalle prime prove al dagherrotipo, alla sperimentazione dei primi negativi su carta fino alla nascita degli studi fotografici professionali e alla creazione dei repertori di immagini più diffusi e affermati nell'ambito del mercato internazionale delle immagini.
Il tutto con particolare riferimento alla produzione “vedutistica”, che costituirà l'aspetto più tipico della fotografia romana anche nei decenni successivi.

813. AA.VV.
Concetti chiave : capire la scienza politica (2016)
(320) Scienze politiche
Segn.: 32

Un manuale che riporta al centro l'analisi dei concetti politici, con una metodologia innovativa che stimola discussione e interazione. Sia in classe che in rete, con un Web companion ad accesso libero.
Un laboratorio didattico per studenti e ricercatori. Ma anche uno strumento, semplice ed intuitivo, per ogni cittadino che voglia approfondire come cambiano i concetti chiave del nostro universo politico.

814. AA.VV.
I concetti fondamentali del sapere sociologico (2011)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 30

La sociologia è una scienza umana e sociale, la cui piena identità è costituita dall'integrazione di tre sub-aree: teoria, empiria e spendibilità, tre autonomie relative che esistono in quanto singole parti ma, al contempo, si arricchiscono a vicenda prestandosi l'una all'altra in uno scambio circolare e continuo. In altre parole, teoria, empiria e spendibilità co-producono il sapere sociologico e lo fanno solo se considerate nel loro insieme. Obiettivo del presente manuale è quello di fornire alcuni degli strumenti per la conoscenza del quadro teorico della nostra disciplina, consapevoli dell'impossibilità di essere esaustivi. Alcuni dei concetti fondamentali del sapere sociologico vengono qui presentati secondo una esposizione per lemmi di base. Per ognuna delle 29 voci individuate, vengono proposte teorie di riferimento, definizioni, autori, cercando di adottare sempre come paradigma conoscitivo il pluralismo connessionista. La sociologia che si intende delineare è, quindi, eclettica, laica, tollerante, pluridimensionale, empatica: occorre un sapere che non rimanga chiuso in se stesso, ma aperto al confronto, sia interno, tra le sue stesse teorie, sia esterno, con altri saperi aventi una matrice disciplinare diversa.

815. AA.VV.
Conoscere e curare le bulbose (2007)
(580) Botanica
Segn.: 58

Un pratico manuale, completamente illustrato, ricco di schede facili da consultare per apprendere tutti i segreti, le curiosità e le informazioni necessarie per scegliere, coltivare e curare le vostre piante.

816. AA.VV.
Conoscere per tracce : epistemologia e storiografia (2005)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 930

817. AA.VV.
Conserve (2005)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Tutti i segreti dell'antica arte conserviera: marmellate, confetture, salse, gelatine, frutta e verdura sciroppata, creme sono alcuni dei prodotti che si possono realizzare seguendo passo passo i procedimenti illustrati nel volume. Dalla scelta degli ingredienti alla realizzazione della conserva fino a come riporre i barattoli preparati, il volume offre tutto quanto serve per ottenere risultati perfetti, che si tratti delle tradizionali marmellate di arancio o di limone, del raffinato zenzero candito o delle deliziose salse agrodolci, accompagnamento perfetto per carni e formaggi.

818. AA.VV.
Conserve dolci e salate : confetture e mostarde classiche e sfiziose, sott'oli e sotto spirito, salse e sciroppi, erbe aromatiche e liquori per tutte le stagioni (2012)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Confetture e mostarde classiche e sfiziose, sott'oli e sotto spirito, salse e sciroppi, erbe aromatiche e liquori per tutte le stagioni... il modo più semplice (e squisito!) di disporre tutto l'anno dei sapori freschi della frutta e della verdura di stagione, del gusto genuino dei liquori fatti in casa, delle fragranze delle erbe aromatiche e delle spezie: pronte all'uso, direttamente dalla vostra dispensa. Ricordate l'adorabile personaggio di Walt Disney, che in cucina era una cuoca insuperabile e girava sempre con una torta fumante in mano? Di solito una crostata, perché la sua specialità nell'arte culinaria erano proprio le conserve. Vi sentirete un po' così, vestali del focolare domestico, depositari dei segreti della cucina di famiglia, dopo essere stati edotti all'arte della conserva da questo corposo manuale. Un manuale teorico e pratico, che si apre con nozioni di base, quali la sterilizzazione dei barattoli, l'essicazione, il sottovuoto e i principali metodi di conservazione, e chiude con un utilissimo "stagionario" - in ordine alfabetico e illustrato - di frutta, verdura e ortaggi. Nel mezzo, scuola di cucina con gli step di preparazione illustrati e ricco ricettario, con i quali marmellate e confetture, gelatine e mostarde, dolci e salate, ma anche salse e condimenti, sott'oli e sotto spirito, erbe aromatiche essiccate, non avranno più segreti per voi, come pure gli sciroppi e i liquori fatti in casa, perfetti da offrire agli ospiti a coronamento di una cenetta.

819. AA.VV.
Contaminazioni : la musica e le sue metamorfosi (1997)
(78) Musica
Segn.: 78.01

Pubblicato in occasione del 12° Festival di Monfalcone, 13 aprile-13 giugno 1997

820. AA.VV.
Contemporary architects 1 = Les nouveaux maîtres de l'architecture = I nuovi maestri dell'architettura (2012)
(72) Architettura
Segn.: 72

La pubblicazione presenta i 30 architetti o studi di architettura maggiormente rappresentativi del panorama internazionale. Anche in questo caso la scelta è stata effettuata sulla base del numero di premi conseguiti e per il contributo originale delle opere sia dal punto di vista culturale che politico e sociale. I progetti dei "nuovi maestri" sono divenuti iconici per un insieme di fattori decisivi, come la loro spettacolarità o la scelta peculiare dei materiali usati. I trenta architetti presentati hanno raggiunto un posto d'onore nella storia dell'architettura anche grazie al ricorso alle nuove tecnologie, all'automazione, all'approccio funzionale e alla ricerca di soluzioni innovative nel totale rispetto dell'ambiente.

821. AA.VV.
Un continente desaparecido (1995)
(300) Scienze sociali, Sociologia, (320) Scienze politiche
Segn.: BRLA 12842

In una serie di interviste ad alcuni intellettuali (Gabriel Garcia Márquez, Jorge Amado, Eduardo Galeano, Carlos Fuentes, Fernando Solanas, il Premio Nobel Rigoberta Menchù, Frei Betto - il frate domenicano torturato durante la dittatura in Brasile e impegnato nella difesa dei bambini randagi - Pombo e Urbano - i due campesinos cubani che hanno vissuto tutta l'epopea del Che accanto a lui) Minà dipinge un quadro drammatico di una terra vastissima, ricca, viva, ma ferita a morte dall'indifferenza dell'oblio.

822. AA.VV.
Continenti filosofici : la filosofia analitica e le altre tradizioni (2011)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 47359

La tradizione analitica, da decenni paradigma filosofico dominante nel mondo anglosassone, conta ormai molti sostenitori anche in Italia. In questo volume alcuni dei nostri maggiori studiosi mettono a confronto tale tradizione con le altre maggiori scuole filosofiche: dall'aristotelismo all'empirismo, dal kantismo alla fenomenologia, dall'ermeneutica al nichilismo. Ne emergono sinergie intellettuali in grado di condurre a risultati imprevisti e potenzialmente assai fecondi.

823. AA.VV.
La contingenza dei fatti e l'oggettività dei valori (2013)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 54769

L'idea che vi sia una netta dicotomia tra fatti e valori è uno dei dogmi dell'empirismo. Secondo questa concezione, i giudizi fattuali, in quanto verificabili o falsificabili empiricamente, riguardano le aree di razionalità «pura» e omogenea e sono ancorati naturalisticamente al mondo. Gli enunciati di valore, invece, sarebbero da relegare nella sfera di ciò che è semplicemente «soggettivo», emotivo, irrazionale. Questo assunto, che ha dominato per molto tempo le scienze e la filosofia, è stato messo in dubbio dai pragmatisti e da alcuni dei più influenti pensatori contemporanei, che, intervenendo al dibattito sull'oggettività dell'etica, hanno mostrato come la presunta eterogeneità tra giudizi descrittivi e giudizi valutativi sia ormai insostenibile. Sulla scia della prospettiva inaugurata da questi pensatori, gli autori di questo libro mostrano come la dicotomia fatto/valore abbia corrotto il nostro pensiero, impedendoci di rivolgere l'attenzione alle intersezioni, le sinergie e le relazioni che esistono tra processi cognitivi e coefficienti valutativi, tra scienza e etica.

824. AA.VV.
Contravvenzioni e delitti fiscali nell'era dello scambio internazionale d'informazioni : scritti in onore di Marco Bernasconi (2015)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5669

Diritto penale tributario e scambio di informazioni fiscali tra autorità amministrative sono da sempre temi che appassionano il Prof. Dr. Marco Bernasconi. Gli scritti in suo onore, pubblicati in occasione dei suoi 75 anni, riprendono il titolo di una delle sue più importanti pubblicazioni (Contravvenzioni e delitti fiscali nel diritto federale svizzero e cantonale ticinese”, soffermandosi sulle prossime riforme e su particolari aspetti, talvolta anche complessi, che contraddistinguono il diritto penale fiscale e l'assistenza amministrativa.

Questo volume raccoglie 25 contributi, che spaziano dall'implementazione nel diritto svizzero delle Raccomandazioni del GAFI allo scambio automatico di informazioni (secondo i modelli OCSE, UE, FATCA), dalle possibili modifiche del diritto penale tributario volte ad attenuare il segreto bancario nei confronti dei contribuenti residenti in Svizzera all'iniziativa popolare federale “Sì alla protezione della sfera privata”. Si passa dalla diligenza delle banche in materia fiscale alla possibilità, per esse, di dedurre le multe fiscali. Nel campo del diritto penale tributario si esaminano gli aspetti legali relativi all'autodenuncia spontanea, alla voluntary disclosure, all'amnistia fiscale, all'imposta preventiva, alle successioni e alle donazioni, all'imposta alla fonte, ai coniugi, ai rappresentanti contrattuali, alle imposte indirette, alle distribuzioni dissimulate di utile, alle prescrizioni, alla relazione fra le procedure di ricupero d'imposta e di contravvenzione per sottrazione d'imposta, ecc.

Questi studi sono un omaggio al Prof. Dr. Marco Bernasconi, per il suo significativo apporto nei campi scientifico, didattico, accademico e storico.

825. AA.VV.
Contro Ratzinger : pamphlet (2011)
(200) Religione. Teologia
Segn.: 26

Contro Ratzinger ha per oggetto il messaggio di Benedetto XVI e la sua consistenza etica e filosofica. Il libro prende in esame le istruzioni del prefetto, le conferenze del teologo e i pronunciamenti del papa dall'arrivo a Roma nel 1981 fino alla prima enciclica del gennaio 2006. Ripercorre la sua vita, i suoi atti politici e analizza la sua figura mediatica anche in rapporto a quella del predecessore. È una confutazione, una critica, un pamphlet rigoroso, spesso ironico, a tratti letterario, che si tiene lontano dall'anticlericalismo di maniera proponendosi come strumento utile per capire, necessario per difendersi.

826. AA.VV.
Copia delli statuti della Valle Lavizara (1989)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 783

827. AA.VV.
Il coping : definizione, sviluppo e intervento (2015)
(150) Psicologia
Segn.: 159.9

Sono molti i modi in cui si percepiscono gli eventi fonte di stress e si attivano le risorse per elaborare soluzioni.
Il volume raccoglie i principali filoni nazionali e internazionali sul tema del coping, evidenziando che apprendere e riconoscere le strategie efficaci per affrontare situazioni difficili è la chiave per innalzare il benessere individuale e relazionale.

828. AA.VV.
Il coraggio della filosofia : aut aut, 1951-2011 (2011)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 48528

Fondata a Milano da Enzo Paci nel gennaio 1951, "aut aut" rivista filosofica, ha avuto subito un respiro internazionale, per uscire in fretta dal provincialismo culturale di quegli anni. La fenomenologia di Husserl, nella elaborazione originale di Paci, diventa nel periodo successivo una militanza filosofica a tutto campo. Da qui nasce il peculiare marxismo critico del "decennio dei bisogni", gli anni Settanta, cui segue un lungo itinerario, che arriva fino a oggi, fatto di sforzi per reinventare la filosofia. "Il coraggio della filosofia" raccoglie alcuni dei testi più significativi di sei decenni di lavoro che hanno testimoniato la storia e le trasformazioni della filosofia contemporanea. Nella fase più recente, le analisi del potere di Michel Foucault e quelle dell'"alterità" di Jacques Derrida accompagnano uno scenario in cui incontriamo Warburg, Benjamin, Heidegger, Merleau-Ponty, Deleuze, Lévinas, Jankélévitch, Zambrano, Wittgenstein, Bateson, Goffman, Lacan, insieme ai migliori pensatori italiani (Vattimo e Agamben per esempio). Ci si interroga di nuovo sull'enigma della soggettività attraverso i temi del gioco e del paradosso. Si sonda l'ipotesi alquanto impopolare di un "pensiero debole". Vengono percorsi molti territori, soprattutto quelli della psicanalisi e della psichiatria critica. Si valorizzano le pratiche e i saperi concreti, le questioni di genere e tutto quell'equipaggiamento di pensiero che può costituire oggi "la politica", o "le politiche" della filosofia.

829. AA.VV.
I corpi del potere : il cinema di Aleksandr Sokurov (2012)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 SOKU 80

Secondo Walter Benjamin, il cinema è l'arte emblematica del mondo moderno, di cui riflette i ritmi, l'esperienza e la tragica discontinuità. Gli scritti proposti in questo volume intendono riflettere sui film di Sokurov in modo "saggistico", come è da tempo normale per opere di letteratura o di arti figurative. La critica del cinema, differentemente da una semplice "storia", interroga i fotogrammi e le sequenze come fossero "immagini di pensiero", che ci rivelano le dimensioni dello spazio e del tempo in cui viviamo e la struttura profonda del nostro immaginario. D'altra parte alcuni registi si prestano in modo evidente a questo lavoro di riflessione, perché essi stessi rifiutano il cinema commerciale e spettacolare e la loro opera contiene un'esplicita interrogazione sulla natura delle immagini e sul loro ruolo nella modernità (artistica e politica). Questo libro analizza l'opera di A. Sokurov, considerato dalla critica come uno dei migliori registi europei attuali e l'unico vero erede di A. Tarkovskij. Metafisica, storia e politica si intrecciano nei suoi film in modo indissolubile. In particolare, Sokurov è autore di una "quadrilogia del potere", Moloch (1999), Taurus (2000), Il Sole (2004), Faust (2011), opere in cui considera la costituzione e il disfacimento dei totalitarismi del '900.

830. AA.VV.
Il corpo del reato : la reclusione = The Body of Evidence : imprisonment (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5511

Il CACT presenta "Il corpo del reato: la reclusione", prima tappa di un ciclo di esposizioni tematiche che il Centro intende estendere nel corso del 2008. Gli artisti invitati a partecipare sono King's (Daniele Innamorato/Federica Perazzoli), Mark Raidpere, Stefano Scheda, Valter Luca Signorile, Artur Zmijewski, con opere che intendono affrontare, nella speranza di risolverli, ma anche con la consapevolezza che rimarranno tali, determinati quesiti. Anzitutto, il problema di identità, la cui perdita è stata forse causata da macchine e mezzi comunicazionisti che hanno avuto, come estremi fenomeni sociali e privati, l'aggressività e l'automortificazione. E possibilità, forse remota, forse anch'essa smarrita, di una ricostruzione del sé attraverso atti performativi e ritualistici, al limite del tribale... "Il corpo è da sempre uno degli argomenti importanti attorno all'uomo, di cui la produzione artistica degli ultimi 40 anni si è occupata, tentando di identificarne il significato in epoca post-industriale, dei consumi e tecnologica".

831. AA.VV.
Corpo e potere = Körper und Macht : [c/o:K : Peter Assmann, Andreas Egger, Martin Egger ...] (2013)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1600

Un volume riccamente illustrato racconta la genesi e l'evoluzione del progetto del gruppo c/o: K, che ha dato origine alla mostra “Corpo e potere”.

832. AA.VV.
Il corpo umano (2005)
(610) Medicina
Segn.: 61

Con un linguaggio semplice, accessibile a tutti, questo libro vi introduce al mondo affascinante del corpo umano e delle sue funzioni. Il volume è diviso in due sezioni. La prima, "Anatomia", illustra con tavole a colori gli apparati e gli organi del corpo umano. La seconda, "Malattie e disturbi", presenta le cause delle singole patologie, il quadro clinico, gli esami e le terapie consigliate. Completa il volume un glossario di termini medici.

833. AA.VV.
Corpo, automi, robot : tra arte, scienza e tecnologia (2009)
Ticinensia
Segn.: BRLTC 147

Dopo aver indagato i misteri della mente e dell'inconscio in rapporto alla creatività artistica con i recentissimi Arte, genio, follia, Il giorno e la notte dell'artista e La lente di Freud, la Fondazione Antonio Mazzotta affronta un grande progetto tra arte, scienza e tecnologia incentrato sul corpo umano.
Un percorso storico conduce ad esaminare i tentativi di imitazione del corpo nelle diverse epoche (gli automi), a partire dall'antichità, e in seguito di sostituzione dello stesso (i robot), anche attraverso le tecnologie contemporanee.

Il tema viene affrontato secondo diversi approcci (storico-artistico, antropologico, sociologico, scientifico) e da molteplici punti di vista che ne illustrano le declinazioni in musica, fotografia, teatro, cinema. Più di 400 immagini e un ricco indice di saggi di studiosi internazionali impreziosiscono questo volume bilingue.

834. AA.VV.
Corsica (2017)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/FRAN

“Mare o montagna? In Corsica non dovrete scegliere, avrete tutto: mare cristallino, insenature segrete, macchia mediterranea, laghi montani, foreste, spiagge sabbiose e siti di interesse geologico."
Claire Angot

835. AA.VV.
Corsica (2012)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/FRAN

Chiara come la roccia delle falesie o cupa come le ombre delle foreste. Aperta come i panorami di Cap Corse o chiusa come una valle del Bozio. La Corsica, nei suoi 8680 chilometri quadrati - un quarto della Sardegna - nasconde tanti volti da scoprire. Selvaggi, solari, talvolta bruschi. Ma mai banali.

836. AA.VV.
Corti e autori : la storia dei corti italiani 1980-2006 (2008)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(450)

837. AA.VV.
Cosa bolle in pentola? : mezzo didattico intercantonale per l'insegnamento dell'economia domestica (2011)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Un manuale ben strutturato e riccamente illustrato che presenta numerose ricette oltre che i principi dell'alimentazione sana.

838. AA.VV.
Cosa fa un sessuologo a letto : 26 suggerimenti che cambieranno la sua vita di coppia (1998)
(610) Medicina
Segn.: BRLA 56436

A chi si rivolge il libro? Essenzialmente a chi desidera che la propria vita sessuale non si limiti ad una serie di rapporti, influenzati dalla diversa frequenza o dalla quantità di piacere che si prova, come alcune coppie tendono a fare.
Si rivolge a tutti quelli che - sia anche solo una volta tanto - vogliono sfuggire ai soliti rituali che portano alla monotonia.
dall'introduzione

839. AA.VV.
Coscienza : nella filosofia della prima modernità (2013)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 53205

840. AA.VV.
Costa d'Avorio, Ghana, Togo, Benin, Nigeria, Camerun (2010)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AFRI/AFRI

Lonely Planet vi porta alla scoperta dei diversi paesaggi che compongono questa affascinante regione: potrete scoprire l'atmosfera cosmopolita di Abidjan in Costa d'Avorio, rilassarvi sulle spiagge orlate di palme del Ghana, ammirare le ondulate colline e le farfalle esotiche del Togo, vivere l'avventura dei parchi nazionali del Benin, i contrasti e la vivacità della Nigeria, esplorare le foreste pluviali e il paesaggio più autenticamente africano del Camerun. Le guide Lonely Planet sono scritte da viaggiatori esperti che catturano l'essenza dei paesi che visitano. Questa edizione aggiornata è ricca di consigli accurati, pratici e obiettivi, e di tutte le informazioni necessarie per apprezzare al meglio il vostro viaggio.

841. AA.VV.
Costa d'Avorio, Ghana, Togo, Benin, Nigeria, Camerun (2007)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AFRI/AFRI

La Costa d'Avorio vanta la foresta pluviale del Parc Nationai de Tal, la gigantesca basilica di Yamoussoukro e il volto più moderno dell'Africa occidentale; il Ghana splendide spiagge e vecchi forti europei; il Togo soavi paesaggi collinari e squisite patate dolci; il Benin rovine di antichi templi e palazzi, interessanti musei, lagune con palafitte, fortezze di fango, e teste e pelli animali per i riti vudu sparse un po' ovunque. La Nigeria i villaggi nel delta del Niger. Il Camerun una natura selvaggia e i paesaggi africani più autentici, popolati di stormi di uccelli e branchi di elefanti.

842. AA.VV.
Costruire o piantare? : filosofia della felicità (2016)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 60120

"Ho commesso il maggiore dei peccati che possa commettere un uomo. Non sono stato felice."
Jorge Luis Borges

I volumi di questa collana si propongono di portare quei solleciti nei brevi momenti di pausa della vita di ogni giorno, tentando di trasformare i tempi di attesa e forse noia in occasioni di "dialogo" tra autori di diverse epoche, sul medesimo tema, ma anche in spunti per nuovi approfondimenti.
A suggerire gli argomenti di questi ideali dibattiti è la vita stessa, nei suoi ritmi giornalieri. I temi vengono poi sviluppati in un viaggio nei secoli attraverso pagine di autori diversi per epoca, contesto, visione. Non mancano suggerimenti per la riflessione, a partire dalla colonna sonora di tema e giornata.

843. AA.VV.
Il costruttore di automi : Descartes e le ragioni dell'anima (1987)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 3911

Oggetto di meraviglia, suscitatore di illusioni, l'automa conosce una nuova stagione nel pensiero filosofico seicentesco allorché con Descartes assume un ruolo inedito: non più simulatore, produce invece comprensione della realtà. L'oggetto di decoro e di esibizione, il mito alchemico antropomorfico lasciano il posto ad un automa razionale che produce conoscenza secondo i moduli di una ri-produzione della realtà che non esige più i termini della somiglianza. Rinunciando ad essere imitazione della natura, la tecnica produce automi perché poi la pratica scientifica possa spiegare la natura ricostruendola nel suo inestricabile gioco di effetti e immagini.

"Macchina da guerra filosofica", come lo definisce Canguilhem, l'automa, animale-macchina è, nel pensiero cartesiano, anche la risposta apologetica a chi - come Montaigne - vorrebbe bestie fornite di anima. L'automa, mentre produce comprensione, restituisce l'uomo a Dio come creatura privilegiata, in quanto unica ad avere l'anima e perciò carica di un destino di immortalità.

Nel volume compaiono i testi che permettono di ricostruire i termini del dibattito seicentesco che muove attorno all'automa, chiarendolo nella sua funzione di inaugurare un pensiero tecno-logico universale ed anche dichiarando la sua ragion d'essere nell'intento apologetico del primato dell'umano.

844. AA.VV.
I costruttori della Repubblica : cinque padri della patria nel Ticino della prima metà dell'Ottocento : Dalberti, Quadri, Franscini, Pioda, Cattaneo (2005)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5506

Questo volume è il risultato di un ciclo di lezioni tenutesi nel 2005 dedicate all'Ottocento ticinese

845. AA.VV.
Costruzioni federali : architetture 1988-1998, circondario 2 (2003)
(72) Architettura, Ticinensia
Segn.: BRLTB 1088

L'Ufficio delle Costruzioni federali ha sempre cercato di dare spazio alle molteplici componenti delle forze creatrici operanti nel campo dell'architettura: al lettore di scoprire che queste costruzioni federali sono delle "belle e pluralistiche architetture".

846. AA.VV.
I costumi svizzeri (2007)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1256

847. AA.VV.
Le cotture : al vapore, al forno, fritto, con il wok, alla griglia (2006)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Un grande volume per apprendere e apprezzare tutti i segreti dei vari modi di cucinare.

848. AA.VV.
Creare con la carta (2008)
(73-76) Scultura, disegno, pittura, arti grafiche
Segn.: 74

Esplorate tutto il potenziale creativo della carta! Che vogliate imparare a riciclarla o a produrne di nuova, direttamente dalla fibra delle piante, questo volume vi insegnerà tutto quello di cui avete bisogno. Attraverso semplici istruzioni e fotografie passo passo, che illustrano le varie fasi di lavorazione, questo libro vi guiderà nella realizzazione di più di venti originali progetti, vi insegnerà come ottenere particolari effetti decorativi - quali laminazione, incassatura o goffratura - e come creare libri originali sia con la carta industriale che artigianale.

849. AA.VV.
Credere fa vivere : il vangelo secondo Matteo e la fede quotidiana per tutti (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5607

Questo libretto è il terzo passo divulgativo-formativo del progetto culturale e pastorale Dai vangeli ai sacramenti. L'obiettivo fondamentale di tale programma complessivo, infatti è il seguente: far emergere quanto i racconti delle versioni evangeliche canoniche siano basi imprescindibili di una preparazione seria all'incontro con il Dio di Gesù Cristo possibile nei diversi sacramenti.

850. AA.VV.
Credere per vivere (2012)
(200) Religione. Teologia
Segn.: BRLTA 5365

Che cosa significa oggi avere fede?
Se si ragiona in termini tradizionali, nell'Occidente euro-atlantico non si può che far riferimento anzitutto alla fede nel Dio cristiano. Se, però, si allarga l'orizzonte e si approfondisce l'analisi, non si può non considerare quanto importanti siano stati e siano, proprio nello sviluppo della cultura 'occidentale', gli apporti e la presenza di fedeli ebrei e islamici e delle loro prospettive di fede e cultura. Ebrei, cristiani e musulmani possono mettere in campo efficaci pratiche fondate sulla ragionevole fiducia che l'incontro con l'altro sia un'opportunità per tutti.
In tale quadro culturale contemporaneo agli autori di questo volume - studiosi delle tradizioni religiose giudaiche, cristiane e islamiche e organizzatori di occasioni formative nell'ambito del dialogo ecumenico e interreligioso - è parso importante scrivere queste pagine seriamente divulgative. Esse sono rivolte a chiunque desideri capire meglio l'importanza esistenziale delle fedi giudaica, cristiana e islamica per la ricerca della felicità personale e collettiva e sia interessato a una convivenza sociale migliore, proprio a partire da un confronto culturale e religioso intelligente e appassionato.
La Prefazione al volume è di mons. Franco Buzzi, teologo e umanista, prefetto della Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano.

851. AA.VV.
Credere per vivere : prospettive giudaiche, cristiane e islamiche a confronto (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5365

Che cosa significa oggi avere fede? Se si ragiona in termini tradizionali, nell'Occidente euro-atlantico non si può che far riferimento anzitutto alla fede nel Dio cristiano. Se, però, si allarga l'orizzonte e si approfondisce l'analisi, non si può non considerare quanto importanti siano stati e siano, proprio nello sviluppo della cultura “occidentale”, gli apporti e la presenza di fedeli ebrei e islamici e delle loro prospettive di fede e di cultura. Ebrei, cristiani e musulmani possono mettere in campo efficaci pratiche fondate sulla ragionevole fiducia che l'incontro con l'altro sia un'opportunità per tutti. In tale quadro culturale contemporaneo agli autori di questo volume - studiosi delle tradizioni religiose giudaiche, cristiane e islamiche e organizzatori di occasioni formative nell'ambito del dialogo ecumenico e interreligioso - è parso importante scrivere queste pagine seriamente divulgative. Esse sono rivolte a chiunque desideri capire meglio l'importanza esistenziale delle fedi giudaica, cristiana e islamica per la ricerca della felicità personale e collettiva e sia interessato a una convivenza sociale migliore, proprio a partire da un confronto culturale e religioso, intelligente e appassionato.

852. AA.VV.
Crescere nelle famiglie omosessuali : un approccio psicologico (2013)
(150) Psicologia
Segn.: 159.9

A differenza delle famiglie eterosessuali, quelle con genitori omosessuali sono spesso vittime di pregiudizio a causa dell'orientamento sessuale; ciò può indurre magistrati, legislatori, professionisti e il grande pubblico a sviluppare atteggiamenti loro contrari, con esiti negativi come perdita dell'affidamento, impossibilità dell'adozione, ecc.
Come per altri gruppi socialmente stigmatizzati, le convinzioni relative alle persone lesbiche, gay o bisessuali (LGB) sono spesso non basate sull'esperienza personale, ma trasmesse culturalmente e senza fondamento fattuale.
Il volume passa in rassegna, valutandoli su basi empiriche, alcuni temi cruciali della genitorialità LGB in relazione alla sua presunta dannosità per i bambini.
L'indagine dell'influenza di omofobia, stereotipi e pregiudizi sullo sviluppo psicologico è approfondita anche in relazione a fattori protettivi per la crescita dei figli in famiglie LGB e a considerazioni metodologiche e recenti prospettive di ricerca attualmente evidenziate nel dibattito scientifico.

853. AA.VV.
Cresciano boulder (2006)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4380

Dream Time, Champagne, Artisti tristi, Filo a sbalzo… sono solo i primi 4 settori dei 16 presentati da "Cresciano boulder", la nuovissima guida del premiato centro svizzero del bouldering, a due passi dal confine italiano. Tante placche, strapiombi, muri e tacchette, in puro gneiss granitico per oltre 700 passaggi. Per ogni masso una foto, con indicati i problemi, ogni area una cartina, il tutto riunito in una mappa d'insieme. Una grafica elegante e di sicuro impatto che privilegia l'immediata percezione del “gioco boulder” piuttosto delle "parole". Insomma, tutto molto minimalista ma pieno di concreto contenuto. Dopo le note introduttive sulle modalità d'uso (assolutamente da leggere) si passa ai protagonisti: i massi. Foto, nome, grado del passaggio, due-parole-due supportate da piccoli e chiari simboli bastano a dare le essenziali informazioni sul tipo di arrampicata. E poi, qua e là, le foto (tutte belle) dell'action boulder. Guida nuovissima e guida bellissima, dunque. Un esempio, raro, di chiarezza applicato alla topografia del boulder. Un autentico aiuto per la caccia al tesoro, altrimenti ben difficile, tra i massi granitici di quest'area, ormai tappa d'obbligo per qualsiasi boulderista che si rispetti. A proposito, per arrampicare a Cresciano gli autori indicano, come ideale, il periodo che va da settembre ad aprile. Allora gambe in spalla, anzi crash pad in spalla… E buon boulder a tutti.

854. AA.VV.
Creta (2016)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/CRET

Creta è un mosaico di spiagge da sogno, antichi tesori e paesaggi che racchiudono città vivaci e villaggi incantati, dove la gente del posto condivide con piacere tradizioni e piatti deliziosi.

855. AA.VV.
Creta (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) EURO/GREC

Scoprire Creta seguendo 14 itinerari di visita che attraversano l'intera isola. Visitare le città ricche di preziosi patrimoni architettonici, raggiungere all'interno monasteri e silenziosi villaggi, percorrere la costa alla ricerca di spiagge dorate. Dalla A alla Z tutte le informazioni utili per preparare al meglio il viaggio; una selezione di alberghi e di ristoranti; gli indirizzi e gli orari d'apertura dei luoghi da visitare; 12 pagine di atlante cartografico per muoversi in assoluta autonomia.

856. AA.VV.
Crimini italiani (2008)
Letteratura italiana, Romanzo noir/thriller/giallo/poliziesco/spionaggio
Segn.: CRIM/----

Al nuovo appuntamento con i lettori, "Crimini" raccoglie le storie originali e inedite di alcuni tra i maggiori narratori italiani. Spaziando dal Piemonte di Giorgio Faletti al Nord-Est di Carlotto, al Sud di Carofiglio e De Silva, dalla Genova del contrabbando di Giampaolo Simi alla Matera al centro dell'industria del porno di Sandrone Dazieri, undici scrittori mettono a nudo l'Italia dei nostri giorni, esplorandone i lati più oscuri e l'anima profonda: l'Italia che è sotto i nostri occhi, quella che non fa nulla per nascondersi, l'Italia delle scorciatoie e dei suoi miti corrotti, quella dell'arricchimento individuale e quella del disprezzo del lavoro. Gli scrittori osservano, e raccontano tutto.

857. AA.VV.
La crisi in giallo (2015)
Letteratura italiana, Romanzo noir/thriller/giallo/poliziesco/spionaggio
Segn.: CRIS/----

Fino ad ora non ci sono state vacanze per gli investigatori di casa Sellerio, che si trattasse di Natale, o Capodanno, Carnevale o Ferragosto, sono stati sempre pronti a rispondere al richiamo di chi necessitava del loro acume e delle loro capacità deduttive. Poi, finite le vacanze di qualsiasi tipo, si sono ritrovati alle prese con la scuola, fra banchi e sala dei professori hanno dovuto risolvere problemi più complessi di una equazione a doppia incognita, cavandosela sempre egregiamente con le doti di umanità di cui non difettano. Oggi si trovano alle prese con un contesto sociale frantumato dalla recessione e dalla disoccupazione; la crisi che da almeno un triennio sconquassa mezza Europa non può che riflettersi nei casi che capitano loro. Oggi che il giallo si è affermato come la letteratura di genere per eccellenza, appare quasi superfluo sottolineare che esso costituisce la migliore lente da cui guardare alla società, eppure è vero che al di là delle trame poliziesche che sono le più diverse e con i più vari esiti, i racconti riuniti in questo volume offrono un quadro fuori dagli schemi della crisi economica - e sociale - che tutti colpisce. Si cimentano questa volta Saverio Lamanna, il giornalista alter ego di Gaetano Savatteri; il freddoloso ed eretico vicequestore Schiavone, sbattuto ad Aosta, creatura di Antonio Manzini; i vecchietti del BarLume di Malvaldi in compagnia della commissaria Alice Martelli; Beppe e Mirella, i due insegnanti sessantenni pieni di acume e di sottile ironia ideati da Laura Pariani e Nicola Fantini; gli inquilini della casa di ringhiera di Recami che ormai conosciamo come i nostri vicini di casa. C'è infine Daquin, commissario del X Arrondissement, a capo di una squadra dai metodi non proprio ortodossi. Daquin è il protagonista dei romanzi di Dominique Manotti, docente di Storia economica del XIX secolo all'Università di Parigi che scrive romanzi polizieschi carichi di riferimenti alla situazione politica del nostro tempo e che la casa editrice inizierà a pubblicare a partire da questa estate. Ognuno con la sua sensibilità, la sua opinione del mondo.

858. AA.VV.
Le crisi umanitarie dimenticate dai media 2011 : rapporto di Medici senza frontiere (2012)
(300) Scienze sociali, Sociologia, (610) Medicina
Segn.: BRLA 54003

Quanto vale un anno del Congo? Per i telegiornali della sera solo cinque notizie.
Quando i riflettori dei media sono spenti, milioni di persone diventano invisibili.
Il libro di Medici Senza Frontiere analizza alcune delle crisi umanitarie del 2011, talune quasi del tutto dimenticate. Contesti in cui la popolazione è sopraffatta dalla violenza armata o dalla malnutrizione. E malattie considerate "lontane".
La pubblicazione include il Rapporto dell'Osservatorio di Pavia sui TG del nostro paese. Il viaggio questa volta attraversa anche l'Italia: qual è la rappresentazione mediatica degli sbarchi a Lampedusa?

859. AA.VV.
Critica dei morti viventi : zombi e cinema, fumetti, filosofia, videogiochi (2016)
(791) Cinema
Segn.: 791.43-21

Gli zombie sono la figura horror più presente nell'immaginario collettivo contemporaneo. Ne siamo completamente accerchiati, come in un classico film dell'orrore. Ripercorrendo le tappe che hanno portato all'epidemia zombi, questa saggio collettaneo è una ricognizione critica su un fenomeno che interessa larga parte della produzione artistica dei nostri giorni: fumetti, cinema, videogiochi, serie TV, letteratura e musica. Ne risulta che lo zombi, dietro la maschera orripilante, può celare aspetti essenziali dell'umanità, sospesa tra timore e attrazione verso massa e potere, perdita dell'identità ed eroismo, vita o decomposizione e morte.

860. AA.VV.
Critica della ragione economica : tre saggi: Kahneman, McFadden, Smith (2012)
(330) Scienze economiche
Segn.: 33

Il volume affronta la questione della razionalità umana da un punto di vista interdisciplinare. Offre una critica circostanziata della nozione di "razionalità economica", a partire dai risultati empirici della psicologia cognitiva e dell'economia sperimentale. Gli autori sostengono dunque la necessità di sviluppare una teoria economica empiricamente fondata, basata su una più realistica teoria della cognizione umana. Un'ipotesi di superamento della teoria economica neoclassica, che poggia su ipotesi accettate ma mai verificate a livello empirico.

861. AA.VV.
Croce e Dewey : cinquanta anni dopo (2002)
(100) Filosofia
Segn.: BRLA 35456

Vi è più di una ragione per celebrare la figura e l'opera di due filosofi fondamentali del Novecento, come Benedetto Croce e John Dewey, al di là della ricorrenza del cinquantenario della morte di entrambi. E vi è più di una ragione per celebrarli insieme, per l'importanza del nesso - centrale nei due filosofi ed "educatori" di libertà, sia pure in contesti culturali così diversi e con modalità così differenti - tra politica, vita morale e impegno intellettuale.

862. AA.VV.
Cronache dal sottosuolo : il cinema di Matteo Garrone (2013)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 GARR 80

Quando, nel 2008, esplode il “caso” Garrone che, a seguito dell'enorme successo del suo Gomorra, ivi compreso il Gran Premio a Cannes, ottiene riconoscimento e fama internazionale, il fatto non coglie certo di sorpresa i più avveduti. È almeno da L'imbalsamatore (2002), triangolo d'amore glaciale e grottesco assieme, che il regista romano è oggetto di particolare interesse e attenzione critica. Senza dimenticare le prime prove, Terra di mezzo, Ospiti, Estate romana, studi di disagi esistenziali e di marginalità quotidiana e non per questo meno sconvolgente. Non è un caso se si è scelto di intitolare questo libro “Cronache dal sottosuolo”, parafrasando Dostoevskij. Come nel grande romanziere russo, anche in Garrone c'è attenzione per la sofferenza dell'uomo socialmente degradato e insieme incompreso nella sua vera natura; c'è un simile intreccio di umorismo grottesco e critica di costume (si pensi a Reality); ci sono i motivi della “doppiezza” psicologica e della spaccatura tra l'essere e il sembrare dell'io; c'è fine indagine psicologica e sottolineatura degli aspetti allucinanti e demoniaci dell'uomo, spesso colto in situazioni estreme, preda di ossessioni e stati morbosi,( costretto a confliggere con una società che non lo capisce. C'è, insomma, nel cinema di Garrone, un costante conflitto di idee e sentimenti, una tensione latente tra passione e ragione); il tutto all'interno di un paesaggio, urbano e no, di grande suggestione, (spesso livido e grigio, che la macchina da presa indaga con attenzione e in cui immerge i personaggi con intenti anche simbolici.) Un cinema intenso, di forte originalità, che ha fatto diventare Garrone uno dei maggiori autori del cinema italiano ed europeo. Al regista e ai suoi film il libro, aperto da una ampia intervista, dedica numerosi approfondimenti e studi critici, oltre a ricchi apparati di documentazione.

863. AA.VV.
Cronache di poveri amanti : pagine di celluloide (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.44.071.1 LIZZ 80

"Cronache di poveri amanti". Pagine di Celluloide (in analogia con "Achtung! Banditi!". Parole per Film, edito nel 2009) non vuole raccontare la genesi storica del film, ma vuol proporne una lettura approfondita per un pubblico vasto e senza barriere. Il libro si fonda sulla sceneggiatura originale di Cronache di poveri amanti. Carlo Lizzani firma entrambe le pellicole. Tuttavia se in Achtung! Banditi! viene rappresentata la fine del dominio nazifascista, in Cronache di poveri amanti si rievoca l'inizio dell'avventura mussoliniana, drammaticamente sottolineata dai fatti fiorentini dell'ottobre 1925. Le due opere letterarie, così accostate, formano una sorta di cofanetto in cui riporre la storia della "Cooperativa Spettatori Produttori Cinematografici s.r.l.": una storia italiana, davvero unica nel mondo cinematografico e nell'ambito della cultura democratica. Arricchiscono la sceneggiatura del film saggi di qualificati studiosi, oltre al testo autorevole di Carlo Lizzani ed al ricordo significativo di Giuliano Montaldo. Una sezione toponomastica mette a confronto le strade fiorentine all'epoca del romanzo pratoliniano con quelle che percorre la troupe cinematografica all'alba degli anni Cinquanta. L'ultima sezione è a carattere iconografico: mostra ventiquattro fotogrammi del film; altrettante fotografie degli stessi luoghi, scattate un cinquantennio dopo.

864. AA.VV.
Croyances et sacré au cinéma (2010)
(791) Cinema
Segn.: 791.43:2

En sollicitant aux côtés de critiques, d'historiens du cinéma, de théologiens, de philosophes, de sociologues, des spécialistes de l'image, cet ouvrage ambitionne d'explorer, par une pluralité de regards et d'analyses, cette relation complexe et toujours féconde entre cinéma, croyance et sacré, de Rossellini à Pasolini en passant par Dreyer, Bresson, Bergman, Godard ou Kieslowski, entre inspiration judéo-chrétienne ou islamique.

865. AA.VV.
CSOA il Molino : 10 anni di (r)esistenza : comunicati stampa, volantini e fotografie di 10 (e più anni) di Centro Sociale : 1996-2006 (2006)
Ticinensia
Segn.: BRLTB 1736

Dieci anni di Molino in un centinaio di pagine: il Centro sociale per il decennale di esi­stenza annuncia di aver prepa­rato un libro di grande forma­to, rilegato con copertina a co­lori, che verrà distribuito sotto la licenza creative commons. “Csoa Il Molino - 10 anni di resistenza”, informa il centro sociale, è una raccolta di co­municati stampa, volantini, fo­tografie ed articoli di giornale, insomma una testimonianza su 10 anni di lotte e di ini­ziative per l'autogestione a Lugano.
L'operazione intende « man­tenere viva la memoria storica di quegli anni, in uno sforzo “ipermnetico”, in un periodo in cui la memoria storia si disper­de e le lotte politiche servono a difendere diritti che pensavamo acquisiti, invece che a conqui­starne altri» si legge nella pre­sentazione del libro.
Le istanze volte ad ottenere uno spazio da “ autogestire” a Lugano, come nelle altre città ticinesi, risalgono agli anni Settanta, ma sarà solo nel 1996 che i promotori riusciranno, con un colpo di mano, a con­cretizzare il loro sogno. Gli ex Molini Bernasconi, poi di­strutti da un incendio, furono teatro della prima, intensa sta­gione autogestita. Il trasloco al Maglio, obbligato dopo il rogo, segnò la fase centrale, fino al­l'attuale sede lungo il Cassara­te, all'ex Macello di Lugano. Una costante attività cultu­rale, rivolta alla cultura alter­nativa, ma anche spettacoli, solidarietà, ospitalità a “ vian­danti” di vario genere resta il filo conduttore dell'esperien­za autogestita. « Il Molino è una storia, è molte storie » di­cono gli autori. Per chi voles­se approfondire queste storie, va detto che il libro è acqui­stabile all'InfoShop del cen­tro, oppure si può ordinare per posta elettronica all'indi­rizzo molino@inventati.org, cui ci si può rivolgere per informazioni.

866. AA.VV.
Cu-cù chi c'è? (2011)
Narrativa per bambini (da 1 anno)
Segn.: BRLF 2215

Tra i dodici e i diciotto mesi i bambini gattonano e camminano e sono curiosi di scoprire tutto ciò che li circonda. È importante leggere loro dei libri che propongano illustrazioni di oggetti da poter chiamare per nome, che richiamino suoni da imitare, con pagine facili da girare per le loro manine.

867. AA.VV.
Cuba (2016)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CUBA

Il sole abbacinante, le distese di canna da zucchero, l'altezza della palma e la profondità del mare: Cuba è tutto questo, ma è anche una terra di grande spessore culturale, in cui si fondono tradizioni lontane e un nuovo fervore intellettuale.
Un'isola giovane e vitale, ricca di musica e di colori, che nonostante le difficoltà economiche non ha mai rinunciato alla propria identità.

868. AA.VV.
Cuba (2011)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CUBA

L'isola di Cuba è un paese affascinante. L'Avana, vivace capitale, è ricca di attrazioni e intrisa di atmosfera. La regione occidentale ha una catena montuosa imponente, con ricche foreste e valli fertili dove cresce il tabacco. Nella parte centrale ci sono le incantevoli città coloniali, habitat umidi lungo le coste caraibiche, a ovest, e una fila di isole circondate da spiagge lungo la costa atlantica e est. Grazie al clima, al carattere allegro della popolazione e alla sua vivacità artistica e culturale, in ogni momento dell'anno c'è la possibilità di assistere a concerti all'aperto, festival, manifestazioni religiose e folcloristiche, anche se i mesi più interessanti e ricchi di iniziative sono luglio con il carnevale e dicembre con le feste di Remedios e i due famosi festival di cinema e balletto all'Avana, che animano la città.

869. AA.VV.
Cuba (2008)
(910) Geografia
Segn.: BRLB 1133/174

870. AA.VV.
Cuba (2005)
(910) Geografia
Segn.: 91(08) AMER/CUBA

871. AA.VV.
Cuba (2003)
(791) Cinema
Segn.: 791.43(728)

872. AA.VV.
Cuba (2002)
(910) Geografia
Segn.: BRLA 45024/42

873. AA.VV.
Cuba (1996)
(910) Geografia
Segn.: BRLA 13527

874. AA.VV.
Cuba (1963)
(82-89) Letteratura
Segn.: BRLA 27654/23

875. AA.VV.
Il cucchiaino d'argento. Vol. 10: Il pesce che piace ai bambini (2017)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Il pesce è un'ottima fonte di proteine a elevata digeribilità e di acidi grassi della serie Omega-3, necessari allo sviluppo neurologico nei primi anni di vita. E andrebbe portato in tavola 3-4 volte la settimana fin dal divezzamento.

Il pesce che piace ai bambini, grazie alla consulenza di esperti nutrizionisti, segnala le specie più adatte, offre indicazioni per una spesa sicura e propone più di 100 nuove ricette studiate per essere apprezzate dai più piccoli ma adatte a tutta la famiglia.

876. AA.VV.
Il cucchiaino d'argento. Vol. 1: 100 pappe e piattini golosi: da 0 a 5 anni (2011)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Secondo un calendario piuttosto preciso, il bebé, armato del suo nuovo cucchiaino, dal 5°-6° mese inizia ad avvicinarsi al vero cibo, prima frullato, poi sminuzzato e infine ridotto a piccoli bocconi. "Il Cucchiaino d'Argento", nato dall'esperienza de "Il Cucchiaio d'Argento", propone a mamme e papà ricette sicure approvate dal pediatra e tutti i consigli per portare il piccolo ad apprezzare i sapori buoni e sani che sono alla base di una corretta e gustosa alimentazione. Lo fa con indicazioni su come organizzare cucina e spesa, consigli per affrontare le diverse fasi dello svezzamento, informazioni su quali alimenti proporre e a che età. E, con la stessa autorevolezza de "II Cucchiaio d'Argento", propone 100 ricette sane e veloci che riescono sempre.

877. AA.VV.
Il cucchiaino d'argento. Vol. 2: 100 piatti gustosi per il tuo bambino: da 6 a 10 anni (2011)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

A 5-6 anni il piccolo di casa ha ormai i suoi gusti, può contare su una dentatura solida che gli permette di masticare qualsiasi cosa e si nutre come un adulto. Ora l'obiettivo è indirizzarlo verso un'alimentazione sana, varia e gustosa, quella che dovrebbe seguire l'intera famiglia. In questo secondo volume, "Il Cucchiaino d'Argento" offre indicazioni su come organizzare in modo semplice menu equilibrati, aiutare il bambino a rispettare i pasti principali senza eccedere con grassi e calorie, ad apprezzare tutti gli ingredienti, anche quelli più "difficili" come frutta e verdura. Il sogno di ogni pediatra.

878. AA.VV.
Il cucchiaino d'argento. Vol. 3: Verdure che passione! (2012)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Sembra proprio che alcuni alimenti, soprattutto quelli che "fanno bene", ai bambini non piacciano. E fra questi, in prima fila, ci sono le verdure. Ma le soluzioni ci sono: i grandi rifiuti si possono aggirare e i gusti, con un po' di allenamento, possono cambiare. In questo volume de Il Cucchiaino d'Argento si parla proprio del perché è necessario convincere i bambini a consumare più ortaggi di stagione e del come ci si può riuscire portando in tavola ricette sane, ma invitanti, studiate apposta per far dire anche ai più piccoli, dopo il primo assaggio: "Mamma ne voglio ancora!". Le 100 ricette, che seguono un ricco capitolo introduttivo, sono suddivise per stagione, proprio come le verdure che ne costituiscono gli ingredienti base.

879. AA.VV.
Il cucchiaino d'argento. Vol. 4: Feste sfiziose per bambini (2012)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Nella vita di un bambino ci sono tante occasioni per stare insieme e divertirsi. E basta una torta soffice, un vassoio di pizzette e una caraffa di frullato per trasformare questi momenti in eventi indimenticabili.
In questo quarto volume Il cucchiamo d'argento suggerisce a mamme e papà come organizzare feste semplici ma divertenti, con inviti, giochi, travestimenti, regalini per i partecipanti e 100 nuove, irresistibili ricette dolci e salate di sicuro successo, studiate per essere belle da vedere, buone da mangiare e veloci da realizzare. Tutte spiegate passo per passo, illustrate con più di 100 immagini fotografiche e commentate per facilitare i passaggi più impegnativi.

880. AA.VV.
Il cucchiaino d'argento. Vol. 5: Bambini a tavola in 1/2 ora (2013)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Piatti sani, veloci e stuzzicanti per mangiare bene ogni giorno. La mancanza di tempo è il vero problema di mamme e papà che vogliono nutrire in modo equilibrato e gustoso i loro bambini. L'unica soluzione: tenere sempre a portata di mano un numero adeguato di ricette stuzzicanti, corrette dal punto di vista nutrizionale e davvero veloci per mettere insieme pranzi e cene in tempi ragionevoli. Questo volume propone una raccolta di 100 nuove proposte di primi, secondi con contorno, piatti unici e dolci da cucinare in massimo mezz'ora. Ricette studiate per piacere a tutta la famiglia, da preparare utilizzando anche prodotti già pronti, con commenti salva tempo per fare prima e meglio.

881. AA.VV.
Il cucchiaino d'argento. Vol. 6: I dolci da fare con la nonna (2013)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Più di 100 sorprendenti ricette "rubate" alla tradizione, ma anche prese in prestito dalla cucina internazionale, come muffins, cupcakes e mini cheese-cakes.
Questo volume propone una raccolta di torte, creme e dolcetti da realizzare facilmente per e con i bambini.
Semplici peccati di gola pensati per una colazione di festa, una merenda speciale, una festa di compleanno o per celebrare con qualcosa di buono un giorno importante. Tutte preparazioni che, decorate e confezionate con cura, possono anche diventare regali da fare a mamma, papà o agli amici per ricordare loro quanto in cucina i piccoli, aiutati dalle nonne, ci sanno davvero fare.

882. AA.VV.
Il cucchiaino d'argento. Vol. 7: A tavola senza latte, uova e glutine (2014)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Alcuni bambini, già durante lo svezzamento, risultano intolleranti ad alimenti che sono la base per preparare i pasti di ogni giorno. I più comuni sono l'uovo, il latte e il glutine, proteina contenuta nel frumento e in alcuni cereali normalmente usati per fare pane, pasta e dolci. L'unica soluzione è eliminare dalla dieta gli ingredienti proibiti.

Questo volume raccoglie 100 ricette sperimentate e sicure per aiutare mamme e papà a scoprire nuovi piatti, utili sostituzioni e piccoli trucchi di cucina per portare in tavola sempre e comunque qualcosa di buono.
Pizze e torte senza glutine, tagliatelle e frittate senza uova, budini e gelati senza latte, dopo il primo assaggio, convinceranno tutta la famiglia che, anche se con qualche rinuncia, non è mai necessario rinunciare al buon cibo.

883. AA.VV.
Il cucchiaio d'argento (2014)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Ritenuto il più autorevole libro italiano di cucina e considerato da tempo un classico regalo di nozze, Il cucchiaio d'argento offre una vasta rassegna di ricette al passo con i tempi e una serie di capitoli sugli argomenti più attuali dell'alimentazione.
Uscito per la prima volta nel 1950, deve il successo a una formula che, basata sulla semplicità, ha reso le ricette facili da consultare e da realizzare.

884. AA.VV.
Il cucchiaio verde : [oltre 700 ricette vegetariane] (2013)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Ritrovare l'armonia tra uomo e natura attraverso il cibo, trasmettere all'organismo la vitalità dei frutti della terra, portare in tavola freschezza e salute sotto forma di piatti fantasiosi ed equilibrati: oltre 700 ricette di cucina vegetariana e naturista suddivise per tipologie, con un ricco corredo di suggerimenti, consigli, notizie pratiche.

885. AA.VV.
Cuccioli (2011)
Narrativa per bambini (dai 6 mesi)
Segn.: BRLF 2259

Grandi immagini a colori per insegnari ai più piccoli il nome degli animali.

886. AA.VV.
Cucina asiatica : un ricettario fotografico che ti insegna a cucinare (2011)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

La cucina asiatica non è un'impresa impossibile: l'importante è avere a disposizione ingredienti provenienti dalle zone delle ricette che volete preparare. Con l'aiuto delle immagini non potrete sbagliare e riuscirete a destreggiarvi con successo in ogni fase della preparazione cucinando in modo impeccabile fumanti zuppe esotiche, verdure in tempura, wonton e molti altri piatti gustosi.

887. AA.VV.
Cucina indiana (2006)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

La ricca tradizione culinaria di questo straordinario e vasto paese si riflette nel gusto eclettico dei suoi piatti, caratterizzati da aromi pungenti e speziati: dal pesce cucinato alla bengalese alle patate di Bombay, dai fragranti pani naan alle numerose e piccanti lenticchie, dai mille colori.

888. AA.VV.
Cucina thai (2006)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Fatevi conquistare dal profumo unico e delicato del cibo thailandese. Le deliziose ricette presentate in questo libro vi permetteranno di portare sulla vostra tavola i raffinati ed esotici sapori di una delle più apprezzate cucine orientali, nota per i suoi piatti eleganti che oltre al palato catturano anche la vista.

889. AA.VV.
Cucinare al forno : un ricettario fotografico che ti insegna a cucinare (2010)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Usare questo ricettario è come prendere lezioni da uno chef esperto a casa vostra. Le ricette sono illustrate passo a passo da fotografie e spiegate in ogni fase con indicazioni semplici e immediate, dalla preparazione degli ingredienti alla presentazione d'effetto di torte, dolcetti, biscotti o pane. Seguite fedelmente le immagini e cucinare diventerà per voi un'esperienza divertente e gratificante. Anche i meno esperti potranno realizzare senza paura di sbagliare le specialità presentate. Che siate alle prime armi o abili pasticceri, questo splendido libro vi offrirà tanti spunti per portare in tavola dessert e prodotti da forno invitanti e di sicuro successo.

890. AA.VV.
Cucinare con erbe e fiori (2006)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Ricette aromatiche preparate con le erbe e con i fiori. Questo libro vi farà scoprire come i fiori non servano solo a decorare i vostri piatti, ma siano anche profumati e colorati ingredienti per preparare piatti delicati e originali. Tante ricette preparate con le erbe aromatiche, che, fresche, non portano solo una nota di profumo, ma apportano principi nutritivi, vitamine e sali minerali utili al metabolismo. Tutte le ricette sono illustrate con fotografie a pagina intera e arricchite da informazioni sui fiori e le erbe utilizzate nella preparazione.

891. AA.VV.
Cucino leggero : tutto il gusto di essere in forma (2007)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Essere in forma senza rinunciare al piacere quotidiano della buona tavola. Dal primo al dolce, dagli aperitivi agli spuntini oltre 170 ricette illustrate, leggere e nutrienti, ideali per un'alimentazione sana, gustosa ed equilibrata. Tutte le ricette sono corredate da indicazioni su tempi e difficoltà di preparazione e da proposte sul vino da abbinare.

892. AA.VV.
Cucino pizza : il gusto del vero fast food mediterraneo (2007)
(640) Economia domestica
Segn.: 64

Pizze, calzoni, focacce, torte salate, stuzzichini. Oltre 160 ricette illustrate, divertenti e ricche di suggerimenti per risolvere con originalità aperitivi, buffet e cene informali. Ogni sezione è introdotta da una breve scuola che raccoglie trucchi e consigli sulle tecniche di base. Tutte le ricette sono corredate da indicazioni su tempi e difficoltà di preparazione e da proposte sul vino da abbinare.

893. AA.VV.
Cucire risparmiando tempo (1989)
(640) Economia domestica
Segn.: BRLB 818

Trucchi, attrezzi e tecniche che permettono di cucire con maggiore rapidità per il proprio guardaroba e per la propria casa. Oltre ai grafici che permettono di ridurre il tempo, più di 400 primi piani illustrano le fasi per ideare, preparare e confezionare qualsiasi lavoro di cucito.

894. AA.VV.
Cucito per la casa (1989)
(640) Economia domestica
Segn.: BRLB 821

Una guida completa per chi ama arredare da sè la casa. Oltre alle istruzioni base, decine di tecniche per risparmiare tempo e suggerimenti degli stilisti per personalizzare il lavoro, il tutto corredato da oltre 400 fotografie che mostrano ciascuna fase della confezione.

895. AA.VV.
La cultura ci rende umani : movimenti, diversità e scambi (2018)
(300) Scienze sociali, Sociologia
Segn.: 301

Mai come negli ultimi anni la parola cultura è sembrata tanto opaca e fuori fuoco. Ostaggio delle istituzioni e dei ministeri, comodo bersaglio dei paladini del “popolo”, passe-partout di una promozione sociale tutt'altro che garantita e perfino categoria del marketing.
Eppure, niente come la produzione di cultura caratterizza la specie umana; è la cultura a dare forma, insieme alla biologia, sia alla traiettoria evolutiva di Homo sia alle nostre esistenze individuali.
Cultura è, citando Max Weber, la rete di significati in cui siamo immersi, una rete che ha preso forma ben prima dell'avvento del web. Se è vero che la cultura non salva nessuno, resta essenziale che la costruzione di persone più libere e società sostenibili passi attraverso un confronto col nostro variegato patrimonio culturale: certo questo comporta fatica, ma è proprio al verbo latino colere, “coltivare”, che va ricondotta l'etimologia della parola.

In questo libro, otto autori di varie discipline si misurano con le sfumature, le contraddizioni, la rilevanza della cultura. O meglio, delle culture.
Otto diversi sguardi sul mondo che l'uomo ha plasmato: dai nuovi paradisi museali di Abu Dhabi sotto la lente di Jean-Loup Amselle al racconto di John Eskenazi sull'origine dell'arte del Gandhara, passando per le questioni di genere e di discriminazione sessuale affrontate da Vittorio Lingiardi e le sfide che attendono la scuola del futuro secondo Paola Mastrocola.

Scopriamo così, insieme a Edoardo Albinati, che si può leggere Dante a dei detenuti stranieri e percepire il lampo della loro intelligenza. Con Adriano Favole, che la cultura ha un peso: 50 kg per metro quadrato di crosta terrestre – l'ammasso dei manufatti umani degli ultimi undicimila anni. Che nella nostra storia mescolanze e migrazioni sono la regola, e non l'eccezione, come scrive Marta Mosca. E che da quando esistiamo non facciamo che modificare, incidere, produrre segni: «Non sono una capra», risponde un vecchio Mangbetu alla domanda di Stefano Allovio sul significato dei suoi tatuaggi. Come a dire: finché posso plasmarmi, sono un essere umano.

896. AA.VV.
La cultura dei musicisti italiani nel Novecento (2003)
(78) Musica
Segn.: 78(4)

Questo libro intende chiarire in quali contesti, con quali protagonisti e con quali occasionali incontri, la musica, uscita negletta da una storia culturale nazionale tutta incentrata sulla letteratura, sia riuscita a trovare considerazione e attenzione, rapporti fecondi e confronti problematici. Vorremmo mostrare come, nel momento del crollo di una riconoscibile funzione sociale - che è priva, ora, di committenti identificabili e di univoche predilezioni di pubblico -, i musicisti abbiano trovato cittadinanza, per quanto provvisoria e parziale, nella cultura italiana. E come questo sia avvenuto quando alcuni musicisti hanno saputo cogliere, sulla base della loro formazione, le occasioni dei luoghi, degli incontri e delle letture.

897. AA.VV.
Cultura oltremontana in Lombardia al tempo degli Sforza (1450-1535) (2014)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5602

Eletto duca di Milano nel 1450, Francesco Sforza inaugura una nuova dinastia che cerca di legittimare attraverso una politica culturale ispirata a quella della corte di Borgogna. Il gusto artistico di Filippo il Buono (1420-1467) e di Carlo il Temerario (1467-1477) impongono un rinnovamento della musica, della letteratura e della pittura che si diffonde in tutta Europa attraverso i canali diplomatici ed economici.

Milano ricopre un ruolo essenziale nella ricezione e nella diffusione del modello borgognone in Italia, grazie ai suoi rapporti politici privilegiati con la Francia e il ducato di Savoia, che favoriscono l'acquisto di opere d'arte e il reclutamento di artisti, e grazie alla sua situazione geografica alle porte delle Alpi. Nel 1479, l'avvento di Ludovico il Moro determina un orientamento più italiano del gusto della corte sforzesca e l'attività di artisti quali Bramante e, soprattutto, Leonardo, contribuisce all'elaborazione di un modello lombardo che si diffonde a sua volta a nord delle Alpi e che permette di forgiare un'identità culturale propria al ducato.

I diversi saggi che compongono il volume servono proprio a comprendere questi processi, le dinamiche della trasmissione di modelli nordici, la loro elaborazione da parte di artisti lombardi e settentrionali a contatto con l'arte leonardesca nella Milano sforzesca.

898. AA.VV.
Cuori elettrici : antologia essenziale del cyberpunk (1996)
Romanzo fantasy/fantascienza
Segn.: BRLNA 6911

Il cyberpunk è ormai considerato una delle tendenze più vitali della narrativa anglo-americana a cavallo tra fantascienza e fiction postmoderna. Questa raccolta ospita autori come William Gibson, Bruce Stirling, James P. Blaylock, Michael Blumlein, e intende dimostrare come, a venticinque anni da quel Johnny Mnemonic da cui è stato tratto il recente film di Keanu Reeves, si possa già parlare di una seconda generazione del cyberpunk. Sono racconti-specchio di nuove sensibilità e inquietudini. Vi ritroviamo l'altra faccia della realtà virtuale: non il "come usarla", ma piuttosto quel che produce nell'anima di chi la pratica, nelle nuove connessioni mente-macchina, e nelle vertiginose possibilità che aprono.

899. AA.VV.
Curiosa di mestiere : saggi du Dacia Maraini (2017)
(82-89) Letteratura
Segn.: 850 MARA

Il volume è un'indagine a più voci sulla scrittura multiforme di Dacia Maraini, attualmente la scrittrice italiana più tradotta nel mondo, protagonista indiscussa della scena letteraria contemporanea, figura di intellettuale nota per il suo impegno politico e civile, per le sue prese di posizione coraggiose a favore dei diritti dei più deboli.

L'infanzia offesa, la violenza sulle donne, la solitudine, la morte, la memoria, il desiderio, il sogno, il silenzio, sono alcuni dei temi che legano le pagine di romanzi e racconti, saggi, poesia, teatro con i quali Dacia Maraini ha tracciato una trama inventiva fittissima che si dipana, tenace, dagli anni '60 del Novecento ad oggi. Un'opera che viene riproposta e discussa criticamente nei diciotto saggi qui raccolti, attraverso percorsi che ne mettono a fuoco alcuni snodi cruciali, privilegiando sempre il rapporto ravvicinato con i testi.

900. AA.VV.
Cyberpunk : la più ampia raccolta di romanzi inediti dove i grandi autori della nuova fantascienza esplorano le frontiere dell'immaginario e tracciano le mappe del nostro futuro (1994)
Romanzo fantasy/fantascienza
Segn.: BRLNA 5961

Il cyberpunk è il fenomeno più innovativo emerso all'interno della fantascienza negli ultimi dieci anni, ma ormai ha travalicato i confini di un genere letterario, è diventato fenomeno multimediale, attraverso il cinema, la musica, le arti visive. Come tale è entrato nel vocabolario degli anni '90 per indicare un vasto e ramificato evento culturale che meglio di qualsiasi altro è in grado di interpretare il paesaggio globale, multiforme e tecnologizzato, nel quale vive l'umanità alle soglie del 2000, dall'intelligenza artificiale all'ingegneria genetica, dalle reti informatiche alla realtà virtuale. Se il fenomeno è esploso nell'opinione unanime di lettori e critici con "Neuromante" di William Gibson, il cyberpunk, nel decennio trascorso dalla pubblicazione di quel romanzo si è evoluto, propagato e trasformato, penetrando nella sensibilità di una ricchissima generazione di autori, spesso diversissimi tra loro, ma uniti dalla comune volontà creativa di esplorare e interrogare il presente e il futuro con il linguaggio della fantascienza.

Questa raccolta di romanzi e racconti inediti è in assoluto la più ampia, articolata ed esauriente mai apparsa sulla nuova fantascienza. Non è solo uno sguardo su un movimento letterario, ma un affascinante viaggio narrativo che traccia una mappa delle frontiere dell'immaginario alla fine del secondo millennio.

901. AA.VV.
Cyberspace : primi passi nella realtà virtuale (1993)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: BRLA 9950

Realtà virtuale, ciberspazio, cyborg, cyberpunk… I più recenti sviluppi della tecnologia informatica stanno aprendo nuovi mondi, nuovi spazi per la fantasia tutti da esplorare, stanno facendo nascere nuove culture, stanno trasformando in realtà alcune delle allucinate visioni dello scrittore di fantascienza Wlliam Gibson, che nel suo romanzo Neuromancer del 1984 ha coniato il termine cyberspace.
Cyberspace. Primi passi nella realtà virtuale è il più completo e aggiornato “stato dell'arte” su questa nuova frontiera della tecnologia dell'informazione, di cui presenta le potenzialità e le prime applicazioni, senza nasconderne i rischi e le possibili implicazioni negative.

902. AA.VV.
Cyberworld : capire, proteggersi e prevenire gli attacchi in rete (2013)
(600) Scienze applicate. Tecnica
Segn.: 681.3

La 'società dell'informazione' è oggi paragonabile a una piazza virtuale nella quale gran parte delle attività giornaliere viene svolta dal 'cittadino digitale'. Diffondere la consapevolezza dei rischi, elevando la sicurezza per tutti coloro che navigano, interagiscono, lavorano, vivono in rete e sui social media, diventa quindi un passo fondamentale, non dimenticando le questioni di sicurezza nazionale e l'evoluzione degli scenari internazionali.
Ecco allora la necessità di un testo che guidi alla scoperta di questo cyberworld, approfondendo le tematiche centrali di settori chiave quali l'economia, la tecnologia, le leggi. Uno studio interdisciplinare del problema dell'hacking passando per il profiling, le dark network fino alla cyber law e includendo interessanti analisi puntuali su temi verticali, nello stile di un "white paper".

903. AA.VV.
D'amore si vive : racconti erotici da Boccaccio a D'Annunzio (2009)
Letteratura italiana, Romanzo erotico
Segn.: DAMO/----

Un'antologia per celebrare il trionfo dell'Eros, forma di vitalità irrefrenabile e di superiore intelligenza. Sette secoli di narrazione della sessualità diventano pagine per ospitare desideri inesprimibili, sfrontata gaiezza ma anche sordi travagli morali. C'è il Trecento di Boccaccio, con i suoi frati licenziosi e le sue contadine ingenue e ardenti. C'è il Cinquecento della Controriforma, in cui ogni tratto di sessualità esplicita c dirompente cede il passo a più prudenti "ragionamenti morali". C'è il Seicento dei libertini, che attraverso l'ardimento erotico dei loro scritti conducevano una battaglia per la libertà di pensiero. Il Settecento, poi, sarà il secolo di Casanova, della sua palpitante carriera di seduttore e del suo sorprendente acume sociologico. Di qui all'Ottocento e al primo Novecento la sessualità nei suoi riti, nelle sue pratiche, nelle sue tecniche lascerà progressivamente il posto a un'allusione sempre più vaga: in trasparenza compariranno incesti sfiorati, torbide contaminazioni tra sesso e denaro, strisciante necrofilia. Così, attraverso grandi pagine della nostra letteratura, fa irruzione sulla scena una storia diversa e insospettabile dei nostri costumi, dei nostri vizi privati e delle nostre pubbliche virtù. Il resto è storia recente.

904. AA.VV.
Da "Bertoldo" a "Candido" : inventario della Collezione Minardi (2005)
(020) Biblioteconomia e scienza dell'informazione
Segn.: BRLA 34876

Il volume contiene l'inventario archivistico della collezione Alessandro Minardi. L'allegato CD-ROM contiene la versione digitalizzata delle vignette di Giovannino Guareschi, Giacinto Mondaini, Giovanni Mosca, Ferdinando Palermo e altri autori non identificati.

905. AA.VV.
Da dieci anni al Campiello : i racconti dei giovani ticinesi premiati (2008)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 4478

906. AA.VV.
Da dove veniamo? Che siamo? Dove andiamo? : analisi delle traiettorie di vita dei disoccupati di lunga durata in Svizzera (2012)
Ticinensia
Segn.: BRLTA 5133

Chi colpisce la disoccupazione di lunga durata? Quanti, chi e come riescono a rientrare sul mercato del lavoro? Il rientro è contrassegnato da traiettorie più o meno complesse e/o contraddistinte da stati precari? La caduta in disoccupazione di lunga durata è una ricaduta che diventa poi cronica oppure le traiettorie di vita dicono altro? L'Ufficio di Statistica del Canton Ticino e l'Università di Ginevra rispondono a queste domande attraverso un'analisi delle traiettorie di vita professionali dei disoccupati di lunga durata in Svizzera. Le risposte a tali quesiti – di rilevanza sociale, economica, per le politiche del lavoro e per il finanziamento delle assicurazioni sociali – rappresentano nuovi elementi conoscitivi per la comprensione del mercato del lavoro e per la lotta all'esclusione lavorativa e sociale.

907. AA.VV.
Da Lenin a Putin e oltre : la Russia tra passato e presente (2011)
(92-99) Biografia. Storia
Segn.: 947

Tra l'Europa centro-occidentale e l'Asia centro-settentrionale si estende un immenso spazio bicontinentale che si chiama Russia. Negli ultimi tre secoli questo spazio si è chiamato Impero russo poi Unione Sovietica e prima ancora Regno moscovita; il suo nucleo è costituito dai russi preponderanti su una miriade di altre popolazioni: la lingua unificante è quella russa, come russa è la cultura egemone. Così è stato fino a due decenni fa, quando, dopo l'impero zarista, crollato nel 1917, anche quello comunista si è disgregato, dando origine ad un nuovo stato, la Federazione russa. Questo grandioso sommovimento in un'area vasta e cruciale come quella eurasiatica, oltre a creare una nuova realtà geopolitica, ha avuto ripercussioni di portata mondiale. Dopo il 1991, data della fine dell'Unione Sovietica, la Russia ha perso quella centralità che, nella sua ipostasi imperial-comunista, aveva avuto sulla scena mondiale, soprattutto dopo la guerra vittoriosa contro la Germania nazista, e grazie al messianismo ideopolitico derivato dalla Rivoluzione d'ottobre che ne aveva fatto il fulcro di un'organizzazione internazionale. La nuova Russia resta però uno dei grandi attori del gioco politico globale. Conoscere questa nuova grande realtà che è europea nonostante la sua bicontinentalità, dando voce soprattutto alle forze critiche della nuova Russia, è di essenziale importanza, dati i legami di vario titolo (politico, econo